Locandina Frozen - Il regno di ghiaccio
Frozen - Il regno di ghiaccio (Frozen) è un film di genere Animazione e Avventura di durata non disponibile diretto da Chris Buck, Jennifer Lee con protagonisti Kristen Bell, Josh Gad, Idina Menzel.
Prodotto da Walt Disney Pictures nel 2013 in USA [Uscita Originale il 27/11/2013 (USA)] esce in Italia Giovedì 19 Dicembre 2013 distribuito da The Walt Disney Company Italia.

Trama Frozen - Il regno di ghiaccio

Quando una profezia intrappola un intero regno in un inverno senza fine, Anna, una temeraria sognatrice, insieme al coraggioso uomo di montagna Kristoff e alla sua renna Sven, intraprende un viaggio epico alla ricerca della sorella Elsa, la Regina delle Nevi, per riuscire a porre fine al glaciale incantesimo. Anna e Kristoff incontreranno sul loro cammino creature fantastiche come i trolls, un buffo pupazzo di neve di nome Olaf, montagne alte come l'Everest e magia dietro ogni angolo, e combatteranno contro tutti gli elementi della natura per salvare il regno dalla distruzione. 


Data di Uscita ITA: Giovedì 19 Dicembre 2013
Data di Uscita USA: Mercoledì 27 Novembre 2013
Data di Uscita DVD: Mercoledì 9 Aprile 2014 -> Scopri DVD e Blu-ray
Data di Uscita Originale: 27/11/2013 (USA)
Genere: Animazione, Avventura, Famiglia
Nazione: USA - 2013
Formato: Colore 3D
Produzione: Walt Disney Pictures
Distribuzione: The Walt Disney Company Italia
Budget: 150.000.000 dollari (stimato)
Box Office: USA: 399.432.000 dollari | Italia: 19.321.430 euro -> Storico incassi


Prossimi passaggi in TV:
Mercoledì 24 Dicembre ore 19:30 su Sky 3D
Giovedì 25 Dicembre ore 15:05 su Sky 3D
Mercoledì 24 Dicembre ore 21:10 su Sky Cinema 1
Giovedì 25 Dicembre ore 15:05 su Sky Cinema 1

Cast e personaggi Frozen - Il regno di ghiaccio

Regia: ,
Sceneggiatura: ,
Musiche: ,

Il Cast:

foto Kristen Bell ... Anna (voce originale)
foto Josh Gad ... Olaf (voce originale)
foto Idina Menzel ... Elsa - Regina delle nevi (voce originale)

Recensioni Frozen - Il regno di ghiaccio

9/10

Frozen: il regno di ghiaccio, la recensione

Liberamente ispirato alla fiaba di Hans Christian Andersen La Regina delle Nevi, Frozen - Il regno di Ghiaccio è il 53o film di casa Disney, una splendida fiaba invernale che parla di famiglia e di amore, con il solito tocco sognante tipico della casa di produzione americana, che mentre intrattiene i più piccoli riesce - senza troppi sforzi - a commuovere anche gli spettatori più adulti. Diretto da Chris Buck (che... [Continua a leggere]

News e Articoli Frozen - Il regno di ghiaccio

Frozen

Frozen, il sequel è in lavorazione?

30/11/2014

Nel mese di settembre, Walt Disney Animation Studios ha annunciato che un nuovo corto animato, dal titolo Frozen Fever, arriverà nei cinema nella...

Frozen - Il Regno di Ghiaccio

Frozen - Il Regno di Ghiaccio su Sky Cinema e Sky 3D il 1 Settembre

28/08/2014

Sky chiude l'estate più fredda degli ultimi 30 anni proponendo in prima tv assoluta, Lunedì 1 settembre 2014, in prima serata alle ore 21.10 su...

Frozen - Il Regno di Ghiaccio

Frozen ispirerà una serie di romanzi

12/08/2014

Un modo singolare per consentire ai fan di Frozen di non perdere di vista i propri protagonisti preferiti. La Disney, infatti, ha...

Frozen - Il Regno Di Ghiaccio in DVD, Blu-ray

Frozen - Il Regno Di Ghiaccio in DVD, Blu-ray 3D e 2D dal 9 aprile

03/04/2014

Frozen - Il Regno di Ghiaccio arriva in homevideo nelle edizioni Blu-ray 3D, Blu ray 2D e DVD dal prossimo 9 aprile 2014. Vincitore di due premi...

Frozen - Il regno di ghiaccio

Frozen il film animato di maggior successo di tutti i tempi

31/03/2014

Dopo la sua recente uscita in Giappone, Frozen della Disney è ora il film d'animazione con il più alto incasso di tutti i tempi....

Foto e Immagini Frozen - Il regno di ghiaccio

Curiosità sul film

Lo schieramento

ANNA è temeraria ancor più che graziosa, e a volte agisce senza pensare. Ma è anche la persona più ottimista e premurosa che abbiate mai incontrato. Desidera con tutto il cuore riallacciare un rapporto con sua sorella Elsa, tornare all'affetto che c'era fra loro da bambine. Quando Elsa incidentalmente libera un magico segreto che imprigiona il regno di Arendelle in un inverno senza fine, Anna si lancia in una pericolosa avventura per cercare di riportare tutto alla normalità. Armata solo di coraggio, caparbietà e fiducia negli altri, cercherà a tutti i costi di salvare il suo regno e la sua famiglia.

"Rappresenta molte delle ragazze con cui sono cresciuta", racconta la regista Jennifer Lee. "Possiamo considerarla una vera eroina dei giorni nostri. È forte e audace, a suo modo, ma ha dei difetti. Non è perfetta e mi piace questo aspetto di lei. Come personaggio, matura molto lungo la strada, diventando ciò che era destinata a diventare: più sicura di sé, ma allegra, con il suo senso dell'umorismo davvero unico".

Il supervisore all'animazione Becky Bresee, che ha diretto l'animazione per Anna, è tornata a uno strumento che usa spesso per ottenere interpretazioni molto umane: se stessa. "Invece di fare miniature, giro dei video di me stessa mentre recito una scena. Di solito mi filmo decine di volte per essere sicura di ottenere l'esatta interpretazione che voglio, sebbene il più delle volte finisco per tornare alla mia prima ripresa perché è la più naturale". 

Il produttore Peter Del Vecho rende omaggio alle tecniche avanzate a disposizione di Frozen – Il regno di ghiaccio che hanno aiutato gli animatori a ottenere la verità nella recitazione. "C'è una scena molto semplice in cui Anna incontra Hans" racconta Del Vecho. "Alla fine della sequenza, Anna si volta a guardare Hans e, senza quasi alcun movimento, è evidente che si sta innamorando. Sospira, cosa che di solito fa fare una risata a tutti perché sanno esattamente cosa sta pensando. È questo tipo di animazione sottile che stiamo migliorando un film dopo l'altro".

ELSA sfoggia un'apparente sicurezza, regalità e riservatezza, ma in realtà vive nella paura, cercando di nascondere un grande segreto: fin dalla nascita possiede infatti il potere di creare ghiaccio e neve. Un talento affascinante, ma anche estremamente pericoloso. Tormentata dal ricordo di quando la sua magia ha quasi ucciso la sua giovane sorella Anna, Elsa si è isolata, e trascorre ogni minuto della sua vita cercando di sopprimere i suoi poteri in costante aumento. Ma le sue emozioni scatenano la magia, e incidentalmente generano un inverno eterno che non riesce a fermare. Elsa teme di diventare un mostro e che nessuno, neanche sua sorella, possa aiutarla.

Questo personaggio subisce una profonda trasformazione, internamente ed esternamente. "Prima di 'Let It Go'", afferma il character design Supervisor Bill Schwab, "Elsa è piuttosto abbottonata, i capelli sono raccolti, tutto è perfetto. Durante la canzone si concede di essere quella che è e tutto cambia: i suoi capelli sono più selvaggi, il suo abito è magico. Finalmente è libera, anche se è sola".

Secondo Paul Briggs, Head of story, la libertà appena trovata di Elsa, e il viaggio che Anna intraprende di conseguenza, mostra uno dei temi chiave del film: la famiglia. "L'unica persona di cui Elsa ha davvero bisogno al suo fianco una volta svelato il suo segreto è sua sorella" afferma Briggs. "La forza del legame familiare è ciò che rende questa storia così intensa, perché è sua sorella che vuole guardare al di là dei suoi poteri e trovarsi di fronte a lei e al mondo, se necessario. Deve solo trovare un modo perché questo accada".

KRISTOFF è un vero amante della natura. Vive in montagna dove raccoglie il ghiaccio e lo vende al regno di Arendelle. È un uomo rude, ma forte e onesto, che segue le proprie regole. Nonostante viva da solo, c'è sempre il suo migliore amico Sven al suo fianco, la sua fidata renna un po' spelacchiata.

"Ci piaceva l'idea di un protagonista atipico per Disney" afferma Chris Buck. "È un ragazzo normale. È disordinato, sporco e imprevedibile. Vive sulle montagne fuori Arendelle e il suo migliore amico è una renna di nome Sven".

"Kristoff è molto importante per la storia, perché non ha problemi a mettere in dubbio il punto di vista di Anna" afferma Jennifer Lee.

Secondo Schwab, l'aspetto di Kristoff, come anche lo scenario del film, è stato ispirato dalla Norvegia. "Sapevamo che era un uomo di montagna, un ragazzo abituato a vivere di ciò che offre la natura" afferma Schwab. "Così ci siamo orientati alla cultura Sami in Norvegia, da cui abbiamo attinto per i costumi".

"Volevamo un ragazzo che fosse un po' rude" continua Schwab. "Ma è un ragazzo molto forte che vorresti al tuo fianco in un viaggio epico".

Una renna con il cuore di un labrador: SVEN è l'amico leale di Kristoff, tira la sua slitta ed è un po' la sua coscienza. Si adopera affinché il suo compagno di montagna sia sempre il brav'uomo a cui è tanto affezionato e lo fa senza mai proferir parola. Solo qualche grugnito empatico per dire la sua. La vita sarebbe perfetta se solo Kristoff non usasse più quella ridicola voce da renna per parlare con lui (come se poi le renne parlassero così!).

"Sven è come un adorabile Labrador di 300 chili" afferma DiSalvo. "Abbiamo fatto venire una vera renna in studio, ma una volta che l'abbiamo fatta entrare abbiamo capito che le renne non fanno molto. Così abbiamo deciso di divertirci un po' con Sven. Ogni volta che Kristoff fa la voce di Sven, l'espressione di Sven fa l'eco a quello che dice Kristoff".

DiSalvo racconta che gli artisti sono riusciti a studiare i tratti fisici e le maniere della renna che abbiamo avuto in studio, successivamente caricaturizzati nella realizzazione di Sven. La renna ha mostrato anche una tecnica imprevista per grattarsi un prurito all'orecchio: ha usato le sue zampe posteriori, come farebbe un cane. In seguito Sven ha adottato la tecnica, in aggiunta alla sua abitudine di sbuffare, cosa che i realizzatori avevano visto nei filmati sulle renne dell'Alaska.

Sven, ovviamente, ispira la canzoncina "Io preferisco le renne"("Reindeer(s) Are Better Than People"), che Kristoff canta insieme a Sven subito dopo aver incontrato Anna.

HANS è un attraente membro della famiglia reale di un regno vicino che giunge ad Arendelle per l'incoronazione di Elsa. Ultimo di 12 fratelli, Hans è cresciuto sentendosi praticamente invisibile – e in questo Anna lo capisce. È intelligente, acuto e galante. Promette ad Anna che non si allontanerà mai, e potrebbe essere lui la persona che la farà riconciliare con Elsa dopo tutti questi anni.

Anderson-Lopez e Lopez hanno scritto "La mia occasione" ("Love Is an Open Door") per mostrare la scintilla che scocca tra Hans e Anna. "Questa canzone spiega perché Anna si lancerebbe in un matrimonio con qualcuno che conosce da un giorno solo" racconta la Anderson-Lopez. "Se per tutta la vita le hanno sbattuto porte in faccia e in una sola notte una porta si apre, lei si precipita attraverso quella porta più veloce che può, perché desidera l'amore da tanto tempo".

Lopez aggiunge: "Non solo abbiamo dovuto capire perché avrebbe preso una decisione così rapida, ma dovevamo anche essere d'accordo con quella decisione. Vogliamo che il pubblico dica: 'Sì, Hans è grandioso, lei dovrebbe sposare quel ragazzo'. Ecco perché la canzone è così solare e gioiosa".

OLAF ama i caldi abbracci. Creato dai magici poteri di Elsa, Olaf è il pupazzo di neve più simpatico che abbia mai messo piede sulle montagne che circondano Arendelle. La sua innocenza, la sua personalità socievole e la sua incredibile abilità a smontarsi nel momento giusto - e anche nei momenti meno opportuni! - generano imbarazzo ma anche ilarità. Coltiva un sogno impossibile, ma quel che non conosce non può mica scioglierlo… o forse sì?

"Olaf ha subito molte trasformazioni nello sviluppo" afferma Jennifer Lee. "Aveva un così grande potenziale. Lo abbiamo scoperto non appena ci siamo chiesti: 'Come pensa un pupazzo di neve?'. Ho iniziato a scrivere Olaf come un ragazzo preadolescente, intorno ai 12 anni, allegro, diretto, più sofisticato di un bambino, ma ancora innocente. Poi è arrivato l'attore Josh Gad, per dare voce al personaggio, e abbiamo deciso di giocare con il personaggio nella scena in cui Anna e Kristoff lo incontrano per la prima volta. Ci siamo abbandonati all'improvvisazione e abbiamo scoperto esattamente chi è Olaf. È stato perfetto. Non abbiamo mai girato una seconda volta quella scena.

"C'è qualcosa di così toccante e sentimentale in Olaf che lo rende semplicemente divertente" continua la Lee. "Non penso che avrebbero potuto farlo altri se non Josh".

"Vogliamo ancorare dramma e commedia all'interno dei personaggi e delle situazioni", aggiunge il produttore Peter Del Vecho. "Olaf è uno dei personaggi più divertenti del film, ma ha anche una visione innocente del mondo, che gli consente di dire cose che vanno dritte al cuore".

I realizzatori speravano di trarre ogni possibile vantaggio da quello che Olaf offriva in termini di costruzione del pupazzo di neve, quindi hanno coinvolto il team tecnologico per creare un software chiamato Spaces che ha consentito agli artisti di smontare il personaggio, e rimontarlo, come parte del processo di animazione. "Per il team di animazione, Olaf era come una gigantesca cesta di giocattoli" afferma Buck. "È composto da tre palle di neve che possono separarsi e riunirsi in modi diversi. I suoi occhi possono spostarsi, il suo naso può scivolare dentro e fuori e persino staccarsi. Gli animatori sono riusciti a fare qualsiasi cosa con lui".

Un altro progresso tecnologico di cui si è avvantaggiato l'aspetto di Olaf è stato un software di proprietà chiamato Flourish. Il programma consente agli artisti di aggiungere più facilmente piccoli movimenti extra, come il dondolio dei rametti sulla testa di Olaf.

Il DUCA DI WESELTON compensa la sua bassa statura con l'arroganza e la vanità. Il suo scopo è avvicinare la nuova regina, fino al momento in cui il magico segreto di Elsa non sarà rivelato. Poi sarà il primo ad additarla come mostro e a cercare di mettere l'intero regno contro di lei. È disposto a tutto pur di riuscire a sfruttare le risorse commerciali di Arendelle. 

"È il personaggio che ti piace guardare perché è divertente tifargli contro" dice DiSalvo. "In superficie sembra innocuo, ma ha intenzioni cattive. Ha due facce, cosa che lo rende più spaventoso del cattivo medio".

DiSalvo e il suo team si sono ripresi per la scena del ballo del Duca. "Cerca di ottenere informazioni su Anna mentre fa passi di danza ridicoli" afferma DiSalvo. "Abbiamo animatori davvero bravi nell'umorismo fisico; per quella scena hanno ripreso se stessi mentre ballano. Guardare quei video di riferimento insieme alle scene animate è molto divertente. Il team ha un grande talento, magari non a ballare, ma sono davvero fantastici".

PABBIE è nato dalla roccia vulcanica quando ancora la Terra si stava formando. Ha visto tutto e forse sa tutto. È particolarmente sagace quando si tratta di magia. Se hai un problema magico, Pabbie è il troll che fa per te. È un guaritore, un profeta e un artista. La sua opera più grandiosa si può vedere nei cieli del nord quasi tutte le notti: l'Aurora Boreale.

Secondo Jennifer Lee, Pabbie e gli altri troll escono dalla fiaba originale di Hans Christian Andersen. "I nostri troll sono più ben disposti rispetto a quelli di 'La regina delle nevi'" afferma. "Per noi era importante non solo il fatto di includere questi personaggi mistici, ma in un certo senso anche l'omaggiare il folklore norvegese. Abbiamo interpellato degli esperti per aiutarci a comprendere la cultura scandinava e il ruolo dei troll nelle loro storie".

I troll sono maestri nei minerali e custodi dei cieli notturni. Sono anche autoritari, chiassosi, indiscreti, inopportuni e pesanti, molto pesanti. Ma hanno buone intenzioni e sanno amare.

MARSHMALLOW è un enorme pupazzo di neve ghiacciato generato dai poteri di Elsa. Si comporta come una sua minacciosa guardia del corpo il cui compito è tenere gli intrusi lontano dal palazzo di ghiaccio della regina. Questo sinistro bestione bianco non parla molto, ma si fa capire sferrando pugni potenti.

Secondo Bill Schwab, l'aspetto di Marshmallow è stata una sfida. "Abbiamo iniziato con un semplice pupazzo di neve, tre palle di neve" racconta Schwab. "Abbiamo cercato di fare qualcosa di spaventoso, ma il disegno originale non era molto in linea con la sua ferocia. A un certo punto era una creatura di neve mutante che cresceva dal terreno. Abbiamo giocato con l'armatura di ghiaccio; per un momento ha anche viaggiato sotto terra. Alla fine ci è venuta l'idea: un mostro di ghiaccio con addosso cumuli di neve. Era un grande scheletro di ghiaccio ricoperto di neve, che per qualche ragione sembrava molto più spaventoso".

OAKEN, è il proprietario dell'Emporio & Sauna di Wandering Oaken. Ma dopo la terribile tempesta invernale di Elsa che si è abbattuta nel villaggio nel mese di luglio, gli è avanzata tanta merce estiva. Chi cerca l'affare facile stia all'erta: Oaken è buono e disponibile ma se lo fate arrabbiare non esiterà a buttarvi fuori dal suo modesto negozio.

"Oaken è un omone dolce" afferma Schwab. "È alto 2 metri per circa 160 chili, cosa che non diresti quando lo vedi dietro il registratore di cassa. Volevamo che fosse un uomo così buffo, dolce, di buon cuore, con gli occhi azzurri e un divertente maglione di Natale ispirato a qualcosa che avevo visto in un centro commerciale… quindi Oaken è alla moda".

Commenti