Scheda Festival di Cannes 2018

Evento: Festival Anno: 2018 Edizione: 71 Luogo: Cannes, Francia Quando: da Martedì 8 Maggio 2018 a Sabato 19 Maggio 2018

La 71a edizione del Festival di Cannes avrà luogo a Cannes dall'8 al 19 maggio 2018. La selezione ufficiale dei film che parteciperanno al festival è stata annunciata il 12 aprile 2018. Il film d'apertura sarà Todos lo saben diretto dal regista Asghar Farhadi. L'attore Édouard Baer presenterà la cerimonia d'apertura e di chiusura della kermesse. L'11 aprile 2018 viene diffuso il poster ufficiale della 71a edizione, che ritrae il bacio tra Jean Paul Belmondo e Anna Karina nel film Il bandito delle 11 (Pierrot le fou) diretto da Jean-Luc Godard nel 1965. 

Sezioni

Selezione ufficiale - Concorso


Selezione ufficiale - Un Certain Regard

  • Gräns di Ali Abbasi (Svezia)
  • Sofia di Meyem Benm'Barek (Francia)
  • Les chatouilles di Andréa Bescond e Eric Métayer (Francia)
  • Long Day's Journeys Into Night di Bi Gan (Cina)
  • Manto di Nandita Das (India)
  • Des bails de rêve di Antoine Desrosières (Francia)
  • Girl di Lukas Dhont (Belgio)
  • Gueule d'ange di Vanessa Filho (Francia)
  • Euforia di Valeria Golino (Italia)
  • Friend di Wanuri Kahiu (Kenya)
  • Mon tissu préféré di Gaya Jiji (Francia, Germania, Turchia)
  • Die Stropers di Etienne Kallos (Sud Africa, Francia)
  • In My Room di Ulrich Köhler (Germania, Italia)
  • El Ángel di Luis Ortega (Argentina, Spagna)
  • The Gentle Indifference of the World di Adilkhan Yerzhanov (Kazakistan, Francia)

Selezione ufficiale - Fuori concorso


Selezione ufficiale - Proiezioni di mezzanotte

  • Arctic di Joe Penna (Islanda)
  • Gongjack di Yong-Jang Bing (Corea del Sud)

Selezione ufficiale - Proiezioni speciali

  • 10 Jours en Thaïlande di Aditya Assarat, Wisit Sasanatieng e Chulayarnon Sriphol e Apichatpong Weerasethakul (Thailandia)
  • The State Against Mandela and the Others di Nicolas Champeaux e Gilles Porte (Francia)
  • O Grande Circo Místico di Carlos Diegues (Brasile)
  • La Traversée di Romain Goupil e Daniel Cohn-Bendit (Francia)
  • À tous vents di Michel Toesca (Francia)
  • Dead Souls di Wang Bing (Cina)
  • Pope Francis - A Man of his World di Wim Wenders (Germania)

Selezione ufficiale - Cortometraggi in concorso

  • Gabriel di Oren Gerner (Francia)
  • Judgement di Raymund Ribay Gutierrez (Filippine)
  • Caroline di Celine Held e Logan George (Stati Uniti d'America)
  • Tariki di Saeed Jafarian (Iran)
  • III di Marta Pajek (Polonia)
  • Duality di Masahiko Sato, Genki Kawamura, Yutaro Seki, Masayuki Toyota e Kentaro Hirase (Giappone)
  • On the border di Wei Shujun (Cina)
  • Toutes ces créatures di Charles William (Australia)

Selezione ufficiale - Cinéfondation

  • Dolfin Megumi di Ori Aharon Steve – Tisch School of Film & Television (Israele)
  • End of Season di Zhannat Alshanova – London Film School (Regno Unito)
  • Sailor's Delight di Louise Aubertin, Éloïse Girard, Marine Meneyrol, Jonas Ritter, Loucas Rongeart e Amandine Thomoux – École supérieure de réalisation audiovisuelle (Francia)
  • Inanimate di Lucia Bulgheroni – NFTS (Regno Unito)
  • El Verano del Léon Eléctrico di Diego Céspedes – Università del Cile (Cile)
  • Palm Trees and Power Lines di Jamie Dack – Tisch School of the Arts (Stati Uniti d'America)
  • Dong wu xiong meng di Di Shen – Shanghai Theatre Academy (Cina)
  • Fragment de drame di Lucia Bulgheroni – La Fémis (Francia)
  • Cinco minutos afuera di Constanza Gatti – Universidad del Cine (Argentina)
  • Los tiempos de Héctor di Ariel Gutiérrez – Centro de Capacitación Cinematográfica (Messico)
  • Dots di Eryk Lenartowicz – AFRTS (Australia)
  • Inny di Marta Magnuska – Scuola nazionale di cinema e televisione e teatro Leon Schiller di Łódź (Polonia)
  • Albastru si Rosu, in Proportii Egale di Georgiana Moldoveanu – Universitatea Naţională de Artă Teatrală şi Cinematografică (Romania)
  • Così in Terra di Pier Lorenzo Pisano – Centro sperimentale di cinematografia (Italia)
  • Kalendar di Igor Poplauhin – Moscow School of New Cinema (Russia)
  • Mesle bache Adam
  • I am my Own Mother di Andrew Zox – San Francisco State University (Stati Uniti d'America)

Torna su