Denis O'Hare

Biografia di Denis O'Hare

La scheda del personaggio Denis O'Hare. La biografia, la filmografia, le curiosita' di Denis O'Hare.
Nasce il 17 Gennaio 1962 a Kansas City, Missouri, USA.

Biografia Denis O'Hare

Denis O'Hare è tra gli attori più impegnati al momento, richiesto al cinema, televisione e in teatro. Tra le numerose pellicole che lo hanno visto tra i protagonisti: C.O.G. di Kyle Patrick Alvarez, tratto da un racconto di David Sedaris; J. Edgar e Changeling entrambi di Clint Eastwood; Michael Clayton e Duplicity per lo stesso regista, Tony Gilroy; Ricatto d'Amore di Anne Fletcher; A Mighty Heart – Un Cuore Grande di Michael Winterbottom; Fuori Controllo di Martin Campbell; An Englishman in New York di Richard Laxton; Quarantena di John Erick Dowdle; The Babysitters di David Ross; Baby Mama di Michael McCuller; La Guerra di Charlie Wilson di Mike Nichols; Rocket Science di Jeffrey Blitz; Stephanie Daley di Hilary Brougher; Half Nelson di Ryan Fleck; Heights di Chris Terrio; La Mia Vita a Garden State di Zach Braff; Anniversary Party di Alan Cumming e Jennifer Jason Leigh; Accordi e Disaccordi di Woody Allene per la Focus Fatures, The Eagle di Kevin Macdonald, 21 Grammi – Il Peso dell'Anima di Alejandro González Iñárritu, e Milk di Gus Van Sant. Per quest'ultimo lavoro, ha condiviso una candidatura all'intero cast agli Screen Actors Guild Awards e una ai Critucs' Choice Award. Nominato agli Emmy per la sua interpretazione di Larry Harvey in American Horror Story, O'Hare è noto al pubblico televisivo anche per il suo contributo in True Blood, dove indossa i panni di Russell Edgington, il Re dei vampiri del Mississippi. A giugno 2013, un sondaggio tra gli spettatori ha eletto il suo personaggio come "Baddest Baddie" (il Cattivo più cattivo) nella storia della serie. È apparso, inoltre, come personaggio ricorrente in Brothers & Sisters, Law & Order – I Due Volti della Giustizia, C.S.I.: Miami e The Good Wife, per citarne solo alcune. Tra i film per la TV ricordiamo Alexander Hamilton di Marion Meyer; Saint Maybe di Michael Pressman; e il musical C'era una Volta una Principessa di Kathleen Marshall, con Carol Burnett e Tracey Ullman. Ha completato di recente la lavorazione di The Normal Heart diretto da Ryan Murphy, adattamento firmato dall'autore dell'omonima opera teatrale, Larry Kramer, in uscita nel 2014. Il giovane attore di Kansas City si è laureato alla Northwestern University. Da allora ha calcato le scene negli Stati Uniti e in Inghilterra. Il personaggio di Mason Marzoc, che lui stesso ha creato all'interno della commedia Take Me Out scritta da Richard Greenberg e diretta da Joe Martello ha spopolato in entrambe i continenti. Grazie a questa interpretazione O'Hare ha vinto un Tony Award, il Drama Desk Award, un Outer Critics Circle Award, un Obie Award, il Lucille Lortel Award, il premio del pubblico attraverso una votazione sul web (www.broadway.com) e infine un Clarence Derwent Award. Una seconda candidatura ai Tony Awards O'Hare l'ha ottenuta ancora una volta diretto da Mantello in Assassins, musical di Stephen Sondheim. Tra le altre notevoli apparizioni a Broadway: Sweet Charity – Una Ragazza che Voleva Essere Amata (che gli ha meritato il Drama Desk Award), …e l'Uomo Creò Satana, Il Maggiore Barbara, e Cabaret. Ha vinto due Joseph Jefferson Award a Chicago per le sue performance in Voice of the Prairie e Hauptmann. Quest'ultimo portato in scena sia negli USA sia in UK con il ruolo di Richard Hauptmann. O'Hare ha recitato off-Broadway il ruolo da protagonista del classico teatrale Zio Vanja, diretto da Austin Pendleton. Nell'autunno 2010 è tornato a Broadway al fianco di Brendan Fraser in Elling, adattato da Simon Bent e diretto da Doug Hughes. Nell'estate 2012 ha portato in scena in una rappresentazione pubblica a Central Park Into the Woods diretto da Timothy Sheader e Liam Steel. Insieme a Lisa Peterson, O'Hare ha scritto An Iliad, un one-man show liberamente tratto dal poema omerico. Lo spettacolo è andato in tournée negli Stati Uniti e, alcune rappresentazioni lo hanno visto sulla scena in prima persona.

Conosciuto per

Seriegrafia Denis O'Hare


Apri Box Commenti