Ritratto Steve Buscemi

Steve Buscemi

Scheda di Steve Buscemi

Scheda relativa a Steve Buscemi, con la biografia, la filmografia, la seriegrafia, le notizie, i video correlati e un forum dedicato a Steve Buscemi.
Nasce il 13 Dicembre 1957 a Brooklyn, New York City, New York, USA.

Biografia Steve Buscemi

Steve Buscemi ha costruito una carriera interpretando alcuni tra i personaggi più unici e indimenticabili del cinema moderno. Buscemi ha vinto un Independent Spirit Award, il New York Film Critics Award, ed è stato candidato al Golden Globe per il suo ruolo in Ghost World di MGM, diretto da Terry Zwigoff, con Thora Birch e Scarlett Johansson. È stato anche nominato come Miglior Attore Non Protagonista agli Emmy per il ruolo di Tony Blundetto nella quinta stagione di "I Soprano", e ha ricevuto le nomination agli Emmy come Guest Actor per le sue apparizioni in "30 Rock" della NBC e "Portlandia" di IFC. È stato nominato per una Lola al German Film Academy Award, per il suo lavoro in John Rabe, diretto dal regista premio Oscar® Florian Gallenberger. Ha recitato nel dramma della HBO "Boardwalk Empire", che gli è valso un Golden Globe, due Screen Actors Guild e due nomination agli Emmy. Nato a Brooklyn, New York, Buscemi ha iniziato a mostrare interesse per la recitazione durante l'ultimo anno di scuola superiore. Poco dopo, si è trasferito a Manhattan e ha studiato con John Strasberg. Lì insieme al collega attore / scrittore Mark Boone Jr. hanno iniziato a scrivere e ad esibire i loro pezzi teatrali in spazi per spettacoli e nei teatri del centro. Questo ha portato presto Steve al suo primo ruolo da protagonista nel film di Bill Sherwood Parting Glances, nei panni di un musicista malato di AIDS. Dopo questa straordinaria esibizione, Buscemi è diventato l'attore preferito di molti tra i più stimati registi. Il suo curriculum include New York Stories di Martin Scorsese; i film di Jim Jarmusch Coffee and Cigarettes e Mystery Train – Martedi notte a Memphis, per il quale ha ricevuto una nomination agli IFP Spirit Award; i film di Alexandre Rockwell Somebody to Love e il vincitore del Premio della giuria del Sundance Film Festival del 1992 In The Soup – Un mare di guai; Le iene di Quentin Tarantino, per il quale ha ricevuto un IFP Spirit Award per la sua straordinaria performance come Mr. Pink; Crocevia della morte, Barton Fink, il premio Oscar Fargo, e Il Grande Lebowski dei fratelli Coen; Un pezzo da 20; i film di Tom DiCillo Double Whammy e Si gira a Manhattan premiato al Sundance Film Festival, interpretato da Dermot Mulroney e Catherine Keener; Desperado; Cosa fare a Denver quando sei morto; Kansas City di Robert Altman; Fuga da Los Angeles di John Carpenter, con Kurt Russell; le produzioni di Jerry Bruckheimer Con Air e Armageddon – Giudizio finale; Gli Imbroglioni di Stanley Tucci; il telefilm della HBO The Laramie Project; Love in the Time of Money; Big Fish – Le storie di una vita incredibile di Tim Burton; The Island di Michael Bay; Art School Confidential - I segreti della scuola d'arte di Terry Zwigoff; Io vi dichiaro marito e… marito con Adam Sandler; Manuale d'infedeltà per uomini sposati con Chris Rock; oltre a numerose apparizioni cameo in film come Sol levante, Mister Hula Hoop, Big Daddy – Un papà speciale, Pulp Fiction e Prima o poi me lo sposo. I recenti crediti cinematografici di Buscemi includono: Youth in Revolt di Miguel Arteta; il debutto alla regia di Oren Moverman Oltre le regole - The Messenger; Rampart; The Incredible Burt Wonderstone, con Steve Carell e Jim Carrey; Un weekend da bamboccioni 2, con Adam Sandler; Gli invisibili, e L'incredibile vita di Norman del regista Joseph Cedar. Buscemi ha prestato la propria voce ai personaggi di molti film d'animazione tra cui Randall Boggs di Monsters e Co. e Monsters University della Pixar; per Final Fantasy e La tela di Carlotta della Columbia Pictures, come la voce di Templeton il ratto. Era la voce di Nebbercracker nel film candidato all'Oscar della Sony Pictures Monster House, prodotto esecutivamente da Steven Spielberg e Robert Zemeckis; e la voce di Scamper in Igor della MGM, al fianco di John Cusack. I suoi altri crediti nel doppiaggio includono: G-Force – Superspie in missione, prodotto da Jerry Bruckheimer per la Disney; e Hotel Transylvania, Hotel Transylvania 2 e Hotel Transylvania 3 – Una vacanza mostruosa della Columbia Pictures per dare voce a Wayne. È stato ascoltato al fianco di Alec Baldwin nel film della DreamWorks Animation Baby Baby, che è stato nominato per un Academy Award nel 2018. Oltre ad essersi affermato come attore di talento, Buscemi ha dimostrato di essere un rispettabile scrittore e regista. Il suo primo progetto è stato un cortometraggio dal titolo "What Happened to Pete", che è stato presentato in numerosi festival cinematografici tra cui Rotterdam e Locarno, e trasmesso da Bravo network. Ha fatto il suo esordio alla regia con Mosche da bar, che ha anche scritto e interpretato. Il film, co-interpretato da Chloë Sevigny, Sam Jackson e Anthony LaPaglia, è stato presentato nella sezione Quinzaine des Réalisateurs al Festival di Cannes del 1996, ed è stato nominato per un Independent Spirit Award. Il secondo lungometraggio di Buscemi come regista, Animal Factory, racconta la storia di un giovane finito in prigione per una condanna ingiusta, che finisce col trasformarsi nel prodotto dell'ambiente in cui è stato catapultato. Il film, basato su un libro di Edward Bunker, ha come protagonisti Willem Dafoe ed Edward Furlong, ed è stato presentato al Sundance Film Festival del 2000. L'IFC ha distribuito il suo terzo lungometraggio, Lonesome Jim, una commedia drammatica su una famiglia disfunzionale, interpretata da Casey Affleck e Liv Tyler. È stato nominato uno dei dieci migliori film indipendenti dell'anno dalla National Board of Review, e si è candidato al Gran Premio della Giuria del Sundance Film Festival. Nel 2007, Sony Pictures Classics ha rilasciato Interview che Buscemi ha anche co-sceneggiato, diretto ed interpretato al fianco di Sienna Miller. Questo remake di Theo Van Gogh è stato presentato al Sundance Film Festival lo stesso anno. In A Good Job: Stories of the FDNY, un film TV della regista candidata agli Oscar, Liz Garbus e Buscemi (che interpreta un ex pompiere di New York) per la HBO, Buscemi mostra cosa vuol dire lavorare in uno dei dipartimenti dei vigili del fuoco più esigenti del mondo e dove, andare a lavorare, significa rischiare tutto. Dalla vecchia New York al panorama post 11 settembre, il film rivela l'immenso tributo fisico e mentale che i pompieri hanno sugli individui e sulla comunità nata dalla condivisione di un'incredibile responsabilità. Il lavoro come regista di Buscemi, include anche numerosi crediti televisivi, tra cui "Homicide: Life on the Street" della HBO, per il quale è stato nominato per un DGA Award, e "I Soprano" della HBO, per il quale è stato nominato per un Emmy e un DGA Award per la regia dell'episodio di "Pine Barrens" durante la terza stagione. Ha diretto gli episodi del programma vincitore del premio Emmy "30 Rock", l'acclamato dramma di Showtime "Nurse Jackie", interpretato da Edie Falco, "Portlandia" di IFC, così come la serie di Netflix "The Unbreakable Kimmy Schmidt" e "Love". Buscemi ha fondato nel 2008 una società indipendente di produzione cinematografica e televisiva con sede a New York, chiamata Olive Productions, con l'attore / regista Stanley Tucci e il produttore Wren Arthur. L'azienda produce una gamma eclettica di progetti televisivi, nonché di film narrativi e documentari. Usando la sua combinata e vasta esperienza, il mandato dell'azienda è quello di raccontare storie con grandi personaggi, umorismo ed empatia. La Olive ha recentemente siglato un contratto pluriennale di first look con l'indipendente Entertainment One. "Park Bench with Steve Buscemi" è una serie web acclamata e premiata di AOL, prodotta dalla Olive Productions e Radical Media. Lo spettacolo presenta Buscemi che fornirà una sguardo speciale su persone, luoghi e spirito della Grande Mela. La peculiarità dello show è che Buscemi si troverà a improvvisare discorsi non preparati con i cittadini di New York sulla cultura pop, sulla politica, sulla situazione sociale e sull'attualità, permettendo al pubblico di dare uno sguardo alla sua vita quotidiana. Lo spettacolo ha vinto un Emmy come Miglior cortometraggio nel 2016. Nell'autunno del 2015, il sindaco di New York, Bill de Blasio ha nominato Buscemi membro della Commissione consultiva per gli affari culturali. La Commissione, composta da rappresentanti di una vasta gamma di organizzazioni e pratiche culturali e artistiche, consiglia il sindaco de Blasio e il commissario per gli affari culturali Tom Finkelpearl sulle questioni che riguardano la comunità culturale di New York. Nel 2016, Buscemi ha recitato nella serie web acclamata dalla critica "Horace and Pete" e nel film L'incredibile vita di Norman di Joseph Cedar. Di recente è stato co-protagonista nella satira politica di Armando Iannucci, Morto Syalin, se ne fa un altro, e in Charley Thompson, del regista Andrew Haigh. La sua interpretazione nel film gli è valsa una nomination al British Independent Film Award nella categoria Miglior Attore Non Protagonista. Ha anche recitato al fianco di Andrea Riseborough nel film Nancy, scritto e diretto da Christina Choe, ed è apparso nella serie antologica di Channel 4 (Regno Unito) e Amazon Prime "Philip K. Dick's Electric Dreams". Attualmente è co-protagonista con Daniel Radcliffe nella serie di commedie antologiche della TBS "Miracle Workers", prodotta da Lorne Michaels. 

Seriegrafia Steve Buscemi

Seriegrafia non disponibile per Steve Buscemi

News e Articoli

Steve Buscemi nella parodia di Cinquanta Sfumature

11/02/2015 | L'attore Steve Buscemi interpreta alcuni suoi personaggi classici nella clip ironica.

Video correlati a Steve Buscemi

Apri Box Commenti