Foto Teresa Saponangelo

Teresa Saponangelo

Scheda di Teresa Saponangelo

Scheda relativa a Teresa Saponangelo, con biografia, filmografia, seriegrafia, notizie, video correlati.
conosciuto per È stata la mano di Dio (film), Il buco in testa (film), Vivi e lascia vivere (serie), Basta Un Paio Di Baffi (film), Gramigna (film), Sirene (serie), Il Bene Mio (film), Il Sindaco Pescatore (film), Questo e' il mio paese (serie), La Dama Velata (serie), La stoffa dei sogni (film), Rossella (serie)

Biografia

Nata a Taranto, si laurea al Dams di Roma Tre. Partecipa al corso triennale di formazione teatrale con P. Amato, esordisce nel 1989 con Da lu cunto de li cunti, regia dello stesso Amato e continua la sua carriera teatrale recitando in numerosi spettacoli diretti da grandi registi come Binasco, Capuano, Martone, Servillo, ecc. Tra i suoi lavori più recenti: Sogno d'Autunno di Valerio Binasco – Teatro Stabile di Torino, Le Serve di Antonio Capuano – Teatro Sannazzaro Napoli e Tossine, testo di Tony Laudadio regia di Monica Nappo – Teatro Stabile di Napoli. Debutta al cinema nel 1995 con il film Il verificatore di Stefano Incerti e nello stesso anno è nel cast di Ferie d'Agosto di Paolo Virzì. Nel 1996 esordisce in radio con la Serata in onore di Vittorio Gassman, per il Progetto Ronconi - Teatro alla radio. Nel 1998 debutta anche in televisione con Un medico in famiglia di Anna Di Francisca, recitando in tante altre serie e film per la TV tra cui La omicidi, di Riccardo Milani, Squadra Antimafia di Kristoph Tassin – Samad Zarmandili, La dama velata di Carmine Elia; Il Sindaco Pescatore di Maurizio Zaccaro, Sirene di Davide Marengo, Basta un paio baffi di Fabrizio Costa, Vivi e Lascia Vivere di Pappi Corsicato e nel 2021, Vincenzo malinconico, Avvocato con la regia di Alessandro Angelini. Per il cinema, nel 1999, recita in Tutto l'amore che c'è di Sergio Rubini, cui seguono numerosi altri film tra cui il primo ruolo da protagonista femminile in In principio erano le mutande per la regia di Anna Negri, Te lo leggo negli occhi di Valia Santella per cui riceve la candidatura ai Nastri d'Argento come miglior attrice protagonista, Cosa voglio di più di Silvio Soldini, La pecora nera di Ascanio Celestini, La stoffa dei sogni di Gianfranco Cabiddu, Polvere di Napoli di Antonio Capuano, Il bene mio di Pippo Mezzapesa e Porselein di Jenneke Boeijink. È la protagonista de Il buco in testa per la regia di Antonio Capuano, presentato alla 38°edizione del Torino Film Festival (2020), per il quale vince il Nastro d'Argento 2021 come Miglior attrice protagonista. È la protagonista femminile del film È stata la mano di Dio per la regia di Paolo Sorrentino, presentato alla 78. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia (2021). Tra i premi ricevuti: il Sacher d'Oro 1998 come miglior attrice non protagonista per il film Polvere di Napoli di Capuano, il Premio Ubu nel 2000 per la sua interpretazione di Dorina ne Il Tartufo di Molière diretto da Servillo e nel 2021 il Nastro d'Argento come miglior attrice protagonista per il film Il buco in testa di Antonio Capuano. Nel 2003 ha dato vita a Tournesol, un'associazione per mettere in scena i suoi progetti. [dal pressbook di È stata la mano di Dio]

Filmografia

Qui elencati solo i film per i quali è disponibile un collegamento ad una scheda su MovieTele.it

Foto e Immagini (beta)

[Schermo Intero]
In caso di errori nella scheda (ad esempio può capitare in caso di omonimia), è possibile contattarci.