Opere al Cinema Stagione 2016-17: DER ROSENKAVALIER il 16 maggio

LA TRAVIATA

Martedì 16 maggio Der Rosenkavalier, il nuovo allestimento del registra canadese Robert Carsen del capolavoro operistico su musiche di Richard Strauss.

Opere al Cinema Stagione 2016-17: DER ROSENKAVALIER il 16 maggio

Dal 4 ottobre al cinema la stagione 2016-2017 del teatro Bolshoi di Mosca e del Metropolitan Opera House (MET) di New York, distribuite da QMI/Stardust. Una stagione con tanti appuntamenti che comprende 7 opere e 7 balletti, tra i classici intramontabili e le nuove produzioni con importanti grandi nomi della danza e della lirica.

Martedì 16 maggio alle 19.30 l'appuntamento conclusivo con Der Rosenkavalier, il nuovo allestimento del registra canadese Robert Carsen del capolavoro operistico su musiche di Richard Strauss. Diretta dal Maestro Sebastian Weigle, la commedia cantata racconta con ironia le disavventure amorose dell'alta società viennese e vanta un cast d'eccezione, tra cui spiccano Renée Fleming, che indosserà i panni della Marescialla, e la mezzo soprano lettone Elīna Garanča, che interpreterà Octavian. Da sempre considerato un lavoro sui temi del passare del tempo e dell'importanza di saper riconoscere il momento di lasciare andare ciò che si ama, questa produzione di "Der Rosenkavalier" potrebbe essere l'ultima occasione di ammirare Renée Fleming esibirsi in una delle parti che l'ha resa celebre in tutto il mondo. La signora dell'opera, oggi cinquantottenne, sta progressivamente abbandonando i personaggi che ha interpretato in più di trent'anni di carriera, iniziata tra l'altro proprio al MET nel 1988.

L'ambientazione, la Vienna dei primi del Settecento, viene spostata dal regista al 1910, anno in cui lo spettacolo debuttò con un clamoroso successo prima a Dresda e poi in Austria e Milano, e l'establishment aristocratico che aveva dominato per secoli stava per capitolare sotto gli orrori della prima guerra mondiale. Un'ormai attempata marescialla si consola dalle assenze del marito con il giovane amante Octavian: è consapevole che il loro sarà un amore breve, che durerà fino a quando lui non incontrerà una ragazza più giovane. Succederà presto, quando verrà inviato per conto del rozzo barone Ochs a chiedere la mano della bella Sophie. Tra colpi di scena, travestimenti e tentativi di scalata sociale, i due ragazzi tenteranno in ogni modo di sabotare il matrimonio indesiderato.

Le multisale UCI che proietteranno DER ROSENKAVALIER sono: UCI Arezzo, UCI Bari Showville, UCI Bicocca (MI), UCI Meridiana Casalecchio di Reno (BO), UCI Montano Lucino (CO), UCI Firenze, UCI Fiumara (GE), UCI Mestre (VE), UCI Palariviera (San Benedetto del Tronto), UCI Parco Leonardo (RM), UCI Perugia, UCI Piacenza, UCI Porta di Roma, UCI Reggio Emilia e UCI Torino Lingotto.

Di seguito il cartellone della Stagione 2016/2017 del Bolshoi e del MET:

• 4 ottobre 2016: Le Clair Ruisseau - Bolshoi
• 25 ottobre 2016: Don Giovanni - MET
• 8 novembre 2016: L'Età dell'Oro - Bolshoi
• 20 dicembre 2016: Lo Schiaccianoci - Bolshoi
• 10 gennaio 2017: Nabucco - MET
• 24 gennaio 2017: Romeo e Giulietta - MET
• 21 febbraio 2017: La Bella Addormentata - Bolshoi
• 14 marzo 2017: La Traviata - MET
• 21 marzo 2017: Il Lago dei Cigni - Bolshoi
• 28 marzo 2017: Idomeneo - MET
• 4 aprile 2017: Una Serata Contemporanea – Bolshoi
• 26 aprile 2017: Eugene Onegin – MET
• 9 maggio 2017: Un Eroe del Nostro Tempo – Bolshoi
• 16 maggio 2017: Rosenkavalier – MET


BOLSHOI DI MOSCA E MET STAGIONE 2016-17 AL CINEMA

Si parte con il Bolshoi che propone LE CLAIR RUISSEAU, la commedia interpretata dal Bolshoi Ballet e diretta da Dimitri Shostakovich, che vede protagonisti Svetlana Lunkina e il primo ballerino Rusian Skvortsov. Il corpo di ballo viene seguito dal coreografo Alexei Ratmansky in questo spettacolo che narra l'incontro, nella fattoria "Bright Steam", tra una troupe di artisti e una coppia, Zina e Piotr. Quando l'uomo mostra troppa attenzione verso la ballerina del gruppo, la moglie organizzerà uno scherzo indimenticabile.

LE CLAIR RUISSEAU - Una troupe di artisti si reca alla fattoria "Bright Stream" dove sono in atto i festeggiamenti per la fine del raccolto. La contadina Zina riconosce la ballerina della troupe: le due avevano seguito insieme dei corsi di ballo prima che Zina sposasse Piotr, uno studente in agraria. Quando Zina presenta la ballerina a suo marito, questi rimane particolarmente colpito dal suo fascino. Per dare una lezione a Piotr, la Ballerina e il suo partner di danza si scambiano i costumi e Zina si traveste da ballerina, nascondendo il viso dietro una maschera. Né il vecchio occupante della Dacia, né sua moglie e ancor meno Piotr sospettano lo scherzo...

Le multisale UCI Cinemas che proietteranno LE CLAIR RUISSEAU e gli altri appuntamento del Bolshoi sono: UCI Bari Showville, UCI Bicocca (MI), UCI Bolzano, UCI Meridiana Casalecchio di Reno (BO), UCI Cagliari, UCI Montano Lucino (CO), UCI Firenze, UCI Fiumara (GE), UCI Mestre (VE), UCI Palariviera (San Benedetto del Tronto), UCI Parco Leonardo (RM), UCI Perugia, UCI Piacenza, UCI Porta di Roma, UCI Reggio Emilia e UCI Torino Lingotto. Le proiezioni si svolgeranno alle 17 e alle 19.45. Il prezzo del biglietto è di 15 euro per l'intero e di 12 euro per il ridotto e 10€ per i convenzionati.

Le multisale THE SPACE che proietteranno LE CLAIR RUISSEAU e gli altri appuntamento del Bolshoi sono consultabili sul sito del Circuito.


LO SCHIACCIANOCI | 20 DICEMBRE 2016

Martedì 20 dicembre nelle multisale dei Circuiti UCI Cinemas e The Space prosegue la stagione 2016-2017 del teatro Bolshoi di Mosca, distribuita al cinema da QMI/Stardust. Il nuovo appuntamento è con Lo Schiaccianoci, il classico di Natale per tutta la famiglia ispirato alla celebre favola di E.T.A. Hoffmann. Lo spettacolo combina le splendide musiche di Tchaikovsky con il talento della nuova generazione di artisti della compagnia russa, con l'étoile Anna Nikulina e Denis Rodkin, il primo ballerino più giovane del Bolshoi, nei ruoli della piccola Marie e del Principe Schiaccianoci. La storia è ambientata durante la vigilia di Natale, quando Marie riceve in regalo da un amico del padre uno schiaccianoci a forma di soldatino. Nei suoi sogni, il giocattolo si tramuterà in un impavido guerriero lanciato in una battaglia all'ultimo sangue contro il Re Topo, e nello splendido principe che l'accompagnerà nel Regno dei Dolci. Impreziosito dalle coreografie di Yuri Grigorovich, lo spettacolo distribuito da QMI/Stardust promette di trascinare grandi e piccini in un mondo magico e incantato.

Le multisale UCI che proietteranno LO SCHIACCIANOCI e gli altri appuntamento del Bolshoi sono: UCI Bari Showville, UCI Bicocca (MI), all'UCI Arezzo, UCI Bolzano, UCI Meridiana Casalecchio di Reno (BO), UCI Cagliari, UCI Montano Lucino (CO), UCI Firenze, UCI Fiumara (GE), UCI Mestre (VE), UCI Palariviera (San Benedetto del Tronto), UCI Parco Leonardo (RM), UCI Perugia, UCI Piacenza, UCI Porta di Roma, UCI Reggio Emilia e UCI Torino Lingotto. Le proiezioni alle 17 e alle 19.45. Al Multisala Gloria by UCI Cinemas la proiezione si terrà domenica 18 dicembre nell'orario previsto per il matinèe.Il prezzo del biglietto è di 15 euro per l'intero e di 12 euro per il ridotto e 10 euro per i convenzionati.

LO SCHIACCIANOCI


IL NABUCCO | 10 GENNAIO 2017

Martedì 10 gennaio 2017 il Nabucco di Verdi, diretto dal Maestro James Levine, e interpretato dal tenore Placido Domingo, dalla soprano ucraina Liudmyla Monastyrska e dalla mezzosoprano georgiana Jamie Barton.  

L'opera simbolo del Rinascimento Italiano racconta la prigionia del popolo ebraico e si apre nella Gerusalemme del VI secolo avanti Cristo: una città assediata dal re babilonese Nabuccodonosor. Unica speranza di salvezza è Fenena, figlia del sovrano presa in ostaggio, che sarà tuttavia liberata dal giovane Ismaele, innamorato di lei. Ormai perduti, gli ebrei vengono fatti prigionieri e condannati a morte da un'altra figlia del sovrano, la crudele Abigaille, che nel frattempo ha spodestato il padre. La salvezza arriva gloriosa quanto inattesa sotto forma di un'improvvisa conversione di Nabucco, che a capo di un esercito di pochi fedeli rovescia il governo di Abigaille, graziando i prigionieri e invocando Jeovah.

È ben nota la storia di questo spettacolo, che proiettò il musicista ventottenne verso la fama. Dopo la morte della prima moglie e di due figli, con cui coincise il fiasco dell'opera buffa "Un giorno di regno", Verdi aveva deciso di abbandonare la carriera. Cambiò idea solo quando l'impresario teatrale Bartolomeo Merelli gli mostrò il libretto scritto da Temistocle Solera. Ispirato, diede vita al lavoro immortale che oggi tutti conosciamo, battezzato da una trionfante prima al Teatro alla Scala nel 1942. Per molto tempo, l'opera e il suo compositore sono stati considerati parte integrante di quel fervore politico che nel 1861 portò alla nascita del Regno d'Italia; in particolar modo, il famosissimo coro "Và pensiero, sull'ali dorate", che narra l'esilio degli ebrei a Babilonia, è stato letto come un'eco dei sentimenti italiani verso la dominazione austriaca

Le multisale UCI che proietteranno Nabucco e gli altri appuntamento del MET sono: UCI Arezzo, UCI Bari Showville, UCI Bicocca (MI), UCI Meridiana Casalecchio di Reno (BO), UCI Montano Lucino (CO), UCI Firenze, UCI Fiumara (GE), UCI Mestre (VE), UCI Palariviera (San Benedetto del Tronto), UCI Parco Leonardo (RM), UCI Perugia, UCI Piacenza, UCI Porta di Roma, UCI Reggio Emilia e UCI Torino Lingotto.


ROMEO E GIULIETTA | 24 GENNAIO 2017

Martedì 24 gennaio nelle multisale del Circuito UCI Cinemas prosegue la stagione 2016-2017 del Metropolitan Opera House (MET) di New York con Romeo e Giulietta, l'opera tragica e romantica basata sul capolavoro di Shakespeare e composta nel 1867 da Charles Gounod, in scena con la regia di Bartlett Sher e la direzione del Maestro Gianandrea Noseda.

Realizzato in co-produzione con il Teatro alla Scala di Milano, lo spettacolo vede il tenore aretino Vittorio Grigòlo nei panni di Romeo mentre la soprano tedesca Diana Damrau porta sul palcoscenico Giulietta, una donna capace di preferire la morte alla lontananza dal proprio amato. Insieme i due danno vita a quattro duetti, tra cui la classica scena del balcone ("O nuit divine").

Le multisale UCI che proietteranno Romeo e Giulietta e gli altri appuntamento del MET sono: UCI Arezzo, UCI Bari Showville, UCI Bicocca (MI), UCI Meridiana Casalecchio di Reno (BO), UCI Montano Lucino (CO), UCI Firenze, UCI Fiumara (GE), UCI Mestre (VE), UCI Palariviera (San Benedetto del Tronto), UCI Parco Leonardo (RM), UCI Perugia, UCI Piacenza, UCI Porta di Roma, UCI Reggio Emilia e UCI Torino Lingotto. Il prezzo del biglietto è di 15 euro per l'intero e di 12 euro per il ridotto e 10€ per i convenzionati.

Il "Romeo e Giulietta" di Gounod, che debuttò il 27 aprile del 1867 al Théâtre Lyrique di Parigi e la cui eco venne enormemente amplificata dal pubblico affluito proprio in quei giorni nella capitale francese per assistere all'Esposizione Universale, è probabilmente l'opera di maggior successo del compositore francese dopo il "Faust". Nella rilettura di Sher l'ambientazione viene spostata dal Cinquecento shakespeariano agli inizi dell'Ottocento, ma rimane invariata l'attenzione che Gounod dedicò ai suoi protagonisti, concentrando la messa in scena non tanto sulla lotta senza quartiere tra Montecchi e Capuleti, quanto piuttosto sull'interazione tra gli amanti, ottenendo come risultato momenti di irresistibile romanticismo.


LA BELLA ADDORMENTATA | 21 FEBBRAIO 2017

Martedì 21 febbraio alle 19.45 nelle multisale del Circuito UCI Cinemas appuntamento con La Bella Addormentata, il classico di Perrault che racconta la storia della principessa Aurora, prigioniera in un sonno di morte finchè il suo principe non verrà a salvarla. Sulle musiche di Petr Il'ic Cajkovskij e le coreografie di Yuri Grigorovich, l'étoile Olga Smirnova danzerà accanto al primo ballerino Semyon Chudin. Costumi di Franca Squarciapino e scenografie di Ezio Frigerio.

Debuttato nel 1890 a San Pietroburgo e di immediato e dirompente successo, lo spettacolo sarà un vero e proprio tripudio coreografico, tra scene di corte fino alla sequenza finale del matrimonio, durante cui tutti i personaggi più indimenticabili di Perrault compariranno per rendere omaggio ai giovani sposi: dal Gatto con gli stivali a Cenerentola, da Cappuccetto Rosso al Lupo.

Le multisale UCI che proietteranno La Bella Addormentata il 21 febbraio alle 19.45 e gli altri appuntamenti del Bolshoi sono: UCI Arezzo, UCI Showville Bari, UCI Bicocca (MI), UCI Meridiana Casalecchio di Reno, UCI Bolzano, UCI Cagliari, UCI Montano Lucino, UCI Firenze, UCI Fiumara, UCI Mestre, UCI Palariviera (San Benedetto del Tronto), UCI Parco Leonardo (RM), UCI Perugia, UCI Piacenza, UCI Porta di Roma, UCI Reggio Emilia, UCI ​Torino Lingotto.

All'UCI Bolzano il costo della proiezione sarà di 25 euro per l'intero, 23 per il ridotto e 20 per i convenzionati. Nelle restanti multisale il prezzo del biglietto è di 15 euro per l'intero, 12 euro per il ridotto e 10 euro per i convenzionati.


LA TRAVIATA | 14 MARZO 2017

Martedì 14 marzo prosegue la stagione 2016-2017 del Metropolitan Opera House (MET) di New York, distribuita in HD al cinema da QMI/Stardust. Appuntamento con La Traviata, l'opera di Giuseppe Verdi basata su La Signora delle Camelie. La storia comunica nella Parigi del XIX secolo con Violetta, interpretata dalla soprano Sonya Yoncheva, una cortigiana affetta da tisi. Durante un ricevimento incontrerà e si innamorerà di Alfredo, ma il suo passato libertino renderà la relazione sempre più difficile. Il tenore Michael Fabiano indosserà i panni di Alfredo e il baritono Thomas Hampson quelli del padre Germont. A condurre il direttore dell'Opera di San Francisco Nicola Luisotti. "Libiamo ne' lieti calici", che invita gioiosamente gli ospiti a brindare durante la festa di Violetta, e la malinconica "Parigi, o cara", in cui i due amanti sognano la vita felice che non avranno mai sono solo alcune delle celeberrime arie di questa opera.

La Traviata debuttò al Teatro La Fenice di Venezia il 6 marzo 1853 senza ottenere il riscontro che Verdi si aspettava, forse per il soggetto considerato ancora scabroso, forse a causa di interpreti carenti. Rimessa in scena in una versione rielaborata e con interpreti più validi l'anno successivo sempre a Venezia, al Teatro San Benedetto, finalmente raggiunse il meritato successo, anche se, a causa dell'aperta critica alla società borghese, in moltissimi teatri venne rimaneggiata dalla censura e in parte stravolta. Sempre per questioni di censura, inoltre, fu necessario spostarne l'ambientazione dal XIX al XVIII secolo.


IL LAGO DEI CIGNI | 21 MARZO 2017

Martedì 21 marzo alle 19.45 prosegue la stagione 2016-2017 del teatro Bolshoi di Mosca con Il Lago dei Cigni, il classico di Čajkovskij interpretato dalla prima ballerina Svetlana Zakharova con la coreografia di Yuri Grigorovich, storio ballerino e coreografo del Bolshoi che festeggia quest'anno i suoi 90 anni. Denis Rodkin, il più giovane ballerino della compagnia russa, veste i panni del principe Siegfried. Questa messa in scena celebra il 140esimo anniversario del primo balletto realizzato da Čajkovskij e messo in scena per la prima rappresentazione sul palco del Bolshoi nel 1877.

Le multisale UCI che proietteranno Il Lago dei Cigni il 21 marzo alle 19.45 e gli altri appuntamenti del Bolshoi sono: UCI Arezzo, UCI Showville Bari, UCI Bicocca (MI), UCI Meridiana Casalecchio di Reno, UCI Bolzano, UCI Cagliari, UCI Montano Lucino, UCI Firenze, UCI Fiumara, UCI Mestre, UCI Palariviera (San Benedetto del Tronto), UCI Parco Leonardo (RM), UCI Perugia, UCI Piacenza, UCI Porta di Roma, UCI Reggio Emilia, UCI Torino Lingotto.

La storia è ambientata a palazzo reale dove l'erede al trono, il principe Siegfried, festeggia il suo compleanno. Nel corso della cerimonia la regina madre raccomanda al figlio di scegliere la sua sposa tra le giovani che ha invitato a corte per il ballo in programma il giorno successivo. Al ballo il principe invita anche Odette, la bellissima giovane conosciuta sulle sponde del lago che può riassumere le sue sembianze umane solo di notte a causa di un tremendo incantesimo che ha trasformato in cigni bianchi lei e le sue ancelle. Soltanto una promessa di matrimonio potrà riportare per sempre Odette a essere una donna. Siegfried implora così la giovane di partecipare al ballo, ma in realtà per l'occasione è la crudele Odile ad assumere le sembianze di Odette per farsi sposare dal principe. Scoperto l'inganno, Siefried corre al lago dalla disperata Odette. Una bufera travolge gli innamorati e quando il lago torna sereno viene sorvolato da uno stormo di meravigliosi cigni.


IDOMENEO | 28 MARZO 2017

Martedì 28 marzo alle 19.30 prosegue la stagione 2016-2017 del Metropolitan Opera House (MET) di New York con Idomeneo, l'opera di Mozart che racconta la vicenda del re di Creta e della sua battaglia con gli dei per salvare la vita del figlio Idamante. La versione firmata dal regista e scenografo Jean-Pierre Ponnelle, con la direzione del Maestro James Levine, vede il tenore statunitense Matthew Polenzani nel ruolo del protagonista e la mezzo soprano inglese Alice Coote in quello del giovane principe; mentre le soprano Nadine Sierra ed Elza van den Heever prestano le voci rispettivamente alla principessa troiana Ilia e alla figlia di Agamennnone Elettra, rivali per amore.

La messa in scena di Ponnelle accosta la scelta di costumi settecenteschi a una scenografia su cui si stagliano colonne greche e rovine di architetture classiche, con il terribile volto del dio Nettuno che si staglia sullo sfondo. In questa ambientazione, Matthew Polenzani dà vita ad un personaggio che unisce tutte le caratteristiche dell'eroe epico alla raffinatezza mozartiana, mescolando sapientemente momenti di impeto virile ad attimi di grande calore e dolcezza.

Le multisale UCI che proiettano Idomeneo e gli altri appuntamento del MET sono: UCI Arezzo, UCI Bari Showville, UCI Bicocca (MI), UCI Meridiana Casalecchio di Reno (BO), UCI Montano Lucino (CO), UCI Firenze, UCI Fiumara (GE), UCI Mestre (VE), UCI Palariviera (San Benedetto del Tronto), UCI Parco Leonardo (RM), UCI Perugia, UCI Piacenza, UCI Porta di Roma, UCI Reggio Emilia e UCI Torino Lingotto.

Composto in lingua italiana da un Mozart appena venticinquenne "Idomeneo" si apre sull'isola di Creta poco dopo la fine della guerra di Troia. Idamante attende il ritorno del padre mentre nel suo cuore fiorisce la passione per la giovane prigioniera Ilia, scatenando la gelosia della principessa di Argo Elettra, anch'essa innamorata di lui. Quando finalmente il re approda in patria porta con sé una terribile verità: per salvarsi la vita durante una tempesta ha promesso a Nettuno di sacrificargli la prima persona che avrebbe incontrato a terra, ma questa persona si rivela essere suo figlio.


SERATA CONTEMPORANEA | 4 APRILE 2017

Martedì 4 aprile alle 17.00 e alle 19.45 prosegue la stagione 2016-2017 del teatro Bolshoi di Mosca, distribuita al cinema da QMI/Stardust. Il nuovo appuntamento è con Serata Contemporanea, uno spettacolo che raccoglie tre dei balletti più amati del '900: The Cage, Russian Seasons, Études.

La serata si apre con The Cage, del regista e danzatore statunitense Jerome Robbins sul Concerto in Re per archi di Stravinskij. Presentato per la prima volta nel 1951, il balletto ha scioccato il mondo con la sua rappresentazione di un mondo animale dominato dal genere femminile, dove vengono perpetrati quotidianamente terribili atti di violenza.

Si continua con Russian Seasons, creato dal guru della danza russo Alexei Ratmansky su musiche di Leonid Desyatnikov che ripercorrono il calendario liturgico russo ortodosso. Le classiche figure del balletto si dissolvono in un suggestivo paesaggio di forme geometriche e colori, per esplorare esperienze umane come l'amore, la perdita e la morte.

Conclude lo spettacolo Études, che nel 1948 ha condotto il maestro danese Harald Lander al successo internazionale. Il lavoro è pensato come un omaggio agli esercizi quotidiani dei danzatori, con spettacolari esempi di virtuosismo.

Le multisale UCI che proietteranno Serata Contemporanea il 4 aprile alle 17.00 e 19.45 e gli altri appuntamento del Bolshoi sono: UCI Arezzo, UCI Showville Bari, UCI Bicocca (MI), UCI Meridiana Casalecchio di Reno (BO), UCI Bolzano, UCI Cagliari, UCI Montano Lucino, UCI Firenze, UCI Fiumara, UCI Mestre, UCI Palariviera (San Benedetto del Tronto), UCI Parco Leonardo (RM), UCI Perugia, UCI Piacenza, UCI Porta di Roma, UCI Reggio Emilia, UCI ​Torino Lingotto.


SERATA CONTEMPORANEA | 9 MAGGIO 2017

Martedì 9 maggio alle 19.45 si conclude la stagione 2016-2017 del teatro Bolshoi di Mosca, distribuita al cinema da QMI/Stardust. L'appuntamento conclusivo è con Un Eroe del Nostro Tempo, uno spettacolo nato dall'adattamento a cura di Mikhail Possokhov del capolavoro della lettura russa di Michail Jur'evič Lermontov. Le coreografie sono il frutto del lavoro del grande Yuri Possokhov, mentre le musiche sono state affidate al giovane compositore Ilya Demutsky. Il libretto e la scenografia portano la firma di Kirill Serebrennikov, l'enfant terrible del teatro russo contemporaneo.

Gli spettatori assisteranno alla storia di Pečorin, un giovane ufficiale che ripercorre i suoi amori nella cornice delle maestose montagne del Caucaso. Disilluso e disinibito, gioca con la sua vita e con quella delle donne che ama. Pečorin è un vero eroe? Oppure è un uomo come tutti gli altri? La produzione coinvolge in un viaggio a tratti poetico alla ricerca delle risposta a queste domande.

Le multisale UCI che proietteranno Un Eroe del Nostro Tempo il 9 maggio alle 19.45 sono: UCI Arezzo, UCI Showville Bari, UCI Bicocca (MI), UCI Meridiana Casalecchio di Reno (BO), UCI Bolzano, UCI Cagliari, UCI Montano Lucino, UCI Firenze, UCI Fiumara, UCI Mestre, UCI Palariviera (San Benedetto del Tronto), UCI Parco Leonardo (RM), UCI Perugia, UCI Piacenza, UCI Porta di Roma, UCI Reggio Emilia, UCI ​Torino Lingotto. Il Multisala Gloria by UCI Cinemas proietterà l'evento nel matinee di domenica 14 maggio.


DER ROSENKAVALIER | 16 MAGGIO 2017

Martedì 16 maggio alle 19.30 l'appuntamento conclusivo con Der Rosenkavalier, il nuovo allestimento del registra canadese Robert Carsen del capolavoro operistico su musiche di Richard Strauss. Diretta dal Maestro Sebastian Weigle, la commedia cantata racconta con ironia le disavventure amorose dell'alta società viennese e vanta un cast d'eccezione, tra cui spiccano Renée Fleming, che indosserà i panni della Marescialla, e la mezzo soprano lettone Elīna Garanča, che interpreterà Octavian. Da sempre considerato un lavoro sui temi del passare del tempo e dell'importanza di saper riconoscere il momento di lasciare andare ciò che si ama, questa produzione di "Der Rosenkavalier" potrebbe essere l'ultima occasione di ammirare Renée Fleming esibirsi in una delle parti che l'ha resa celebre in tutto il mondo. La signora dell'opera, oggi cinquantottenne, sta progressivamente abbandonando i personaggi che ha interpretato in più di trent'anni di carriera, iniziata tra l'altro proprio al MET nel 1988.

L'ambientazione, la Vienna dei primi del Settecento, viene spostata dal regista al 1910, anno in cui lo spettacolo debuttò con un clamoroso successo prima a Dresda e poi in Austria e Milano, e l'establishment aristocratico che aveva dominato per secoli stava per capitolare sotto gli orrori della prima guerra mondiale. Un'ormai attempata marescialla si consola dalle assenze del marito con il giovane amante Octavian: è consapevole che il loro sarà un amore breve, che durerà fino a quando lui non incontrerà una ragazza più giovane. Succederà presto, quando verrà inviato per conto del rozzo barone Ochs a chiedere la mano della bella Sophie. Tra colpi di scena, travestimenti e tentativi di scalata sociale, i due ragazzi tenteranno in ogni modo di sabotare il matrimonio indesiderato.

Commenti

Serie in Prima Serata

Film in Prima Serata