L'Uomo d'Acciaio

David S. Goyer parla del Superman che uccide in L'Uomo d'Acciaio


David S. Goyer ha parlato del finale controverso del film Man Of Steel uscito questa estate, e della scelta di far uccidere a Superman.

di / 24.09.2013
L'Uomo d'Acciaio

A Digital Spy lo scrittore del film L'Uomo d'Acciaio e il co-sceneggiatore del film con Superman e Batman David S. Goyer ha parlato del finale controverso del film Man Of Steel uscito questa estate.

Mentre Superman è stato riluttante nell'avere una vita nel fumetto, Goyer ha dichiarato che non è questo il caso per i film: "Eravamo sicuri che sarebbe stato controverso", ha detto Goyer. "Non abbiamo cercato false illusioni, e non abbiamo fatto questo solo per fare qualcosa di cool. Abbiamo ritenuto, nel caso di Zod, abbiamo voluto mettere il personaggio in una situazione impossibile e fargli fare una scelta impossibile".

"'Superman non uccide' è una regola che esiste al di fuori della narrazione e credo che quando si scrive per il cinema o per la televisione, non si può contare su una regola che esiste al di fuori della narrazione del film".

"Allora la situazione era, Zod dice: 'io non ho intenzione di smettere fino a quando mi uccidi o io ti uccido'. La realtà è che nessuna prigione sul pianeta poteva imprigionarlo e nel nostro film Superman non può volare sulla luna."

"Il nostro film è stato in un certo senso Superman Begins, lui non è proprio Superman fino alla fine del film. Abbiamo voluto che vivesse l'esperienza di uccidere e portare avanti questo suo stato d'animo nei prossimi film. Perché lui è Superman e perché le persone possano idolatrarlo dovrà tenersi ad un livello superiore".

In un altro articolo sul caso, The Hollywood Reporter ha chiesto a Goyer se stava scrivendo il prossimo film Justice League. "Potrebbe essere, non si può dire," ha risposto lo sceneggiatore.