Iris: Speciale Che strano chiamarsi Federico


Tatti Sanguineti rende omaggio a Ettore Scola con lo speciale 'Scola incontra Fellini' dedicato al film 'Che strano chiamarsi Federico'.

Il nuovo appuntamento con Tatti Sanguineti e Storie di Cinema è per martedì 17 settembre, in seconda serata, su Iris, quando andrà in onda lo speciale 'Scola incontra Fellini', un evento nato per dare conto del sorprendente film che racconta l'amicizia tra i due cineasti: Che strano chiamarsi Federico.

Lo speciale è una puntata monografica, un omaggio, un viaggio nel backstage del film e la confessione di un'amicizia. Racconta Sanguineti:

"Che strano chiamarsi Federicosegna innanzitutto il ritorno di Ettore Scola dopo 10 anni di silenzio. L'opera narra le vite parallele di Scola e Fellini che, pur appartenendo a due generazioni diverse (Fellini è del 1920 e Scola è del 1931), sono accomunate dal fatto di saper disegnare e scrivere cose divertenti e curiose.".

Che strano chiamarsi Federico, secondo il critico savonese, "ha tratti di eccezionalità. Oltre a raccontare le radici di Scola e tratteggiare la rivalità ed amicizia tra lui e Fellini, è un film unico: fa piangere (a Venezia è accaduto a molte persone) ed è 'strano'. Per essere pellicola di montaggio, ma anche di ricostruzione storica e autobiografica è originale e diverso", conclude Sanguineti.

Il film, presentato Fuori Concorso alla 70a Mostra del Cinema di Venezia, è un ricordo/ritratto di Federico Fellini, raccontato da Ettore Scola in occasione del ventennale della morte del regista. Oltre alla ricchezza del cinema di un ineguagliabile Maestro, patrimonio comune al pubblico di tutto il mondo, un ammiratore devoto rievoca il privilegio di averlo conosciuto e le emozioni che suscitava in chi lo ascoltava, con l'ironia e le riflessioni su "la vita che è una festa".