Morto William Hurt, attore Premio Oscar per 'Il bacio della donna ragno'

Morto William Hurt, attore Premio Oscar per 'Il bacio della donna ragno'


William Hurt, attore statunitense vincitore dell'Oscar nel 1986 per 'Il bacio della donna ragno', è morto all'età di 71 anni, per cause naturali.
Morto William Hurt, attore Premio Oscar per 'Il bacio della donna ragno'

E' morto William Hurt, attore vincitore dell'Oscar nel 1986 per 'Il bacio della donna ragno'. L'attore statunitense è venuto a mancare all'età di 71 anni il 13 marzo 2022 - a una settimana dal suo 72esimo compleanno essendo nato il 20 marzo 1950 - per cause naturali. Lo ha riportato Variety, sia con una conferma dell'amico Gerry Byrne che con una dichiarazione del figlio Will: "È con grande tristezza che la famiglia Hurt piange la scomparsa di William Hurt, amato padre e attore vincitore di un Oscar, il 13 marzo 2022, una settimana prima del suo 72esimo compleanno. E' morto serenamente, in famiglia, per cause naturali". .

Attore camaleontico, William Hurt ha studiato teatro alla Julliard sotto la guida di John Houseman, per poi iniziare presto una prolifica carriera teatrale. Il suo lavoro con la prestigiosa Circle Repertory Company di New York lo ha portato al suo primo ruolo cinematografico, quello dello scienziato ossessivo in Stati di allucinazione. Il film è stato molto apprezzato e ha catapultato Hurt in una serie di successi di critica e al botteghino. Il suo ruolo di debole avvocato al fianco di Kathleen Turner in Brivido caldo ha consolidato il suo status di protagonista, insieme a quelli ricoperti in Il grande freddo e Gorky Park. La sua audace interpretazione del travestito incarcerato in Il bacio della donna ragno è stata riconosciuta nel 1985 con l'Oscar come Miglior attore, ed è stato nuovamente nominato nel 1986 e nel 1987 per Figli di un dio minore e Dentro la notizia - Broadcast News.

L'alto profilo di William Hurt degli anni '80 ha lasciato il posto a scelte ancora più selettive negli anni '90. Avrebbe respinto il ruolo di protagonista in Jurassic Park, preferendo assumere ruoli di supporto in Smoke di Wayne Wang e in Michael al fianco di John Travolta. Ha anche lavorato con Franco Zeffirelli in Jane Eyre e con Wim Wenders in Fino alla fine del mondo.

Nel 2006, William Hurt ha ricevuto la sua quarta nomination all'Oscar per il ruolo di supporto in A History of Violence (2005), continuando poi ad essere uno degli attori più interessanti e prolifici del piccolo e grande schermo, arrivando nel 2018 a recitare al fianco di Helen Hunt nel film biografico Una stagione da ricordare