JULIETA

Sala Bio stagione 2015-2016


Biografilm presenta a Milano l'anteprima di JULIETA, il film di Pedro Almodóvar con musiche di Alberto Iglesias.

di / 18.05.2016
JULIETA

Martedì 24 maggio a Milano (Cinema Colosseo) ultimo appuntamento della stagione 2015/2016 di Sala Bio con l'anteprima in versione originale sottotitolata di JULIETA, il nuovo film di Pedro Almodóvar con musiche di Alberto Iglesias.

In questo terzo anno di programmazione, Sala Bio Milano ha proposto trenta appuntamenti, in cui il cinema Colosseo ha accolto oltre 3500 spettatori, registrando numerosi soldout. Sala Bio tornerà a settembre a Bologna, Roma e Milano per l'usuale appuntamento settimanale con il meglio dei biopic e dei documentari e le anteprime più attese.

In concorso al Festival di Cannes, il film Julieta è tratto da "Chance", "Soon" e "Silence", tre racconti dal libro In fuga (2004) di Alice Munro, pubblicato in Italia da Einaudi. All'origine il film era intitolato Silencio, proprio come uno dei racconti, ma il regista ha deciso di cambiarlo in Julieta per evitare confusione con Silence di Martin Scorsese, di prossima distribuzione. Julieta sarà distribuito nelle sale italiane a partire dal 26 maggio da Warner Bros. Pictures.

JULIETA di Pedro Almodóvar (Spagna/2016/100')
Julieta vive a Madrid con la figlia Antía. Entrambe soffrono in silenzio per la perdita di Xoan, padre di Antía e marito di Julieta. Ma a volte il dolore non unisce le persone, anzi le separa. Il giorno in cui Antía compie diciotto anni abbandona la madre, senza darle una spiegazione. Julieta inizia a cercarla con tutti i mezzi a disposizione, ma tutto quello che scopre è quanto poco sa di sua figlia. JULIETA parla della lotta della madre per la sopravvivenza all'incertezza. Parla anche del destino, del senso di colpa e del mistero insondabile che ci fa abbandonare le persone che amiamo, cancellandole dalla nostra vita come se non avessero mai significato nulla, come se non fossero mai esistite.

SALA BIO
Sala Bio nasce come estensione nel corso dell'anno di Biografilm Festival - International Celebration of Lives di Bologna, il primo festival italiano dedicato alle biografie e ai racconti di vita i cui ambiti spaziano dal cinema alla letteratura, dal documentario alla fotografia, dall'arte al teatro, alla musica. Dopo il successo della scorsa edizione che ha visto a Milano molte serate sold out, Sala Bio, in collaborazione con il Cinema Colosseo, riproporrà per tutta la stagione 2015/2016 una programmazione eterogenea e di qualità che spazia dalla fiction ai documentari e che sarà densa di anteprime, eventi e incontri. Info sulla programmazione, sul calendario e le modalità di accesso su www.salabio.it e sulla pagina facebook ufficiale - www.facebook.com/salabio. Inoltre, entrando a far parte della community di Sala Bio, è possibile usufruire di sconti e promozioni. 

CODICE DI SCONTO
Inserendo il codice JT42PR sul sito www.biografilm.it/julieta sarà possibile ottenere una riduzione sul costo dell'ingresso, da 9 a 6 euro.


ARCHIVIO APPUNTAMENTI SALA BIO 2016

Martedì 17 maggio a Milano (Cinema Colosseo) Sala Biografilm presenta l'anteprima di FIORE, terzo lungometraggio del regista Claudio Giovannesi. Sceneggiato insieme a Filippo Gravino e Antonella Lattanzi, il film sarà presentato a Sala Bio a poche ore dall'anteprima mondiale, che si svolgerà a Cannes nell'ambito della 48a edizione della Quinzaine des Réalisateurs.

Con Daphne Scoccia, Josciua Algeri e con Valerio Mastandrea, il film sarà distribuito da Bim Distribuzione a partire dal 25 maggio a Roma e Milano e nel resto d'Italia dall'1 giugno.

Carcere minorile. Daphne, detenuta per rapina, si innamora di Josh, anche lui giovane rapinatore. In carcere i maschi e le femmine non si possono incontrare e l'amore è vietato: la relazione di Daphne e Josh vive solo di sguardi da una cella all'altra, brevi conversazioni attraverso le sbarre e lettere clandestine. Il carcere non è più solo privazione della libertà ma diventa anche mancanza d'amore. FIORE è il racconto del desiderio d'amore di una ragazza adolescente e della forza di un sentimento che infrange ogni legge.


Martedì 10 maggio al cinema Colosseo di Milano Sala Biografilm presenta la proiezione speciale di NOSTALGIA DELLA LUCE, sesto documentario del regista cileno Patricio Guzmàn. Uscito nel 2010, vincitore di uno European Film Award come miglior documentario e mai distribuito prima in Italia, il film approda per la prima volta nei cinema grazie a I Wonder Pictures e Unipol Biografilm Collection, in collaborazione con Fil Rouge Media.

Il regista Patricio Guzmán, conosciuto a livello internazionale per aver diretto i tre documentari della Battaglia del Cile (L'insurrezione della borghesia, 1975; Il colpo di stato, 1977; Il potere popolare, 1979) e poi ancora Il caso Pinochet (2001), Salvador Allende (2004) e in ultimo La memoria dell'acqua (2015), torna ancora una volta a indagare le ferite del suo Paese, reduce dalla repressiva dittatura di Pinochet durata quasi vent'anni.

Nel deserto di Atacama, in Cile, sono installati i telescopi più potenti del mondo. Mentre gli scienziati esplorano le immensità del cielo, gli archeologi sondano il terreno alla ricerca delle tracce delle popolazioni precolombiane. Tra gli uni e gli altri si aggira un terzo fronte di ricerca: i parenti dei desaparecidos massacrati sotto il regime di Pinochet, a caccia dei resti dei loro cari. Un film di struggente bellezza e accorata denuncia, un'originale e profonda riflessione sulla memoria.


Martedì 3 maggio a Milano (Cinema Colosseo) Sala Biografilm presenta l'anteprima di AL DI LÀ DELLE MONTAGNE, il nuovo film del regista Jia Zhang-Ke, Leone d'Oro a Venezia 2006 e recentemente insignito del prestigioso premio Carrosse d'Or a Cannes. Sogni e speranze di un futuro migliore si intrecciano alla storia di tre ragazzi: il ricco Zhang, la bella Tao e l'operaio Liangzi.

AL DI LÀ DELLE MONTAGNE è un film CINEMA e sarà distribuito nelle sale italiane a partire dal 5 maggio da BIM Distribuzione.

Cina, fine 1999. Tao, una giovane donna di Fenyang è corteggiata dai suoi due amici d'infanzia, Zhang e Liangzi. Zhang possiede una stazione di servizio ed è destinato ad un promettente avvenire, mentre Liangzi lavora in una miniera di carbone. Sentimentalmente divisa tra i due uomini, Tao dovrà compiere una scelta che segnerà il resto della sua vita e di quella del suo futuro figlio, Dollar. Nell'arco di un quarto di secolo, tra una Cina in profonda mutazione e l'Australia come terra promessa di una vita migliore, le speranze, gli amori e le disillusioni di quattro personaggi di fronte al loro destino.


Martedì 26 aprile a Milano Sala Biografilm presenta l'anteprima di La memoria dell'acqua (El botón de nácar), l'opera più recente del maestro del cinema cileno Patricio Guzmán (Salvador Allende, la trilogia de La battaglia del Cile e Il caso Pinochet), Orso d'Argento per la miglior sceneggiatura alla Berlinale 2015 e Best Film Unipol Award a Biografilm Festival 2015. La memoria dell'acqua viene presentato in anteprima in contemporanea anche a Sala Bio Roma (Cinema Adriano) e sarà distribuito nelle sale italiane a partire dal 28 aprile da I Wonder Pictures e Unipol Biografilm Collection in collaborazione con Fil Rouge Media.

Un bottone di madreperla incrostato nella ruggine di una rotaia in fondo al mare: è una traccia dei desaparecidos di Villa Grimaldi a Santiago, il grande centro cileno di detenzione e tortura sotto la dittatura di Pinochet. Un fiume che scorre e il tintinnio delle cascate: è la canzone dell'acqua alla base della cultura dei Selknams, popolazione nativa sudamericana trucidata dai colonizzatori. Due massacri, e la memoria dell'acqua: sono le chiavi narrative per raccontare la storia di un Paese e delle sue ferite ancora aperte, per percorrere il Cile e la sua bellezza, il Cile e la sua violenza. In un film eccezionale che affianca la crudezza della storia e la poesia della natura.


Martedì 19 aprile Sala Bio Milano festeggia la candidatura ai David di Donatello di Dio esiste e vive a Bruxelles, la commedia diretta da Jaco Van Dormael, riproponendola al cinema Colosseo in versione originale sottotitolata. Già vincitore di un EFA per la Miglior Scenografia e di quattro premi Magritte, il film, uscito in Italia il 26 novembre scorso, ha incassato un milione e mezzo al boxoffice.

"Dio esiste e vive a Bruxelles. Appartamento tre camere con cucina e lavanderia, senza una porta di entrata e di uscita. Si è parlato molto di suo figlio, ma poco di sua figlia… sua figlia sono io". Non è facile essere la figlia di Dio. Ea, undici anni, lo sa bene: suo padre - anzi, suo Padre - è odioso e antipatico e passa le giornate a rendere miserabile l'esistenza degli uomini. È una situazione che non può andare avanti, ma come risolverla? Dopo l'ennesimo litigio, Ea scende tra gli uomini per scrivere un nuovo Nuovo Testamento che ci permetta di cercare la nostra felicità; ma, prima di andarsene, usa il computer del Padre per liberarci dalla più grande delle nostre paure inviando a ciascun essere umano un sms con la data della propria morte.


Martedì 12 aprile al cinema Colosseo di Milano Sala Biografilm presenta l'anteprima di THE IDOL, il film di Hany Abu-Assad che racconta la storia vera di Mohammed Assaf, un ragazzo di Gaza che, per inseguire il suo sogno, passa clandestinamente la frontiera con l'obiettivo di partecipare al programma televisivo Arab Idol. La sua vittoria e la sua voce sono diventate la speranza di un intero popolo. The Idol sarà distribuito nelle sale italiane da Adler Entertainment a partire dal 14 aprile.

Siamo a Gaza. Mohammed Assaf e sua sorella Nour crescono qui giocando a calcio, facendo musica e sognando in grande: desidererebbero cantare all'Opera Hall del Cairo, ma per raggiungerla sarebbe necessaria una vita intera. Una sera, ecco la possibilità che il sogno si avveri: Mohammed scopre che i provini per "Arab Idol", lo show più popolare nel mondo arabo, si svolgono al Cairo. I confini sono chiusi, ma la voglia di realizzare un sogno è più forte di ogni ostacolo... Mohammed avrà l'opportunità di cambiare la sua vita e dare a un popolo senza voce la più grande sensazione: la libertà di amare, vivere e sentirsi liberi.


Martedì 5 aprile al Cinema Colosseo di Milano, Sala Biografilm presenta l'anteprima in versione italiana de Il complotto di Chernobyl - The Russian Woodpecker, di Chad Gracia. Il film, già vincitore del Gran Premio della Giuria a Sundance 2015, a 30 anni dall'esplosione del reattore a Chernobyl getta una nuova luce sulle origini e le motivazioni dietro il disastro.

Presentato in anteprima italiana a Biografilm 2015, dove ha vinto il Premio Hera "Nuovi Talenti" per la migliore opera prima e il LifeTales Award, Il complotto di Chernobyl sarà proposto anche a Sala Bio Bologna (4 aprile, cinema Odeon) e a Sala Bio ROMA (5 aprile, cinema ADRIANO) e sarà distribuito nei cinema italiani da I Wonder Pictures a partire dal 7 aprile.

30 anni fa l'incidente di Chernobyl ha risvegliato nel mondo l'attenzione sui rischi dell'energia nucleare. Ancora oggi è l'unico grande disastro nucleare riconosciuto ufficialmente come causato da un errore umano. Ma se non si fosse trattato di un errore? Fedor nel 1986 aveva solo quattro anni. Quando sceglie d'indagare su quella catastrofe, arriva a scoprire la Duga, una gigantesca antenna che doveva interferire con le comunicazioni occidentali e infiltrarle di propaganda sovietica. Una struttura che non ha mai funzionato e che, forse, non è estranea allo scoppio del reattore… Nel bel mezzo della rivoluzione ucraina, Fedor porta alla luce una verità pericolosa per sé e per chi gli sta accanto, in un thriller politico scandito dal rumore inquietante e cadenzato della minacciosa Duga, simile in tutto e per tutto a quello di un grosso picchio.


Martedì 15 marzo Unipol Biografilm Collection nell'ambito della Sala Bio di Milano (Cinema Colosseo) in collaborazione con I Wonder Pictures presenta l'anteprima in versione doppiata di The Lesson - Scuola di vita, opera prima di Kristina Grozeva e Petar Valchanov. Protagonista del film è Nadia, intransigente insegnante di lingua inglese - interpretata da una magistrale Margita Gosheva - che, posta improvvisamente di fronte a scelte che non possono essere rimandate né evitate, si trova costretta a rivedere le sue granitiche convinzioni in tema di onestà e rispetto delle regole. 

The Lesson - Scuola di vita è stato tra i 3 finalisti del prestigioso Premio LUX del Parlamento Europeo e ha ottenuto numerosi riconoscimenti ai festival di tutto il mondo (tra cui il premio alla migliore opera prima al Festival di San Sebastian). Presentato in anteprima italiana nel 2015 al Trieste Film Festival, è stato accolto calorosamente anche all'ultima Mostra internazionale d'arte Cinematografica di Venezia.

A volte la vita ci obbliga a mettere in discussione tutto ciò in cui crediamo. Nadia è una professoressa di inglese, ma, prima che la lingua e la letteratura, ai suoi studenti vorrebbe insegnare l'onestà e il rigore morale. E così, quando uno di loro viene derubato, Nadia non ammette che l'azione resti impunita ed esige che il colpevole salti fuori. Ma la scoperta di uno sfratto imminente la forzerà a cambiare prospettiva e, messa alle strette, si scoprirà disposta a tutto pur di ottenere i soldi di cui ha bisogno. Per rendersi così conto che il confine tra il giusto e l'ingiusto è meno netto di quanto potremmo credere.

The Lesson - Scuola di Vita sarà presentato in anteprima anche a Sala Bio Bologna lunedì 14 marzo e a Roma al cinema Eden Film Center martedì 15 e distribuito nelle sale italiane a partire dal 17 marzo da I Wonder Pictures e Unipol Biografilm Collection.


Martedì 8 marzo al Cinema Colosseo di Milano, torna Sala Bio, l'evento settimanale dedicato alle anteprime cinematografiche in lingua originale promosso e organizzato da Biografilm Festival di Bologna, il primo festival interamente dedicato alle biografie e ai racconti di vita. Martedì 8 marzo Sala Bio presenta l'anteprima in versione originale sottotitolata di Ave, Cesare!, la nuova commedia dei registi quattro volte premi Oscar Joel ed Ethan Coen. Il film, ambientato nella Hollywood degli anni Cinquanta, racconta le vicende che si susseguono in una sola giornata della vita di un fixer degli studios cinematografici, chiamato a risolvere una marea di problemi.
A interpretare il film, un cast stellare: Josh Brolin, George Clooney, Ralph Fiennes, i Tilda Swinton, Channing Tatum, Scarlett Johansson, Jonah Hill e Frances McDormand. Ave, Cesare! sarà presentato in anteprima in contemporanea anche a Sala Bio Bologna (Cinema Capitol, ore 21.30) e distribuito nelle sale italiane a partire dal 10 marzo da Universal Pictures Italia.

Quando la star cinematografica più importante del mondo svanisce nel nulla e i suoi rapitori pretendono uno spropositato riscatto per la sua libertà e incolumità, sono i nomi di grande calibro a Hollywood a doversi adoperare per risolvere il mistero che avvolge la vicenda. Lo spettatore si ritroverà così in una storia che unisce i toni della commedia con la suspense del giallo, infilandosi dietro le quinte dell'industria della celluloide e rivelando inattesi drammi e divertenti sorprese, in un film che esalta in pieno l'inventiva dei fratelli Coen. 


Martedì 22 marzo al Cinema Colosseo di Milano torna Sala Bio, con l'anteprima in versione originale sottotitolata di LOVE AND MERCY, il biopic su Brian Wilson, l'enigmatico cantante, compositore e co-fondatore dei Beach Boys, diretto e prodotto da Bill Pohlad (già produttore de I segreti di Brokeback Mountain, Radio America e 12 anni schiavo). Love and Mercy sarà presentato in anteprima anche a Sala Bio Bologna lunedì 21 marzo e distribuito nelle sale italiane a partire dal 31 marzo da Adler Entertainment.

Un ritratto intimo e non convenzionale di Brian Wilson, l'enigmatico cantante, compositore e co-fondatore dei Beach Boys. Alla luce del pensiero rivoluzionario di Wilson che ha definito un'epoca della musica, il film esamina il viaggio personale dell'icona il cui successo internazionale è stato ripagato con un prezzo personale estremamente alto. Percorrendo più di trenta anni della vita di Wilson, il film rivela il lato più oscuro e più complesso della storia che giace dietro la felice apparenza di una musica spensierata e baciata dal sole, inclusa la battaglia di Wilson contro la malattia mentale e gli abusi di droga, i suoi anni sotto l'influenza del terapista Eugene Landy e la relazione redentiva con Melinda Ledbetter, il tutto incorniciato nel contesto della sua impareggiabile vita da musicista.


Martedì 1 marzo si terrà l'anteprima in versione originale sottotitolata di Suffragette, il nuovo film di Sarah Gavron che racconta la storia di Maud, giovane lavandaia dell'East End londinese, e delle sue compagne che lottarono per i propri diritti e la propria dignità durante i primi passi del movimento femminista inglese.  Nel cast, Carey Mulligan, Helena Bonham Carter, Brendan Gleeson, Anne-Marie Duff, Ben Whishaw e Meryl Streep.
SUFFRAGETTE è un film CINEMA e sarà distribuito nelle sale italiane da Bim Distribuzione a partire dal 3 marzo.

Mercoledì 2 marzo sarà invece la volta di Room, il nuovo film del regista irlandese Lenny Abrahamson (What Richard Did, Frank): una storia dei nostri giorni che racconta l'amore sconfinato tra madre e figlio. Il piccolo Jack non sa nulla del mondo ad eccezione della camera singola in cui è nato e cresciuto… Il film, adattamento del romanzo Stanza, letto, armadio, specchio di Emma Donoghue è candidato a quattro premi Oscar: Miglior Film, Miglior Regista, Miglior Sceneggiatura Non Originale e Miglior Attrice Protagonista (Brie Larson).
ROOM sarà distribuito nelle sale italiane da Universal Pictures Italia a partire dal 3 marzo.

Suffragette di Sarah Gavron (Regno Unito / 2015 / 106')
Un intenso film drammatico che ripercorre la storia delle militanti del primissimo movimento femminista, donne costrette ad agire clandestinamente per condurre un pericoloso gioco del gatto con il topo con uno Stato sempre più brutale. In lotta per il riconoscimento del diritto di voto, sono donne che appartengono alle classi colte e benestanti e tra loro alcune lavorano, ma sono tutte costrette a constatare che la protesta pacifica non porta ad alcun risultato. Radicalizzando i loro metodi e facendo ricorso alla violenza come unica via verso il cambiamento, queste donne sono disposte a perdere tutto nella loro battaglia per l'eguaglianza: il lavoro, la famiglia, i figli e la vita. Un tempo anche MAUD è stata una di queste militanti. La storia della sua lotta per la dignità è al tempo stesso struggente e di grande ispirazione.  

ROOM di Lenny Abrahamson (Irlanda, Canada / 2015 / 118')
ROOM racconta la straordinaria storia di Jack, un bambino vivace di 5 anni che viene accudito dalla sua amorevole e devota Ma'. Come ogni buona madre, Ma' fa di tutto affinché Jack sia felice e al sicuro, ricoprendolo d'amore e calore e passando il tempo a giocare e raccontare storie. La loro vita però, è tutt'altro che normale - sono intrappolati - confinati in uno spazio senza finestre di 3 metri x 3, che Ma' eufemisticamente chiama "La Stanza". All'interno di questo ambiente Ma' crea un intero universo per Jack, e fa qualsiasi cosa per garantire al figlioletto una vita normale e appagante anche in un luogo così infido. Ma di fronte ai crescenti interrogativi di Jack circa la loro situazione, e la ormai debole resistenza di Ma', decidono di mettere in atto un piano di fuga molto rischioso, che potrebbe metterli però di fronte ad una realtà ancora più spaventosa: il mondo reale.


Martedì 23 febbraio al Cinema Colosseo di Milano, Sala Bio presenta l'anteprima in versione originale sottotitolata di ANOMALISA, il nuovo film di animazione in stop motion parto delle geniali menti di Charlie Kaufman (Synecdoche, New York, Se mi lasci ti cancello, Il ladro di orchidee) e Duke Johnson (episodio L'incontrollabile Natale di Abed della serie TV Community). Surreale viaggio, cupamente comico, nella lunga notte dell'anima di un uomo, ANOMALISA conferma il posto di Charlie Kaufman tra i più importanti filmmakers americani e presenta Duke Johnson come una straordinaria nuova forza creativa. Il film si avvale nella versione originale delle voci di Jennifer Jason Leigh, Tom Noonan e David Thewlis e di una splendida colonna sonora per archi composta da Carter Burwell. ANOMALISA uscirà nelle sale italiane a partire dal 25 febbraio per Universal Pictures Italia.

ANOMALISA
di Charlie Kaufman, Duke Johnson (USA / 2015 / 90')
Michael Stone, marito, padre e apprezzato autore del libro "How May I Help You Help Them?" (Come posso aiutarvi ad aiutarli?) è un uomo paralizzato dall'ordinarietà della sua vita. In occasione di un viaggio d'affari a Cincinnati dove deve tenere una conferenza ad un congresso di professionisti del settore servizio clienti, pernotta al Fregoli Hotel. Lì scopre, con sua grande meraviglia, una possibile via di uscita dalla sua disperazione nei panni di una rappresentante di una ditta di dolci di Akron di nome Lisa, una donna senza grandi pretese che potrebbe essere o meno il grande amore della sua vita.
Uscita: 25 Febbraio (Universal Pictures Italia) 


Con l'avvicinarsi della cerimonia di premiazione degli Oscar 2016, Sala Bio raddoppia e propone al pubblico milanese del Cinema Colosseo le attesissime anteprime in lingua originale e sottotitolate di due film che hanno fatto incetta di nomination.

Martedì 16 febbraio si comincia con IL CASO SPOTLIGHT, il film diretto da Tom McCarthy sulla storica inchiesta giornalistica del Boston Globe vincitrice del Premio Pulitzer che nel 2002 ha rivelato la copertura sistematica da parte della Chiesa Cattolica degli abusi sessuali commessi su minori da oltre 70 sacerdoti locali. Il film, interpretato da Mark Ruffalo, Michael Keaton, Rachel McAdams e Stanley Tucci, è candidato a 6 premi Oscar, tra cui quelli come Miglior Film, Miglior Regia e Miglior Sceneggiatura Originale. Il caso Spotlight sarà distribuito nelle sale italiane a partire dal 18 febbraio da Bim Distribuzione.

Mercoledì 17 febbraio invece sarà la volta dell'anteprima di THE DANISH GIRL, il nuovo film del regista premio Oscar Tom Hooper (Il Discorso del Re, Les Misérables) sulla storia d'amore ispirata dalle vite degli artisti Einar e Gerda Wegener, il cui lavoro e matrimonio sono travolti dalla scelta di Einar di intraprendere la pionieristica scelta di diventare la prima transessuale al mondo, Lili Elbe. Il film è candidato 4 premi Oscar, tra cui quello come Miglior Attore protagonista per Eddie Redmayne e quello come Miglior Attrice Protagonista per Alicia Vikander. The Danish Girl sarà distribuito nelle sale italiane a partire dal 18 febbraio da Universal Pictures.

Martedì 16 febbraio, ore 21.00
Il caso Spotlight di Tom McCarthy
(USA / 2015 / 128') 
La storia del team di giornalisti investigativi del Boston Globe soprannominato Spotlight, che nel 2002 ha sconvolto la città con le sue rivelazioni sulla copertura sistematica da parte della Chiesa cattolica degli abusi sessuali commessi su minori da oltre 70 sacerdoti locali, in un'inchiesta premiata col premio Pulitzer. Quando il neodirettore Marty Baron arriva da Miami per dirigere il Globe nell'estate del 2001, per prima cosa incarica il team Spotlight di indagare sulla notizia di cronaca di un prete locale accusato di aver abusato sessualmente di decine di giovani parrocchiani nel corso di trent'anni. Consapevoli dei rischi cui vanno incontro mettendosi contro un'istituzione com la Chiesa cattolica a Boston, il caporedattore del team Spotlight, Walter "Robby" Robinson, i cronisti Sacha Pfeiffer e Michael Rezendes e lo specialista in ricerche informatiche Matt Carroll cominciano a indagare sul caso.
Uscita: 18 febbraio (Bim Distribuzione)

Mercoledì 17 febbraio, ore 21.00
THE DANISH GIRL di Tom Hooper
(Regno Unito, Belgio, USA / 2015 / 119')
Basato sul libro di David Ebershoof, The Danish Girl è la straordinaria storia d'amore ispirata alle vite di Lili Elbe e Gerda Wegener - interpretati dal premio Oscar Eddie Redmayne (La Teoria del Tutto) e Alicia Vikander (Ex Machina) - e diretto dal premio Oscar Tom Hooper. La carriera e la storia d'amore tra Lili e Gerda si evolve, mentre i due navigano nel rivoluzionario viaggio intrapreso da Lili per diventare pioniera dei transgender.
Uscita: 18 Febbraio (Universal Pictures)


Martedì 9 febbraio al Cinema Colosseo di Milano, Sala Bio presenta l'anteprima in versione originale sottotitolata di THE END OF THE TOUR, il film di James Ponsoldt che racconta i cinque giorni di intervista tra il giornalista di Rolling Stone David Lipsky (Jesse Eisenberg) e l'acclamato scrittore David Foster Wallace (Jason Segel), a seguito della pubblicazione nel 1996 del rivoluzionario romanzo di Wallace Infinite Jest. Il film si basa sull'apprezzato libro di Lipsky, "Come diventare se stessi", pubblicato dopo che Wallace si tolse la vita nel 2008. L'evento si svolge in collaborazione con l'Archivio David Foster Wallace Italia: introdurrà l'anteprima Laura Kreyder, docente all'Università Milano-Bicocca. THE END OF THE TOUR sarà presentato in anteprima anche a Sala Bio Bologna (Cinema Odeon) lunedì 8 febbraio e uscirà nelle sale italiane a partire dall'11 febbraio per Adler Entertainment.


Martedì 2 febbraio al Cinema Colosseo di Milano, Sala Bio presenta l'anteprima in versione originale sottotitolata di Remember, il nuovo film di Atom Egoyan (Chloe - Tra seduzione e inganno, Devil's Knot - Fino a prova contraria), un avvincente thriller in cui il capitolo più tragico della storia del XX secolo entra in collisione con una missione di vendetta compiuta ai giorni nostri. A interpretare il protagonista, Zev, il premio Oscar Christopher Plummer. Remember sarà presentato in anteprima anche a Sala Bio Bologna lunedì 1 febbraio e sarà distribuito nelle sale italiane a partire dal 4 febbraio da BIM Distribuzione.

Remember è la storia ai giorni nostri di Zev (il premio Oscar Christopher Plummer), che scopre che la guardia nazista che assassinò la sua famiglia circa 70 anni fa vive attualmente in America sotto falso nome. Malgrado le evidenti sfide che la scelta comporta, Zev decide di portare a termine una missione per rendere una giustizia troppo a lungo rimandata ai suoi cari, portandola a compimento con la sua stessa mano ormai tremolante. La sua decisione dà l'avvio a uno straordinario viaggio intercontinentale con conseguenze sorprendenti.


Nella ricorrenza del Giorno della Memoria (27 gennaio), martedì 26 gennaio a Milano (Cinema Colosseo) torna Sala Bio con la proiezione speciale di The Look of Silence, il film di Joshua Oppenheimer recentemente candidato al Premio Oscar 2016 come Miglior Documentario.

Il film, già vincitore del Gran Premio della Giuria a Venezia71 e designato in questi giorni Film della Critica dal Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani - SNCCI, esplora le conseguenze e i tragici eventi dell'eccidio indonesiano che negli anni Settanta ha provocato la morte di un milione di persone tra comunisti, minoranze etniche e oppositori politici. Un fatto storico troppo a lungo passato sotto silenzio, ma già al centro dell'opera prima di Joshua Oppenheimer, The Act of Killing.

Seguito del documentario drammatico The Act of Killing, The Look of Silence analizza ancora il tema del genocidio in Indonesia, le purghe anticomuniste del 1965, affrontandolo da un'altra prospettiva. Il film offre una visione della tragedia da parte delle vittime, in particolare segue la storia di un uomo sopravvissuto, il cui fratello è stato torturato fino alla morte durante la rivoluzione da un gruppo di ribelli; storia già raccontata dal punto di vista degli assassini nel documentario del regista The Act of Killing. In The Look of Silence si osserva la famiglia dell'uomo ucciso, in particolare il fratello minore, che decide di incontrare gli uomini che hanno massacrato uno di loro.

The Look of Silence sarà proposto sempre il 26 gennaio anche a Sala Bio Roma (Cinema Adriano) e il 25 gennaio a Sala Bio Bologna (Cinema Odeon).