Salvatore Parolisi a Quarto Grado: Portatemi chi è stato


Questa sera a Quarto Grado in onda su retequattro parla Salvatore Parolisi che compare davatnti alle telecamere commosso, incapace di articolare una frase per il groppo in gola. Il vedovo di Carmela Melania Rea, ammette "i propri errori", e dice di essere una persona distrutta. A Salvo Sottile stasera dalle 21.15 dichiara: "Anziché indagare su […]

Questa sera a Quarto Grado in onda su retequattro parla Salvatore Parolisi che compare davatnti alle telecamere commosso, incapace di articolare una frase per il groppo in gola.

Il vedovo di Carmela Melania Rea, ammette "i propri errori", e dice di essere una persona distrutta. A Salvo Sottile stasera dalle 21.15 dichiara:

"Anziché indagare su quello che uno ha potuto fare, sbagliare o meno…. Andassero a beccare chi è stato. Chiedo questo a tutti: darmi una mano, a chi ha visto qualcosa e sentito qualcosa lì a San Marco. Non voglio…. Non voglio che si continui a far soffrire la mia famiglia, la sua famiglia, tutte le persone che la conoscono e sentire tutte queste cose su di me".

Se ha sbagliato? Salvatore risponde con queste parole:

"Uno ammette i propri errori. Ma non c'entra niente con quello che è successo… a Melania".

Infine prosegue con un appello:

"Portarmi chi è stato: questo dovete fare. Lo chiedo a tutti i giornalisti, a tutte le persone. Non voglio essere più scocciato, non voglio più fare interviste. Le faremo alla fine. Basta".

LA CRONACA
Intanto oggi ci sono stati nuovi esami sul corpo di Carmela Melania Rea. Adriano Tagliabracci, l'anatomopatologo, ha esaminato il corpo della donna per confrontare alcuni parametri anatomopatologici con elementi emersi dall'inchiesta successivamente all'autopsia. Sono entrati all'obitorio dell'ospedale Mazzini di Teramo due ufficiali dei Ris e il pm di Ascoli Piceno, Umberto Monti, con alcuni ufficiali di polizia giudiziaria marchigiani. Fuori dall'obitorio si sono riuniti il fratello di Melania, Michele Rea, e uno zio della donna.

Alla fine degli esami Umberto Monti ha negato la presenza di nuovi elementi, affermando che "sono stati compiuti ulteriori accertamenti i cui risultati saranno noti nei prossimi giorni". Intanto per i funerali bisognerà attendere l'inizio della prossima settimana a Somma Vesuviana.

Impostazioni privacy