Netflix

The Witcher: Blood Origin, nel prequel di The Witcher con Henry Cavill anche Jodie Turner-Smith


Il prequel racconterà l'origine del primissimo 'witcher' e gli eventi che portano alla fondamentale 'congiunzione delle sfere', quando i mondi di mostri, uomini ed elfi si sono uniti per diventare uno.

di / 26.01.2021
Netflix

Netflix ha annunciato la scorsa estate The Witcher: Blood Origin, una miniserie in 6 parti ispirata al mondo di The Witcher e prequel della serie stessa che si trova su Netflix dal Dicembre del 2019. Le riprese sono in corso in Gran Bretagna. Ora, Netflix ha annunciato una nuova aggiunta nel cast: si tratta di Jodie Turner-Smith, che avrà il ruolo di Éile.

Ambientato in un mondo elfico 1200 anni prima del mondo di The Witcher, questo prequel racconta l'origine del primissimo "witcher" e gli eventi che portano alla fondamentale "congiunzione delle sfere", quando i mondi di mostri, uomini ed elfi si sono uniti per diventare uno.

Declar de Barra lavora come showrunner oltre che come produttore esecutivo insieme a Lauren Schmidt Hissrich mentre Andrzej Sapkowski serve consulente creativo della serie. Tra i produttori esecutivi anche Jason Brown, Sean Daniel, Tomek Baginski e Jarek Sawko di Platige FIlms.

L'attrice britannica Jodie Turner-Smith è stata protagonista di Queen & Slim accanto a Daniel Kaluuya e sarà nel cast di due film in uscita nel 2021, After Yang della A24 con Colin Farrell e Without Remorse di Amazon con Michael B. Jordan.  Turner-Smith reciterà anche nel ruolo di "Anne Boleyn" in una miniserie in tre parti per l'emittente britannica Channel 5. Tra le altre partecipazioni più celebri: la serie Netflix Nightflyers basata sul romanzo di George R.R. Martin, la serie Cinemax Jett con Carla Gugino, nonchè The Newness di Drake Doremus, The Last Ship per TNT, Mad Dogs per Amazon e True Blood della HBO. Ha anche preso parte ad una serie di progetti di cinema indipendenti tra cui il film di Nicolas Winding Refn The Neon Demon. In The Witcher: Blood Origin, Jodie Turner-Smith è Éile, personaggio descritto come "una guerriera con la voce di una dea che ha lasciato il suo clan e il suo ruolo di guardiana della regina per seguire il suo cuore di nomade musicista. Una grande resa dei conti nel continente la costringe a tornare prendere la spada in mano alla ricerca di vendetta e redenzione".

 L'attrice britannica Jodie Turner-Smith [credit: courtesy of Netflix]
L'attrice britannica Jodie Turner-Smith [courtesy of Netflix]

Declan de Barra ha così commentato:

"Come fan del genere fantasy, non vedo davvero l'ora di raccontare la storia di The Witcher: Blood Origin. Quando ho letto i libri di The Witcher, una domanda mi è sorta spontanea: com'era veramente il mondo elfico prima dell'arrivo cataclismico degli umani?  Sono sempre stato affascinato dall'ascesa e dalla caduta delle civiltà, dal modo in cui scienza, nuove scoperte e cultura siano fiorite proprio prima di quella caduta.Come vaste aree di conoscenza si perdono per sempre in così poco tempo, spesso aggravate dalla colonizzazione e da una riscrittura della storia, lasciando indietro solo frammenti della vera storia di una civiltà.The Witcher: Blood Origin racconterà la storia della civiltà elfica prima della sua caduta e, soprattutto, rivelerà la storia dimenticata del primissimo "witcher".

Lauren Schmidt Hissrich ha aggiunto:

"Sono così felice di collaborare con Declan e il team Netflix per The Witcher: Blood Origin. Esplorare ed espandere ulteriormente l'universo di The Witcher creato da Andrzej Sapkowski è una sfida entusiasmante. Non vediamo l'ora di presentare ai fan nuovi personaggi e una storia originale che arricchirà ancora di più il nostro magico mondo."

Infine, Andrzej Sapkowski ha commentato:

"È eccitante che il mondo di Witcher - come previsto all'inizio - si stia espandendo. Spero che porterà più fan nel mondo dei miei libri."

Aspettando il prequel, su Netflix si può vedere The Witcher, un'epica fiaba del destino e della famiglia che segue il viaggio di Geralt di Rivia (Henry Cavill), un cacciatore di mostri mutante, verso il suo destino in un mondo turbolento in cui le persone spesso si dimostrano più perverse delle bestie.