Terra ribelle (stagione 1)

Terra ribelle (stagione 1)

Scheda Stagione 1 di Terra ribelle
Locandina Terra ribelle
Stagione numero 1 della serie televisiva Terra ribelle composta da 7 episodi.
Prima visione in Italia da Domenica 17 Ottobre 2010 a Martedì 9 Novembre 2010 su Rai Uno.

|
|

Occhi chiari, sguardo fiero, Iacopo è il figlio di Achille Vincenzi, amministratore di uno sconfinato latifondo su cui egli conta di mettere le mani quanto prima. Il Principe Marsili, proprietario di quelle terre, è anziano e senza eredi. Scaltro ed ambizioso, Achille Vincenzi conosce bene il suo attuale padrone e non dubita che, quando gli farà la sua proposta, il vecchio accetterà di vendere. E' per questo motivo che Vincenzi ha bisogno di suo figlio Iacopo perchè si prepari a diventare, un giorno, il padrone della grande e ricca tenuta attorno alla Roccaccia. Solo questo lo porta ad interessarsi del ragazzo, a cui per tutta la fanciullezza e adolescenza ha negato non solo il suo affetto, ma la sua attenzione, terrorizzandolo con una saltuaria presenza fatta di cinghiate e punizioni. Niente più scorribande con il suo amico Andrea, per Iacopo, visto che così ha deciso Achille, niente più vita da buttero nei campi, tra cavalli, bestemmie e fatica. Dare ordini, farsi sempre rispettare, essere spietato negli affari: è questo ciò che, secondo suo padre, Iacopo dovrà imparare a qualsiasi costo. Gli stessi occhi chiari, ma dall'aspetto più solare, rispetto a Iacopo, Andrea è di origini più che umili. E' lui a condurre l'amico nelle più scapestrate bravate, nelle più pericolose imprese, ma in fondo al suo sguardo limpido c'è una nascosta tenerezza, che lo fa amare da tutti. Andrea vive con la madre Giovanna, vedova, nel villaggio di Montebuono: capanne con i tetti di paglia, tuguri dove abitano i contadini, i mandriani, i taglialegna, i senza terra, i poveri, insomma, che abitano ai margini delle proprietà amministrate dal Vincenzi. Andrea non ha mai conosciuto suo padre, che di mestiere faceva il barrocciaio. Fu assassinato, una notte, sulla strada per Viterbo. I butteri dicono che siano stati i briganti a tagliargli la gola e per questo Andrea li odia. Sua madre è preoccupata per la sorte di Andrea: senza un vero mestiere, senza istruzione, troppo ingenuo, troppo legato al figlio del padrone da un'amicizia lunga una vita. Giovanna crede che, presto o tardi, sarà Andrea il solo a pagare per quelle continue scorribande giovanili e vorrebbe tanto che quel suo figlio dolcissimo e scapestrato andasse via, lasciasse quella terra maledetta, "prima che la Maremma gli porti via il cuore". Ma il cuore di Andrea, così come quello di Iacopo, è destinato a perdersi negli occhi grandi e profondi di Elena, e l'amore che entrambi i ragazzi proveranno per lei, metterà fine alla loro fraterna amicizia. La contessina Elena Giardini non è una ragazza come tutte le altre. A parte la sua bellezza perfetta, Elena è intelligente e curiosa. Camuffata da ragazzo per aggirare il ferreo divieto per le donne di ricevere un'istruzione superiore, frequenta in città la facoltà di medicina, divorando avidamente tomi dall'aspetto minaccioso pur di soddisfare la sua sete di scienza e di sapere. È una ragazza indipendente, poco interessata a rispettare regole e convenzioni sociali spesso per lei incomprensibili. Elena ha una sorella maggiore, Luisa, alla quale è molto legata. Luisa non possiede la stessa bellezza di Elena né il suo stesso spirito: è una ragazza con interessi e aspirazioni più normali, come incontrare l'amore, sposarsi, avere dei bambini. Le due ragazze sono figlie del conte Giardini, nobiluomo fiorentino da poco caduto in rovina, travolto dal fallimento della Banca Tiberina nella quale aveva investito tutti i suoi averi, inclusa la dote delle sue due figlie. Un'ancora di salvezza viene offerta al conte dal Principe Marsili, suo vecchio amico, che gli propone di concedere la mano di Luisa a Iacopo, il figlio di Achille Vincenzi, amministratore delle sue tenute in Maremma. In questo modo, il Conte potrà ottenere che vengano ripianati tutti i suoi debiti e Vincenzi, grazie al titolo nobiliare acquisito col matrimonio, potrà finalmente acquistare dallo stesso Principe Marsili la tenuta che amministra e che da sempre sogna di fare sua. Il Principe chiede, inoltre, al Conte di indagare, quando sarà in Maremma, sulla fine della sua unica figlia Giulia, morta misteriosamente suicida ormai più di vent'anni prima. Il principe ha ricevuto un ambiguo segnale a una festa pochi giorni prima: uno strano frate viandante passato a chiedere l'elemosina durante la festa, gli ha recapitato un antico portacipria d'argento, di cui Giulia non si separava mai, perché appartenuto alla sua defunta madre. Forse quel segno voleva dire che Giulia era ancora viva. Pochi giorni dopo, la famiglia Giardini parte alla volta della Maremma, diretta al castello della Roccaccia, dimora dei Vincenzi, dove avverrà il fidanzamento ufficiale di Iacopo e Luisa. Lungo il cammino, però, la carrozza viene attaccata da un gruppo di briganti. Il gruppo è agli ordini del Lupo, il più famigerato e crudele dei criminali che infestano quei boschi, un uomo dallo sguardo allo stesso tempo carismatico e minaccioso sulle cui gesta si raccontano molte storie al limite tra realtà e leggenda. Il coraggioso intervento di Andrea, richiamato dalle urla e dagli spari, riesce a sventare il tentativo di rapimento delle due ragazze, a ferire il Lupo e a mettere in fuga i banditi. È lì, in quella situazione estrema, che Andrea vede per la prima volta Elena, in un incontro che cambierà per sempre la sua vita e quella della ragazza. Anche Iacopo rimane irrimediabilmente affascinato alla vista di Elena che, scortata da Andrea, raggiunge col resto della sua famiglia la Roccaccia; e mentre Luisa accarezza con crescente entusiasmo l'idea di sposare quel giovane così ricco e inaspettatamente attraente, Iacopo non nasconde di essere più interessato ad Elena e le sue attenzioni nei confronti della ragazza finiscono col mettere tutti in grave imbarazzo. Luisa, allarmata ed esasperata dalla piega che stanno prendendo gli eventi, è ferita: diversamente, si accorgerebbe che il cuore di sua sorella batte già per Andrea. I preparativi per la festa di fidanzamento vanno avanti. Achille Vincenzi e il Conte Giardini discutono i termini del loro accordo. La somma di cui il Conte ha bisogno per ripianare le perdite derivanti dal suo investimento fallimentare è elevata e Achille Vincenzi non esita ad umiliarlo più del necessario nel momento in cui si dice disposto a coprirla. In cambio, ovviamente, Vincenzi otterrà per suo figlio un titolo nobiliare, ma forse non è solo questo che si aspetta di ottenere dal futuro consuocero. Vincenzi, infatti, sembra essere molto più interessato alle terre che il principe gli cederà come dote della contessina, che alle nozze. Quelle stesse terre gli sono necessarie per un ambizioso progetto: costruire una ferrovia che colleghi i suoi pascoli al mare, allacciandosi alla linea costiera, per mandare il suo bestiame direttamente a Roma, cavalli all'esercito e carne alla capitale. Perciò ha stretto segreti accordi con un ambiguo uomo politico d'origine francese: il deputato Durant. Aiutato dal suo fedele e violento capocaccia Lucio, Achille in combutta con l'onorevole corrotto, ha imbastito una truffa ai danni del giovane stato italiano. I soldi destinati alla bonifica e a migliorare le condizioni di vita della popolazione verrebbero invece impiegati nella costruzione della linea privata che attraversi le sue terre. Il Vincenzi lo fa per i suoi interessi, ma la ferrovia porterebbe comunque progresso e lavoro in Maremma. Nemmeno lui sa che il suo socio in quest'affare, il senatore Durant, ha tutti altri intenti. Quei soldi li porterà sì in Maremma, ma in Maremma non dovranno rimanere, e soprattutto non per finanziare opere pubbliche. Nel frattempo, completamente preso dalla bella Elena, Iacopo matura il proposito di sposare lei invece di Luisa. E' con suo grande disappunto, quindi, che si accorge del sentimento che sta nascendo tra la donna che lui desidera e Andrea, il suo miglior amico. Ciò scatena la sua gelosia che in una discussione in osteria porta i due amici per la prima volta a litigare duramente. 

Elenco Episodi

Terra ribelle (stagione 1)
St1, Ep1

Primo episodio

Primo episodio
Prima Visione Italia: 17 Ottobre 2010
Logline: Maremma fine Ottocento. Andrea, figlio di una serva, è un giovane buttero e vive a Montebuono. Il suo migliore amico, Iacopo è invece il figlio del padrone,...
Terra ribelle (stagione 1)
St1, Ep2

Secondo episodio

Secondo episodio
Prima Visione Italia: 19 Ottobre 2010
Logline: Andrea fugge inseguito da Iacopo, dal guardiacaccia Lucio e dai suoi sgherri, accusato ingiustamente, mentre, interrogata dai Carabinieri, la contessina Luisa...
Terra ribelle (stagione 1)
St1, Ep3

Terzo episodio

Terzo episodio
Prima Visione Italia: 24 Ottobre 2010
Logline: Iacopo è sempre più invaghito di Elena: è lei la donna che vuole, solo con lei si mostra gentile e generoso. La Contessa però non cede alle lusinghe del...
Terra ribelle (stagione 1)
St1, Ep4

Quarto episodio

Quarto episodio
Prima Visione Italia: 26 Ottobre 2010
Logline: Per rappresaglia, Iacopo, Lucio e i suoi uomini incendiano le capanne dei pastori colpevoli di aiutare il Lupo. Disgustata da quest'atto che smentisce la...
Terra ribelle (stagione 1)
St1, Ep5

Quinto episodio

Quinto episodio
Prima Visione Italia: 2 Novembre 2010
Logline: Elena è costretta da Luisa a restare alla Roccaccia. Luisa non pare provare sensi di colpa nei confronti della sorella, mentre Iacopo, visibilmente turbato,...
Terra ribelle (stagione 1)
St1, Ep6

Sesto episodio

Sesto episodio
Prima Visione Italia: 7 Novembre 2010
Logline: Andrea ed Elena sono ancora una volta in fuga, inseguiti da Iacopo e i suoi sgherri. Andrea ha la febbre alta ma con uno sforzo estremo, i due riescono a...
Terra ribelle (stagione 1)
St1, Ep7

Settimo episodio

Settimo episodio
Prima Visione Italia: 9 Novembre 2010
Logline: Da essere una sorella maggiore dolce e premurosa Luisa si è tramutata man mano in una donna spietata. Ma il suo primo folle obiettivo resta quello di avere un...