Ciclo Federico Fellini, realista visionario su Rai Movie


In programmazione, partendo da La dolce vita, 8 e mezzo, I vitelloni, La città delle donne, Lo sceicco bianco e molti altri film.

di / 21.05.2020
Ciclo Federico Fellini, realista visionario su Rai Movie

A sessant'anni dalla Palma d'oro, mercoledì 20 maggio 2020, Rai Movie trasmette in prima serata "La dolce vita" inaugurando con questo il ciclo "Federico Fellini, realista visionario".

Scritto con Ennio Flaiano, Tullio Pinelli, Brunello Rondi e con la collaborazione di Pier Paolo Pasolini, "La dolce vita" è la storia del giornalista Marcello che, conscio della propria vacuità, ricerca il senso dell'esistenza. Colonna sonora di Nino Rota e nel cast Marcello Mastroianni, Anita Ekberg, Anouk Aimée, Yvonne Furneaux, Laura Betti e Valeria Ciangottini. Il film ha vinto nel 1960 il David di Donatello, nel 1961 la Palma d'Oro, la Grolla d'Oro e tre Nastri d'Argento e nel 1962 l'Oscar a Piero Gherardi per i costumi.

Il ciclo "Federico Fellini, realista visionario" di Rai Movie prosegue con altre tre prime serate.

Mercoledì 27 maggio, "8 e mezzo", la storia di Guido, regista in crisi che sta trascorrendo un periodo di riposo in una località termale. Diviso tra l'amore della moglie Luisa e della giunonica Carla, l'amante, Guido ripercorre la sua vita attraverso una serie di episodi onirici e fughe psicoanalitiche.
Marcello Mastroianni è Guido Anselmi, un celebre regista in piena crisi creativa che cerca evasione in una rinomata stazione termale. Realtà e immaginazione si mescolano nella sua mente, e il luogo che dovrebbe dargli cura e distensione si popola dei personaggi che fanno parte della sua vita. L'arrivo dell'amante Carla, poi di Luisa, la moglie, e dell'attrice Claudia. I colloqui con il produttore, i tecnici, con gli abituali frequentatori delle Terme, veri o irreali che siano, aumentano la confusione di Guido e fanno riemergere i ricordi più lontani della sua vita: il collegio, la prostituta Saraghina, un harem popolato di donne e l'incontro con i suoi genitori defunti. La crisi di Guido non accenna a risolversi. Quando ormai sta abbandonando definitivamente il progetto del nuovo film, sul set dismesso appaiono di nuovo i personaggi della sua vita: Guido in mezzo a loro con il megafono impartisce ordini, e tutti obbediscono in armonia e si danno la mano, formando un allegro girotondo sulle note della marcetta dei gladiatori. Uno dei finali più belli e amati della storia del cinema.
"8 e mezzo" mostra come nell'impossibilità di mettere ordine nel "delirio senza senso e senza scopo" della propria vita, l'unica possibilità sia di partecipare a questo "fantastico balletto cercando soltanto di intuirne il ritmo".
Nel cast Marcello Mastroianni, Claudia Cardinale, Anouk Aimée e Sandra Milo. Il cast tecnico del film è composto da nomi del che hanno reso grande il Cinema italiano, Gianni Di Venanzo è il direttore della fotografia, Nino Rota compone musiche che diverranno una sorta di inno dell'immaginario felliniano; Tullio Pinelli, Ennio Flaiano, Brunello Rondi collaborano alla sceneggiatura riproponendo sul grande schermo i temi cari alla letteratura d'avanguardia, Piero Gherardi cura la scenografia e i costumi permettendo al film di vincere uno dei due Oscar, quello per i Migliori Costumi.
rima del film Rai Movie trasmette la consegna dell'Oscar al Miglior film straniero a Federico Fellini nel 1963, grazie alla pillola "Fellini in Frames" realizzata dall'Istituto Luce. 

Mercoledì 3 giugno, "I vitelloni", la storia di quattro amici trentenni nell'eterna attesa di diventare adulti.
Primo vero successo di Fellini, venne distribuito all'estero e portò alla ribalta Alberto Sordi, fino ad allora inviso ai distributori. Nel cast anche Franco Fabrizi, Franco Interlenghi e Riccardo Fellini.

Mercoledì 10 giugno, "La città delle donne", Marcello Mastroianni interpreta Snàporaz, un uomo che si invaghisce di una donna e decide di seguirla, ma finisce in un congresso di femministe agguerrite, nel castello di un santone dell'erotismo, in un tribunale dove le donne lo condannano e infine in un'arena in cui rischia il linciaggio.
Un film sull'universo femminile, passione e ossessione del regista.

Il ciclo "Federico Fellini, realista visionario" prosegue tutte le mattine da domenica 14 a sabato 20 giugno, con altri titoli del Cineasta, dalla sua prima regia "Lo sceicco bianco", sino al commovente "Ginger e Fred" con Giulietta Masina e Marcello Mastroianni.

Dal 24 giugno il ciclo riprende in terza serata e, per tre mercoledì, le notti di Rai Movie vedranno in onda i titoli: "La voce della luna", "Il Satyricon", "Il casanova di Federico Fellini", l'episodio "Toby Dammit" di "Tre passi nel delirio", "E la nave va", "Prova d'orchestra", "Intervista" e il documentario "Block-notes di un regista".

La visione dei film sarà accompagnata da "Federico Fellini in Frames", brevi pillole sulla carriera del Maestro realizzate dall'Istituto Luce con prezioso materiale di repertorio. La premiazione a Cannes con la Palma d'oro a "La dolce vita", la consegna dell'Oscar per "8 e mezzo", il dietro le quinte di numerosi film e altro ancora.



Apri Box Commenti