Cielo
Cielo

Su Cielo, Claudia Gerini introduce il ciclo di film d'autore Amore, Sesso e Libertà


In una produzione originale Cielo, l'attrice italiana Claudia Gerini introduce il ciclo di film d'autore con pellicole a tema amore senza barriere.

Claudia Gerini, attrice del cinema italiano, oggi anche regista e sceneggiatrice, fa il suo ingresso nella programmazione di Cielo con una nuova produzione originale: un racconto inedito e seducente, narrato attraverso il ballo e la musica, di alcuni film d'autore. Brevi filmati, ideati e prodotti dal team del canale, che introducono le pellicole del nuovo ciclo "Amore, sesso e libertà", in cui l'amore è senza barriere, su Cielo dall'8 aprile 2022, tutti i venerdì, alle ore 21.15.

Sei prime serate per vivere un'esperienza libera senza giudizi e moralismi, uno scorcio su una realtà sempre più attuale e moderna. I temi affrontati nei film spaziano dalla bisessualità, un Paso doble nella rappresentazione della Gerini, all'omosessualità, raccontata a ritmo di Jive, passando dal poliamore, ovviamente con un ballo Freestyle, allo scambismo, che la Gerini racconta con una Rumba veloce. Infine, un Cha cha cha per celebrare l'amore intergenerazionale, e l'amore senza età, in cui vedremo la Gerini, sempre accompagnata dal ballerino Angelo Madonia, esibirsi in un sensualissimo Tango.

 Claudia Gerini nella nuova produzione originale Cielo [credit: Davide Bellocchio; courtesy of Cielo]
Claudia Gerini nella nuova produzione originale Cielo [credit: Davide Bellocchio; courtesy of Cielo]

A inaugurare il ciclo è "Il sesso degli angeli", film del 2012 di Xavier Villaverde, che ha come tema la bisessualità, in prima visione su Cielo (il film è associato al Paso doble). Bruno, artista marziale e ballerino, ama la sua ragazza Carla, ma quando incontra l'affascinante e misterioso Rai, iniziano a volare scintille, aprendo la coppia a nuove possibilità e rompendo la normalità che esiste tra i due fidanzati. La loro vita è destinata così a cambiare per sempre.

Una settimana dopo, venerdì 15 aprile, è la volta di "Amore facciamo scambio?", film del 2010 di Antony Cordier, che ha come tema lo scambismo (ballo: Rumba veloce). Rachel crea gioielli, è moglie di Franck e madre di una bambina. Tutto sembra andare per il verso giusto quando, inaspettatamente, si invaghisce di Vincent, sposato con Teri e padre di due figli. Travolti dalla passione, ma decisi a rispettare il rispettivo matrimonio, Rachel e Vincent organizzano una cena per fare incontrare e innamorare i loro rispettivi coniugi, Franck e Teri.

In "Castelli di carta", film del 2009 di Salvador Garcìa Ruiz, in onda su Cielo il 22 aprile, il tema dominante è invece il poliamore (ballo: Freestyle). La pellicola è un delicato dramma erotico che mette in scena un complicato triangolo amoroso fra tre studenti dell'Accademia di Belle Arti in Spagna. Un giovane omosessuale è innamorato del suo compagno di classe etero, a cui piace una ragazza, che a sua volta ha messo gli occhi sul ragazzo gay.

L'amore senza età è l'argomento di "Due", film del 2019 di Filippo Meneghetti, in prima tv in chiaro su Cielo il 29 aprile (ballo: Tango/Milonga). Nina e Madeleine, due donne mature in pensione, si amano in segreto da decenni. Tutti, compresi i parenti di Madeleine, pensano che siano solo vicine di casa, vivendo entrambe all'ultimo piano dello stesso palazzo. Il pianerottolo che le separa è funzionale alla finzione che le due amanti sostengono col resto del mondo, soprattutto con la famiglia di Madeleine. Le due donne vorrebbero finalmente vivere alla luce del giorno il loro rapporto, il loro sogno è trasferirsi in Italia, a Roma, dove il loro amore era cominciato tanti anni prima, in un appartamento affacciato sul Tevere.

"La vita di Adele", film del 2013 di Abdellatif Kechiche, in onda il 6 maggio, gravita invece intorno al tema dell'omosessualità (ballo: Jive). Adele è un'adolescente francese che non ha dubbi: le ragazze stanno coi ragazzi. Decisa a innamorarsi, intraprende una breve e insoddisfacente relazione con un coetaneo, ma la sua visione del mondo inizia a vacillare il giorno in cui incontra per strada Emma, una giovane donna dai capelli blu, più matura e consapevole della propria sessualità, che le farà scoprire il desiderio e le permetterà di realizzarsi come donna e come adulta.

A chiudere il ciclo di film è "Lolita", film del 1997 di Adrian Lyne, su Cielo il 13 maggio, sul tema dell'amore intergenerazionale (ballo: Cha cha cha). Il maturo professore di lettere Humbert (Jeremy Irons), appena trasferitosi in una piccola città del New England, trova alloggio presso la vedova Charlotte (Melanie Griffith), che si prende immediatamente una cotta per il suo ospite raffinato. Ma le attenzioni di Humbert sono tutte per la figlia di Charlotte, la giovane Lolita. Alla fine, Humbert accetta di sposare Charlotte, al solo scopo di continuare a stare vicino a Lolita. Humbert inizia a pensare di assassinare la sua neo-sposa, ma lei un giorno trova il diario dove lui ha confessato spudoratamente tutti i suoi pensieri su Lolita e così, disillusa e ferita, fugge via dalla casa e viene investita all'istante da un'automobile. Il professore potrebbe ora finalmente vivere il suo amore con la giovane se non fosse che non solo non è ricambiato, ma anche ingannato.

La programmazione del ciclo "Amore, sesso e libertà":
• Venerdì 8 aprile, alle ore 21.15: "Il sesso degli angeli" del 2012 di Xavier Villaverde in prima visione
• Venerdì 15 aprile, alle ore 21.15: "Amore facciamo scambio?" del 2010 di Antony Cordier
• Venerdì 22 aprile, alle ore 21.15: "Castelli di carta" del 2009 di Salvador Garcìa Ruiz
• Venerdì 29 aprile, alle ore 21.15: "Due" del 2019 di Filippo Meneghetti in prima visione in chiaro
• Venerdì 6 maggio, alle ore 21.15: "La vita di Adele" del 2013 di Abdellatif Kechiche
• Venerdì 13 maggio, alle ore 21.15: "Lolita" del 1997 di Adrian Lyne