David 2019, a Dario Argento e Francesca Lo Schiavo il David Speciale

Il Direttore Artistico dell'Accademia del Cinema Italiano: 'Un maestro nell'arte della paura e del thriller, un esempio di cinema pop sempre linguisticamente innovativo'.
David 2019, a Dario Argento e Francesca Lo Schiavo il David Speciale

All'attrice Francesca Lo Schiavo  e al regista, sceneggiatore e produttore Dario Argento vanno il David Speciale della 64a edizione dei Premi David di Donatello. Ad annunciarlo è stata Piera Detassis, Presidente e Direttore Artistico dell'Accademia del Cinema Italiano - Premi David di Donatello. La consegna dei riconoscimenti avverrà il 27 marzo nell'ambito della cerimonia di premiazione, in diretta in prima serata su RAI 1 condotta da Carlo Conti.

"Con il David Speciale a Dario Argento premiamo un maestro nell'arte della paura e del thriller, l'autore capace di suscitare, indagandoli nel profondo, i nostri atavici spaventi con uno stile personale che ha influenzato intere generazioni, unendo affondo d'autore e vocazione alla narrazione di genere" ha detto Piera Detassis, "Un esempio di cinema pop sempre linguisticamente innovativo. Siamo felici e onorati di assegnargli il David di Donatello Speciale a riconoscimento di una carriera che lascia un segno profondo rosso nella storia del cinema".

In cinquant'anni di carriera, Dario Argento è stato capace di creare un universo espressivo originale e riconoscibile, teso, emozionante e suggestivo, lavorando su territori raramente battuti dal cinema italiano: la sua intera opera, dedicata alla rappresentazione del giallo, del thriller e dell'horror, è stata spesso oggetto di imitazione e culto da parte di tanti cineasti e appassionati di tutto il mondo. I suoi lavori più noti sono caratterizzati da un forte impatto visivo supportato da un sapiente uso della colonna sonora: fra i tanti, Profondo rossoOperaTenebre, le trilogie degli Animali (L'uccello dalle piume di cristalloIl gatto a nove code4 mosche di velluto grigio) e de Le tre madri (SuspiriaInfernoLa terza madre) lo hanno posto al livello dei più grandi autori internazionali.

"Francesca Lo Schiavo, tre volte Premio Oscar, è una grande protagonista e un'eccellenza del nostro cinema" ha detto Piera Detassis, "Ogni suo lavoro mostra una sorprendente vena artistica affiancata da una profonda conoscenza tecnica: la ricerca e la cura di ogni singolo dettaglio l'hanno portata ad arredare e creare set cinematografici indimenticabili che hanno contribuito a rendere magici e allo stesso tempo assolutamente credibili gli immaginari di alcuni grandi maestri come Martin Scorsese, Tim Burton, Federico Fellini, Franco Zeffirelli, Neil Jordan, Anthony Minghella e Kenneth Branagh. È una grande felicità assegnare il David Speciale a una donna che ha saputo imporre il proprio talento in campo internazionale".

Francesca Lo Schiavo al fianco del marito Dante Ferretti, dopo sei candidature agli Oscar, è stata premiata dall'Academy per il suo lavoro in Sweeney Todd: il diabolico barbiere di Fleet Street di Tim Burton, The Aviator Hugo Cabret di Martin Scorsese. Ha collaborato con il cineasta newyorkese sue opere amate e celebrate, da Kundun a Gangs of New York fino a Silence.



Apri Box Commenti