Doc - Nelle tue mani 2: ultima puntata su Rai1


Doc e il suo reparto, dopo essere stati in prima linea nella guerra contro il Covid, ricominceranno a prendersi cura con tutta l'empatia di cui sono capaci, dei pazienti che si affidano a loro in cerca di una diagnosi e di una guarigione.

Da giovedì 13 gennaio a giovedì 17 marzo 2022 su Rai1 in prima serata alle 21.25 in onda la seconda stagione di "Doc - Nelle tue mani", la fiction tratta da una storia vera, raccontata in " Meno dodidci" di Pierdante Piccioni e Pirangelo Sapegno con le nuove vicissitudini del dottor Andrea Fanti, primario del reparto di Medicina Interna del Policlinico Ambrosiano, al quale un colpo di pistola ha cancellato dodici anni di memoria. A causa di questa amnesia, il dottor Fanti ha dovuto ricostruire, passo dopo passo, la sua vita. Ad interpretare il personaggio nella fiction è Luca Argentero. Prodotta da Lux Vide in collaborazione con Rai Fiction, la serie ha la regia di Beniamino Catena e Giacomo Martelli. Giovedi 17 marzo 2022 in onda su Rai1 la ottava ed ultima puntata.

Nella prima stagione, "Doc", come lo chiamano tutti, ha riscoperto la bellezza del lavoro in corsia, rivoluzionando anche l'approccio alla cura. Abbandonato l'atteggiamento freddo e distaccato che aveva da primario, il dottor Fanti torna ad essere un medico empatico, completamente dedito all'ascolto del paziente, e meglio, per essere precisi, un "medico con limitazioni". Perché Doc, data la sua peculiare condizione, non è stato pienamente reintegrato nell'organico dell'ospedale e può avere solo il ruolo di semplice aiutante degli specializzandi. Nella vita privata invece, Fanti è diviso fra due donne: Agnese, la moglie da cui non ricordava di aver divorziato e che continua ad amare, e Giulia, l'assistente con cui ha scoperto di aver iniziato una relazione, ma della quale dopo l'incidente, non sapeva più nemmeno il nome. Doc ha trovato nel reparto la sua nuova famiglia e un nuovo equilibrio di vita. Ed è qui che si ritrova "Doc" all'inizio della nuova stagione, ignaro come tutti, del genere di tempesta sta per arrivare: la peggior pandemia degli ultimi cento anni, la prima nella storia di estensione globale, con Milano come epicentro mondiale. Lui e i suoi colleghi, come tutti i medici italiani, affronteranno l'emergenza Covid, ma senza indugiare sulla fase critica dell'emergenza sanitaria, l'obiettivo sarà, piuttosto, il ritorno alla normalità dopo la fine della pandemia.

La serie nella seconda stagione parla di speranza e racconta l'esperienza della malattia, come quella di una seconda occasione. Doc e il suo reparto, dopo essere stati in prima linea nella guerra contro il Covid, ricominceranno a prendersi cura con tutta l'empatia di cui sono capaci, dei pazienti che si affidano a loro in cerca di una diagnosi e di una guarigione. Ognuno dei protagonisti dovrà cominciare una nuova vita. E nella grande avventura del ritorno alla normalità, la posta in gioco non sarà più soltanto il futuro di Doc, ma il futuro dell'intero reparto, minacciato nella sua stessa esistenza. Dopo l'arresto di Marco Sardoni, infatti, il nuovo primario vuole trasformare il reparto di medicina interna in un presidio di vigilanza contro le future pandemie. Doc coglie le preoccupazioni del nuovo primario, ma cerca di mostrargli come la medicina che persegue, rischia di essere disumanizzante, mentre anche se con la paura del contagio, la relazione fra un medico e il suo paziente, resta cruciale. 

Per difendere il suo team e il suo metodo di lavoro, incentrato sulla medicina narrativa e sul rapporto empatico con i pazienti il dottor Andrea Fanti, capisce che l'unica possibilità è quella di affrontare un difficile percorso di test medici e psicologici che gli permettano di recuperare il suo vero ruolo. E tornare a essere primario. Ma per questo, oltre a dover recuperare i progressi fatti dalla medicina negli ultimi dodici anni, deve scendere a patti con la sua prefrontalità, la condizione frutto del suo incidente, che lo porta a dire tutto quello che gli passa per la testa, senza filtri: un lusso che non potrebbe più permettersi. Ma non basta: Andrea Fanti deve fare i conti anche, con il senso di colpa per qualcosa successo nel momento peggiore dell'emergenza e che tutti si sforzano di tenere nascosto, come un segreto inconfessabile e terribile. Doc, nella sua seconda stagione, prova a raccontare la nuova vita dopo la pandemia.

Nel primo episodio della quinta puntata in onda il 17 febbraio, dal titolo "Streghe", per curare una madre carcerata accusata di aver tentato di uccidere la figlia, Doc deve combattere contro i pregiudizi dell'intero ospedale, proprio mentre lui stesso viene preso di mira dall'inchiesta. Doc e Agnese sono inaspettatamente vicini in questa nuova situazione, ma nel frattempo Damiano ha scoperto qualcosa di compromettente su Doc e la sua squadra e deve decidere da che parte stare.  Nel secondo intitolato "Padri" mentre i medici sono costretti a occuparsi di un paziente che mai avrebbero voluto vedere ricoverato, la frattura tra Doc e Carolina si allarga sempre di più, e Andrea deve fare i conti con sé stesso: è all'altezza di quello che gli altri si aspettano da lui? O è arrivato il momento di arrendersi? 

Nel primo episodio della sesta puntata in onda il 3 marzo, dal titolo "Ragioni e conseguenze", Agnese è sorpresa di trovare ricoverata la madre di Manuel, il bambino che ha in affido con Davide, e con il quale le cose sembrano non andare troppo bene. Agnese dovrà rimettere in discussione tutto quello che crede di sapere, proprio quando Andrea sembra volerle stare più vicino che mai. Mentre le scelte di Damiano sembrano aprire tra lui e Giulia una frattura insanabile, Gabriel finalmente decide di aprirsi con la psicologa.   Nel secondo intitolato "Gold standard" È il giorno della simulazione di primariato per Doc: Andrea per un giorno torna a indossare il camice, ma un improvviso blackout informatico dei sistemi dell'ospedale lo costringe a una serie di scelte rischiose.

Nel primo episodio della settima puntata in onda il 10 marzo, dal titolo "Così lontani, così vicini", Quando ormai è a un passo dal riavere il primariato, Doc è costretto a una confessione dolorosa davanti a tutto il reparto. Mentre i medici cercano di salvare la vita a un giovane militare con sintomi inspiegabili, Agnese comincia a indagare sull'operato di Caruso...   Nel secondo intitolato "Senza nome" Giulia è costretta alla resa dei conti con la sua ingombrante madre quando il compagno di lei viene ricoverato in preda a una sindrome inspiegabile. Proprio quando Doc sembra in procinto di tornare primario, Cecilia scopre qualcosa di compromettente sul suo conto.

Nel primo episodio della ottava puntata in onda il 17 marzo, dal titolo "Stigma", Mentre i medici sono impegnati a risolvere il delicato caso di un ragazzo sordocieco, Cecilia fa a Doc un'offerta inaspettata, scatenando la gelosia di Agnese e di Giulia. Nel frattempo, Riccardo scopre una cosa su Doc che lo mette profondamente in crisi. Gabriel fa una proposta shock a Elisa, mettendola davanti a una scelta difficile.  Nel secondo intitolato "Mutazioni" Chiusi in reparto in una quarantena forzata, i medici sono impegnati in una lotta contro il tempo per fermare un batterio multiresistente che li ha contagiati tutti. Doc propone una soluzione drastica e rischiosa, ma sarà Giulia a dover decidere se fidarsi di lui e affrontare le conseguenze della sua scelta... 

Tra i nuovi personaggi della seconda stagione: Cecilia Tedeschi - 46 anni (interpretata da Alice Arcuri) è un medico brillante, ma è più a suo agio in laboratorio che in reparto; Damiano Cesconi - 34 anni (interpretato da Marco Rossetti) è un medico strutturato che arriva da Roma dopo la pandemia, viene accolto in reparto con diffidenza da parte di Giulia e degli altri, ma lui non dà peso a questa ostilità; Edoardo Valenti - 46 anni (interpretato da Gaetano Bruno) è un chirurgo formatosi sotto la guida di Fabrizia Martelli, la madre di Alba, che pensa che nella medicina non ci sia spazio per i sentimenti. Lucia Ferrari - 32 anni (interpretata da Giusy Buscemi) è una psicologa esperta in disturbi da stress post traumatico; Umberto Caruso - 54 anni (interpretato da Massimo Rigo); Massimo Gentile - 30 anni (interpretato da Lorenzo Frediani) è un giovane simpatico e affascinante che Elisa ha conosciuto durante la pandemia. 

Nel cast anche: Matilde Gioli, Pierpaolo Spollon, Sara Lazzaro, Simona Tabasco, Alberto Malanchino, Beatrice Grannò, Silvia Mazzieri, Elisa Di Eusanio, Giovanni Scifoni, Gianmarco Saurino, Pia Lanciotti

La seconda stagione di "Doc - Nelle tue mani" si compone di 16 episodi, in onda in 8 prime serate su Rai1 dal 13 gennaio al 17 marzo 2022 e disponibili in streaming su RaiPlay.