Fast and Furious 6: i nuovi entrati della Serie


Conosciamo i personaggi nuovi e di ritorno in Fast and Furious 6, tra cui Michelle Rodriguez, Jordana Brewster, Tyrese Gibson,Sung Kang, John Ortiz, Luke Evans e Gina Carano.

Al dilà di come si è accolti per la prima volta sul set cinematografico, entrare a far parte di un gruppo tecnico ed artistico molto affiatato può essere un'esperienza  non così facile. Così come Hobbs ha ottenuto un nuovo comandante in seconda, Dom acquista un nuovo avversario in Fast and Furious 6: Owen Shaw. 

Per complicare ulteriormente le vicende Lin ha voluto fornire nuove sfide, per spingere Dom e la sua banda in un'arena dove la posta in gioco è esponenzialmente più elevata.  Insieme a Morgan e Diesel, il regista Justin Lin ha voluto far riaffiorare i temi della famiglia e della fedeltà così cari a Dom.  È in questo contesto che hanno deciso di introdurre un avversario la cui filosofia era diametralmente opposta a quella dei nostri eroi.

Tanto brillante quanto letale, Owen Shaw è un ex SAS britannico (Special Air Service), la principale forza speciale del Regno Unito, nonché uno dei corpi più elitari del mondo.  Ripudiando il suo nobile passato, Shaw ha formato una squadra di mercenari altamente qualificati che hanno alle spalle una serie di rapine ad alto livello tecnologico, con la quale potrebbe accumulare miliardi di dollari sul mercato nero.  Lui è il più cattivo dei cattivi.  

Lin descrive come Shaw si inserisce in questa fase finale: "Uno dei motivi principali che mi ha spinto a fare un altro capitolo della saga, è stato quello di trovare un antagonista degno di Dominic Toretto.  Con Fast and Furious 6, ho voluto sfruttare una tattica differente e creare un antagonista che aveva una filosofia completamente  opposta a Dom: mentre quest'ultimo infatti agisce sempre fidandosi molto del suo istinto, Shaw è un calcolatore ed uno stratega, e non lascia spazio alle debolezze. E' valsa la pena per me tornare per rappresentare quel concetto di 'squadra contro squadra".

Quando incontra Shaw, Dom rapidamente si accorge che lui è una persona astuta ed efficiente, ed è molto determinato ad andare avanti verso il suo obiettivo.  Shaw sa perfettamente che la famiglia rappresenta il punto debole di Dom, e di conseguenza la sua rovina, arrivando a ricattarlo al fine di ottenere ciò che vuole.  Tutto rientra in un piano ben preciso contro Dom: durante il loro incontro Dom si rende realmente conto con chi ha a che fare e contro chi la sua squadra deve scontrarsi.

Interpretato con temperamento raffinato e glaciale dall'attore gallese Luke Evans, Shaw rappresenta in questo capitolo della saga il criminale che né Dom, né Brian ed il team hanno mai incontrato prima d'ora.  La modalità dell'introduzione di Evans nelle riprese ha dimostrato essere una spada a doppio taglio: anche se è stato un bene per la buona riuscita dell'interpretazione della parte, Evans non ha avuto l'opportunità di incontrare formalmente la maggior parte dei membri del cast principale prima dell'inizio delle riprese.  La prima scena della giornata di Evans è stata un confronto tesissimo di fronte a tutta la squadra che lo fissava mentre era ammanettato: l'attore benché fosse nella posizione del più debole, trasudava una spietata sicurezza.  Come attore, aveva creato una situazione perfetta per la scena, ma come uomo appena giunto sul set, è stato un po ' sconcertante.

Evans, un attore teatrale affermato sulla West End di Londra, è relativamente nuovo nei lungometraggi, e negli ultimi anni è apparso in alcuni film molto famosi, tra cui la serie Lo Hobbit di Peter Jackson.  Stava girando delle scene in Nuova Zelanda quando ha ricevuto la chiamata da Lin per discutere sulla sua eventuale entrata nel cast.

Per Evans, la risposta era scontata: da grande fan della saga quale è, non si è  lasciato scappare l'opportunità di interpretare la parte del buono diventato cattivo, che si è inimicato Hobbs e che ora sarà faccia a faccia con Dom.  Dice l'attore: "Non c'è mai stato un archetipo criminale come Shaw nella serie di Fast and Furious.  Minaccia sfacciatamente Dom e la sua famiglia, personaggi con cui il  pubblico è cresciuto per oltre 10 anni: è un ruolo eccitante.  Anche solo seguendo la sceneggiatura hai tra le mani qualcosa di grandioso, fino a che Justin non decide di alzare la tensione ed aggiungere dell'altro.  È eccitante far parte di questa evoluzione."

Sotto la direzione di Lin, il franchise Fast and Furious ha continuato ad eclissare i suoi predecessori.  Il cast crede sia dovuto all'attenzione di Lin ai dettagli quando si tratta di evoluzione dei personaggi, e dell'esecuzione di sequenze di acrobazie complicate. Evans ha condiviso la meticolosità del suo direttore per le sfumature, che ha completato ed arricchito la narrativa ed i personaggi.  Al riguardo afferma: "Quasi quotidianamente Justin ed io parlavamo di Shaw.  A volte solo riguardo piccoli dettagli dell'aspetto fisico, spesso invece mi diceva cose passate che gli tornavano in mente, e che Justin è stato molto bravo a farmi ricordare.  Ecco perché è fantastico: perché è in grado di organizzare queste sequenze acrobatiche fantastiche, ed allo stesso tempo riesce ad entrare nella mentalità del personaggio. Mette tutto su un piatto, non rimane altro che mangiare."

La banda di Shaw si rivela essere la copia malvagia di Hobbs, Dom, Brian e la sua squadra.  Si somigliano entrambe per la conoscenza del know-how tecnico, del combattimento ravvicinato, dell'uso delle armi e l' abilità nella guida: e questa rappresenterà la lotta fino al traguardo.  Shaw sembra essere sempre un passo avanti a Hobbs e Dom e questo li disorienta.  Questo confronto testa a testa tra le squadre è un aspetto della trama che Moritz riteneva essenziale per alzare la posta in gioco.  "Non è solo una vittoria pulita dei nostri," afferma il produttore.  "Molte volte sono gli uomini di Shaw ad avere la meglio, scoraggiando gli altri.  Shaw ogni volta li abbindola, e li costringe a lavorare con lui… sono un pò come cane e gatto".

A completare la banda di esperti piloti di Shaw, oltre a Letty di Michelle Rodriguez, si è schierato un cast internazionale di attori che comprende: il fenomeno di arti marziali indonesiane Joe Taslim (Jah); gli attori danesi Kold Kim (nel ruolo dell'omone alto 1 metro e 93 dal peso di 140 kg, Klaus) e Thure Lindhardt è Firuz; l'attore africano Samuel Stewart come Denlinger; e gli interpreti inglesi Clara Paget, Benjamin Davies, Matthew Stirling e David Ajala nei panni rispettivamente di: Vegh, Adolfson, Oakes ed Ivory.

Per un film come Fast and Furious 6, così saldamente radicato nelle corse clandestine su strada, i realizzatori sapevano che la scena della gara 'team contro team' doveva svolgersi a grandezza naturale ed in maniera ben dettagliata in uno dei quattro set immaginati per il film.  Quella scena, è l'occasione dell'introduzione di Shaw e della sua banda, con i loro 'giocattoli mortali' e la loro guida micidiale.  Un'esplosione blocca però il tentativo di Dom e la squadra - a bordo di una BMW M5 ad alte prestazioni -di intercettare e catturare i loro avversari.  Precisione di guida, scontri a fuoco e l'introduzione della FLIP CAR fa capire da subito alla squadra che la missione non sarà poi così facile.

Bridges riassume meglio questa rivalità letale: "Questo è sicuramente uno dei momenti in cui la squadra si rende conto che devono giocarsi bene la loro partita, che è poi il motivo per cui questo film è destinato probabilmente ad essere coinvolgente come gli altri, anzi oserei dire anche  più di Fast and Furious 5".

L'attrice ed ex lottatrice di arti marziali miste Gina Carano ingaggiata per il ruolo di Riley, braccio destro di Hobbs, è entrata in perfetta sintonia con questo set, visto le sue doti tecniche che ha affinato durante il suo film d'esordio Knockout - Resa dei Conti (Haywire) di Soderbergh.  Nota la Carano: "Riley  in apparenza è molto tranquilla ma è anche possente e forte: ed è un ruolo perfetto per me, alla mia seconda esperienza cinematografica.  È stato divertente perché doveva star ferma ed osservare quel che stava accadendo, ma allo stesso tempo quegli attimi di silenzio e quell'atmosfera celavano una sorta di potere.  Quelle persone le ho sempre seguite, perciò è stato fantastico interpretare proprio quel personaggio."

La Carano ammette che è stato stimolante lavorare così strettamente con Johnson.  La sua transizione da wrestler professionista ad attrice ha rappresentato la sua massima realizzazione, e si sente pienamente a suo agio in queste vesti.  Johnson è altrettanto entusiasta della sua co-protagonista, raccontando: "Gina è esattamente come doveva essere Riley.  Non solo è bella, ma ha anche una forza incredibile. Apporta autenticità al ruolo, cosa difficile da trovare ad Hollywood".  Con il suo solito sorriso Johnson aggiunge: "Sai cos'ha in più delle altre?  Ha partecipato all'Octagon dove faceva questi incredibili combattimenti di Arti Marziali Miste femminili."

Evans, la Carano ed il resto del nuovo cast sono stati accolti a braccia aperte, come fossero già parte della grande famiglia.  Il cast ha condiviso on line con i fan più accaniti, i quattro mesi delle riprese all'estero con una quantità di video esilaranti, foto dietro le quinte e commenti del cast all'estero, dando vita e consolidando il legame tra i nuovi ed i vecchi membri del cast.  Entusiasti i fan di tutto il mondo hanno potuto assistere in maniera unica e non distorta i momenti di gioco del gruppo, o le notti gelide delle riprese, o alternati momenti di relax [o a medicare le contusioni] presso l'area lounge a loro riservata vicino le roulottes.