Guerre e Pace Filmfest 2019


Tra i film in cartello: Il mare della nostra Storia di Giovanna Gagliardo, Che - Guerriglia di Steven Soderbergh, Il destino degli uomini  di Leonardo Tiberi, Red Land - Rosso Istria di Maximiliano Hernando Bruno, Race - Il colore della Vittoria di Stefan Hopkins, Hannah Arendt di Margarethe Von Trotta.

di / 10.07.2019
Guerre e Pace Filmfest 2019

Dal 16 al 21 luglio nella cornice del Forte Sangallo di Nettuno (Roma) si svolge la diciassettesima edizione del Guerre & Pace FilmFest. Il tema di questa edizione  "Biografie di guerra", tocca diverse tematiche della nostra storia.

La rassegna ad  ingresso gratuito fino a esaurimento posti, organizzata dall'Associazione Seven, con la direzione artistica di Stefania Bianchi rappresenta una vetrina dedicata al cinema di guerra e di pace e propone proiezioni di lungometraggi, documentari in collaborazione con Cinecittà Luce e  presentazioni di libri.

Tanti i film, diversi tra loro per stile e ambientazione, che riescono a portare dentro le "guerre" e comporre una memoria storica. Da uno sguardo che ha significato l'inferno delle guerre e l'eden di una piccola patria (Il mare della nostra Storia di Giovanna Gagliardo), all'impresa di un episodio che è entrato nella mitologia bellica (Il destino degli uomini  di Leonardo Tiberi); dal tragico destino del Che (Che - Guerriglia di Steven Soderbergh) ai teatri di guerra delle popolazioni civili istriane (Red Land - Rosso Istria di Maximiliano Hernando Bruno); dalle considerazioni di una filosofa ebrea tedesca sulla "banalità del male" (Hannah Arendt di Margarethe Von Trotta) alle tensioni razziali  (Race - Il colore della Vittoria di Stefan Hopkins) e allo sterminio dei nazisti contro gli ebrei (Black Book di Paul Verhoeven).

Il diciassettesimo Guerre & Pace FilmFest vuole offrire anche quest'anno un'occasione di riflessione sulla storia, perché la memoria di questi uomini e di queste donne, delle loro gesta e delle loro voci non vada persa e dimenticata, avendo il coraggio di accendere i riflettori su fatti storici dimenticati e osteggiati per lungo tempo.

Ad inaugurare il Festival lunedì 16 luglio Giovanna Gagliardo ed il suo film Il Mare della Nostra Storia che racconta la ricca e tumultuosa storia della Libia, attraverso immagini di archivio toccate dall'incanto, sequenze d'attualità entrate nella memoria e testimonianze d'eccezione.

Completano il programma delle proiezioni, le presentazione di due libri: La Visione di Trump di Germano Dottori che indaga sui retroscena dell'ascesa e sugli  obiettivi del miliardario Donald Trump e Cacciateli! di Concetto Vecchio che racconta l'inizio di una campagna di odio in Svizzera contro gli emigrati italiani che sfocerà nel referendum del 7 giugno 1970.



Apri Box Commenti