Guida astrologica per cuori infranti
Guida astrologica per cuori infranti

Guida astrologica per cuori infranti confermata per una seconda stagione da Netflix


Le riprese della seconda stagione sono già completate, prima ancora del debutto dei primi sei episodi della serie.

A pochi giorni da debutto della serie sulla piattaforma, Netflix ha annunciato che Guida astrologica per cuori infranti avrà una seconda stagione, le cui riprese sono già completate.

Guida astrologica per cuori infranti è la nuova serie italiana Netflix, in 6 episodi, creata da Bindu de Stoppani e diretta dalla stessa Bindu e da Michela Andreozzi. Prodotta da Italian International Film - Gruppo Lucisano e tratta dall'omonimo libro di Silvia Zucca edito da Casa Editrice Nord, la serie debutta il 27 ottobre su Netflix in tutti i Paesi in cui il servizio è attivo.

Amicizia, romanticismo, carriera, incontri surreali e vicende tragicomiche sono solo alcuni degli ingredienti di questa moderna commedia romantica che segue le vicende della protagonista Alice, alla ricerca del grande amore e della realizzazione lavorativa. L'incontro-rivelazione con l'amico Tio farà entrare l'astrologia nella sua vita e la spingerà a lasciarsi guidare dalle stelle, portandola sempre più vicino al concretizzarsi dei suoi desideri. 

Scritta da Bindu de Stoppani e Fabrizio Cestaro, la serie presenta un cast che vede Claudia Gusmano nel ruolo della protagonista Alice Bassi, Lorenzo Adorni nei panni dell'amico Tio e Michele Rosiello in quelli di Davide Sardi, l'affascinante direttore creativo del network televisivo in cui Alice lavora. Tra gli altri interpreti: Alberto Paradossi (Carlo Barresi), Lucrezia Bertini (Cristina Chioatto), Fausto Sciarappa (Enrico Crippa), Emanuela Grimalda (Marlin de Rose), Esther Elisha (Paola Costa), Francesco Arca (Alejandro), Alberto Boubakar Malanchino (Andrea Magni), Giancarlo Ratti (Giordano Bodrato), Maria Amelia Monti (Ada Bassi), Bebo Storti (Guido Bassi) e Euridice Axen (Barbara Buchneim).  

Le riprese della serie si sono svolte interamente a Torino, con il contributo del Piemonte Film TV Fund e il sostegno di Film Commission Torino Piemonte.