La Caserma

La Caserma su Rai2: generazione Z alle prese con la formazione militare


21 ragazzi e ragazze, di età compresa tra i 18 e i 23 anni, di diversa estrazione sociale, vivono l'esperienza della leva militare, con i suoi valori di solidarietà e disciplina.

di / 24.02.2021
La Caserma

Dopo "Il Collegio", su Rai2 va in onda "La Caserma", docu-reality rivolto alla generazione Z, quella dei post adolescenti, in onda da mercoledì 27 gennaio, alle 21.20, per 6 prime serate narrate da Simone Montedoro.  La quarta puntata va in onda eccezionalmente di martedì, il 16 febbraio alle 21.20 su Rai2.

Quindici ragazzi e sei ragazze appena maggiorenni, provenienti da tutta Italia e di età compresa tra i 18 e i 23 anni, che non hanno mai sperimentato un mondo senza internet e social media, vivono per un mese un'esperienza inedita, mettendosi alla prova per imparare a credere nel gruppo e nell'amicizia. Studenti, lavoratori o appartenenti alla categoria dei neet, i giovani inattivi che non studiano e non cercano un lavoro. Devono adattarsi ad un rigido percorso di formazione militare rispettando le regole imposte da cinque istruttori professionisti (Simone Cadamuro, Germano Capriotti, Deborah Colucci, Giovanni Rizzo, Salvatore Rossi) sotto l'occhio vigile di un istruttore capo, Renato Daretti. Attraverso un training ispirato alla disciplina militare, si trovano ad affrontare addestramenti, percorsi ginnici, corse zavorrate, camouflage, escursioni in esterna, e poi arrampicate e traversate di un ponte tibetano.

 Gli istruttori, da sinistra a destra: Germano Capriotti; Simone Cadamuro; Salvatore Rossi; Renato Daretti istruttore capo; Deborah Colucci; Giovanni Rizzo. [credit: Ufficio Stampa Rai]
Gli istruttori, da sinistra a destra: Germano Capriotti; Simone Cadamuro; Salvatore Rossi; Renato Daretti istruttore capo; Deborah Colucci; Giovanni Rizzo. [Ufficio Stampa Rai]

Al contrario di "Il Collegio", "La Caserma" non ha collocazione temporale. Mescola romanzo esperienziale e adventure con l'idea di raccontare i ventenni del 2020 che gli autori del programma descrivono come "una generazione profondamente matura, capace di leggere la tradizione, proiettarsi nel futuro e ben consapevole di se stessa".

Scopo del programma è formare un gruppo solidale e unito: ciascuno dei protagonisti deve sviluppare il "senso del fare" - sfruttando le capacità e superando le divergenze - per un unico obiettivo: fare squadra.

Lo scenario è Levico, in provincia di Trento, con una struttura adibita a caserma, trasformata per l'occasione in un set unico per un percorso di addestramento duro e a contatto con la natura. La location è immersa nel verde, circondata da boschi, lambita da un fiume, vicino a un lago e sovrastata da una cima montuosa. Il centro è composto di 4 edifici e di un piazzale esterno per le esercitazioni.

La Caserma è basato sul format internazionale "Lads Army".E' un programma scritto da Cristiano Rinaldi con Cristina Limon, Roberto Petrucci, Andrea Marchi, Veronica Pennacchio, Caterina Gaia e Chiara Iacobelli. La regia è di Riccardo Valotti. Per la realizzazione hanno lavorato oltre 100 persone tra pre-produzione, produzione e post produzione. Sono state utilizzate 40 telecamere tra quelle con operatore, telecamere fisse e remotate (con relativa regia); inoltre, go pro e microcamere per attività esterne; 30 radiomicrofoni a collarino e due droni per le riprese aeree. Il programma è stato registrato nel pieno rispetto delle norme di sicurezza previste per l'emergenza sanitaria in corso. 

LE REGOLE DA RISPETTARE

• Svegliarsi subito al suono della tromba
• Andare a dormire al suono "del silenzio" alle 23
• Svolgere al mattino il "cubo", un sistema per riordinare il letto
• Alzabandiera con inno nazionale
• Le comunicazioni ufficiali vengono fatte in adunata con i ragazzi in plotone
• Rivolgersi sempre agli istruttori con "comandi recluta nome cognome"
• Chiedere sempre il permesso di parlare davanti agli istruttori
• Ruolo del piantone in divisa e con massima serietà
• Spogliarsi degli abiti civili e indossare correttamente la divisa
• Rispettare la divisa
• I ragazzi devono sottoporsi al taglio di capelli per adeguarsi al contesto
• Le ragazze devono raccogliere i capelli con uno chignon basso che non risulti più grande di un'arancia
• Svolgere il servizio allo spaccio della caserma (a turno due alla volta)
• Svolgere il servizio mensa (a turno due alla volta)
• Svolgere le pulizie delle camerate e dei bagni
• Regola fondamentale è che bisogna rispettare tutte le… regole!

LA PRIMA PUNTATA (27 gennaio)

Nella prima puntata sette ragazzi e sei ragazze provenienti da tutta Italia varcano il cancello della Caserma, pronti a lasciarsi alle spalle la vita quotidiana, così come i vestiti alla moda, gli amati accessori e le stilose acconciature, per indossare la divisa da militare. Dopo aver fatto la conoscenza con i "superiori", iniziano le prime fasi dell'addestramento, che prevedono anche la cura delle camerate, la pulizia dei bagni e la preparazione del "cubo". L'adunata, la marcia, l'alzabandiera e il silenzio sono solo alcune delle pratiche che i ragazzi dovranno apprendere e attuare ogni giorno. Si trovano a dover sostenere prove fisiche e attitudinali che permettono agli istruttori di definire il loro profilo personale, prima di recarsi a Monte Bondone per la prima avventurosa esercitazione in esterna. Ancora carichi di adrenalina e non curanti delle conseguenze, i ragazzi infrangeranno le regole e le prime punizioni non tarderanno ad arrivare.

I protagonisti della prima puntata sono (nella foto): Prima fila, da sinistra a destra: George Ciupilan (18 anni); Nicholas & William Lapresa (21 anni); Luca Ferettini (18 anni); Alessandro Badinelli (22 anni); Erika Mattina (23 anni); Antonio Gennarelli (19 anni); Naomi Akano (19 anni). Seconda fila, da sinistra a destra: Omar Hussain (23 anni); Alice Paniccia (23 anni); Linda Mauri (22 anni); Martina Albertoni (19 anni); Elena Santoro (21 anni).

 I protagonisti della prima puntata di La Caserma (27 gennaio 2021) [credit: Ufficio Stampa Rai]
I protagonisti della prima puntata di La Caserma (27 gennaio 2021) [Ufficio Stampa Rai]

NAOMI AKANO - 19 anni, Modena, Studentessa.
Originaria della Nigeria, Naomi si è trasferita in Italia a due anni combattendo da subito i pregiudizi legati al colore della pelle. Gli episodi di bullismo subiti da ragazzina l'hanno spronata ad aprire un canale YouTube nel quale ha trovato un po' di riscatto verso chi la prendeva in giro. Sogna di avere un'indipendenza economica per aiutare i suoi genitori e ripagarli di tutti i sacrifici fatti per lei.

MARTINA ALBERTONI - 19 anni, Castelfranco Piandisco (AR), Receptionist.
Lavora nell'agriturismo di famiglia nel Chianti, ma sogna di diventare receptionist sulle navi da crociera. Non si fa mettere i piedi in testa da nessuno, odia giudicare ed essere giudicata. Disordinatissima, spera che l'esperienza militare possa aiutarla a diventare più precisa. Partecipa al programma perché affascinata dalla divisa e dai "belloni" che la indossano.

ERIKA MATTINA - 23 anni, Brugherio (MB), Attivista LGBTQIAP+
Neolaureata in scienze dei servizi giuridici, Erika è un'attivista e con la fidanzata Martina gestisce una pagina Instagram in cui producono contenuti LGBTQIAP+. Ha sempre avuto un bel rapporto con famiglia. ma con il coming out non è si sentita accettata in pieno dai suoi. Partecipa al programma per dimostrare di essere una ragazza con una marcia in più rispetto alle altre.

LINDA MAURI - 22 anni, Nova Milanese (MB), Modella.
Studentessa universitaria e modella, Linda non si ferma mai. Si tiene in forma praticando acrobatica aerea e pole dance. È molto corteggiata e proprio per questo fatica a creare legami con altre donne. Vuole intraprendere questa esperienza per tenere testa alle reclute uomini e sfatare il mito della bionda sensuale.

ALICE PANICCIA - 22 anni, Roma, Istruttrice di yoga.
Insegnante di danza e yoga a Roma, ha un carattere esuberante che la aiuta a socializzare più con gli uomini che con le donne. Anni fa ha avuto un fidanzato nelle forze armate che le ha fatto conoscere, di riflesso, il mondo dell'Escrcito. Restia a seguire gli ordini, non vede l'ora di cimentarsi con il rigore della vita militare.

ELENA SANTORO - 21 anni, Roma, Studentessa.
Figlia di una delle prime coppie nate nell'Esercito. Padre Colonnello, madre Maggiore e psicologa, nonché prima donna a ricoprire un ruolo militare. Partecipa per cimentarsi con un'istituzione dall'alto valore simbolico per la propria famiglia e per rendere orgogliosi i genitori.

ALESSANDRO BADINELLI - 22 anni, Sutri (VT), Impiegato.
Impiegato in una catena di fast food, Alessandro vive a Sutri con la mamma e con la nonna dopo la separazione dei suoi genitori. Ha scelto di partecipare al programma perché vede l'avventura militare come un'esperienza formativa per la sua vita futura.

GEORGE CIUPILAN - 18 anni, Stella (SV), influencer.
Nato in Romania, George vive da anni in Italia con la madre e il suo nuovo compagno. All'interno di un gruppo, George ama essere il leader e non pensa possa esserci qualcuno in grado di tenergli testa. Ha partecipato alla quarta edizione de 'Il Collegio', di cui sfrutta la popolarità per avere successo con le ragazze.

LUCA FERETTINI - 18 anni, Milano, Studente.
Aspirante rapper, Luca studia economia all'Università di Milano e ama viaggiare con gli amici. In passato ha avuto difficoltà a gestire la sua rabbia, ma adesso sa fin dove può spingersi. Partecipa perché ama le sfide e mettersi in gioco, nonostante sia consapevole di poter fallire.

ANTONIO GENNARELLI - 19 anni, Cercola (NA), Lavoratore saltuario.
Lavora saltuariamente per aiutare la sua famiglia, ma in futuro ha intenzione di tornare a scuola per conseguire il diploma e poter parecipare al concorso di ingresso nelle forze armate. Partecipa nella speranza di diventare un modello per altri giovani della sua età che vorrebbero rar parte dell'Esercito, ma che al momento non ne hanno la possibilità.

OMAR HUSSAIN - 23 anni, Massa e Cozzile (PT), Studente.
Ha superato il test MENSA con un QI di 140. ln seguito alla separazione dei genitori, ha interrotto bruscamente il rapporto col padre. Ama leggere, suonare il pianoforte e cimentarsi con il canto. Partecipa perché lo incuriosisce tutto ciò che non conosce.

NICHOLAS &8 WILLIAM LAPRESA - 21 anni, Granarolo dell'Emilia (BO), TikTokers.
Star del web, i Lapresa Twins contano più di 7 milioni di followers sul social TikTok, dove creano e condividono video con la loro famiglia. Vivono in simbiosi e questo, unito alle diversità caratteriali, li porta a litigare molto spesso. Partecipano al programma per combattere i loro vizi e mettersi alla prova.

LA SECONDA PUNTATA (3 febbraio)

Nel secondo appuntamento, in onda mercoledì 3 febbraio alle 21.20 su Rai2, arrivano in caserma otto nuovi ragazzi, pronti a indossare la divisa militare: Denis Brioschi, Elia Giorgio Cassardo, Emanuele Cimadoro, Carmelo Matteo Corsaro, Andrea Giovanni Fratino, Simone Peroni, Matteo Rizzolo e Andrea Antonio Rosa, che per prima cosa devono mostrare agli istruttori le loro doti fisiche, attraverso una serie di prove ginniche. Dopo una inziale serie di incomprensioni, invece, tocca ai veterani de La Caserma istruire a dovere gli otto nuovi arrivati sulle regole di comportamento. Per i 21 ragazzi tante novità: l'introduzione al servizio di piantone notturno e l'attività di svago allo spaccio, con la concessione di qualche birra. Apprendono, inoltre, l'arte del camouflage, prima di venire suddivisi in tre squadre per sostenere come prima prova di gruppo la corsa zavorrata.  

Gli otto nuovi ingressi nella Caserma:

 I nuovi ingressi della seconda puntata di La Caserma (3 febbraio 2021) [credit: Ufficio Stampa Rai]
I nuovi ingressi della seconda puntata di La Caserma (3 febbraio 2021) [Ufficio Stampa Rai]

Denis Brioschi - 22 anni, Nova Milanese (MB), studente.
Ama viaggiare, fare volontariato e mangiare. Originario del Brasile, Denis è stato dalla sua famiglia di Nova Milanese quando aveva 3 anni. Ritardatario cronico e sbadato, partecipa al programma perché da sempre incuriosito dalla vita militare, molto rilevante nella cultura del suo Paese d'origine.

Elia Giorgio Cassardo, 19 anni, Milano, Studente.
Dopo l'espulsione dal collegio per cattiva condotta, Elia adesso studia in una scuola privata a Milano. Ama lo sport, in particolare skateboard e il calcio, e partecipa al programma per evadere dalla realtà che vive tutti i giorni.

Emanuele Cimadoro, 21 anni, Fino Mornasco (CO), Studente.
Indisciplinato cronico, odia le sveglie. Ama tessere relazioni con chiunque per farne un bagaglio personale. Di solito è lui a creare le regole in casa, ora vuole partecipare al programma per sovvertire i ruoli e imparare a rispettare gli ordini altrui.

Carmelo Matteo Corsaro, 19 anni, Brescia, Studente.
Ha vissuto in una famiglia da sempre vicina al mondo militare: il papa è un ex tenente di porto d'armi, mentre Io zio è un colonnello. É fidanzato da un anno e mezzo, ama lavorare in gruppo per raggiungere gli obiettivi. Partecipa perché "il militare ti fa cambiare".

Andrea Giovanni Fratino, 19 anni, Ossona (MI), Studente.
Narcisista e appassionato di basket, Andrea studia in un'università privata di Milano. Dopo aver perso il padre a soli nove mesi, ha trovato una figura di riferimento nel compagno della madre. Non riesce a rispettare le regole ed è questo uno dei motivi per cui partecipa al programma.

Simone Peroni, 19 anni,Bolzano, Studente.
Terzo di sei figli, Simone è un ragazzo più dedito alla montagna che ai social. Studia agraria e lavora come giardiniere tree climber, professione che ha scetto perché odia la vita sedentaria. Nel tempo libero ama passare it tempo con gli amici nella casa in campagna e sogna di trasferirsi in Australia.

Andrea Antonio Rosa, 18 anni, Settimo Milanese (MI), Studente.
Vive in simbiosi con la mamma, che esercita un importante potere decisionale sulle sue relazioni e scelte di vita. La perdita del padre all'età di 5 anni lo ha comprensibilmente segnato, spronandolo nella ricerca di assomigliargli il più possbite. Sogna di diventare imprenditore e partecipa al programma per rendere fieri i genitori.

Matteo Rizzolo, 21 anni, Parma, Studente.
Non ha problemi a rispettare le regole, ma non si tira indietro se c'è da discuterne. Di origini siciliane. Matteo attualmente vive a Parma dove si divide tra lo studio e il lavoro di organizzatore di eventi e viaggi per un blog. Ha un rapporto 'odi et amo' con i fratelli; per lui questa esperienza è anche l'occasione di mettersi alla prova lontano dalla propria famiglia.

LA TERZA PUNTATA (10 febbraio)

Nella terza puntata, in onda mercoledì 10 febbraio alle 21.20 su Rai2, vengono messi a dura prova i 21 ragazzi tra forza fisica, capacità di concentrazione, tenacia e fiducia in sé stessi. L'addestramento prevede anche occasioni per un approfondimento culturale: i ragazzi entrano in aula per una lezione impartita da un ospite d'eccezione, Aldo Cazzullo, giornalista, storico e scrittore. La Generazione Z e i loro istruttori ascoltano una storia che parla di donne in guerra, ma non solo. Un racconto che inizia da lontano: le donne hanno fatto tutte le guerre, a volte come vittime, altre come protagoniste. Viktoria Savs era un giovane soldato al fronte nella Prima Guerra Mondiale, in pochi conoscevano il suo segreto: era una donna. L'imperatore Carlo I d'Austria, colpito dalla sua storia, la decorò con la Croce al Merito. Come dimenticare le 'portatrici' della Carnia? Signore che salivano con pesanti gerle cariche di viveri e munizioni per raggiungere gli alpini nelle trincee. Una di loro, Maria Plozner Mentil, cadde colpita da un cecchino (unica donna a cui ad oggi sia stata intitolata una caserma italiana). Eppoi, i cosiddetti "figli della guerra" (nati appunto da violenze subite dalle donne) messi in salvo dalle partorienti nell'Istituto San Filippo Neri di Portogruaro (il primo fondato per questo tipo di accoglienza e sopravvivenza). Nel 1946, per la prima volta, le donne italiane poterono votare: nella Seconda Guerra Mondiale, in piena Resistenza, tante le personalità femminili che si sono distinte. Una su tutte: la partigiana Cleonice Tomassetti. Celebre la sua frase agli assassini: "Se percuotendomi volete mortificare il mio corpo, è superfluo farlo: esso è già annientato. Se invece volete uccidere il mio spirito, vi avverto che è inutile: quello non lo dominerete mai". Intanto, a La Caserma le prove continuano ed è giunto il momento di mettere in atto un'inedita esercitazione a squadre in esterna. E' qui che, per la prima volta nell'addestramento, vengono utilizzate delle riproduzioni di armi - come nella finzione cinematografica – e gli allievi si trovano a dover fronteggiare scenari ostili avendo in dotazione, di fatto, puntatori laser ed effetti sonori. Tra un addestramento e l'altro, i protagonisti hanno tempo per svagarsi, e alcuni ragazzi del gruppo dei primi entrati, con l'aiuto di una new entry, organizzano accuratamente uno scherzo, speranzosi di portarlo a termine con successo. Inoltre, un compleanno deve essere celebrato, ma senza esagerare con i festeggiamenti, poiché le regole della Caserma sono severe.

LA QUARTA PUNTATA (16 febbraio)

Nella quarta puntata, in onda eccezionalmente martedì 16 febbraio alle 21.20 su Rai2, l'addestramento prevede nuove occasioni di approfondimento culturale. Entusiasti e commossi dalle vicende raccontate nella loro prima lezione di storia in Caserma, i commilitoni tornano in aula per ascoltare una nuova "lectio magistralis" impartita dal giornalista Aldo Cazzullo. Un racconto per far riflettere sulla storia italiana degli ultimi 100 anni. Si ascoltano cronache di giovani che 100 anni prima hanno contribuito a porre fine al primo conflitto mondiale. Chi erano "quelli del 1899"? Erano giovani molto diversi dagli adolescenti di oggi: erano incomparabilmente più poveri, erano contadini, analfabeti. Erano giovani, giovanissimi: mandati in prima fila (all'arma bianca) per combattere in difesa della propria Patria. Quello di Cazzullo è un viaggio nel tempo che arriva al racconto di italiani unanimemente riconosciuti e ricordati come eroi. Il tenente degli alpini Adolfo Ferrero ne è un esempio: si congeda dai genitori, dal fratello Beppe e dalla sorella Nina con una lettera straziante. Un testamento morale e materiale, che affida al suo attendente per farlo recapitare alla sua famiglia. E ora, un ruolo importante spetta ai ragazzi 'di oggi'. "Essere italiani è un'opportunità e una responsabilità fatta di valori morali", ricorda Cazzullo. Dopo un affettuoso saluto, il giornalista si congeda, ma la lezione prosegue in una emozionante esperienza in esterna. Per onorare questo importante capitolo, i ragazzi infatti fanno un viaggio sulle tracce di luoghi storici e iconici di quegli anni. Intanto, la vita in Caserma prosegue: il turno di guardia del piantone è un ruolo importante, ma sembra che le matricole Matteo Rizzolo ed Elia Giorgio Cassardo non ne tengano conto. Le prove continuano ed è giunto il momento di provare un'inedita esercitazione: in piscina. Ma non finisce qui: un nuovo addestramento rimescola la formazione delle squadre. E così gli istruttori sono alla ricerca di altri leader. Le regole della Caserma sono rigide e per chi è più indisciplinato o refrattario alle direttive dei superiori arriva il momento di meritarsi veramente la permanenza a Levico (in provincia di Trento). Tra una prova e l'altra, i ragazzi continuano a fare gruppo e a supportarsi a vicenda, mentre qualcuno si trova a dover prendere dure scelte in amore. 

LA QUARTA PUNTATA (24 febbraio)

Penultimo appuntamento di 'La Caserma' mercoledì 24 febbraio, in prima serata, alle 21.20, su Rai2. Nella puntata, una comunicazione ufficiale cambia gli equilibri delle squadre: l'istruttore capo Daretti, comunica che le squadre hanno un comandante e un vice comandante, figure intermediarie tra il gruppo e gli istruttori e non tutti i ragazzi sono d'accordo con questa scelta. Un'improvvisa nevicata notturna, muta completamente lo scenario a Levico (Trento) e di conseguenza, gli umori e i destini dei protagonisti. Anche le esercitazioni subiscono delle variazioni, ma vengono portate a termine con successo. Lo spirito di squadra prevale e si volta pagina. Tutti i partecipanti sono pronti per una nuova sfida : un'esercitazione al Forte Belvedere, una tra le più grandi e meglio conservate fortezze italiane. Lo stress alle stelle getta la matricola Cimadoro nello sconforto, ma i compagni sono pronti a consolarlo. 


Puntate  eclip extra di La Caserma si possono vedere su RaiPlay, la piattaforma streaming della Rai.


media credit: courtesy of Ufficio Stampa Rai