La Corrispondenza di Giuseppe Tornatore su Rai Movie


Jeremy Irons e Olga Kurylenko protagonisti del film in cui una giovane studentessa universitaria impiega il tempo libero facendo la controfigura per la televisione e il cinema.

di / 13.01.2021
La Corrispondenza di Giuseppe Tornatore su Rai Movie

Il film del 2015 a Corrispondenza di Giuseppe Tornatore con protagonisti Jeremy Irons e Olga Kurylenko è la proposta di Rai Movie per la sua prima serata di mercoledi 13 gennaio 2021, in onda dalle ore 21:20. Una produzione Paco Cinematografica con Rai Cinema, in associazione con UniCredit Leasing e Focchi spa, il film è stato distribuito nelle sale italiane da 01 Distribution nel Gennaio del 2016.

Nel film La Corrispondenza una giovane studentessa universitaria impiega il tempo libero facendo la controfigura per la televisione e il cinema. La sua specialità sono le scene d'azione, le acrobazie cariche di suspence, le situazioni di pericolo che nelle storie di finzione si concludono fatalmente con la morte del suo doppio. Sembrerebbe una mania dettata dalla passione per il rischio, in realtà è l'ossessione in cui l'atletica ragazza s'illude di sublimare un orribile senso di colpa. Quello di ritenersi responsabile della tragica scomparsa del suo grande amore. Una ferita mai rimarginata. Un conto sospeso. Un'ombra che nessuna luce saprà mai dissolvere. Sarà il suo professore di Astrofisica ad aiutarla nel ritrovare l'equilibrio esistenziale perduto.  

"La Corrispondenza è una storia d'amore dei nostri tempi"

"La Corrispondenza è una storia d'amore dei nostri tempi" spiega il regista Tornatore. "Forse vent'anni fa si sarebbe potuto classificarla come una storia di fantascienza, l'intreccio poteva sembrare qualcosa al di fuori del mondo. Ma oggi no, perché tutto ciò che vi si racconta è assolutamente realistico. È una storia sull'amore che non conosce ostacoli di nessuna natura, sulla forza di questo sentimento così grande e misterioso".

L'idea del film è antica: "Originariamente prevedeva un protagonista maschile e diversi personaggi femminili" spiega il regista, "ma non mi persuadeva del tutto e continuavo a tenerla chiusa nel cassetto. In seguito ho ritenuto di rimodellare la storia basandola solo su due personaggi, un uomo e una donna. Poi, grazie alle evoluzioni della tecnologia in tema di comunicazione, è diventato un progetto maturo per essere raccontato, concreto".  

I due protagonisti Olga Kurylenko e Jeremy Irons sono il frutto di una lunga ricerca dei giusti attori da parte del regista. "Provini a molte attrici, poi a un certo punto ti accorgi che quella che stai incontrando in quel momento è esattamente il personaggio che cerchi" racconta tornatore. "Avevo bisogno di un'attrice giovane, bella e soprattutto brava, perché il suo era un ruolo molto difficile... Jeremy Irons è stato straordinario nella sua performance ed ha fatto nascere momenti di grande vibrazione durante le riprese. Aveva tutte le caratteristiche del personaggio. Mi serviva una coppia che avesse un certo divario di età, ma che potesse avere una chimica di comunicazione molto forte. La chimica ha funzionato".

La Corrispondenza e è una storia totalmente diversa da quella di La Migliore Offerta pero', come spiega il regista stesso, "credo ci siano dei fili rossi, non saprei dire quanto invisibili, che legano i due film. C'è qualcosa nel disegno di questa storia che la rende vicina a quel tipo di prospettiva narrativa. È una storia d'amore, come in fondo lo era quella, e anche qui la componente di mistero è molto forte, anche se non in linea con lo schema 'giallo' classico di La Migliore Offerta. Ma forse l'elemento che più accomuna i due racconti è che anche qui uno dei due protagonisti della love story è poco visibile".

"Giuseppe Tornatore ha inventato una storia veramente singolare, eccezionale direi, e soprattutto scritta molto bene" racconta la protagonista Olga Kurylenko. "Sono rimasta scioccata quando ho letto il copione! C'è un meccanismo ingegnoso molto avvincente, e tratta temi per me molto interessanti. Mi piace molto il parallelismo che c'è con la vita delle stelle che sono visibili a noi dopo miliardi di anni che non esistono più."

Senza rivelare troppo sul film, l'attore protagonista Jeremy Irons sul suo personaggio racconta "interpreto  il  ruolo  di  un astrofisico  che  ha  una  relazione  con  una  studentessa.  Anche  lei  studia  astrofisica  e  lui  la incoraggia ad affrontare il suo passato, nel quale c'è stata una tragedia che ancora la affligge, in modo da essere più felice."



Apri Box Commenti