Linea Verde 2017-18, puntate del 21 e 22 Aprile

Linea Verde 2017 su Rai1, il sabato con Chiara Giallonardo e Marcello Masi, la domenica con Patrizio Roversi e Daniela Ferolla.

Da sabato 9 settembre alle 12.20 su Rai1 tornano Chiara Giallonardo e Marcello Masi che, con la partecipazione di Federica De Denaro, riprendono il viaggio e il racconto dell'agricoltura nelle città d'Italia e nei loro dintorni. Una vocazione green, quella urbana e metropolitana, che sta crescendo e che lo storico programma di Rai1 ha deciso dalla scorsa stagione di seguire e promuovere. Innovazione, marketing del territorio, promozione di nuove culture del vivere saranno i punti di riferimento più importanti della edizione 2017-2018 del programma.

Da domenica 10 settembre alle 12.20 su Rai1 Patrizio Roversi e Daniela Ferolla tornano a viaggiare per l'Italia per raccontare l'agricoltura e il territorio per la nuova edizione di Linea Verde.

Linea Verde | Domenica 22 Aprile 2018

1918 – 2018: nel centenario della Grande Guerra continua il viaggio di Daniela Ferolla e Patrizio Roversi attraverso i territori teatro dei combattimenti del primo conflitto mondiale. L'Altopiano è stato al centro di aspre battaglie per 1250 giorni durante i quali tutto è andato distrutto: i paesi, i pascoli, i boschi. Proprio dal bosco è partita la ricostruzione, 10 milioni di alberi piantati per far rinascere queste foreste, un'impresa unica in Italia. L'economia del bosco è legata a quella del pascolo e l'altopiano è il più esteso comprensorio dell'arco alpino con le sue 120 malghe, e il latte prodotto dà vita ad un grande formaggio: l'Asiago Dop. L'appuntamento con Linea Verde è per domenica 22 aprile alle 12.20 su Rai1.

Linea Verde | Sabato 21 Aprile 2018

Sabato 21 aprile il viaggio di "Lineavere... va in città" fa tappa in Veneto, in occasione della 52ma edizione del Vinitaly, l'annuale fiera enologica internazionale che si tiene a Verona. Chiara Giallonardo e Marcello Masi percorrono le strade che attraversano il centro urbano alla scoperta di tutto quello che è legato alla cultura del vino. L'edizione 2018 del Vinitaly è già un record, perché segna quest'anno un +25% tra gli espositori stranieri, a testimonianza della rilevanza economica della manifestazione. Verona è recentemente stata inserita tra le 10 capitali mondiali del vino: tutta la provincia, grazie al territorio particolarmente vocato, esporta oltre il 12 % di tutta la produzione vinicola nazionale, caratterizzando una regione che ha fatto dell'enogastronomia una delle sue principali fonti di reddito. E proprio in quest'area la tradizione enologica che risale addirittura ad epoca romana, ha "plasmato" il territorio, l'assetto delle città e l'architettura della zona. In Valpolicella, regione simbolo dell'Amarone, sorgono decine di ville storiche dotate di splendidi giardini all'italiana che si fondono in modo naturale con i vigneti, e gli abitanti della zona hanno "inventato", nel corso dei secoli, mille modi di impiegare il vino nelle preparazioni culinarie: e allora salumi e formaggi vivono il loro affinamento arricchendosi degli aromi e dei profumi del Recioto e dell'Amarone. Non manca il tradizionale "percorso del gusto" nel centro storico di Verona, alla scoperta delle più tradizionali preparazioni di street food ante litteram che accompagnano il tipico "goto" (in veneto "bicchiere di vino") che si gusta davanti alle caratteristiche osterie scaligere. Nel corso della puntata Federica de Denaro mostrerà una preparazione tipica di un piatto della tradizione locale.  

Linea Verde | Domenica 15 Aprile 2018

Linea Verde ricorda il centenario della fine vittoriosa della Prima Guerra Mondiale domenica 15 aprile alle 12.20 su Rai1. Daniela Ferolla e Patrizio Roversi si muovono in Veneto tra il Monte Grappa ed il Piave, i luoghi della "guerra di posizione" e della controffensiva italiana contro l'esercito austriaco. A un secolo da quegli avvenimenti la Grande Guerra occupa ancora uno spazio importante nella memoria collettiva delle persone che abitano quelle terre e sono resistite a distanza di tanti anni innumerevoli tracce e monumenti che la ricordano. Queste testimonianze, spesso collocate in scenari naturali, sono oggi degli importanti segni della memoria che ancora emozionano. Vengono ripercorsi con i conduttori e si va alla scoperta di luoghi, storie ed anche prodotti legati al conflitto.  

Linea Verde | Sabato 14 Aprile 2018

Sabato 14 aprile "Linea Verde... va in città" si trova in Liguria. Alle 12.20 su Rai1 Chiara Giallonardo e Marcello Masi raccontano La Spezia, le ricchezze e i sapori della sua terra e del suo Golfo. Partendo dagli orti sotto le mura trecentesche del Castello di San Giorgio, recuperati e restituiti alla città e che oggi ospitano una vera e propria scuola a cielo aperto per contadini urbani di tutte le età, il viaggio prosegue alla scoperta della Val di Vara, la "Valle del Biologico", e del famoso golfo, il "Golfo dei Poeti". Marcello Masi scopre da vicino il lavoro dei contadini del mare, mitilicoltori e ostricoltori. Sì, perché nelle acque del Golfo, non si coltivano solo "i muscoli" - guai a chiamarle cozze! - ma anche le ostriche sono ormai di casa e di pregiata qualità. La qualità, dei prodotti e della vita, è anche protagonista in Val di Vara, lungo uno dei fiumi più apprezzati dagli amanti del rafting di tutta Europa. Lungo il corso del Vara, Chiara Giallonardo partecipa anche - insieme agli uomini della Protezione Civile – alle operazioni di salvataggio dei corsi di soccorso fluviale in caso di alluvione che si organizzano nella zona. A raccontare cosa ha di speciale questa valle selvaggia e incontaminata ci pensano un'apicoltrice e un giovane allevatore che in Val di Vara hanno scelto di mettere radici e sviluppare le proprie attività. Linea Verde fa poi tappa in un altro paradiso ambientale Patrimonio dell'Umanità, l'isola di Palmària, la più grande dell'Arcipelago spezzino. Perché le capre selvatiche che da decenni vivono libere sull'isola devono essere portate via? Quale sarà il loro destino sulla terraferma? Abitanti, biologi e volontari dell'Ente Protezione Animali tenteranno di spiegare meglio un problema che da mesi agita la piccola comunità del posto. Il viaggio di Chiara e Marcello a La Spezia si conclude nelle botteghe della città tra sapori di terra e di mare, mentre Federica De Denaro guida i telespettatori nella preparazione dei "testaroli in salsa di noci", un'antica ricetta del territorio spezzino.  

Linea Verde | Domenica 8 Aprile 2018

In Umbria sulle tracce di Don Matteo. Il cuore verde del Belpaese raccontato attraverso le sue eccellenze: il viaggio di Linea verde domenica fa tappa in Umbria, nella zona di Spoleto, zona collinare che custodisce tesori preziosi conosciuti in tutto il mondo. Daniela Ferolla andrà alla scoperta di un vino che vanta secoli di storia, il Sagrantino, apprezzato soprattutto all'estero. E poi le meraviglie di Spoleto, dalla Rocca al duomo. Patrizio Roversi racconterà il primo cereale dop italiano, il farro di Monteleone e il prezioso tartufo nero. A proposito: Linea verde incrocerà un'indagine dei carabinieri sul furto di un prezioso carico di tartufi, l'oro nero dell'Umbria. Chi sarà il colpevole? La soluzione del giallo, tra realtà e fiction, sul finale di Linea verde.

Linea Verde | Sabato 7 Aprile 2018

Sabato 7 aprile il viaggio di "Lineaverde... va in città", su Rai1 alle12.20, fa tappa in Abruzzo. Chiara Giallonardo e Marcello Masi, con la partecipazione di Federica De Denaro, percorrono le strade che attraversano il piccolo centro urbano di Teramo, al centro di un vasto territorio che parte dal gruppo montuoso del massiccio del Gran Sasso ed arriva fino al mare Adriatico. Proprio in questa regione dell'Abruzzo studi svolti presso l'università di Teramo hanno evidenziato un'alta concentrazione di centenari, cosa che ha destato l'interesse di molti scienziati. Gli studi sono ancora in atto, ma i primi dati fanno già pensare che tra le cause della longevità della popolazione locale c'è l'abitudine ad osservare lunghi periodi di digiuno nel corso della giornata, abitudine tipica locale, caratteristica delle popolazioni legate alla pastorizia e all'agricoltura. E la ricerca scientifica in questa regione ha la sua eccellenza proprio nel campo dell'agricoltura, dell'allevamento e della tecnologia alimentare: esemplari sono gli studi sulla conservazione con alta pressione degli alimenti che hanno trovato in aziende all'avanguardia presenti sul territorio la loro espressione, o le tecniche di isolamento delle molecole benefiche e salutistiche che si trovano in una pianta antica (ora recuperata e coltivata di nuovo nel teramano) come la canapa. Proprio nella città di Teramo si trova uno degli ospedali veterinari più all'avanguardia d'Italia: qui gli studenti possono mettere subito in pratica, grazie al lavoro dei docenti effettuato anche "sul campo", gli insegnamenti universitari, in una struttura che si autofinanzia e che è diventata punto di riferimento di eccellenza per tutto il centro sud d'Italia. E nel territorio si trovano grandi spazi naturali incontaminati, "depositi" preziosi di straordinaria biodiversità. Eppure, proprio nel cuore di queste riserve naturali, svolgono le loro attività economiche interi paesi - un esempio simbolo è la città di Castelli, legata alla tradizione secolare della ceramica artistica - e aziende agricole lattiero-casearie pluripremiate per la loro grande capacità produttiva ma di alta qualità.  

Linea Verde | Domenica 1 Aprile 2018

Leggere il territorio attraverso le suggestioni provenienti dalla letteratura che, in più occasioni, ha preso spunto dalle tradizioni agricole e dalle condizioni dei contadini: è il caso della Lucania, raccontata da Carlo Levi nel suo "Cristo si è fermato a Eboli". Proprio partendo da questo libro del 1945 e dall'omonimo sceneggiato Rai diretto nel 1979 da Francesco Rosi, si muove la puntata di Linea Verde di domenica 1 aprile in onda su Rai1 alle 12.20. Da Eboli, Patrizio Roversi raggiunge l'antico borgo di Aliano, in provincia di Matera, dove visita i calanchi e si mette alla ricerca delle tradizioni più remote della civiltà contadina testimoniate da riti senza tempo come le "maschere cornute". Un'occasione per ripercorrere la vicenda umana di Carlo Levi, ma anche per verificare cosa resta delle suggestioni raccolte nella sua opera. Per il pranzo di Pasqua vengono preparate prelibatezze della cucina pastorale come gli "gnumarreddi", involtini a base di interiora d'ovino. Roversi visita poi il borgo abbandonato di Craco e il centro storico di Guardia Perticara che, con le loro atmosfere, hanno fatto da set al film di Rosi. Viaggio nella storia di Eboli per Daniela Ferolla che, nell'antica biblioteca del convento di San Pietro alli Marmi, scopre una testimonianza sulle produzioni casearie locali: sin dal rinascimento a Eboli si produceva la "saporosa", una mozzarella di bufala ancora oggi pregiatissima. Tra passato e presente Daniela visiterà l'antico e spettacolare sentiero dei mulini, sul tracciato di quella che fu la "via del grano" ai tempi dei Borboni. Raggiunge poi una bufalara dove viene perpetuato il rito del "battesimo" delle bufale e infine un moderno caseificio, dove la produzione avviene però nel rispetto delle tradizioni. Auguri finali con i meravigliosi prodotti della Piana del Sele.

Linea Verde | Sabato 31 Marzo 2018

Linea Verde va in città sbarca a Livorno. Nella puntata di sabato 31 marzo, in onda alle 12.20 su Rai1, i conduttori Marcello Masi e Chiara Giallonardo, con la collaborazione di Federica De Denaro, vanno alla scoperta del capoluogo toscano, una città storicamente fondata sui valori dell'accoglienza e dell'inclusione e divenuta nei secoli un vero e proprio crogiolo di culture ed etnie diverse. Il viaggio comincia in barca, insieme al maestro d'ascia Fulvio Pacitto, per un percorso lungo i Fossi Medicei, le vie d'acqua che attraversano il centro storico di Livorno e conducono fino al Mercato delle Vettovaglie, luogo-simbolo dei sapori della città e dei prodotti del suo territorio. Le influenze delle tante culture che a Livorno si sono incontrate e fuse tra loro rivivranno nel racconto di una cucina ricca e variopinta, ben rappresentata dal celebre cacciucco, ma anche dal più popolare "5e5", saporito panino imbottito con torta di ceci e melanzane piccanti. Ma se il nome di Livorno è conosciuto in tutto il mondo lo si deve soprattutto a una gallina. Infatti, le galline livornesi, apprezzatissime ovaiole diffuse negli Usa come nel Regno Unito, da qualche mese vengono celebrate anche a Livorno da un club di allevatori "per passione" che ne valorizza la bellezza. Infine, impossibile non ricordare la tragica alluvione che ha colpito Livorno lo scorso settembre. A distanza di 6 mesi da quel terribile momento, si vedrà come sta rinascendo un'azienda agricola gravemente danneggiata da quella marea di fango.  

Linea Verde | Domenica 25 Marzo 2018

La primavera arriva su Rai1 passando per la Riviera dei fiori. Linea Verde, in onda domenica 25 marzo alle 12.20 su Rai1, ha seguito un evento importante per il calendario turistico della Liguria e per tutti gli amanti della natura: "Sanremo in Fiore". Il tema scelto per questa edizione della sfilata dei carri che annualmente rinnova la tradizione del "Carnevale dei fiori" nato nella Belle Epoque, è lo sport. Sanremo può intatti fregiarsi del titolo di Città europea dello sport 2018, nomina di recente ufficializzata a Bruxelles presso la sede del Parlamento europeo. Daniela Ferolla e Patrizio Roversi raccontano i carri che, come da tradizione, hanno seguito il percorso di tra il lungomare Calvino, il piazzale Dapporto, la porzione di pista ciclabile parallela a via Nino Bixio sino ai giardini Vittorio Veneto. Quanto ai carri, rispettando il tema dato, ogni Comune partecipante ha scelto una disciplina sportiva particolare, descritta come sempre grazie all'ausilio di migliaia di fiori. Sanremo, fuori competizione, ha dedicato la sua composizione allo sport in generale. Linea Verde racconta i carri coi loro splendidi fiori e le meraviglie del territorio ligure, mettendosi alla ricerca dei piccoli segreti che rendono quelle zone d'Italia particolarmente adatte al benessere psicofisico. Inoltre spazi di approfondimento sulle piante e i fiori che aiutano la salute e l'attività motoria, con particolare attenzione al Basilico genovese DOP.

Linea Verde | Sabato 24 Marzo 2018

Sabato 24 marzo alle 12.20 su Rai1, "Linea Verde… va in città" è dedicata ai luoghi cari a San Pio. Marcello Masi e Chiara Giallonardo inizieranno il loro viaggio rispettivamente da San Giovanni Rotondo e Pietrelcina, i paesi che hanno segnato la vita di Padre Pio. A San Giovanni Rotondo si visitano le Fattorie dell'Opera di San Pio che forniscono, secondo le direttive del Santo Fondatore, materie prime di alta qualità agli ammalati dell'ospedale "Casa Sollievo della Sofferenza". A Pietrelcina, paese Natale del santo, si va alla scoperta dei campi dove viene coltivato l'antico carciofo apprezzato per la sua tenerezza e per il suo sapore delicato. Marcello Masi incontra nell'Università di Foggia un gruppo di giovani ricercatori della facoltà di agraria che stanno lavorando ad un progetto pilota, il primo esperimento in Italia di alimenti fabbricati con stampante 3D. Il viaggio prosegue poi nei centri storici delle cittadine di Foggia e Benevento tra botteghe del gusto dove si possono degustare i prodotti della tradizione enogastronomica di queste due provincie.  

Linea Verde | Domenica 18 Marzo 2018

Domenica 18 marzo Patrizio Roversi e Daniela Ferolla si calano nei panni del commissario Montalbano per risolvere ognuno il proprio giallo, e proprio in terra di Sicilia, nel ragusano, dove la fortunata serie di Rai 1 è ambientata. Il viaggio di Linea Verde parte da Ragusa Ibla, passando per Ispica e la sua cava, e si chiude a Modica. Daniela Ferolla inizia le sue indagini al Castello di Donnafugata, tra mito e leggende, sacro e profano, per ritrovare un antico tesoro perduto: la Capra d'oro del conte Cabrera. Qui raccoglie indizi che la portano prima all'oro degli Iblei, il formaggio Ragusano Dop, e poi sul Monte Irminio. Patrizio Roversi cerca invece di far luce sul giallo del pomodoro di Pachino Igp, scoprendo sulla scena del crimine (le serre), che qualcuno sta cercando di "farlo secco". La sua indagine lo porta poi nella suggestiva Cava d'Ispica, e infine a Modica, la città fondata secondo la leggenda da Ercole, dove finalmente scopre il colpevole. Nel gran finale si parla di uno dei piatti più amati dal commissario di Camilleri: gli arancini, che Montalbano ama talmente tanto da sognarli spesso anche sulla scena del crimine.

Linea Verde | Sabato 17 Marzo 2018

Non va in onda.

Linea Verde | Domenica 4 Marzo 2018

Alle 12.20, Patrizio Roversi e Daniela Ferolla accompagnano i telespettatori in un nuovo itinerario in Sardegna, nel Nuorese. La Sardegna è terra ricca di saperi e tradizioni e, nel lungo corso della sua storia, i cambiamenti, gli scambi con diversi popoli hanno contribuito a formare una cultura legata al passato, alle arti e alle tradizioni, ma anche molto orientata al futuro e all'innovazione. Oggi infatti i sardi vogliono ripartire dall'innovazione, dalle sinergie tra amministrazioni locali ed aziende, dalle unicità che offre l'Isola. La pompia, per esempio, un agrume che cresce esclusivamente in Sardegna, riscoperto e abbracciato da agricoltori e istituzioni locali può essere un esempio virtuoso di questo rilancio di un prodotto unico. Patrizio ne svela peculiarità ed utilizzi. Daniela invece va alla scoperta di un'altra risorsa dell'isola: le bellezze naturalistiche. Anche queste possono essere da una parte una risorsa turistica dall'altra un modo per tutelare l'ambiente.  

Linea Verde | Sabato 3 Marzo 2018

Sabato 3 marzo "Linea Verde va in città", in onda alle 12.20 su Rai1, è in Piemonte. Chiara Giallonardo e Marcello Masi, con la partecipazione di Federica De Denaro, raggiungono Torino per raccontare il suo patrimonio verde. Si inizia facendo un viaggio d'altri tempi: Chiara e Marcello scendono dalla collina di Superga a bordo della "Dentera", la storica tranvia che collega il colle alla città. A Torino si attraversa il Parco del Valentino, il più famoso e antico parco pubblico della città, simbolo cittadino al pari della Mole Antonelliana. Chiara, tra i 1800 alberi del Parco, va alla scoperta degli esemplari monumentali accompagnata da un "cercatore di alberi" per raccontare come è nata l'identità verde di Torino. Marcello, a bordo di un'auto d'epoca, raggiunge il Lingotto e la sua pista panoramica, un altro dei luoghi simbolo di Torino che, per decenni, è stata la città dell'automobile. Con un team di studenti del Politecnico sperimenta le auto del futuro, progettate pensando al design, alle tecnologie ma soprattutto ai bassi consumi. Il viaggio in città prosegue alla scoperta di alcuni dei suoi edifici più sostenibili: il "25 Verde", conosciuto anche come il palazzo-foresta, primo esperimento di bioarchitettura ecosostenibile a Torino e il grattacielo di Renzo Piano, certificato come il più sostenibile d'Europa e fra i primi dieci al mondo: si sale sul suo tetto verde, una serra bioclimatica a 166 metri di altezza. Che insalata si mangerà tra 20 anni? Si scopre ad Agroinnova, il Centro per l'Innovazione in campo agro-ambientale ed agro-alimentare dell'Università di Torino dove si fa ricerca per contrastare le malattie che colpiscono le piante a ciclo breve, oggi in continuo aumento a causa della globalizzazione dei mercati e dei cambiamenti climatici. Si racconterà anche una Torino capitale del gusto: si assaggiano i formaggi tipici del territorio e si parla anche di sicurezza alimentare proprio in tema di formaggi. Toma e fontina sono i protagonisti anche della ricetta che Federica de Denaro preparerà con lo chef Matteo Baronetto: i "chenelli alla savoiarda", gnocchi gustosi preparati alla maniera della corte sabauda. Nel viaggio tra le eccellenze a Torino di Linea Verde non manca il gianduiotto e una tappa in un caffè storico per gustare i marron glacés e le delizie della pasticceria mignon. 

Linea Verde | Domenica 25 Febbraio 2018

Domenica 25 febbraio, alle 12.20 su Rai1, il viaggio di Linea Verde prosegue alla scoperta della regione più piccola e montuosa d'Italia, la Valle d'Aosta. Oltre la metà del territorio è sopra i duemila metri di altitudine e i contadini portano avanti un'agricoltura a volte estrema. Anche d'inverno, in Valle d'Aosta l'agricoltura non si ferma: con Daniela Ferolla si vedrà la potatura di una vigna arroccata sulla montagna e l'intaglio del legno, secolare tradizione della Valle. Con Patrizio Roversi si andrà alla scoperta del burro, alimento da poco rivalutato e dei nuovi montanari, giovani che hanno scelto di vivere in montagna, dedicandosi all'agricoltura e non solo. Prodotti tipici e ricette, per concludere, all'ombra di sua maestà il Cervino.

Linea Verde | Sabato 24 Febbraio 2018

Una Salerno inedita, dal cuore green e con scorci mozzafiato, è la protagonista di "Linea Verde va in città", in onda sabato 24 febbraio alle ore 12.20 su Rai1. Marcello Masi e Chiara Giallonardo vanno alla scoperta dei luoghi più suggestivi di questa città della Campania, importante polo agricolo per tutto il meridione. Tra le curiosità: il "miglio-zero", una nuova iniziativa dei pescatori di Salerno con degustazione di "piccola pesca" del giorno, la creazione di una maxi mozzarella di bufala di oltre 20 chili, una visita a un mercato rionale per scoprire gli ingredienti per una corretta "dieta mediterranea" e a una delle aziende più importanti della Piana del Sele che produce insalatine 'bio'. Non manca una tappa all'Università di Salerno per visitare una 'startup' che riesce a creare delle vernici ecologiche per pareti da interni ricavate dagli scarti di ortaggi. Per la 'ricetta urbana', Federica De Denaro incontra lo chef salernitano Luigi Iapigio, che prepara un delizioso piatto con le alici di 'Menaica' e contorno di verdure e pomodorini della Piana del Sele. Non manca, infine, un giro del gusto in alcune botteghe del centro storico con la celebre frittata di pasta, il 'cuoppo' fritto ed il tipico dolce di Salerno, la 'Scarzetta del Cardinale'. 

Linea Verde | Domenica 18 Febbraio 2018

In Umbria alla scoperta dell'agricoltura del futuro, con la puntata di "Linea verde" di domenica 18 febbraio, alle 12.20, su Rai1. Agrifuturo che è nelle mani degli studenti di agraria: giovani, determinati, innovativi nelle loro soluzioni. Da loro, che domani dirigeranno le stalle e i campi dei nonni e dei genitori, si scoprirà come sia importante fare rete, imparare dal passato per imporsi sui mercati del futuro. Si approderà a Perugia sede dell'Università di Agraria costruita su un ex monastero benedettino con all'interno una delle chiese più affrescate del mondo da Caravaggio, Perugino e tanti altri. Ma anche a Deruta con il suo artigianato di ceramiche noto ovunque. Per finire a tavola accompagnati da Daniela Ferolla e Patrizio Roversi.

Linea Verde | Sabato 17 Febbraio 2018

Sabato 17 febbraio alle 12.20 su Rai1 "Linea Verde va in città". Come saranno le città del futuro? Nelle metropoli di domani che ruolo avranno la cura per l'ambiente e la sostenibilità? A Milano Marcello Masi e Chiara Giallonardo, con la partecipazione di Federica de Denaro, cercheranno di scoprirlo facendo un viaggio tra il passato agricolo della metropoli lombarda e il suo presente proiettato verso l'innovazione. Perché dietro i grattacieli dei nuovi, avveniristici centri residenziali, Milano ha saputo preservare la sua tradizione agricola, come dimostra l'articolato sistema dei navigli e l'ingegnosa invenzione delle marcite. Oggi a Milano anche la scienza e la medicina riscoprono le potenzialità dell'economia agricola, e il Policlinico reperisce fondi per le sue ricerche grazie alla vendita di latte bio prodotto sui terreni di sua proprietà. Nonostante sia la città più ricca d'Italia, Milano ha imparato a combattere lo spreco alimentare a partire dai mercati rionali, dove ogni giorno gruppi di volontari recuperano frutta e ortaggi ancora buoni da mangiare e che rischierebbero di finire in pattumiera. Anche la gastronomia nel capoluogo lombardo corre veloce verso nuovi inediti sapori: i piatti più famosi delle tradizioni culinarie di tutto il mondo vengono reinventati e proposti in versione street food a Km 0 grazie a ingredienti locali di alta qualità. 

Linea Verde | Domenica 11 Febbraio 2018

Domenica 11 febbraio alle 12:20 su Rai 1 Linea Verde sale sul Vesuvio, uno dei vulcani più famosi al mondo. Con Daniela Ferolla si entra nella bocca del vulcano e si scenderà fino a toccare il fondo del cratere, mentre Patrizio Roversi va alla scoperta dell'agricoltura del Parco Nazionale del Vesuvio, svelando i segreti di una terra fertilissima che l'uomo coltiva da migliaia di anni. Lasciato il Vesuvio si seguirà Daniela Ferolla tra le meraviglie di Pompei per rivivere la quotidianità ai tempi dell'antica Roma. Per finire, alla scoperta di cosa mangiavano i romani. Era una cucina molto diversa da quella di oggi? Il gastronomo Martino Ragusa preparerà un "goloso" banchetto con i cibi di duemila anni fa.

Linea Verde | Sabato 10 Febbraio 2018

"Linea verde va in città" sabato 10 febbraio alle 12.20 su Rai1 va a scoprire i segreti e le meraviglie di una delle fiere più antiche del mondo: quella di Sant'Orso, che si tiene ad Aosta da ben 1018 anni. In questo periodo dell'anno artigiani e contadini scendono a valle, nel capoluogo, dalle montagne di tutta la regione, e vendono ai "cittadini", nel periodo in cui l'agricoltura è a riposo, ogni sorta di attrezzo agricolo ma anche cibi e formaggi come la fontina, il lardo e le tradizionali sculture in legno. Ma non solo: il programma fa anche vedere i cibi che tradizionalmente si consumano nelle zone innevate e i prodotti artigianali che resistono, nella loro tradizione, da secoli.  

Linea Verde | Domenica 4 Febbraio 2018

Domenica 4 febbraio, alle 12.20 su Rai1, puntata di 'Linea Verde' dedicata alla scoperta dell'agro romano e dell'agro pontino, per raccontare quello che resta delle paludi che sin da tempi remotissimi occupavano le aree costiere. Iniziò, da Ostia Antica, l'epoca delle grandi bonifiche: Patrizio Roversi racconterà l'epopea dei ravennati "scariolanti" e la storia di Maccarese per soffermarsi, infine, sulla "attualità" della bonifica. Se, infatti, un tempo le idrovore e i canali servivano i campi agricoli, oggi il lavoro di prevenzione e manutenzione condotto dai Consorzi di bonifica protegge un territorio fortemente antropizzato e anche l'aeroporto internazionale di Fiumicino. Daniela Ferolla si muoverà invece nell'agro pontino, a cominciare dall'antica città di Ninfa, trasformata da Gelasio Caetani, agli inizi del Novecento, in un meraviglioso giardino con piante provenienti da tutto il mondo, come anche a Fogliano dove, nei pressi del lago che è parte integrante del Parco Nazionale del Circeo, è ancora visitabile l'orto botanico. Infine, 'Linea Verde' accompagnerà i suoi telespettatori in una straordinaria visita all'interno della tenuta presidenziale di Castelporziano, con le sue mandrie di vacche maremmane governate dai butteri, i suoi boschi primordiali con numerosi alberi monumentali e un patrimonio storico artistico che va dall'epoca imperiale ai giorni nostri. 

Linea Verde | Sabato 3 Febbraio 2018

Ravenna protagonista di questa puntata, tra cibi e mosaici.

Linea Verde | Domenica 28 Gennaio 2018

Questa domenica Linea Verde torna in Toscana. Una parte di Toscana forse meno conosciuta dal grande turismo, ma di grande fascino: il Monte Amiata. Un viaggio alla scoperta di questi luoghi che la stessa Regione sta cercando di rilanciare e valorizzare attraverso progetti particolari legati allidentità. Patrizio ripercorrerà la storia di questa terra, cominciando da una figura mistica come quella di David Lazzaretti. Ma l'Amiata è anche sinonimo di miniere che dall800 furono il sostentamento di buona parte della popolazione di questi luoghi. Noi ne racconteremo la storia. Dalle miniere passando per le tipicità locali come la castagna Igp. Daniela invece farà scoprire luoghi di grande fascino e non solo. Da chi ha dedicato la sua vita alla tutela di razze autoctone in via di estinzione fino ad arrivare a chi valorizza tutti i giorni questa terra con prodotti deccellenza riconosciuta a livello internazionale: è il caso di formaggi locali.  

Linea Verde | Sabato 27 Gennaio 2018

Sabato 27 gennaio Linea Verde va in città in Veneto, alla scoperta di una Venezia ricca di suggestioni e di sorprese. Per ricordare la giornata della memoria nel ghetto più antico del mondo, proprio lì dove la parola stessa ebbe origine, nel 1516. I segni del ricordo, ma anche dei piatti nati nel corso dei secoli in quel crogiolo di culture diverse. E poi cosa nascondono i canali di Venezia, alle radici di una città 'fatta a mano', costruita con un sistema unico al mondo e che perciò richiede una cura speciale. Alla ricerca della sua anima verde, spesso nascosta e protetta da muri che custodiscono centinaia di orti e giardini, più o meno segreti. Le vie delle spezie, della seta, del cioccolato... E i sapori della tradizione. Tra oriente e occidente, tra passato e futuro, il sogno della città più bella del mondo. 

Linea Verde | Domenica 21 Gennaio 2018

Grandi eccellenze, paesaggi che hanno reso celebre il made in Italy nel mondo, storia e un legame secolare con l'acqua termale che sgorga abbondante dal sottosuolo. Linea verde nel cuore dell'Italia centrale, al confine di tre regioni: Toscana, Umbria e Lazio. Con Daniela Ferolla, in elicottero, si scoprirà dall'alto come gli elementi della natura e la mano dell'uomo hanno disegnato il paesaggio. Si visiterà un'azienda agricola che ha deciso di produrre solo in biologico e ci si immergerà nelle acque termali di San Casciano, per conoscere le proprietà benefiche di questa grande ricchezza del sottosuolo. Il viaggio di Patrizio Roversi porterà i telespettatori in una grande azienda multifunzionale che, grazie al turismo, ha trovato il suo equilibrio. Poi, in una cantina dove si affina il Chianti, in questa estrema propaggine della provincia di Siena. Prima del tavolo finale, con una carrellata sui prodotti del territorio, Patrizio visiterà un centro di recupero per animali selvatici, abitanti schivi e discreti dei boschi. L'appuntamento con Linea Verde è per domenica 21 gennaio alle 12.20 su Rai1.

Linea Verde | Sabato 20 Gennaio 2018

"Sassari: tra storia, saperi e sapori", sarà questo il titolo della puntata di "Linea Verde... va in città" che andrà alla scoperta di questo dinamico comune di 130mila abitanti, situato nel nord-ovest della Sardegna. Con Marcello Masi e Chiara Giallonardo, si scoprirà come Sassari sia una delle città più 'green' in Italia e, secondo la prestigiosa rivista Usa "Weatherwise", si collochi addirittura al 4° posto tra le prime 10 città al mondo per il clima "più piacevole". Ma Sassari è anche città dei 'saperi' con la sua prestigiosa Università, fondata nel 1617 per volere di Filippo III, e il sostegno a numerose 'Startup' con innovativi progetti e applicazioni nel settore agroalimentare. Con Marcello Masi si farà visita a una delle più estese coltivazioni di mirto della Sardegna, si entrerà in un 'mercato civico' per conoscere da vicino alcune eccellenze eno-gastronomiche e si scoprirà perché le 'lumache' sono così ricercate e apprezzate nella cucina 'sassarese'. Chiara Giallonardo, visiterà un allevamento di ovini gestito da giovani agricoltori e scoprirà come la coltivazione del 'carciofo spinoso sardo' sia diventata un prezioso investimento grazie all'uso di moderne tecnologie per il risparmio idrico ed energetico. Inoltre si farà una visita in una bottega tessile che realizza abiti su misura rifacendosi alle antiche tradizioni del costume sardo. La ricetta urbana di Federica Di Denaro farà scoprire cos'è e come si prepara lo 'Zimino', una tipico piatto sassarese a base di 'frattaglie' e 'interiora' di agnello o bovino, molto gustoso e semplice da realizzare, accompagnato dalla immancabile melanzana sarda. La puntata si concluderà con un viaggio alla scoperta delle 'botteghe del gusto', molto frequentate da giovani e studenti che stanno animando da alcuni anni il centro storico di Sassari.

Linea Verde | Domenica 14 Gennaio 2018

Viaggio in Puglia, dalla Valle d'Itria al mare, partendo dalla contrada di Pascarosa e arrivando a Ostuni, con la puntata di "Linea verde", in onda domenica 14 gennaio, alle 12.20, su Rai1. Patrizio Roversi e Daniela Ferolla passano per Ceglie Messapica fino ad arrivare al Parco naturale regionale delle dune costiere, in un percorso tutto dedicato alla archeoagricoltura. I conduttori seguiranno il tema della "pietra", quella ammassata dai contadini nei muretti a secco e nelle specchie, quella dei dolmen e dei trulli, delle antiche masserie fortificate, quella delle Grotte e delle lame; la pietra come catalizzatore della magia, dell'energia e della tradizione. Testimone muta, ma sempre presente, delle culture millenarie di quei luoghi.

Linea Verde | Sabato 13 Gennaio 2018

Chi ha inventato il tiramisù? Qual è il segreto del prosciutto di San Daniele? Si può ottenere un uovo senza avere una gallina? Per rispondere a queste domande e a molte altre curiosità, Chiara Giallonardo e Marcello Masi, con la partecipazione di Federica De Denaro, andranno alla scoperta di Udine, una città profondamente legata alla cultura della terra e del buon cibo, ma anche sorprendentemente proiettata nel futuro. Proprio come una volta, a Udine e dintorni si producono ancora cibi unici, come la brovada, un prelibato contorno di rape bianche fermentate nella vinaccia, o il prosciutto di San Daniele, che si può produrre solo nell'omonimo paese, dove abilissimi artigiani hanno imparato da secoli a sfruttare tutte le potenzialità di un territorio esposto a venti che arrivano sia dall'Adriatico che dalle Alpi. Ma a Udine la tradizione si proietta costantemente nel futuro. L'innovazione nasce anche tra i banchi dell'Università, dove si sperimentano di continuo nuovi prodotti alimentari da brevettare e lanciare sul mercato. Un esempio? L'uovo-non-uovo, un prodotto interamente vegetale inventato da quattro studentesse per dare la possibilità di mangiare quello che sembra un "uovo" sodo anche a chi è allergico alle uova vere e a chi deve tenere sotto controllo il colesterolo. Dietro l'apparenza elegante e riservata della città, Udine nasconde un cuore caldo e accogliente. Per entrare in contatto con il suo spirito più autentico, basta fare un giro in centro all'ora dell'aperitivo. La capitale del Friuli, infatti, è la città del Tiepolo, ma anche del tajut, l'irrinunciabile bicchiere di vino che in tarda mattinata raduna gran parte della popolazione nelle osterie. Infine, il viaggio tra i sapori udinesi approderà al dolce italiano più amato e "conteso" il tiramisù, recentemente riconosciuto "prodotto agroalimentare tradizionale" del Friuli Venezia Giulia. Una "paternità" che ha scatenato qualche polemica, ma che ribadisce l'orgoglio italiano per il successo mondiale di questo dolce semplice eppure irresistibile.  

Linea Verde | Domenica 7 Gennaio 2018

Domenica 7 gennaio, su Rai1 alle 12.20, Linea Verde si muove in Calabria. L'itinerario scelto porterà Patrizio Roversi e Daniela Ferolla va da un mare all'altro, dal Mar Tirreno allo Ionio. Daniela andrà alla scoperta del Parco Naturale delle Serre e degli antichi mestieri che ancora conserva: artigiani delle pipe e carbonai; Patrizio, in un viaggio tra le cooperative agricole, cercherà di scoprire se l'Etica ancora premia economicamente chi si dedica a colture tradizionali e pagate il giusto, in una terra che resta difficile e ricca di contraddizioni.

Linea Verde | Sabato 6 Gennaio 2018

Sabato 6 gennaio alle 12.20 su Rai1 il viaggio di "Lineaverde va in città..." farà tappa nelle Marche. Chiara Giallonardo e Marcello Masi, con la partecipazione di Federica De Denaro, percorreranno le strade che uniscono Pesaro a Urbino, in un itinerario che porterà dall'ambiente marino tipicamente "adriatico" del pesarese, all'entroterra delle colline della regione del Montefeltro, che trova in Urbino la sua "città ideale". Pesaro è da poco stata premiata per la sua vocazione di città "amica della bicicletta", e la sua "bicipolitana" è una rete fittissima, segnalata e protetta, che unisce in corsie ciclabili tutti i nodi urbani importanti, tra le piazze e le vie della città. Pesaro è la città in cui nacque Gioachino Rossini, musicista famosissimo, ma anche straordinario gastronomo e appassionato di cibo, considerato il primo ambasciatore dell'eccellenza italiana nel mondo: nel suo lunghissimo soggiorno di Parigi era solito organizzare cene per intellettuali ed artisti, che lui stesso preparava usando prodotti del suo territorio. E tra gli ingredienti da lui più amati c'era il tartufo, onnipresente nei suoi appunti gastronomici; e proprio di tartufo si parlerà in trasmissione: nella provincia Pesaro Urbino si trova la città di Acqualagna, una delle capitali mondiali del profumatissimo fungo. Qui si vedrà come si raccoglie il pregiato tartufo bianco, dando importanti indicazioni al consumatore su come vanno scelti e acquistati sia freschi che conservati: una nuova norma, in vigore dal 1 gennaio 2018, mette ordine tra le indicazioni da inserire in etichetta. Ma proprio nei dintorni di Urbino è nata una piccola, pluripremiata azienda informatica, che ha avuto il merito di associare le risorse della rete internet all'agricoltura reale: grazie alla creazione di una applicazione che funziona su cellulari e tablet, è facile per chiunque "impiantare" il proprio orto su misura. Perché il "disegno" fatto sullo schermo dello smartphone si traduce in ortaggi concreti, freschi e appena raccolti, grazie ad una rete di contadini appositamente selezionati. E proprio a Urbino due giovani imprenditrici hanno da pochi anni cominciato a fare un pane cotto a legna prodotto con varietà antiche coltivate sulle colline del Montefeltro, che ha regalato alle due giovani donne tantissimi riconoscimenti, grazie alla loro opera di recupero di metodi di produzione in uso già secoli fa. E dalla grande tradizione pesarese della ceramica ha preso le mosse, qualche decennio fa, una azienda che produce piatti e oggetti in gres, raffinatissimi nelle forme, robusti e sicuri dal punto di vista della sicurezza alimentare, esportati in tutto il mondo.  

Linea Verde | Domenica 17 Dicembre 2017

Al posto di Linea Verde va in onda A Sua immagine domenica 17 dicembre 2017.

Linea Verde | Sabato 16 Dicembre 2017

Linea verde va in città in onda su Rai1 sabato 16 dicembre alle 12.20 si trova in Sicilia. Chiara Giallonardo e Marcello Masi, con la partecipazione di Federica De Denaro, vanno alla scoperta di Catania. Il viaggio inizia dal Giardino Bellini, il polmone verde della città, intitolato al musicista catanese Vincenzo Bellini e considerato uno dei giardini pubblici più belli d'Europa, per la ricchezza del suo patrimonio botanico. Si prosegue raccontando le nuove coltivazioni di frutti esotici e tropicali come avocado, kumquat e mango, che negli ultimi hanno trovato terreno fertile proprio alle pendici dell'Etna. Viene attraversata la Piana di Catania, in pieno periodo di raccolta delle arance, per parlare di pastazzo, ovvero quel che resta dalla spremitura degli agrumi. Fino a poco tempo fa considerato solo come rifiuto da smaltire, scopriremo come può essere trasformato in una vera e propria risorsa in ambito alimentare e in campo tessile. Si continua a parlare di agrumi nei laboratori del Centro di ricerca per l'agrumicoltura e le colture mediterranee del Crea di Acireale dove da oltre 10 anni si fa ricerca e sperimentazione per migliorare la qualità di questi frutti e potenziarne le proprietà benefiche. Linea verde va in città a Catania fa anche tappa nel quartiere periferico di Librino, per raccontare un orto urbano nato in una zona abbandonata, che oggi è diventato un punto di riferimento per i giovani e gli anziani che abitano nel quartiere. Catania come il suo vulcano è un'esplosione di sapori, colori e profumi e nell'itinerario del gusto di questa puntata di Linea Verde non mancano friggitorie, il mercato del pesce, che per i catanesi è "a piscaria", e i dolci tipici della trazione come cannoli e cassatine.  

Linea Verde | Domenica 10 Dicembre 2017

Dicembre, c'è clima di festa e Linea Verde si prepara al Natale con una puntata dedicata alle bollicine. Daniela Ferolla va in Franciacorta per raccontare da dove e come nasce uno degli spumanti più famosi d'Italia che quest'anno festeggia i 50 anni della Doc. Patrizio Roversi cerca di capire meglio cosa rende così speciale questo territorio e per farlo si avventura in Val Camonica sulle tracce dei Camuni, i "graffitari" di diecimila anni fa. Il suo itinerario prende il via dal Parco delle Incisioni Rupestri di Capo di Ponte e incontrando artigiani del formaggio (il Silter Dop) e del ferro (una vera eccellenza l'artigiano delle zappe!) arriva fin giù al lago d'Iseo. Daniela termina con una visita nelle cantine e un brindisi ricco di bollicine.

Linea Verde | Sabato 9 Dicembre 2017

Linea verde va in città a Bologna il 9 dicembre 2017, per vedere anche dove si svolge Lo Zecchino d'Oro.

Linea Verde | Domenica 3 Dicembre 2017

Linea Verde, in onda domenica 3 dicembre alle 12.20 su Rai1, approda in Abruzzo. Un viaggio nel cuore del centro Italia, alla scoperta delle bellezze e dei prodotti del Parco Nazionale del Gran Sasso e dei Monti della Laga, in provincia dell'Aquila. Daniela Ferolla e Patrizio Roversi, sulle tracce dei pastori transumanti, faranno conoscere al pubblico di Linea Verde prodotti che, nei secoli, hanno contribuito a tratteggiare l'economia agricola di questa terra. Dall'antico grano solina al pecorino. Poi bellezze storiche e naturalistiche della regione Verde d'Europa.  

Linea Verde | Sabato 2 Dicembre 2017

Sabato 2 dicembre alle 12.20 su Rai1, il viaggio di "Lineaverde... va in città" fa tappa in Puglia. Chiara Giallonardo e Marcello Masi, con la partecipazione di Federica De Denaro, sono a Bari, il cuore economico e imprenditoriale della regione. Forte della sua tradizione marittima, commerciale e mercantile, il territorio di Bari si caratterizza anche per la sua grande produttività agricola. E proprio dall'agricoltura si parte nella puntata: in periferia, a ridosso dei grandi palazzi, sorge un campo in mezzo agli ulivi dove vengono coltivate verdure della famiglia dei brassicacee che sono introvabili nei supermercati: sono i cavoli (i "cola", in dialetto barese) che non sopportano il frigorifero, che vanno cucinati e mangiati appena raccolti, come testimoniano i baresi che si recano fuori città per procurarsene freschissimi. Ma la Puglia è anche la regione che fornisce oltre il 50% dell'olio extravergine di produzione nazionale. E proprio l'Università di Bari, in collaborazione con il Politecnico della città, ha messo a punto un sistema di estrazione dell'olio che promette di rivoluzionare la produzione: si tratta di un sistema ad alta tecnologia basato sugli ultrasuoni che potrebbe consentire di aumentare la produzione oleicola senza perdere in qualità. E a proposito di novità, a Bari è attiva una piccola azienda innovativa fondata da quattro giovani ricercatori: in una serra, grazie a grandi vasche dette "fotobioreattori" viene coltivata l'alga spirulina, uno degli alimenti definiti dalla FAO "il cibo del futuro". Questa microalga contiene proteine in quantità tripla rispetto alla carne. Ma non è finita: proprio da Bari è partito il cibo che ha nutrito gli astronauti italiani che hanno vissuto, negli ultimi anni, sulla stazione spaziale internazionale; grazie ad una tecnica di disidratazione messa a punto da un giovane imprenditore, le orecchiette con le cime di rapa hanno potuto prendere il volo ed arrivare in orbita, sostituendo così i concentrati ben poco appetitosi dei menu spaziali. E a proposito di ricette, nella puntata del 2 dicembre sarà mostrata passo passo la preparazione del piatto che è considerato il vessillo della città di Bari: "Riso patate e cozze".

Linea Verde | Domenica 26 Novembre 2017

Culture da mescolare, cibi da riscoprire, storie antiche e nuovissime di agricoltura e cucina, di paesaggi e di prodotti agroalimentari. Tutto questo è il Mediterraneo, a cui Linea Verde dedica una puntata speciale in diretta dalla Fiera Roma, in occasione della manifestazione "Mercato Mediterraneo". Domenica 26 novembre alle 12.20 su Rai1, il viaggio di Linea Verde inizierà da quelle località del litorale romano che, già in età imperiale, duemila anni fa, rappresentarono il perno di imponenti scambi commerciali legati alla filiera agroalimentare: da Ostia Antica a Portus, Daniela Ferolla e Patrizio Roversi si inoltreranno in magnifici siti archeologici per scoprire come, tra le sponde del Tevere, siano passate e continuino a passare gli echi di grandi civiltà legate ai prodotti della terra: l'olio d'oliva e il grano su tutti. Nel corso della diretta ci sarà occasione di parlare di biodiversità, della riscoperta dei grani antichi, di prodotti come il cous-cous e il pane, che – nelle loro infinite varietà – rappresentano un ponte di pace e speranza nel futuro tra le sponde del Mediterraneo, troppo spesso funestate da eventi tragici. E infine la pizza: sintesi e simbolo della cultura italiana, celebrata in tutto il mondo come pilastro della dieta mediterranea e candidata ad assumere il titolo di "patrimonio immateriale mondiale dell'Umanità" dell'Unesco.  

Linea Verde | Sabato 25 Novembre 2017

Sabato 25 novembre, alle 12.20 su Rai1, il viaggio di "Linea Verde… va in città" farà tappa in Emilia Romagna. Chiara Giallonardo e Marcello Masi, con la partecipazione di Federica De Denaro, andranno alla scoperta di Parma dal 2015 città creativa UNESCO per la gastronomia. Parma è considerata la capitale della "food valley italiana". A Parma il cibo è cultura. La visione del cibo e della gastronomia è intrinsecamente legata al concetto della sostenibilità ambientale e della biodiversità. Il viaggio inizierà dall'azienda agraria Stuard che, da oltre trent'anni, assicura a Parma e alla sua provincia il presidio della sperimentazione e della biodiversità in agricoltura. Alle porte della città si farà visita ad un giardino commestibile: la Picasso food forest di Parma. Uno "spazio pubblico" dove gli alberi e le piante, oltre ad essere decorativi, forniscono anche cibo agli abitanti del quartiere. Uno dei prodotti che in questo territorio ha segnato la cultura del cibo e del saper fare nell'ambito dell'agroalimentare è il pomodoro. A Parma la trasformazione dell'oro rosso è nata e si è sviluppata dando vita ad un distretto unico in Italia e nel mondo. Si entrerà nei laboratori della Stazione Sperimentale per l'Industria delle Conserve Alimentari e si scoprirà con un test la provenienza del pomodoro contenuto nelle conserve. Mettendo le mani in pasta ci si immergerà, poi, nella vicina Collecchio, in una vera e propria esperienza di gusto: la creazione di una forma, "molto personale", di parmigiano reggiano. Tra le piazze e i vicoli della "petite capitale" come la battezzò la duchessa Maria Luigia d'Asburgo, moglie di Napoleone che governò Parma nel 1816, si andrà alla scoperta dei gusti della tradizione culinaria parmigiana, facendo tappa nelle antiche botteghe gastronomiche cittadine, dove la scenografia di sfondo è fatta spesso di salumi tipici appesi al soffitto: prosciutti, salami, culatelli, coppe e a sostegno delle pareti forme di parmigiano di varie stagionature.  

Linea Verde | Domenica 19 Novembre 2017

Domenica 19 novembre, su Rai1 alle 12.20, Linea Verde visita le Marche. In un viaggio da Fabriano a Sirolo, passando per Recanati, Montecassiano, Osimo e Portonovo, Daniela Ferolla racconta la filiera dell'olio d'oliva, mentre Patrizio Roversi quella dell'olio di semi di girasole. Gran finale con la disfida dei fritti, quando conduttori ed esperti indicheranno il modo migliore di usare le diverse qualità di olio per ottenere fritture perfette e senza rischi.  

Linea Verde | Sabato 18 Novembre 2017

L'anima "verde" di Padova? Si fonda sulla scienza e la ricerca. Perché la città del Santo è anche la "città della conoscenza", grazie alla sua gloriosa tradizione universitaria e all'ispirazione del nume tutelare Galileo Galilei. Chiara Giallonardo e Marcello Masi, con la partecipazione di Federica De Denaro, portano il pubblico di "Linea Verde va in città" in onda sabato 18 novembre alle 12.20 su Rai1, alla scoperta di una Padova profondamente legata al suo grande passato che l'ha vista imporsi come crocevia di scambi e commerci, al centro dell'agricoltura veneta. Una vocazione che la città mantiene ancora oggi ed è ben rappresentata dal vivacissimo mercato di Piazza delle Erbe con i suoi banchi e i suoi negozi sotto i portici, un vero "centro commerciale" ante litteram. Ma a Padova la storia si proietta costantemente nel futuro e anche il celebre Orto Botanico, nato nel Cinquecento in seno all'università e riconosciuto dall'UNESCO Patrimonio dell'Umanità, arriva ai nostri giorni arricchito di un avveniristico Giardino della Biodiversità in cui si studiano piante provenienti da tutto il pianeta. Sempre dal passato, da una cultura agricola un tempo povera, arriva ai giorni nostri anche la coltivazione del radicchio che, grazie all'intraprendenza dei coltivatori, è riuscito a imporsi oggi come pregiato ingrediente nelle cucine dei grandi chef di tutto il mondo. Va verso il futuro e l'innovazione anche l'attività del Campus Agripolis, dove si sperimentano nuovi metodi di coltivazione e di allevamento che ci fanno intravedere già adesso come sarà l'agricoltura del terzo millennio. Anche il viaggio tra i sapori padovani farà conoscere le tradizioni secolari come quella dei "folpari", i venditori ambulanti di pescato della laguna, che convivono con nuove idee imprenditoriali capaci di trasformare in cibo di strada anche caposaldi della cucina padovana come i bigoli e la polenta.  

Linea Verde | Domenica 12 Novembre 2017

Prosegue il viaggio di Linea Verde lungo lo Stivale. Domenica 12 novembre alle 12.20 su Rai1 Patrizio Roversi e Daniela Ferolla si troveranno in Piemonte per seguire la filiera di due prodotti amati sicuramente dai palati più fini. Daniela seguirà la trasformazione del cacao in cioccolato pregiatissimo, Patrizio invece si tufferà nel mondo della birra agricola. Sembrano due alimenti lontani anni luce tra loro. Birra e cioccolato nascono millenni prima di Cristo in territori del pianeta tra loro molto distanti, ma solo negli ultimi anni, dopo essersi affermati a livello gastronomico e culturale in tutto il mondo, si incontrano e "innamorano" l'uno dell'altro. Ci sono volute elaborazioni delle materie prime e molti viaggi prima che si potesse immaginare e scoprire la felice unione di due alimenti cari all'uomo. Un viaggio con una scenografia unica come quella delle Langhe, dei noccioleti e del paesaggio piemontese fatto di vigne e castelli.

Linea Verde | Sabato 11 Novembre 2017

"Linea Verde... va in città" fa tappa nelle Marche. Chiara Giallonardo e Marcello Masi, con la partecipazione di Federica De Denaro, andranno alla scoperta di Macerata, città di cultura, agricoltura e artigianato. Si conoscerà il cavolo verde maceratese, coltivato sotto le mura della città, il maceratino, un vino prodotto in una delle cantine più prestigiose del territorio e si assaggeranno i vincisgrassi, ricetta tipica della tradizione contadina dei giorni di festa. Con gli studenti dell'Istituto agrario si approfondirà un nuovo metodo sperimentale di coltivazione dell'ulivo. Il viaggio di Linea Verde continuerà fra antichi frutti dimenticati, salumi, formaggi e fritti delle migliori botteghe del gusto del centro storico. Non solo agricoltura e prodotti tipici, a Macerata Linea Verde entrerà nei laboratori dell'artigianato calzaturiero e tessile che, tra tradizione e innovazione, sono diventati delle eccellenze conosciute in tutto il mondo. L'appuntamento con "Linea Verde... va in città" è per sabato 11 novembre alle 12.20 su Rai1.  

Linea Verde | Domenica 5 Novembre 2017

Natura e cultura. Paesaggi mozzafiato e agricoltura eroica. Il viaggio di Linea verde in onda domenica 5 novembre su Rai1 alle 12.20 sarà in Costiera amalfitana, da Positano a Ravello, alla scoperta di uno dei luoghi magici del nostro paese, noto in tutto il mondo. Ospitalità, turismo, ma anche un'agricoltura che ha fatto tesoro dell'isolamento: qui la biodiversità è una grande ricchezza che ha dato vita a prodotti straordinari. Con Patrizio Roversi, dai monti Lattari al mare, alla ricerca delle produzioni che hanno contribuito a fare grande questo lembo di terra che si tuffa nel Mediterraneo, si scopriranno le castagne, le viti secolari, i pomodori. E una delle specialità italiane più conosciute del mondo: la pizza, sublime sintesi dei prodotti che in questa terra raggiungono la massima espressione. Daniela Ferolla conoscerà i contadini volanti: una vita sospesi a curare e raccogliere lo sfumato, limone tipico di Amalfi. Ma si conoscerà anche la carta fatta a mano e i capi che hanno contribuito a fare grande l'abbigliamento made in Italy.

Linea Verde | Sabato 4 Novembre 2017

Sarà Roma la protagonista, sabato 4 novembre alle 12.20 su Rai1, del viaggio settimanale di "Linea Verde... va in città", il programma condotto da Chiara Giallonardo e Marcello Masi, con la partecipazione di Federica De Denaro. La capitale più verde d'Europa, ma anche quella più agricola, riserverà non poche sorprese. Il viaggio dentro Roma partirà dalle terrazze del centro, tradizionali icone letterarie e cinematografiche, ma oggi anche piene di novità green: dai primi esperimenti di apicoltura urbana, a quelli di veri e propri giardini e orti sui tetti. Il tutto all'insegna della lotta allo smog e alla ricerca del mantenimento della biodiversità metropolitana. Le telecamere entreranno per la prima volta nello splendido giardino – Hortus conclusus – dell'Abbazia benedettina che fiancheggia la Basilica di San Paolo fuori le mura. Sulla Regina Viarum, nel Parco Archeologico dell'Appia Antica, Chiara Giallonardo porterà poi i telespettatori alla scoperta di inaspettate aziende agricole che si incuneano nel cuore della città. Marcello Masi percorrerà invece l'ex Parco della cellulosa, oggi Monumento naturale: 76 ettari di piantagioni forestali – vero e proprio campionario dei boschi di tutto il mondo all'interno di un area (il quartiere Casalotti) densamente abitata - dove i ricercatori del Consiglio per la ricerca in agricoltura (CREA) studiano quali alberi possano resistere meglio ai cambiamenti climatici mitigando l'inquinamento atmosferico delle città. Le passeggiate del gusto nelle mille anime gastronomiche di Roma partiranno invece dalla Stazione Termini, dove da un anno, grazie al risanamento dell'area su via Giolitti, le centinaia di migliaia di viaggiatori che arrivano o transitano nella capitale hanno l'opportunità di un primo "assaggio" dei prodotti del territorio e delle specialità della cucina romana. Chiara Giallonardo e Marcello Masi poi, esploreranno in profondità una di queste anime, quella della tradizione ebraica. Nei mille locali che riempiono le vie intorno alla Sinagoga, si scoprirà insieme a loro che, oltre al classico carciofo "alla giudia", la tradizione della cucina kosher sta diventando moda e street food.

Linea Verde | Domenica 29 Ottobre 2017

30 ottobre 2016: l'ondata sismica che da mesi sconvolge il centro Italia tocca il suo picco di intensità (6,5 Richter), causando gravissimi danni nelle regioni Marche e Umbria. Un anno dopo quella terribile scossa, Linea Verde tornerà ancora una volta a occuparsi delle zone colpite dal terremoto, così fortemente legate ai temi dell'agricoltura e dell'allevamento. Linea Verde domenica 29 ottobre, alle ore 12.20 su Rai1, inizierà il suo viaggio dai meravigliosi paesaggi di Piani di Castelluccio, vicino Norcia, Daniela Ferolla incontrerà gli allevatori di cavalli che tentano di mantenere viva la loro attività puntando su una possibile ripresa turistica in un contesto al tempo stesso difficile e suggestivo, dove si fronteggiano bellezza e distruzione. Nelle Marche, intanto, è iniziato il difficile compito di rimozione delle macerie. Nella zona rossa di Camerino, città duramente provata dal sisma, Patrizio Roversi verificherà sul campo i lavori in corso e visiterà un pastificio che, nonostante i danni del terremoto, ha deciso di investire nel territorio. Sono molte, nel settore agroalimentare, le realtà imprenditoriali che hanno deciso di investire nella qualità e nella tipicità dei prodotti. In Umbria spiccano esempi virtuosi come il consorzio Prosciutto di Norcia IGP o le lenticchie di Castelluccio IGP. Accanto a realtà industrialmente strutturate, provano a proseguire al meglio le loro attività piccole imprese agricole e allevatori, che si preparano con difficoltà al secondo inverno dopo il terremoto. A che punto sono i lavori di costruzione delle nuove stalle e di ristrutturazione di quelle lesionate? Linea Verde proverà a raggiungere, nel suo viaggio, allevatori di bovini di razza marchigiana e di ovini autoctoni come la "sopravvissana", nei territori di Pieve Torina e Visso, fino all'antico Santuario di Macereto.

Linea Verde | Sabato 28 Ottobre 2017

Sabato 28 ottobre il viaggio di "Linea Verde... va in città", su Rai1 alle 12.20, farà tappa in Campania. Chiara Giallonardo e Marcello Masi, con la partecipazione di Federica De Denaro, andranno alla scoperta di Napoli, città tra le più ricche di cultura, capace anche di mostrare (dimostrando di saperci convivere) contrasti evidentissimi. Napoli è tra le poche città dove i quartieri popolari si trovano ancora nel centro storico; e a Napoli le tradizioni culturali e gastronomiche fanno da contrappunto all'innovazione e alla ricerca scientifica. A questo proposito, il viaggio di Linea Verde farà tappa presso l'università di Portici, la prima facoltà di agraria di Italia, dove vengono studiati e realizzati materiali innovativi e coloranti di origine naturale per ottenere confezioni per alimenti assolutamente prive di tossicità. Ma la ricerca parte anche dalla tradizione: dagli antichi testi degli alchimisti, alla luce della scienza moderna, un ricercatore è riuscito ad ottenere dei profumi e dei cosmetici usando scarti alimentari. Una "strategia" che consente di ridurre i rifiuti traendone contemporaneamente reddito. Ma Napoli è anche nota per la grande tradizione del cibo di strada, dei fritti, delle bancarelle di frutta e verdura ad ogni angolo delle strade: a fronte di questo aspetto, i più aggiornati artigiani, grazie alla tecnologia, stanno mettendo a punto prodotti capaci di conservare lo spirito e la cultura partenopea, pur essendo frutto della ricerca nel campo dell'innovazione agroalimentare.

Linea Verde | Domenica 22 Ottobre 2017

Domenica 22 ottobre, su Rai1 alle 12.20, Linea Verde sarà a Bergamo e in Lombardia per raccontare quali sono i risultati del G7 sull'agricoltura, organizzato dal Mipaaf a Bergamo. A guidare i telespettatori alla comprensione di quello che cambia in agricoltura e quanto peseranno queste scelte sui consumatori saranno Patrizio Roversi e Daniela Ferolla, con i loro ospiti: Roberto Moncalvo della Coldiretti, il presidente nazionale degli agronomi Andrea Sisti, Carlo Petrini di Slow Food e Alberto Giombetti della Cia. Il Ministro Martina traccerà le conclusioni raggiunte dai Sette Grandi sui temi clou dell'incontro internazionale: reddito degli agricoltori e recupero degli scarti.

Linea Verde | Sabato 21 Ottobre 2017

Brescia, città industriale per eccellenza, custodisce in realtà una sorprendente anima "verde" che merita davvero di essere conosciuta. Sabato 21 ottobre alle 12.20 su Rai1 il viaggio di "Linea Verde… va in città" farà tappa proprio nel capoluogo lombardo per vedere da vicino come, dopo oltre un secolo di industrializzazione, i bresciani stiano riuscendo a recuperare le loro radici contadine. Chiara Giallonardo e Marcello Masi, con la partecipazione di Federica De Denaro, andranno alla scoperta di una città che grazie alle grandi potenzialità del suo territorio oggi può puntare anche a un futuro nell'agricoltura all'insegna della sostenibilità ambientale. La puntata partirà dal vigneto Pusterla, il più grande vigneto urbano d'Europa. Collocato ai piedi del castello di Brescia, il vigneto oggi produce e mantiene in vita un'antica varietà autoctona, l'uva invernenga. E la svolta "green" di Brescia nasce dalle sue solide tradizioni agricole: qui infatti da 140 anni è attivo l'istituto agrario "Giuseppe Pastori", uno dei più grandi e attrezzati d'Italia, che negli ultimi anni sta conoscendo un successo sempre maggiore. In questa scuola, tra stalle, campi coltivati e serre, 1200 studenti si preparano a un futuro nell'agricoltura. Ma, nel frattempo, molti altri giovani sono già all'opera per rilanciare l'economia agricola su tutto il territorio bresciano. Dall'intraprendente ulivicoltore che già ottenuto grandi riconoscimenti rilanciando la coltivazione dell'oliva "sbresa", una varietà che cresce solo nello scenario incantato del lago d'Iseo, all'ortolano 2.0, che con la sua "bicicletta attrezzata" percorre in lungo e largo il centro storico di Brescia per consegnare verdura e frutta fresca a domicilio, ma a emissioni zero. E a proposito di giovani generazioni, nel corso della puntata Marcello Masi presenterà anche le più interessanti novità presenti all'Agrogeneration, una delle iniziative più interessanti del G7 dell'agricoltura di Bergamo. Il viaggio tra i sapori bresciani farà conoscere piatti semplici e veraci da osteria e delizie come la tipica pasta fresca ripiena, per portarci fino al laboratorio del grande pasticcere Iginio Massari, celebrato in tutto il mondo per la sua maestria, ma profondamente legato alle sue radici bresciane e ai sapori di dolci tradizionali come il pan dei morti, che viene preparato per la festività di Ognissanti.

Linea Verde | Domenica 15 Ottobre 2017

Domenica 15 ottobre su Rai1 alle 12.20, il viaggio agricolo di Linea Verde porta Daniela Ferolla e Patrizio Roversi alle pendici del Vulture, il solo vulcano ad est della catena appenninica. In questa puntata tutto ruota attorno al "vulcano buono" che gode di una posizione unica, con particolari caratteristiche geologiche e dalla cui terra fertile e ricca di minerali nascono prodotti con un gusto inconfondibile, come ad esempio l'Aglianico del Vulture. Siamo in Basilicata, nella terra che ha dato i natali al poeta romano Orazio e questo vino che ha origini antichissime, potrebbe aver ispirato le sue celeberrime odi. Daniela Ferolla si ritrova qui a vendemmiare uve di Aglianico al chiaro di luna. Il Vulture è famoso per le sue acque: acque minerali naturalmente frizzanti per via dell'anidride carbonica che continua a fuoriuscire dalle viscere della terra. Dal Lago piccolo di Monticchio alle sorgenti si seguirà il corso di quest'acqua. Siamo nel cuore del regno di Federico II e dei suoi boschi tanto amati e protetti. Patrizio Roversi segue i sentieri che lo portano a raccogliere castagne. Per migliaia di anni, dai primi insediamenti preistorici ai Romani ai Re Normanni, il Vulture è stato un centro di grande importanza strategica, oggi è un luogo tutto da scoprire.

Linea Verde | Sabato 14 Ottobre 2017

Savona punta sui chinotti, sull'innovazione green e "Linea Verde va in città" – il programma condotto da Chiara Giallonardo e Marcello Masi con la partecipazione di Federica De Denaro – non poteva mancare l'appuntamento con questa città in rapido cambiamento, dove la bellezza del territorio sta riconquistando lo spazio rubato dalle industrie oggi dismesse. Sabato 14 ottobre il programma di Rai1 in onda alle 12.20 sbarcherà dunque nell'estremo ponente ligure, in un territorio stretto tra le prime propaggini delle alpi marittime e il mare: i due elementi che da sempre determinano l'identità di Savona. Marcello Masi e Chiara Giallonardo si aggireranno tra i campi agricoli dove si sta rilanciando la tradizionale produzione dei chinotti (Savona città del chinotto è ormai diventato un vero e proprio brand); raggiungeranno le alture a picco della provincia più boscosa d'Italia dove il centro internazionale di monitoraggio ambientale e l'Università studiano come riforestare correttamente e prevenire il rischio incendi in sintonia con le caratteristiche dei terreni e con i cambiamenti climatici; conosceranno il modernissimo campus dove si sperimenta la città del futuro, sostenibile e autonoma dal punto di vista energetico; scopriranno il porto, insenatura artificiale che porta il mediterraneo nel cuore della città, un tempo terminal delle acciaierie savonesi, oggi importante hub turistico; percorreranno gli antichi carruggi del centro storico, alla scoperta dei sapori più tipicamente locali: panissa farinata, chupin di pesce e tanto altro.

Linea Verde | Domenica 8 Ottobre 2017

Domenica 8 ottobre Linea Verde, su Rai1 alle 12.20, va alla scoperta del fiume Aniene, che nasce al confine tra Lazio e Abruzzo dai Monti Simbruini, bagna Subiaco, prosegue il suo corso verso Tivoli e la campagna romana per unirsi al Tevere dopo un viaggio di 99 km. Un fiume ricco di storia e di storie che rappresenta anche una risorsa fondamentale per l'agricoltura delle zone che attraversa. Nel suo percorso Daniela Ferolla si trova al laghetto di San Benedetto, presso il Monastero benedettino di Santa Scolastica. Patrizio Roversi dall'alto cerca la sorgente dell'Aniene e in un continuo rimando tra passato e presente, tra storia e attualità, racconta dei Romani che già usavano il fiume per approvvigionare la città, dei Monasteri del Sacro Speco e di Santa Scolastica e della bellezza delle architetture di Tivoli, dove sorgono Villa Adriana, Villa d'Este e Villa Gregoriana. Si scoprirà che il fiume è anche divertimento: con un gruppo di giovani che hanno creato un'associazione per la pratica di sport acquatici Daniela sarà alle prese con il rafting. Risorsa importante per l'agricoltura, il fiume aiuta alcune coltivazioni molto particolari e fortemente legate al territorio come quella della fagiolina di Arsoli, un legume che ha trovato nella Valle dell'Aniene il suo habitat ideale. Si assisterà alla sua raccolta e alla cosiddetta battitura. Il viaggio di Linea Verde alla scoperta dell'Aniene si concluderà a pochi chilometri da Roma, in un'area protetta dove due fratelli gestiscono un'azienda a filiera cortissima che punta tutto sulla diversificazione dei prodotti e la vendita diretta.  

Linea Verde | Sabato 7 Ottobre 2017

Sabato 7 ottobre il viaggio di "Linea Verde… va in città" fa tappa in Sicilia. Alle 12.20 su Rai1, Chiara Giallonardo e Marcello Masi, con la partecipazione di Federica De Denaro, vanno alla scoperta di Trapani, la città dei due mari, dei panorami mozzafiato e della ricca tradizione culinaria contaminata dai sapori del Mediterraneo. Trapani è anche la città del sale, preziosa materia prima, dono del mare che la circonda. Il viaggio inizia proprio tra i canali e le vasche delle saline, alla scoperta dei segreti e dell'ingegno con cui l'uomo è riuscito ad imprigionare l'acqua all'interno di una splendida riserva naturale. Si racconterà l'antica tradizione della coltivazione del sale e della raccolta a mano tramandata di generazione in generazione. Il sale è anche un elemento fondamentale nella lavorazione del "Ritunno salato", un prodotto tipico del territorio definito anche la "bottarga dei poveri". Tra i vicoli del centro storico si farà tappa nelle tante botteghe del gusto, seguendo un percorso di odori e sapori delle tipicità trapanesi, dalle famose "busiate con il pesto alla trapanese", alla "pizza arrianata", scoprendo anche tipicità dell'altra sponda del Mediterraneo. Il viaggio continuerà poi nei dintorni della città, all'interno di un antico mulino per seguire il processo di trasformazione del grano in semola, elemento di base del cous cous, uno dei piatti tipici della cucina Trapanese, simbolo della contaminazione tra la cucina locale e quella araba nordafricana. Nelle campagne circostanti si vedrà come dei giovani imprenditori agricoli hanno rinnovato la produzione frutticola con nuove piantagioni di melograno, pianta che da un frutto dalle notevoli proprietà benefiche.  

Linea Verde | Domenica 1 Ottobre 2017

Lungo le antiche rotte dei transumanti, alla scoperta di tradizioni millenarie e risorse economiche per il futuro. Domenica 1 ottobre alle 12.30 su Rai1, Linea Verde andrà alla scoperta di un Molise orgoglioso della propria Storia e dei propri prodotti, un polmone verde ricco di risorse naturali e scorci paesaggistici mozzafiato. Il viaggio di Linea Verde inizierà dalle montagne che sovrastano il borgo di Frosolone (Isernia). Qui Patrizio Roversi incontrerà le ultime famiglie di mandriani e di pastori che rinnovano i riti della transumanza e si dedicano all'allevamento bovino e ovino. Frosolone è inoltre un rinomato centro per la produzione di coltelli da lavoro, tipici utensili della civiltà agropastorale. Tutto il Molise e in particolare la provincia di Isernia sono legati indissolubilmente a questo passato, come avviene a Scapoli, il "paese della zampogna": qui Daniela Ferolla si inoltrerà per le vie dell'antico borgo alla ricerca degli artigiani che ancora producono a mano questi antichi strumenti, accompagnata dalle inconfondibili note della musica popolare. Un viaggio tra i tratturi del Molise è un viaggio anche nella Storia più remota: lo dimostrano siti archeologici come Pietrabbondante, santuario nazionale del popolo sannita, in cui sono ancora in corso importanti scavi. Ma un viaggio nel Molise di oggi è un viaggio in produzioni enologiche e alimentari di grandissimo pregio: dal vino Tintilia DOC al recupero delle mele autoctone fino alle eccellenze della filiera lattiero casearia, come la mozzarella "stracciata" e il "re" dei formaggi molisani, il caciocavallo. Un percorso nelle meraviglie del passato, da intendere non solo come un retaggio da conservare e ammirare, ma come una possibile indicazione per il futuro, in una regione la cui economia, nel primo quindicennio di questo secolo ha visto un calo del PIL del 19,1% e che ora, negli ultimi due anni, ha iniziato a mostrare segnali di ripresa.  

Linea Verde | Sabato 30 Settembre 2017

Sabato 30 settembre alle 12.20 su Rai1, il viaggio di "Linea Verde... va in città" farà tappa nel Lazio. Chiara Giallonardo e Marcello Masi, con la partecipazione di Federica De Denaro, andranno alla scoperta di Rieti, tra le città italiane più ricche di fonti di acqua sorgiva. Il centro abitato sorge nell'area di una vasta pianura, considerata tra le più fertili d'Italia, e attraversata interamente dalle purissime acque del fiume Velino. E proprio navigando sul fiume i conduttori raggiungeranno la città: grazie all'abbondanza di acque, unita alla fertilità della terra, i reatini hanno l'abitudine di impiantare piccoli orti, tutti strettamente legati al tessuto urbano. Nel territorio di Rieti c'è anche la famosa sorgente del Peschiera, le cui acque arrivano fino a Roma, e le telecamere di Lineaverde andranno alla scoperta dell'impianto sotterraneo che fornisce oltre 4000 litri di acqua al secondo: lungo i cunicoli e i corridoi scavati oltre 60 anni fa, si incontrano straordinarie grotte naturali di accumulo di acque sorgive. Ma Rieti è nota anche per i comuni a grande vocazione agricola che la circondano, e molti contadini e allevatori arrivano in città a vendere, presso il mercato della comunità montana, i loro prodotti. Nella scoperta del territorio, le telecamente di Lineaverde arriveranno fino ad Amatrice, la città colpita dal terremoto, e con un giovane appassionato chef mostreranno la ricetta degli spaghetti all'amatriciana. Sempre nello stesso territorio si produce l'ingrediente più importante di questo piatto, il guanciale, salume in grado di dare sapore e profumo al piatto che è tra i più apprezzati al mondo.

Linea Verde | Domenica 24 Settembre 2017

Da 2000 a 200 metri d'altitudine. Domenica 24 settembre alle 12.20 su Rai1, Linea Verde alla scoperta dell'agricoltura del Trentino, dall'alpeggio in malga, al vino prodotto nel fondovalle. Con un occhio ai giovani: dopo decenni di costante abbandono, arrivano segnali di un'inversione di tendenza. Molti ragazzi tornano (o vogliono tornare) alla terra. Il viaggio di Linea Verde inizia sui pascoli, dove Daniela Ferolla incontra le vacche Highlander, originarie della Scozia, che si stanno diffondendo rapidamente sulle Alpi. Patrizio Roversi partecipa invece a una "desmontegada", un evento che celebra il ritorno a valle delle vacche che lasciano l'alpeggio, come ogni anno a fine estate. Incontrerà poi un giovane studente di appena 16 anni ma con le idee chiare: il suo futuro è in montagna, ad allevare bestiame. Il viaggio continua verso valle con le mele della Val di Non, la cui produzione è stata pesantemente danneggiata da grandine e gelate, e con il "gioiello" del Trentino, il vino marzemino tanto caro anche a Mozart. Infine, una panoramica sui prodotti trentini, dai formaggi al pesce d'acqua dolce, garantiti dal marchio di qualità.

Linea Verde | Sabato 23 Settembre 2017

Sabato 23 settembre alle 12.20 su Rai1 il viaggio di "Linea Verde… va in città" fa tappa in Piemonte. Chiara Giallonardo e Marcello Masi, con la partecipazione di Federica De Denaro, vanno alla scoperta di Novara, città dalla solida tradizione contadina, che da oltre 500 anni ha legato la sua economia e la sua identità alla coltivazione del riso. Dalla mietitura alla lavorazione, si segue un percorso nel mondo del riso che porta a conoscere tutti i segreti di questo cereale. Insieme allo chef Sergio Barzetti si impa a scegliere il riso giusto per ogni piatto e a evitare gli errori più comuni quando lo si acquista, mentre la chef Marta Grassi insegna a realizzare un risotto a regola d'arte con i migliori prodotti a chilometro zero del Novarese. Il riso, però, è una materia prima preziosa non solo in cucina: a Novara si scopre come viene realizzato uno speciale sapone fatto con olio e amido di riso. Continuando il viaggio a Novara e dintorni, si raggiunge anche il Canale Cavour, l'opera di irrigazione che nell'800 ha cambiato l'aspetto e il destino di queste terre. Un esempio di ingegneria idraulica che ancora oggi è determinante per la vita di un vastissimo territorio. Ma Novara è conosciuta anche per essere il cuore della produzione del gorgonzola, uno dei formaggi italiani più conosciuti ed esportati nel mondo, frutto di un'antichissima tradizione casearia locale. Per fortuna la ricca eredità del passato non ha impedito ai novaresi di proiettarsi nel futuro. Proprio in questa città, legata per tradizione all'industria chimica, si è infatti affermata un'azienda che produce un materiale ormai entrato nell'uso comune di noi tutti: la bioplastica biodegradabile.

Linea Verde | Domenica 17 Settembre 2017

Quanto ha sofferto l'agricoltura per la siccità? E come si attrezza per far fronte ad altre annate simili? Linea Verde, in onda domenica 17settembre alle 12.20 su Rai1, sarà in Emilia-Romagna, un territorio da sempre vocato all'agricoltura ed in particolare alla frutticoltura, un tipo di coltivazione che richiede molto spesso grandi quantità d'acqua. Con Daniela Ferolla e Patrizio Roversi si cercherà di capire quali sono stati gli effetti della carenza di acqua. Da un allevamento di vacche da latte, passando per un'azienda di apicoltori fino ad arrivare alle saline di Cervia. Qui una soluzione concreta al problema siccità c'è e si chiama Canale Emiliano Romagnolo, una rete di canali organizzata per portare l'acqua con continuità sulle terre da irrorare. Un'esperienza che potrebbe diventare un modello per tutta l'Italia.

Linea Verde | Sabato 16 Settembre 2017

Alla scoperta di Pistoia con la puntata di "Linea Verde… Va in città" in onda sabato 16 settembre, alle 12.20, su Rai1. I conduttori Marcello Masi e Chiara Giallonardo, con la partecipazione di Federica De Denaro, faranno conoscere ai telespettatori questa bellissima città toscana con importanti testimonianze dell'epoca romanica e rinascimentale, eletta "capitale italiana della Cultura" per il 2017. Il viaggio partirà da una delle piazze del centro storico di Pistoia che, per l'occasione, verrà allestita con prato e fioriere in vista dell'evento "Prati in Città", che si svolgerà domenica 17 settembre e che vedrà le più importanti piazze del centro storico cittadino trasformate in un grande giardino a cielo aperto, facendo propria la direttiva dell'Onu che invita le città di tutto il mondo a diventare sempre più 'green' e poco rumorose per "salvare il pianeta". Saranno tante le eccellenze cittadine che saranno raccontate: dall'antica tradizione dell' arte vivaistica al rinomato distretto del cioccolato e della confetteria. Si farà anche un salto in collina per scoprire come si coltiva il prelibato "fagiolo di Sorana Igp", per poi arrivare in un antico molino dove si produce una farina di castagne di ottima qualità, non mancherà una visita al mercato rionale di Pistoia tra i colori e i profumi dei prodotti della tradizione gastronomica toscana. La ricetta urbana di Federica De Denaro sarà un piatto tipico della antica tradizione gastronomica pistoiese, la "zuppa del carcerato", che verrà preparata insieme allo chef Checco Bugiani. La regia è di Moira Anastagi.

Linea Verde | Domenica 10 Settembre 2017

Il viaggio di Patrizio Roversi e Daniela Ferolla inizia dalla Puglia, dalla terra delle Gravine che si trovano tra Laterza, Ginosa, Massafra, Castellaneta e la costa ionica. Queste fratture della terra hanno dato rifugio sin dal neolitico all'uomo dando vita alle prime comunità agricole, la ricchezza di questi insediamenti rupestri è unica in Europa Occidentale. In questa prima puntata dell'edizione invernale Patrizio e Daniela partono dalla storia dell'agricoltura per trovare elementi che possano aiutare ad affrontare il futuro. Daniela Ferolla andrà dalla gravina di Laterza, che è il canyon più grande d'Europa a Ginosa e il suo quartiere della Rivolta, nelle cui grotte-case si è abitato fino alla fine degli anni '50, una piccola Matera scavata su cinque piani. Nelle campagne che circondano questi paesi incontrerà Angelo, un appassionato allevatore di asini e Arcangelo un pioniere della coltivazione del fungo cardoncello. Patrizio Roversi racconterà le gravine dall'alto, la coltivazione dell'uva da tavola di cui la Puglia è una delle maggiori produttrici e tenterà di entrare nella leggendaria grotta del mago Greguro.

Linea Verde | Sabato 9 Settembre 2017

Linea Verde… va in città e riparte da Bolzano, città dall'anima medievale ma decisamente proiettata nel futuro, dove molti rivendicano con orgoglio origini contadine. Strano a dirsi, ma a settembre Bolzano diventa un enorme campo di vendemmia perché la terra entra nella città, la punteggia con vere e proprie enclave agricole, soprattutto vitivinicole. Chiara Giallonardo e Marcello Masi si lasceranno trasportare in questo mondo antico e moderno, forte ma gentile, serio e attento per incontrare sapori, linguaggi, volti, tradizioni e soprattutto persone custodi dell'ambiente. Attraverso loro, in un viaggio fra tradizioni e innovazione, scopriremo la ricetta che ha portato la città stabilmente ai primi posti delle classifiche nazionali per qualità della vita. Si scoprirà così come si salvaguarda il territorio dagli incendi con attrezzature innovative ed efficacissime; I segreti dell'agricoltura di montagna e gli autobus pubblici elettrici o all'idrogeno; i mille volti dei boschi e le bici solari; gli squisiti vini fruttati e le originali birre artigianali; le cavalcate sui cavalli halflinger e i prodotti di bellezza più naturali del mondo. Città di confine tra tradizione tedesca e creatività italiana, Bolzano si rivela vero e proprio melting pot di ricerca, buon uso del territorio, ricerca della sostenibilità, ma anche di sapori e fragranze di ogni tipo.

Correlati:
Linea Verde

Correlati

Commenti

Apri Box Commenti
Torna su