Linea Verde Tour-Radici-Estate 2021

Linea Verde, puntate di sabato 18 e domenica 19 settembre 2021


Voglia di natura, di cultura, di paesaggi infiniti? Si chiama desiderio di risveglio e dopo i mesi di 'clausura' causa virus, e anche per l'Estate 2021 Linea Verde viaggia per scoprire e raccontare le meraviglie d'Italia. Con Angela Rafanelli e Marco Bianchi.

di / 17.09.2021
Linea Verde Tour-Radici-Estate 2021

Continua anche in estate il viaggio di Linea Verde il programma di Rai1 che racconta la bellezza italiana attraverso la scoperta dei suoi mille territori. E per il periodo estivo 2021 l'appuntamento è triplo: il sabato in onda alle 12.00 "Linea Verde Tour" con Federico Quaranta, Giulia Capocchi e Peppone seguito alle 12.30 da "Linea Verde Radici" con Federico Quaranta; domenica alle 12.20 in onda "Linea Verde Estate" con Angela Rafanelli e Marco Bianchi.

LINEA VERDE TOUR il sabato dalle ore 12.00.
In onda dal 3 aprile, la seconda edizione di "Linea Verde Tour" continua la sua programmazione il sabato alle ore 12.00 su Rai1. Federico Quaranta, Giulia Capocchi e Peppone svelano particolari inediti delle più belle regioni italiane. Affrontano oltre 15 viaggi per conoscere ed esplorare piccoli borghi e spazi incontaminati, senza dimenticare l'enogastronomia, un segmento in forte ascesa nel nostro Paese. "Linea Verde Tour" è un progetto che si prefigge di dare alle Regioni uno spazio narrativo per raccontare in profondità territori ricchi di storia e tradizioni, miti e leggende. È un'occasione per affrontare i temi della ecosostenibilità e della biodiversità, per un turismo che permetta una esperienza immersiva nella natura. Un turismo ecosostenibile per preservare culture, ambiente ed economie. "Linea Verde Tour" è realizzato in collaborazione con RaiCom e le Regioni e/o Istituzioni italiane.

LINEA VERDE RADICI il sabato dalle ore 12.30.
"Linea Verde Radici", condotto da Federico Quaranta, torna nell'edizione estiva da sabato 3 luglio all'11 settembre, alle ore 12.30 su Rai1, e in prima serata il 4 settembre. "Linea Verde Radici" viaggia ancora alla scoperta del territorio e delle sue storie, senza mai mettere in secondo piano le opportunità turistiche, la cultura gastronomica, le eccellenze locali e i temi legati alla tutela ambientale, all'ecosostenibilità e all'innovazione ecologica. Per questi motivi il conduttore si sposta con mezzi diversi (auto e scooter elettrici, biciclette e imbarcazioni) per raggiungere location particolari e incontrare addetti ai lavori, imprenditori, cuochi e guide locali, lungo un percorso teso a mettere in risalto non solo le bellezze del territorio, ma anche le storie della gente, l'artigianato, le attrazioni turistiche, le prelibatezze gastronomiche e le aziende del nostro Paese. Il programma offre un racconto itinerante e originale alla ri-scoperta del nostro Paese e delle eccellenze italiane. In questa nuova versione, "Linea Verde Radici" visita varie aree geografiche in un racconto con filmati chiusi (interviste, ricette, etc.) che alleggeriscono e rendono più dinamico il format. "Linea Verde Radici" è un format branded content ideato da Gian Marco Mori, condotto da Federico Quaranta e prodotto da Alterego srl. 

LINEA VERDE ESTATE la domenica dalle ore 12.20.
Da domenica 4 luglio, alle 12.20 su Rai1, "Linea Verde Estate", prosegue il racconto delle "meraviglie d'Italia" con Angela Rafanelli e Marco Bianchi. La bellezza è negli occhi di chi guarda, ma esistono paesi che questa bellezza la determinano. Si chiama Italia lo scrigno che racchiude i tesori più preziosi al mondo in un perfetto connubio tra buon cibo cultura arte e paesaggi incantati. In questa edizione "Linea Verde Estate" ha voglia di spingersi verso i confini del territorio dove più in là non si può andare perché si incontra il mare. Dove la luce cambia e gli odori sono meno aspri e pungenti, dove la terra è secca e intrisa di sale. Una linea verde sempre più vicina all'ambiente, interprete della ruralità, amica del buono con la missione di raccontare il bello del nostro paese.

Tutte le puntate degli appuntamenti di  "Linea Verde" sono visibili in streaming su RaiPlay.

LINEA VERDE ESTATE | 19 SETTEMBRE 2021

Chiusura di stagione, per Marco Bianchi ed Angela Rafanelli, domenica 19 settembre, alle 12.20 su Rai 1, con "Linea Verde Estate", in Puglia per l'ultimo appuntamento di questa estate 2021. Undici ettari delimitati da muretti a secco, un grande albero di noce che ne segna l'orizzonte, la farina ricavata con un piccolo mulino a macina di pietra: a Massafra, a ridosso della Murgia Tarantina, le coltivazioni stagionali ed i prodotti a km zero ed ecosostenibili. Le tracce degli animali selvatici, i segreti delle piante ed i loro usi tradizionali, i profumi della macchia Mediterranea: tra lecci secolari, corridoi di ciclamini, a Martina Franca, un viaggio immersivo nella natura e nella storia del Bosco delle Pianelle fatta di briganti, pastori, carbonai e di superstizioni. Lidi morbidi e multicolore, quella forma tipica che sembra, per chi guarda dal mare, come il corpo di una ninfa distesa al sole: sulla spiaggia di Palagiano, a Marina di Chiatona, un tuffo nei mitici anni 60 e la leggenda della villeggiatura ovattata e ritrosa di Lucio Battisti, che si ripeteva identica a sé stessa tutti gli anni. Ideare, produrre, comunicare eccellenza, un sogno che si realizza con la famiglia e, al centro di tutto, la Puglia e un olio di alto pregio: ad Alberobello, una giornata di grandi emozioni con l'attore Alessandro Intini e la sua famiglia. Un luogo senza tempo, pervaso dal fascino antico, un abbraccio di pietra che avvolge tutto: a Ginosa, fra case, grotte e chiese rupestri, alla scoperta delle Gravine, spettacolare canyon di circa dieci chilometri ed uno degli scenari naturali ed italici tra i più suggestivi. Un piatto della tradizione contadina semplice e genuino: ad Alberobello, con la signora Lucia, un'originale rivisitazione del purè di fave e cicoria, pietanza dal sapore unico grazie all'incontro di due sapori contrastanti. Dalla campagna alla pineta, alla spiaggia: in passeggiata lungo i sentieri di Castellaneta Marina, con Carmelo, allevatore ed istruttore equestre, le peculiari caratteristiche dei cavalli di razza Haflinger, più docili ed adatti per tutti coloro che desiderano avvicinarsi a questi animali.

LINEA VERDE ESTATE | 18 SETTEMBRE 2021

"Linea Verde Life" sabato 18 settembre alle 12.25 su Rai1 visita una Sicilia proiettata in un futuro possibile, partendo da un volo su Trapani, la città tra i due mari, affascinante e dai colori unici. Marcello Masi si trova a bordo dell'elicottero dell'Aeronautica Militare, impegnata 24 ore al giorno in ricerche, soccorsi e nella campagna antincendi boschivi. Dall'alto si può ammirare anche la sua provincia, che è tra le più ricche d'Italia e comprende l'isola di Pantelleria. Daniela Ferolla racconta poi questo luogo magico, un'isola che con la sua natura potente detta i ritmi dell'uomo, mentre Marcello Masi parla dell'isola come "laboratorio di ricerca" che coinvolge le università italiane e di un progetto del Parco di Pantelleria che sta riportando sul territorio un animale autoctono dalla forza straordinaria: l'asino pantesco. Spazio, infine, al giro del gusto e alla ricetta di Federica De Denaro.

Una puntata speciale, branded content, di "Linea Verde Radici - Le altre Storie" per raccontare, in una forma inedita, una delle eccellenze alimentari più rappresentative d'Italia: il Parmigiano Reggiano. Sabato 18 settembre alle 12.00 su Rai1, Federico Quaranta e l'attore Stefano Fresi introducono la narrazione di un viaggio in camper fatto da Fresi con un gruppo di ragazzi, dal titolo "Gli Amigos", firmato da Paolo Genovese. Una scuola di cucina viene invitata a partecipare ad una gara per aggiudicarsi uno stage presso il ristorante dello chef pluristellato Massimo Bottura. La vera sfida consiste nell'utilizzare tutti lo stesso ingrediente in ogni ricetta, il Parmigiano Reggiano appunto. Da qui inizia un viaggio alla scoperta dei valori e dei segreti di questo prodotto, oltreché delle relazioni e dei sogni della giovane squadra di chef che animano la storia. Stefano Fresi, il maestro della scuola di cucina, fa loro da guida e da mentore in un viaggio dalle molteplici scoperte.

LINEA VERDE ESTATE | 12 SETTEMBRE 2021

Domenica 12 settembre su Rai1 dalle ore 13:00 va in onda il meglio dei viaggi di Linea Verde che hanno raccontato la bellezza italiana attraverso la scoperta dei suoi mille territori. Per lasciare spazio, dalle ore 11:20, alla diretta della Santa Messa celebrata da Papa Francesco da Budapest nella piazza degli Eroi per la conclusione del 52esimo Congresso Eucaristico.

LINEA VERDE ESTATE | 11 SETTEMBRE 2021

Per Linea Verde Tour, in onda dalle ore 12:00, Federico Quaranta, Giulia Capocchi e Peppone sono alla scoperta del Cammino Balteo, un percorso ad anello di circa 350 chilometri, diviso in ventitré tappe, che si sviluppa tra il fondovalle della Dora Baltea e la mezza costa. Un itinerario da percorrere in tutte le stagioni dell'anno a piedi, a cavallo o su due ruote, dal momento che non supera mai i 1900 metri di quota e riserva moltissimi punti di interesse. Un viaggio immersivo nella cultura e nella storia della Valle d'Aosta attraverso un paesaggio che alterna boschi, pascoli, cime innevate e castelli che conservano memoria del succedersi dei secoli.

Alle ore 12:30 in onda uno speciale di "Linea Verde Radici Le Altre Storie" per raccontare, in una forma inedita, la storia di una delle eccellenze alimentari più rappresentative d'Italia: il Parmigiano Reggiano. Federico Quaranta è narratore di territorio, e Stefano Fresi, da attore, fa altrettanto ma in una forma completamente diversa. In questa occasione, i loro mestieri si incontrano perché Fresi intraprende un viaggio in camper con un gruppo di ragazzi per scoprire la storia del Parmigiano Reggiano. Federico Quaranta e Stefano Fresi introducono nella narrazione di questo viaggio dal titolo "Gli Amigos", firmato da Paolo Genovese.

LINEA VERDE ESTATE | 5 SETTEMBRE 2021

Da Barletta a Vieste. L'appuntamento con "Linea Verde Estate", condotto da Marco Bianchi e Angela Rafanelli e in onda domenica 5 settembre alle 12.20 su Rai 1, è un viaggio nella Puglia Settentrionale. Nella campagna di Barletta un'organizzazione di produttori ortofrutticoli innovatori ha introdotto nuove varietà di uva da tavola: con seme, senza seme, a bacca bianca, nera, rosata con la buccia sottile o con la polpa carnosa. Una miscela di semola di grano duro e farina tipo 0, acqua, patata, lievito madre, pomodori, olive, origano, sale fino e olio evo per condire e per ungere la teglia: nel cuore del centro storico di Barletta, in un vecchio forno, preziosi consigli per la preparazione di una focaccia perfetta. Semi accuratamente selezionati, il rispetto delle stagionalità, l'utilizzo di concime organico per una coltivazione naturale e di insetti "utili" per la lotta biologica: a Borgo Tressanti, in un'azienda agricola che nasce dal recupero delle antiche tradizioni pugliesi, la raccolta delle migliori verdure dell'orto e la preparazione di gustosi preparati in crosta di farina di grano. Il percorso espositivo che domina la valle del Basso Ofanto, l'abitato daunio con importanti edifici di tipo greco, la basilica paleocristiana, il sepolcreto medievale: a metà strada tra Canosa di Puglia e Barletta, il fascino del sito archeologico di Canne della Battaglia, legato alla memoria dell'immane sconfitta dell'esercito romano ad opera delle schiere cartaginesi. Un'area estesa 40 ettari riqualificata grazie ad un progetto europeo, lo scavo ed il recupero di stagni e canali, il vorace granchio blu e la criticità delle specie aliene: a Manfredonia, passeggiando a cavallo, alla scoperta delle bellezze dell'oasi "La Laguna del Re", sito strategico per la nidificazione e lo svernamento di diverse specie di avifauna. I "Giganti del Mare": a Punta Santa Croce, all'imboccatura del porto di Vieste, grazie alla maestria degli artigiani, il minuzioso lavoro di recupero e di restauro dei trabucchi, antichi congegni di pesca diffusi lungo la costa del Gargano.

LINEA VERDE ESTATE | 4 SETTEMBRE 2021

Il cammino di "Linea Verde Tour", in onda sabato 4 settembre alle 12.00 su Rai1, arriva in Umbria, dove storia, natura, bellezza e spiritualità si fondono per creare un quadro suggestivo. È un viaggio nella provincia di Perugia sulle tracce di San Francesco, partendo proprio da Assisi, il suo luogo di nascita. Si prosegue verso nord passando nella città di "pietra", Gubbio, luogo dal fascino immutato. Si entra a Citerna, la porta nord dell'Umbria e uno dei borghi più belli d'Italia. Come moderni pellegrini, i telespettatori rivivono i miracoli del Santo attraverso i luoghi che testimoniano il suo passaggio. E poi Il bosco di Assisi, tra arte e natura. A Città di Castello si scopre un piccolo paradiso di frutti antichi, una preziosa eredità da coltivare, e ancora le dolci colline umbre con i vigneti di Valfabbrica, un esempio di agricoltura biologica che sfida il cambiamento climatico. Si fa la conoscenza dell'antica tradizione della ceramica di Deruta conosciuta in tutto il mondo. Si arriva, infine, nella città etrusca di Perugia per conoscere l'arte della tessitura umbra, una lunga storia oggi diventata una vera icona del "Made in Italy". Un itinerario tra panorami incredibili, luoghi sacri e tradizioni, compiuto con mezzi moderni, ecologici e sostenibili, nel rispetto dell'ambiente e del territorio che è il nostro più immenso tesoro. Il programma è realizzato in collaborazione con la Regione Umbria.  

Ci sono luoghi in cui le radici di una cultura e di un territorio si mescolano a letteratura, spiritualità, leggende e innovazione. Questo accade in Lombardia, meta del nuovo viaggio di "Linea Verde Radici" in onda sabato 4 settembre alle 12:30 su Rai 1. Federico Quaranta va alla scoperta della bellezza meno pettinata e più sconvolgente della regione, capace di regalare scorci e paesaggi inaspettati. La prima parte del viaggio è interamente dedicata alle Alpi e alla vetta dell'Adamello (3.554 metri sul livello del mare): in compagnia dell'esploratore Lino Zani, si andrà alla scoperta non solo di una cima che conserva mille aneddoti di Papa Giovanni Paolo II, che era solito sciare e passeggiare su quelle vette, ma anche della vita dei rifugisti e di chi è oggi "custode delle montagne". Si parla, tuttavia, anche di innovazione volta alla conservazione del territorio e delle nostre radici. E nella fattispecie del ghiacciaio più esteso d'Italia. E ancora: pascoli nei borghi alpini, allevamenti e trincee ad alta quota risalenti alla Prima guerra mondiale. Nella seconda parte del viaggio, si va prima sul lago Iseo, dove Federico si immerge nella storia e nella vita dell'ultimo pescatore bergamasco; e poi lungo il fiume Adda, il corso d'acqua cantato da Alessandro Manzoni ne "I promessi sposi" e su cui si è riversato anche il genio di Leonardo Da Vinci. Federico percorre l'Adda e visita borghi artistici dove la cultura si mescola alla creatività, come l'utopico villaggio operaio di Crespi d'Adda, un luogo - l'ennesimo - dove storia e futuro, tradizione e aspirazione, si incontrano e si intrecciano fino a diventare indistinguibili.

LINEA VERDE ESTATE | 29 AGOSTO 2021

Spiagge dorate, movida, terra generosa: l'appuntamento di "Linea Verde Estate", con Marco Bianchi ed Angela Rafanelli, in onda domenica 29 agosto su Rai 1 alle 12.20, è un viaggio in Versilia, in Toscana. Un'oasi di pace e biodiversità: sul lago di Massaciuccoli, in bicicletta, alla scoperta delle bellezze della Riserva Naturale di Chiarone, istituita nel 1979 e sito strategico per la nidificazione di numerose specie di avifauna. L'ingrediente principale di creme per viso e corpo, di gel e spray igienizzanti, di oli essenziali, saponi, ma anche di birre aromatizzate e caramelle d'orzo si può trovare sulle rive del lago di Massaciuccoli, con Elena, giovane ed illuminata imprenditrice, che ha creato la prima filiera dell'eucalipto biologico ed ecosostenibile. Il rispetto del ciclo eterno delle stagioni, la lentezza della maturazione e della semina, la sapienza nel trarre profitto da ogni mese per piantare, pulire o raccogliere, prodotti biologici di altissima qualità: nel cuore pulsante di Capezzano Pianore, una coltivazione d'eccellenza, quella dei fichi, da cui si ottiene una purissima confettura nostrana. Da regina della bicicletta a campionessa del miele: a Lido di Camaiore, il "cambio vita in dolcezza" di Regina Schleicher, ex campionessa di ciclismo su strada, ed oggi esperta apicoltrice. Un luogo emblematico della Versilia, una pietra miliare della società dove, negli anni 30, nobili, ma anche poeti ed intellettuali si incontravano per prendere un aperitivo: con il direttore della storica Capannina, il locale da ballo con ristorante più antico del mondo, dopo quasi 100 anni, l'intramontabile mito dell'estate a Forte dei Marmi. Una superficie di oltre 800.000 metri quadrati, un bosco prevalentemente costituito da leccio e pino, le specie tipiche della Macchia Mediterranea, ed oggi la più importante testimonianza dell'antica Macchia di Marina: passeggiando a cavallo il fascino della natura incontaminata del Parco della Versiliana, autentico polmone verde di questo tratto di costa. Una pietanza salata, croccante e dorata con 700 anni di storia: a Lido di Camaiore, con lo chef Angelo Torciglioni, i preziosi consigli per la preparazione della scarpaccia, tradizionale ricetta tipica della Lucchesia.

LINEA VERDE ESTATE | 28 AGOSTO 2021

"Linea verde tour", in onda su Rai1 sabato 28 agosto alle 11.55, torna in Alto Adige con Federico Quaranta, Giulia Capocchi e Peppone che andranno alla scoperta della Val D'isarco. I tre fanno tappa a Bressanone, con qualche suggestiva deviazione nella quiete delle montagne che si affacciano sulla valle: un itinerario per conoscere un territorio incantevole, la vita nelle malghe di montagna e alcuni fra i prodotti più importanti della gastronomia tipica locale

Nella puntata di "Linea Verde Radici", in onda su Rai1 sabato 28 agosto alle 12.30, Federico Quaranta racconta l'Emilia Romagna, una regione spesso considerata una grande distesa pianeggiante ma che invece custodisce scorci e paesaggi inaspettati. La prima parte del viaggio è interamente dedicata alle montagne emiliane: un Appennino rigoglioso e fertile, che custodisce storie incredibili come quella della Rupe Dantesca, la Pietra di Bismantova, un massiccio roccioso che pare abbia ispirato Dante Alighieri nel disegno del Purgatorio. Nella seconda parte, invece, si naviga lungo il corso del fiume Po; una chiara rievocazione al lavoro di Mario Soldati, lo scrittore piemontese che negli anni 50 ha navigato il fiume, realizzando una serie di documentari che oggi sembrano un trattato di antropologia culturale. Federico ha percorso il Po, raccontando il suo stato di salute, col supporto di guide, divulgatori ambientali, artisti e cuochi che hanno cercato di proteggere e valorizzare il grande fiume. Il viaggio si conclude sul delta, nelle Valli di Comacchio, un luogo magico dove l'Adriatico accoglie il Po in un grande abbraccio.  

LINEA VERDE ESTATE | 22 AGOSTO 2021

Un paesaggio naturale che ha pochi rivali nel mondo, tutelato dall'Unesco dal 1997 nell'appuntamento di Linea Verde Estate in onda domenica 22 agosto, con Marco Bianchi ed Angela Rafanelli. E' un viaggio nelle Cinque Terre, in Liguria. Le pecore massesi, nere con le corna, regine africane in moltitudini bianche, e poi 20 capre, 6 cani pastori ed una grande passione per gli animali: nel comune di Filattiera, con Cristina, ultima generazione dei pastori lunigianesi, una bella storia di coraggio, di resilienza e voglia di cambiare. Un'attenta disposizione a strati, un'adeguata pressatura e un accurato monitoraggio di quantità e qualità della salamoia, un gusto particolarmente equilibrato: a Monterosso, la pesca delle acciughe, "u pan du ma", il pane del mare, come venivano chiamate un tempo, e la loro conservazione sotto sale. La pasta più antica del mondo, addirittura prima degli spaghetti cinesi: a Mocrone, a Villafranca Lunigiana, una gloriosa tradizione che resiste nel tempo, quella dei testaroli, e il recupero dei grani antichi. Un luogo di grande fascino, al centro di un immaginario crocevia tra fantasia e storia: in una terra dove il profumo del mare si mescola con l'odore inconfondibile dei castagneti, il fascino del Castello di Malaspina di Fosdinovo, il meglio conservato di tutta la Lunigiana, datato 1100. Uno sfondo d'eccellenza per un nuovo capolavoro: a Vernazza, nella "Grotta di Luca", con Donatella Bianchi, ligure DOC, alla scoperta dei set che hanno ispirato il celebre cartoon della Disney. Un piatto nato per i poveri che, negli anni, ha ottenuto gradi di nobiltà sempre più elevati sino ad entrare nell'olimpo del gusto: a Colonnata, la lavorazione del leggendario lardo, una delle più gustose IGP del nostro paniere italiano. A Volastra, le peculiari caratteristiche di un miele straordinario, quello delle Cinque Terre, che porta in sé la varietà dei microclimi generati dalla complessità di un territorio unico.

LINEA VERDE ESTATE | 21 AGOSTO 2021

In questa puntata di "Linea Verde Tour", Federico Quaranta, Giulia Capocchi e Peppone tornano in Lucania, una terra che è un patrimonio di biodiversità, storia, cultura e sapori. Il viaggio inizia dalla Murgia, nel Parco Archeologico Storico Naturale delle Chiese Rupestri del Materano, situato nella parte orientale della Basilicata, al confine con la Puglia, una superficie di circa 8000 ettari nel territorio di Matera e Montescaglioso, in cui le antiche architetture religiose e l'azione millenaria degli agenti atmosferici si fondono in un paesaggio indimenticabile. A Metaponto si visiterà il suggestivo sito archeologico delle "Tavole Palatine": quel che resta dell'imponente tempio dedicato alla Dea Hera nella colonia greca di Metapontum. La città non fu solo un importante scalo commerciale, ma anche uno centro culturale dell'antichità in cui operò e fondò la sua scuola il filosofo Pitagora.

"Linea Verde Radici" arriva in Basilicata. Federico Quaranta attraversa la regione dalla provincia di Potenza a quella di Matera. Tutto comincia dallo scenario delle Dolomiti Lucane, o piccole Dolomiti, dove sono arroccati i paesi di Castelmezzano e Pietrapertosa. Due paesi un tempo divisi tra normanni e saraceni e pieni di storie popolari, di maghe e di pastori. Alla civiltà contadina questa regione è legata da un filo strettissimo. In certe strade di campagna, nella vastità dei campi di grano e legumi, si respira ancora il sapore di una tradizione rurale antichissima. Una tradizione e una storia che hanno come simbolo Matera e le sue Murge, dove fino a qualche decennio fa uomini e animali vivevano in simbiosi. Nel materano, poi, si scoprono anche le zone più desertiche, i famosi calanchi, che lo scrittore torinese Carlo Levi, mandato in Basilicata al confino dal regime fascista, chiamava "argille desolate". E su queste argille fu costruito un paese oggi abbandonato, Craco, sfruttato, per il suo enorme fascino, come set cinematografico di diverse pellicole, come "The passion" di Mel Gibson. Dove sembra sia nata la civiltà contadina è stato istituito, quasi quaranta anni fa, un polo di avanzatissima ricerca scientifica: il Centro di Geodesia Spaziale. Qui molti studiosi si occupano di monitorare la crosta terrestre cercando di comprendere i suoi mutamenti e i suoi spostamenti. 

LINEA VERDE ESTATE | 16 AGOSTO 2021

L'appuntamento di "Linea Verde Estate", su Rai1 lunedì 16 agosto alle 15.45, ripropone il viaggio a Cefalù, in Sicilia. "Là dove il lento lavorio dell'acqua ha inciso la roccia": al confine tra Castelbuono e San Mauro Castelverde, nelle Madonie orientali, in navigazione con i gommoni, le Gole di Tiberio scavate dall'opera erosiva delle acque del fiume Pollina. A Campo Felice di Roccella l'allevamento della lumaca Madonita, nuova e pregiata specie creata da un mix di riproduttori francesi e chiocciole siciliane. Una vecchia proprietà di famiglia di circa 50 ettari, un'ottantina di vacche di razza bruna e meticce, allevate allo stato brado: a Collesano, abbracciando i principi della dell'agricoltura biologica, la produzione dei formaggi a latte crudo. "Una manna per l'economia delle Madonie": a Castelbuono, la produzione e la raccolta della manna, essudato zuccherino che si ottiene dalla solidificazione della linfa che fuoriesce, durante la stagione estiva, dalle incisioni praticate sul fusto di alcune specie di frassino. Vent'anni trascorsi tra la Germania e la provincia di Varese, oltre 30 capi allevati allo stato semibrado su una proprietà di 10 ettari: a San Giuseppe Jato, alle porte di Palermo, la storia di Calogero, Vincenzo e Fabio, tre giovani fratelli che hanno deciso di tornare a casa e dedicarsi all'allevamento degli asini. Un manto lanoso, un'indole risoluta quando deve difendere la proprietà che gli è stata affidata, ma anche pacifica con le persone: a Castelbuono, il recupero e la tutela del mastino siciliano, o cane di "mannara", razza antichissima, oggi a rischio di estinzione, e infaticabile "braccio destro" dei pastori siciliani. Difesa del mare: a largo di Capo d'Orlando, con la Guardia di Finanza e i volontari di Sea Shepherd, un interessante focus sulla pesca illegale nella zona dell'arcipelago delle Eolie.  

LINEA VERDE ESTATE | 15 AGOSTO 2021

Una regione dove mare e montagna si abbracciano in una natura sempre varia: l'appuntamento di "Linea Verde Estate", con Marco Bianchi e Angela Rafanelli, in onda domenica 15 agosto, alle 12.20 su Rai1, è un viaggio in Veneto. Si parte da un giro in barca a vela per fruire in maniera sostenibile della natura circostante: alla scoperta del lago di Santa Croce, il secondo invaso naturale per estensione del Veneto, e uno dei luoghi più ventosi dell'intera provincia di Belluno, per questo un vero e proprio "paradiso" degli appassionati degli sport a vela. Si sale poi a quota 1.625 metri sul livello del mare, ai piedi del Monte Portule, in una delle malghe più caratteristiche dell'Altopiano di Asiago, a scoprire la scelta di vita di Sara, che porta avanti l'azienda agricola di famiglia. A seguire, un microclima unico, con una temperatura che diminuisce, procedendo dai rilievi circostanti alle zone centrali più basse, un "polmone" verde di oltre 7000 ettari di boschi di faggi, abeti bianchi e rossi: a cavallo tra le provincie di Belluno, Treviso e Pordenone, la prepotente bellezza dell'altopiano del Cansiglio, scrigno di biodiversità per flora e fauna. E ancora, a Bassano del Grappa, un omaggio agli Alpini, il più antico Corpo di Fanteria attivo nel mondo, creato per proteggere i confini montani, e una passeggiata verso il Col Moschin, in un territorio dove i fianchi delle montagne e le vallate ancora conservano tracce e testimonianze indelebili della Grande Guerra, un doveroso tributo a quanti si sacrificarono nel conflitto del 16 giugno 1918, la Seconda Battaglia del Piave, diventata poi famosa come la Battaglia del Solstizio. Un processo produttivo che ha deciso di puntare sulla modernizzazione e allo stesso tempo sulla naturalità dei propri metodi, abbracciando la sfida dell'agricoltura biologica, la tutela della biodiversità per offrire un cibo sano e di qualità: a Marostica, in una piccola azienda agricola a conduzione familiare, la raccolta dei mirtilli e le gustose ricette a base di questi prelibati frutti.

LINEA VERDE ESTATE | 14 AGOSTO 2021

È la Val Pusteria, nel cuore del Sud Tirolo, una delle valli dell'Alto Adige e una delle mete più amate del turismo montano, il luogo visitato da Federico Quaranta, Giulia Capocchi e Peppone nell'appuntamento con "Linea Verde Tour", in onda sabato 14 agosto alle 12.00 su Rai1. Un viaggio alla scoperta della bellezza dei panorami e dei laghi alpini, della vita nei masi, dei prodotti del territorio, dello sport in montagna e del benessere. Un'occasione per affrontare i temi dell'ecosostenibilità e della biodiversità, per un turismo che permetta un'esperienza immersiva nella natura. Un turismo ecosostenibile per preservare culture, ambiente ed economie. L'esperienza e la poliedricità dei conduttori ci accompagneranno in una serie di percorsi immersi nella "grande bellezza" italiana.

Cosa è accaduto dal terribile terremoto che ha fatto tremare e crollare il centro Italia nel 2016? "Linea Verde Radici", in onda su Rai 1 sabato 14 agosto alle 12.25, si trova nelle Marche a conoscere le storie di chi è stato maggiormente colpito dal sisma. Dalle cime dei Monti Sibillini, a cavallo tra Marche e Umbria, gli stessi monti che Giacomo Leopardi chiamava "Azzurri", Federico Quaranta visita, accompagnato da una postina, un paese totalmente distrutto, Arquata del Tronto, per poi spostarsi nei paesi limitrofi, dove viticoltori, giovanissimi allevatori, carbonai, produttori di pasta e agricoltori hanno saputo rinascere attraverso il lavoro. Il lavoro di chi vuole riscoprire un legame sinergico con la propria terra. Uomini e donne che sanno che anche quando la natura è matrigna sempre dalle proprie radici occorre ripartire, ricominciare, rinascere.  

LINEA VERDE ESTATE | 8 AGOSTO 2021

L'appuntamento di "Linea Verde Estate", con Marco Bianchi ed Angela Rafanelli, in onda domenica 8 agosto, alle 12.20 su Rai 1, è un viaggio a Cariddi, in Sicilia. Un'antica tradizione siciliana che difende i suoi 300 anni di storia: sul lago di Ganzirri, nel meraviglioso scenario naturalistico della riserva naturale di Capo Peloro, al cospetto di sua maestà l'Etna, a pesca di "cocciule", le gustose vongole autoctone. Una sfida senza tempo: in mare, davanti alla spiaggia di Capo Peloro, la pesca allo spada, una vera e propria caccia, arcaica, faticosa, storicamente praticata soltanto da uomini, in cui l'astuzia umana si confronta con la forza e la velocità di un'eccezionale creatura. Miti e leggende da far girare la testa: a Capo Peloro, attraverso i disegni di Lelio Bonaccorso, fumettista, la leggenda dell'eroico Colapesce e la misteriosa vicenda di Caravaggio a Messina. Sedimenti lavaci, un microclima unico, un laboratorio per monitorare la salute delle piante: a Giarre, alle pendici dell'Etna, in vivaio avveniristico, la coltivazione delle palme ornamentali e delle cycas giganti. Dal progetto Gigliopoli all'orto biologico, al Giardino dei Gusti: a Milazzo, a sostegno dei bambini bisognosi, le attività ed i progetti della Fondazione Barone Lucifero, istituita nel 1956 per volontà della Baronessa Maria Lucifero. Il cuore verde della Sicilia: a Giarre, tra le pendici dell'Etna e il Mar Ionio, la coltivazione e le peculiari e pregiate proprietà organolettiche dell'avocado, uno dei frutti esotici più in voga degli ultimi anni. Un'estensione di otto ettari, un'esposizione direttamente sul mare, una composizione del suolo molto rara, una strategia di difesa delle culture mediante l'impiego di "insetti utili", una scelta di vita che l'ha portata lontano dalla sua terra d'origine: a Milazzo, con Patricia, esperta enologa, il recupero e la coltivazione dei vitigni "reliqua". Una costa frastagliata, uno specchio di mare verde smeraldo, un'eccezionale e variegata biodiversità marina: a Capo Milazzo, in canoa, alla scoperta del patrimonio naturalistico dell'area marina protetta.

LINEA VERDE ESTATE | 7 AGOSTO 2021

Terra ricca di storia e di bellezze, la Basilicata è la protagonista dell'appuntamento con "Linea Verde Tour", in onda in replica sabato 7 agosto alle 11.55 su Rai1. Federico Quaranta, Giulia Capocchi e Peppone esplorano una zona che è un vero e proprio scrigno di biodiversità, a cominciare dalla Riserva regionale dei Calanchi di Montalbano Jonico: in quest'area di grande interesse geologico, dove circa due milioni di anni fa c'era il mare, si è sviluppato un paesaggio unico, fatto di incisioni sulla roccia, valli e concrezioni dalle forme singolari. Qui sono tuttora leggibili, sul territorio, i segni di antiche mulattiere, ancora utilizzate dai pastori transumanti e dai contadini. Scendendo verso Policoro, il mare non è più soltanto un ricordo di ere passate, ma al contrario una realtà viva, da preservare e valorizzare: in collaborazione con il WWF i conduttori di "Linea verde Tour" partecipano alla liberazione in mare di una "tartaruga verde". Esplorano inoltre la Riserva naturale del Bosco Pantano. Largo infine al divertimento e all'enogastronomia, con l'ampia offerta di sport, acquatici e non, della Costa Jonica e con l'archeologia del gusto, alla ricerca degli antichi sapori della cucina lucana.

"Linea Verde Radici", il branded content alla scoperta delle bellezze italiane, nella puntata, in onda sabato 7 agosto alle 12.25 su Rai1, raggiunge la Puglia. Il viaggio porta in quel territorio ricco di storia, cultura, tradizioni secolari che è la Valle d'Itria. Da un orto dei miracoli, dove alcuni ragazzi hanno riscoperto antiche tradizioni agricole, alle suggestive Grotte di Castellana, dove il tempo sembra essersi fermato. Federico Quaranta entra in contatto con gli uliveti secolari delle campagne e le tradizionali abitazioni contadine dei trulli, incontrando lungo il viaggio donne che cucinano piatti tipici in strada. Poi raggiunge il gioiello della Valle d'Itria, Martina Franca, fino ad arrivare a Molfetta, dove sale a bordo di un peschereccio per raccontare la raccolta e il riciclo della plastica che i pescatori trovano in mare.  

LINEA VERDE ESTATE | 1 AGOSTO 2021

Un tratto di litorale, stretto tra le montagne dell'Aspromonte e il mar Tirreno, così profondamente pervaso dal mito, giochi di luci e magie di colori, un mare cristallino: Linea Verde Estate, con Marco Bianchi e Angela Rafanelli, in onda domenica 1° agosto alle 12.20 su Rai 1, è un viaggio a Scilla, lungo la Costa Viola, in Calabria. Una tradizione senza tempo: al porticciolo di Chianalea, attendendo l'arrivo dei pescherecci, il fascino della pesca al pesce spada, una vera e propria caccia in cui l'astuzia dell'uomo si confronta con la forza e la velocità del pesce, e le ricette della Signora Concetta. Paesaggio e mito: proteso sullo stretto di Messina, storia e leggende del castello Ruffo, una delle più suggestive fortificazioni della Calabria. Dalle Grotte Marine di Tremusa, eloquenti testimonianze geologiche di milioni di anni fa, ai terrazzamenti dell'agricoltura e della viticoltura eroica: nel cuore dell'Aspromonte, alla scoperta delle bellezze del Parco Nazionale. La "calabrese" che fece della musica la sua più grande provocazione: in vespa per le vie di Bagnara Calabra, il paese natio di Loredana Bertè, una delle maggiori interpreti femminili della storia musicale del nostro paese e personaggio simbolo della battaglia femminile. Non è bella la vita dei pastori in Aspromonte, d'inverno, quando i torbidi torrenti corrono al mare, e la terra sembra navigare sulle acque: a Solano Superiore, con il pastore Nicola, l'allevamento delle pecore e la produzione del canestrato, prelibato formaggio dalla crosta dura e scura e dal gusto aromatico ed intenso. Una crescita rigogliosa grazie a un microclima unico, l'utilizzo di pali esclusivamente di castagno a sostegno della pianta, un ingrediente fondamentale della tradizione culinaria locale: a Gambarie, a 1260 metri sul livello del mare, nel meraviglioso contesto del rifugio Biancospino, la coltivazione del fagiolo pappaluni, esclusivo dell'Aspromonte. Un gioiello incastonato tra le rocce del monte Sant'Elia: a Palmi, circondati da uno scenario naturale, la leggenda dello scoglio dell'ulivo.

LINEA VERDE ESTATE | 31 LUGLIO 2021

La Val Gardena e l'Alta Badia, due valli adiacenti separate dal Passo Gardena, nel cuore delle Dolomiti: sono le mete altoatesine del viaggio di Federico Quaranta, Giulia Capocchi e Peppone in "Linea Verde Tour", in onda sabato 31 luglio alle 12 su Rai1. In primo piano, gli itinerari in alta montagna, tra sentieri e rifugi, il turismo sostenibile, la cucina e l'artigianato tradizionale, con la partecipazione di alcune celebrità del luogo. Come lo chef stellato Norbert Niederkofler, la campionessa olimpionica di sci Isolde Kostner e la campionessa Maria Canins, che è passata dallo sci di fondo al ciclismo, ottenendo coppe e medaglie.

Un cammino alla ricerca di una biodiversità perduta, recuperata e riportata in vita: quella dell'Umbria. Una regione percorsa da Federico Quaranta in "Linea Verde Radici", in onda sabato 31 luglio alle 12.30 su Rai1. Il viaggio inizia ad Amelia, il più antico dei borghi, fino a Castelluccio di Norcia, reso unico dalle lenticchie in fiore. Specie e prodotti che rischiavano di sparire per sempre che invece sono tornati a popolare campagne e pascoli, restituendo all'Umbria la sua identità più autentica. Come il sedano nero di Trevi, la Melangola di Ferentillo, la Capra Facciuta, il Farro di San Leone. I ricercatori di Todi e Perugia, con l'ausilio della tecnologia, hanno lavorato al recupero di questi prodotti e i contadini di tutte le valli sono diventati custodi di un patrimonio che va preservato e condiviso. Federico Quaranta, inoltre, incontra i "custodi" della natura di questa regione: guide del territorio, agricoltori, pastori, eremiti e camminatori, tutti in sincrono per cercare la migliore armonia possibile.  

LINEA VERDE ESTATE | 25 LUGLIO 2021

Il "paradiso delle vacanze": l'appuntamento di Linea Verde Estate, con Marco Bianchi ed Angela Rafanelli, in onda domenica 25 luglio, alle 12.20 su Rai 1, è un viaggio lungo la riviera romagnola. Dagli sport acquatici a quelli da spiaggia, dalla bicicletta al trekking: a Rimini, tripudio di divertimenti in una vera e propria palestra a cielo aperto. La figura principe della riviera romagnola: a Rimini, aneddoti, racconti e curiosità del protagonista indiscusso delle spiagge, colui che ha ispirato film e che ha incarnato la figura del latin lover e salvatore delle donne, sua "maestà" il bagnino. Da Borgo San Giuliano, caratteristico quartiere popolare fatto di vicoli e casette basse, abitato da gente di mare, al Ponte Tiberio, a piazza Cavour, centro politico ed amministrativo della città: in bicicletta, alla scoperta di Rimini, cittadina bike friendly. Il "pane nazionale" dei romagnoli: a Rimini, con Lella, i preziosi consigli per la preparazione di una piadina perfetta. Divertirsi ed allenarsi con la racchetta in mano: a Rimini, in spiaggia, con il capitano della Nazionale Italiana, lezioni di beach-tennis, disciplina sportiva nata nella riviera romagnola nel 1996. La capitale della vita notturna: a Riccione, con uno dei dj più importanti del panorama musicale italiano e internazionale, il ricordo delle favolose serate in discoteca, straordinari laboratori di creatività e cultura contemporanea. Le nuove generazioni di agricoltori e contadini: a Sant'Arcangelo di Romagna, un eloquente esempio di imprenditoria giovanile e passione per la propria terra. Una popolazione di oltre 25mila esemplari censiti nell'area compresa tra il Conero e Trieste, prevalentemente appartenenti alla specie caretta: a Cesenatico, con il supporto dei biologi della fondazione "Cetacea Onlus", la storia di Massimo, il pescatore che soccorre e salva le tartarughe marine. "Il mito dei miti che ha trasformato la Romagna in Romagna": a Cesenatico, con il figlio Mirko, l'intramontabile figura di Raul Casadei, il re del liscio.

LINEA VERDE ESTATE | 24 LUGLIO 2021

La provincia di Barletta, Andria e Trani: un territorio ricco di storia, natura, tradizioni e sport. E' la meta di "Linea Verde Tour", in onda sabato 24 luglio alle 12 su Rai1. Federico Quaranta si trova nel Parco Nazionale dell'Alta Murgia, definito anche il "cuore di pietra" della Puglia. Il Parco è tra i pochi esempi al mondo di prateria arida mediterranea, modellata dal carsismo che nei millenni ne ha scolpito la roccia affiorante. Qui ci sono due tesori di grande valore archeologico e naturalistico: il parco Archeologico degli Ipogei di Trinitapoli risalente all'età del Bronzo e la miniera di Bauxite di Spinazzola, uno spettacolo di forme e colori, un'attrazione naturalistica sempre più apprezzata in tutto il mondo, oltre ad essere uno dei geo-siti più rappresentativi della Murgia. Giulia Capocchi, invece, si trova nelle Saline di Margherita di Savoia, una vasta riserva naturale dove svernano o vivono stabilmente molte specie di notevole importanza faunistica, e fa tappa a Bisceglie, un borgo affacciato sul mare Adriatico, che quest'anno ha conquistato la bandiera blu per le sue acque più belle e pulite d'Italia. Peppone Calabrese, infine accompagnail pubblico in un'antica masseria rurale della Murgia, un simbolo architettonico della storia agricola della Puglia, e a Minervino Murge, in un tour tra storia, artigianato e street food locale.

Un cammino che segue il corso di un fiume, dai monti al mare. "Linea Verde Radici", in onda sabato 24 luglio alle 12.30 su Rai 1, va alla scoperta di una Toscana inedita. Protagonista del racconto il Serchio, il fiume dalle due sorgenti: una che nasce dalle cime delle Alpi Apuane e l'altra che sgorga dalla dorsale appenninica. I due rami si incontrano e confluiscono in un letto d'acqua che attraversa la Garfagnana e la Lucchesia, fino a sfociare nel Tirreno, nel Parco Regionale di Migliarino San Rossore Massaciuccoli, una riserva che diventa la meta del viaggio. Federico Quaranta mostra quanto un fiume possa essere una metafora della vita: placido e feroce, generoso e devastante, a volte creatore, a volte distruttore. Si attraversano borghi, castelli, campagne e ponti antichi con le loro leggende popolari e vengono svelati i segreti di un corso d'acqua che ha segnato nel profondo la storia di una Toscana poco conosciuta. Le storie di ragazzi e ragazze, guide ambientali, rifugisti di montagna, sentieristi e biologi, testimoniano che il fiume continua a generare vita e valori profondi. In chiusura, i versi di Ungaretti e Pascoli dedicati al Serchio, che sembrano ricordare a tutti quanto le nostre "Radici" siano fatte anche d'acqua.  

LINEA VERDE ESTATE | 18 LUGLIO 2021

Da Senigallia ad Arcevia, da Fano a Sant'Angelo in Campo, a Jesi. L'appuntamento di "Linea Verde Estate", con Marco Bianchi e Angela Rafanelli, in onda domenica 18 luglio, alle 12.20 su Rai1, è un viaggio nelle Marche. Sfilate di giganti carri allegorici in cartapesta, maschere, musica, centinaia di chili di dolciumi ed il rogo finale in cui viene bruciato il grande Pupo: a Fano, il Carnevale più antico d'Italia, datato 1347. 500 ettari di dolci colline, un microclima favorito ad Est dalle correnti marittime e ad Ovest dalla protezione degli Appennini, proprietà nutritive uniche: ad Arcevia, in un'azienda agricola, nel mezzo di un mare di spighe color oro, l'unicità del cereale più antico d'Italia, il farro, risultato di un lavoro paziente e rigoroso che ha richiesto oltre un decennio di attenta selezione. Uno spaccato, curioso e divertente, una finestra sul passato, 12 pescherie che si approvvigionano direttamente dalle barche da pesca. A Fano, colori e sapori del mercato del pesce all'ingrosso, inaugurato nel 1939 e, con gli amici della "Confraternita del Brodetto", la preparazione di una zuppa di pesce. I castelli di Loretello e di Piticchio, una cooperativa agricola nata dall'iniziativa coraggiosa e pionieristica di giovani soci fondatori: al confine tra Arcevia e San Lorenzo in Campo, in una campagna punteggiata di borghi murati, la valorizzazione del biologico, anima dell'agricoltura marchigiana. Un luogo votato ai profumi e alla memoria collettiva, concepito "passando ore, giorni e anni a guardare il lungo mare, che restituisce costantemente bellezza", pensando alla nonna "che raccoglieva in quel lembo di terra adiacente al mare i grugni, le acetoselle, la malva". A Marzocca di Senigallia, con Moreno Cedroni, due stelle Michelin, la realizzazione dell'Orto Marittimo e l'importanza delle materie prime per una cucina sana e genuina. Infine, uno scorcio di campagna marchigiana, trenta tipi di formaggi prodotti tra Ancona e Jesi, con la secolare tradizione di una famiglia locale che esprime una delle migliori arti casearie del territorio marchigiano.

LINEA VERDE | 17 LUGLIO 2021

Mare. Archeologia. Natura. Sono queste le tre parole chiave che accompagnano lo spettatore lungo la nuova avventura di Linea Verde Tour dalla provincia di Taranto, in onda sabato 17 luglio alle 12 su Rai1. Il viaggio di Federico Quaranta comincia da un luogo selvaggio e incontaminato, la Gravina di Leucaspide, uno dei più imponenti esempi del fenomeno carsico nel territorio tarantino, poco distante da Statte. Si tratta di una zona ricca di grotte, di pareti di roccia tenera facile da scavare, di vegetazione e di acqua, che rappresenta da tempi lontanissimi luogo prediletto per l'insediamento umano. L'avventura di Federico Quaranta prosegue poi attraverso la gravina di Riggio in compagnia del fotografo e regista Carlos Solito e si conclude con una gita in barca a vela nelle acque cristalline del mar Ionio, alla ricerca di leggende e tracce di storia greca. Più legato al territorio e all'enogastronomia invece il percorso di Peppone Calabrese, che nel quartiere delle ceramiche di Grottaglie scopre bellezze architettoniche medioevali e arti antichissime, arrivando poi ad assaggiare le gustose prelibatezze del territorio in una masseria dove una famiglia da quattro generazioni si è legata alla produzione di vino e olio. Giulia Capocchi si immerge nello spettacolo naturale delle Salina dei Monaci, arrivando alla foce del fiume Chidro, e conclude il suo viaggio nel cuore millenario di Taranto. Il sottosuolo della città che fu capitale della Magna Grecia è infatti ricco di ipogei, grotte scavate nei millenni per estrarre materiale, creare luoghi di culto o di difesa, frantoi e tombe.

Il viaggio di "Linea Verde Radici", in onda sabato 17 luglio alle 12.30 su Rai1, racconta la Sardegna, nella provincia di Oristano. Federico Quaranta cerca di comprendere cosa abbiamo appreso dalla lezione degli antichi popoli che abitarono questa zona, e se la loro sapienza sia qualcosa di ancora trasmissibile. Dalla Penisola del Sinis, in quella che un tempo fu l'antica città di Tharros, si fa la scoperta, da un sito archeologico, di tutti i popoli che abitarono questa zona: Nuragici, Fenici, Cartaginesi, Bizantini, Romani. Per conoscere meglio il primo popolo che abitò la Sardegna, i Nuragici appunto, si va alla scoperta di alcune aree: il Nuraghe Losa, uno dei meglio conservati della regione, dove si ascolta anche suonare un sardo d'eccezione, Moses Concas; il pozzo sacro di Santa Cristina, un'architettura perfetta; e le sculture dei Giganti, realizzate durante l'età del Ferro, e che rappresentano una dei ritrovamenti archeologici più importanti di tutto il Mediterraneo. Alla civiltà nuragica sono anche legate delle scoperte che riguardano la sfera agricola. Infatti, recenti rinvenimenti alimentari hanno attestato che è stato proprio questo popolo a coltivare per primo il melone e a produrre un vino molto simile alla Vernaccia. Ma il viaggio prosegue andando anche a visitare la vecchia Miniera di Montevecchio, un sito industriale fondamentale per tutta la Sardegna. Lì, un'azienda rimasta in vita per 150 anni, aveva realizzato una sorta di metropoli mineraria; una città, insomma, in cui i minatori, oltre a lavorare, vivevano con le loro famiglie. Il viaggio si conclude nel borgo di Bosa, famoso per due comparti economici: quello dell'industria conciaria e quello della pesca. Tra entroterra e costa, Federico Quaranta compirà un viaggio che attraversa la Storia e le storie, attraversando uno dei territori più belli e affascinanti d'Italia.

LINEA VERDE ESTATE | 11 LUGLIO 2021

Viaggio a Maratea, in Basilicata, alla scoperta delle eccellenze che rendono unico il più piccolo tratto di costa d'Italia, nella puntata di "Linea Verde Estate", con Angela Rafanelli e Marco Bianchi, in onda domenica 11 luglio, alle 12.20 su Rai1. Spedizioni nei posti più sperduti ed incontaminati affinché, soprattutto, le nuove generazioni si innamorino del mare e imparino a conoscerlo sempre più: in navigazione, record ed imprese di Gianluca Genoni, primatista mondiale di apnea ed ambasciatore scientifico del progetto Gombessa. Un susseguirsi di grotte e calette inaccessibili pagaiando in kayak, sovrastati dalle montagne, ed i segreti delle insenature. Un'altezza di 21 metri, un'apertura di braccia di 19 metri, un'eccezionale vista a 360° del profilo della costa e delle montagne interne: percorrendo la nuova via ferrata, una ascesa al Cristo di Maratea, secondo per dimensioni solo a quello del Corcovado di Rio de Janeiro, ed il progetto Maratea Experience. L'atmosfera da turismo tranquillo della piazzetta, il centro storico ben curato, qualche bottega di artigianato, una sensazione d'aria un po' retrò di una piccola pasticceria a conduzione familiare: è tempo di una "dolcissima" tappa per gustare i bocconotti, prelibati pasticciotti di pasta frolla, crema e confettura di amarene. Una lunga distesa di sabbia che si protende sotto la falesia, una schiusa di un nido di tartaruga Caretta Caretta che ha dato alla luce oltre 80 piccoli: nella cornice di una natura rigogliosa, a cavallo sulla spiaggia di Castrocucco, le potenzialità del patrimonio naturalistico lucano. Una profonda passione per la cucina trasmessa dalle zie sin da bambina, la commistione di sapori diversi: a Marina di Maratea, con Beatrice, giovane e promettente studentessa dell'istituto alberghiero, le ricette della tradizione culinaria locale e la prima edizione del progetto la "Francofonia nel piatto." Un formaggio semiduro, grasso, a breve o media stagionatura, a pasta filata, prodotto tutto l'anno con latte intero di vacche alimentate a pascolo brado, un sapore dolce e aromatico: il meticoloso lavoro di una famiglia locale che da oltre 60 anni si cimenta nella produzione del caciocavallo.  

LINEA VERDE | 10 LUGLIO 2021

Linea Verde Tour - È il Salento, nell'estremo sud della Puglia, il territorio raccontato da Federico Quaranta, Giulia Capocchi e Peppone Calabrese nell'appuntamento con "Linea Verde Tour", in onda sabato 10 luglio alle 12.00 su Rai1. Si parte dall'area marina protetta di Porto Cesareo (Le), una riserva naturale tra terra e mare, sorvegliata dall'antico sistema di torri costiere tornate a svolgere l'originaria funzione di controllo. Federico Quaranta visita anche Torre Lapillo e i ruderi di Torre Uluzzo che dominano un tratto di mare, con alte falesie a strapiombo sull'azzurro intenso dello Ionio. Un'escursione nell'entroterra è invece l'occasione per scoprire anche l'originale bellezza delle "ville eclettiche" di Nardò, decorate con gli stili più fantasiosi. Giulia si dedica, invece, agli sport marini che in questo tratto di costa si possono praticare tutto l'anno, e prende parte a un'immersione archeologica, per conoscere i tesori nascosti del mare di Porto Cesareo: relitti di navi, colonne romane sommerse, carichi affondati duemila anni fa che ancora giacciono in fondo a un'acqua cristallina. Peppone preferisce, come sempre, esperienze più "gustose". Dopo aver partecipato a una battuta di pescaturismo ed essersi procacciato il cibo, si cimenta in una ricetta tipica del luogo: la quatara, ovvero la zuppa di pesce povero che veniva cucinata a bordo dei pescherecci. 

Linea verde radici - Comincia sabato 10 luglio, alle 12.30 su Rai1, la stagione estiva 2021 di "Linea Verde Radici" condotta da Federico Quaranta. Il primo viaggio è in Trentino, nella Valsugana, una regione dove uomo e natura sono riusciti a vivere un rapporto simbiotico, in armonia, rispettandosi vicendevolmente. Attraversando i due laghi fratelli, quello di Levico e quello di Caldonazzo, che per conformazione ricordano i fiordi norvegesi, Federico Quaranta incontra un'imprenditrice agricola che accoglie nella sua fattoria un gran numero di animali, salvandoli dai maltrattamenti, ma anche alcuni produttori di vino che affinano il loro speciale Trento Doc nel fondo del lago, tenendo a venti metri di profondità, per oltre due anni, centinaia di bottiglie. Ma in Valsugana c'è anche un'antica miniera di perite che donava lavoro a molti uomini della comunità fino agli anni Sessanta, un minerale che, durante la seconda guerra mondiale, veniva utilizzato come esplosivo. Si possono conoscere quali erano le condizioni di vita dei minatori, e quanto fosse usurante un lavoro che li costringeva a faticare per ore nelle viscere della terra. Sosta poi in un sito naturalistico particolare: gole che raccontano l'origine geologica di questa fetta di terra che risale a oltre 260 milioni di anni fa. La Valsugana, infine, è famosa anche per la sua incontaminata catena montuosa, il Lagorai. Il conduttore farà un percorso fino alla cima del monte Socede dove, accompagnato da uno storico, scoprirà come queste montagne siano state, durante la Grande Guerra, una linea di confine contesa da italiani e austriaci e dove persero la vita numerosi ragazzi. 

LINEA VERDE ESTATE | 4 LUGLIO 2021

Riparte dal Cilento, ultima tappa della precedente stagione, il viaggio di "Linea Verde Estate" del 2021, con Angela Rafanelli e Marco Bianchi, in onda da domenica 4 luglio 2021 alle 12.20 su Rai1. Dal fresco degli orti di stagione ai legumi, dai cereali selezionati dalla Biblioteca del Grano del Monte Frumentario alle varietà di grano tipiche del territorio lucano: in provincia di Salerno, obiettivo su un'azienda agricola a conduzione familiare che pratica la coltivazione dei terreni attraverso le buone pratiche di agricoltura organica rigenerativa, rispettose dell'ambiente, senza l'utilizzo di pesticidi o concimi chimici di sintesi. Un rito che si tramanda di padre in figlio, a Marina di Pisciotta, immersi nei rumori notturni del mare, è quello della pesca delle alici con la "menaica", antica tecnica oggi gelosamente custodita in pochi borghi marinari del Cilento, e la loro conservazione sotto sale. Non manca il fascino del mondo animale: da Sala Consilina, non lontano dal fiume Tanagro, arriva la storia di una coppia di cicogne bianche, l'unica in Italia, che da marzo ad agosto, da oltre venti anni, puntuale nidifica sullo stesso traliccio, nel cuore del Vallo di Diano. E poi il santuario della Madonna della Neve, con la cascata dei Capelli di Venere, che sembra uscito da un libro di fiabe, tra boschi a perdita d'occhio: a quota 1899 metri sul livello del mare, il punto più alto del Cilento, sul monte Cervati, spazio alla bellezza mozzafiato di luoghi incontaminati, pregio naturalistico del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano. Infine, l'originale innovazione di un prodotto tradizionale: ad Ascea, la bontà della mozzarella di bufala con il cuore di olio extravergine.