Paolo Rossi

Paolo Rossi è morto, funerale in diretta su Sky Sport e Rai2


Cerimonia in diretta televisiva sulle reti nazionali Rai2 e Sky Sport24 dalle ore 10.30. Questa sera, Sky Sport rende omaggio a Paolo Rossi riproponendo le partite Italia-Brasile e Italia-Germania del Mondiale di Spagna '82 in versione integrale.

di / 11.12.2020
Paolo Rossi

Sarà una cerimonia semplice come semplice, nonostante la fama, era sempre rimasto lui, Paolo Rossi, il calciatore, per tutti "Pablito". Il funerale dello sportivo che ha conquistato il mondo del calcio, nel 1982, è in programma sabato 12 dicembre 2020 alle ore 10.30, nel Duomo di Vicenza. La cerimonia sarà trasmessa in diretta televisiva sulle reti nazionali Rai2 e Sky Sport24, oltre che in streaming su RaiPlay e skysport.it.

Addio a 'Pablito'

Paolo Rossi è morto all'età di 64 anni nella notte tra mercoledì e giovedì, come ha scritto la moglie in un post sul suo account Facebook: "Non ci sarà mai nessuno come te, unico, speciale, dopo te il niente assoluto". Paolo Rossi è nato a Prato il 23 settembre del 1956. Ha iniziato a giocare a calcio a sei anni nel Santa Lucia, piccola squadra della frazione di Prato in cui è nato, per passare poi una stagione nell'Ambrosiana, nella Cattolica Virtus di Firenze, nelle giovanili di Juventus e Como, esordendo nel 1974 in prima squadra in un incontro di Coppa Italia a Cesena. E' entrato nel 1976 nel Lanerossi Vicenza, squadra con cui ha segnato 66 gol in 107 presenze in tre stagioni. Paolo Rossi, con l'aiuto dei suoi compagni di squadra, ha contribuito alla promozione del Vicenza dal campionato di Serie B a quello di Serie A stagione 1977-1978, nella quale la squadra guidata dal tecnico Giovan Battista Fabbri si è classificata al secondo posto dietro alla Juventus, sfiorando lo scudetto. Quella del 1978-1979 è stata l'ultima stagione di Paolo Rossi nel Vicenza, è passato poi a giocare per una stagione nel Perugia, per quattro stagioni nella Juventus, per una stagione nel Milan e per un'ultima stagione, quella del 1986-1987, nel Verona. "Pablito" lo si ricorda principalmente per le sue prodezze e per i suoi gol al Mondiale del 1982, dove si è aggiudicato il titolo di capocannoniere. Nello stesso anno ha vinto anche il Pallone d'oro, diventando il terzo italiano ad aggiudicarselo. Proprio per le sue prodezze al Mondiale dell'82 Paolo ha preso il soprannome di 'Pablito', in particolare per aver contribuito alla vittoria dell'Italia contro l'Argentina, che ha permesso alla nazionale italiana di accedere al secondo turno del torneo.

L'ultimo saluto a Pablito in diretta su Rai2 e Sky Sport24

Il funerale di Paolo Rossi è stato organizzato a Vicenza perchè è stata questa la città dove Paolo Rossi ha cominciato la sua carriera di calciatore, tra le fila del Lanerossi, in quello stesso stadio, il "Menti", dov'è stata allestita la camera ardente nella giornata di venerdi 11 dicembre, e che nello scorso febbraio gli ha concesso la cittadinanza onoraria. Per evitare assembranti l'ingresso nel Duomo, l'accesso al funerale viene riservato ai soli invitati della famiglia, e il sagrato della Cattedrale vicentina viene chiuso al pubblico.

Per seguire la cerimonia, collegamento su Rai2 e in streaming su RaiPlay a partire dalle 10.00, a cura di Raisport, con la telecronaca di Alberto Rimedio, Enrico Varriale e Antonio Di Gennaro, che di Rossi è stato compagno di squadra in Nazionale, nel 1986, al Mondiale messicano, e nel Verona, nella stagione 1986-87, l'ultima della straordinaria carriera di Pablito. SkySport24 anticipa la cerimonia con lo studio, a partire dalle 9.00, condotto da Alessandro Bonan e Eleonora Cottarelli, con Marco Nosotti in collegamento dal Duomo di Vicenza.

Sky ripropone Italia-Brasile e Italia-Germania del Mondiale '82 con Paolo Rossi

Per rendere omaggio a Paolo Rossi, venerdì 11 dicembre su Sky Sport Uno vanno in onda le partite integrali Italia-Brasile e Italia-Germania del Mondiale di Spagna '82: alle ore 21 in onda Italia-Brasile giocata allo stadio Sarrià di Barcellona il 5 luglio 1982, seguita alle 22.45 dalla finale Italia-Germania giocata al Bernabeu di Madrid.