Pet Sematary in anteprima nazionale al Comicon di Napoli


'Pet Sematary', uno dei film più attesi dell'anno, sarà proiettato in anteprima nazionale all'interno del Comicon di Napoli il prossimo 25 Aprile

di / 03.04.2019
Pet Sematary in anteprima nazionale al Comicon di Napoli

Tra i film più attesi di questa nuova stagione cinematografica, Pet Sematary è l'horror tratto dal romanzo ominimo di Stephen King che arriverà nelle sale italiane a partire dal prossimo nove maggio.

La storia è quella del Dr. Louis Creed (interpretato dal sempre più bravo Jason Clarke) che, dopo aver lasciato Boston, si trasferisce insieme alla moglie (Amy Seimetz) e i due figli in una piccola cittadina del Maine, vicino ad un inquietante cimitero. Quando un evento drammatico colpisce la sua famiglia, il dottor Louis chiederà aiuto al vicino di casa Jud (John Lithgow), senza sapere che le sue azioni porteranno a risultati terribili e catastrofici.

Pet Sematary - che era già stato al centro di un adattamento del 1989 dal titolo Cimitero Vivente - rappresenta uno dei romanzi più amati da tutti gli appassionati del genere horror che porta la firma di Stephen King. Non era assurdo presumere, dunque, che questo nuovo adattamento sarebbe stato nella lista delle pellicole con il maggior hype della stagione.

Coloro che ne avranno l'occasione potranno prendere parte all'anteprima nazionale del film che avrà luogo il 25 Aprile all'interno della cornice del Comicon di Napoli, alle 15.30 presso l'Auditorium del Teatro Mediterraneo della Mostra d'Oltremare di Napoli. Evento reso possibile dalla partecipazione della 20th Century Fox.

Inoltre il film sarà preceduto dalla preview del documentario Stephen King - Maestro dell'Horror, che verrà trasmesso in tv il primo maggio su Paramount Network. Ospite d'eccezione per questo evento saranno i due registi partenopei i Manetti Bros. e Tito Faraci, autore di fumetti appassionato del genere.

Il documentario è incentrato sull'offrire un ritratto della carriera dell'autore che è stato incoronato re indiscusso dell'horror, sebbene la sua produzione sia abbastanza variegata da non includere un solo genere. Si potrà così osservare il percorso svolto dallo scrittore, dal precoce amore per la lettura, la difficile infanzia, i problemi legati alle aspettative dopo i primi successi. Argomenti che erano già stati sfiorati nel libro On Writing e che ora troveranno un'altra valvola di sfogo.



Apri Box Commenti