Prima dell'Alba, ultima puntata del programma on the road con Salvo Sottile


Salvo Sottile torna a esplorare l'universo notturno in tutte le sue declinazioni, dal lavoro al divertimento, dalla trasgressione al crimine fino al sociale, raccogliendo storie, spesso sconosciute a chi vive di giorno.

di / 10.05.2019
Prima dell'Alba, ultima puntata del programma on the road con Salvo Sottile

Lunedì 13 maggio in seconda serata su Rai3 va in onda l'ottava e ultima puntata di "Prima dell'Alba", il programma on the road con Salvo Sottile alla scoperta dell'Italia notturna. L'ottava e ultima puntata della terza stagione si apre a Bologna, dove il giornalista incontra i ragazzi di Dynamo, il primo parcheggio per biciclette d'Italia, ideato per arginare il problema dei furti ma diventato in poco tempo una vera e propria "casa" dei ciclisti urbani. La project manager Simona Larghetti, cresciuta con la passione per la bici nelle stesse zone in cui si allenava Pantani, lo accompagna negli spazi della Velostazione: il parcheggio custodito, l'officina di riparazione e il bar, dove si chiacchiera e si socializza con gli altri appassionati.

Dalle due alle quattro ruote, a Formello (RO) scopriamo il tuning, l'hobby particolare e decisamente costoso degli appassionati di auto truccate, costantemente impegnati a rendere le proprie auto uniche e personalizzate. Tra motori roboanti, grafiche accattivanti e impianti stereo inusuali, assistiamo a un raduno di tuners con gli organizzatori, i meccanici e i proprietari, e scopriamo come il fine ultimo per loro non sia il lusso o l'apparenza, ma una soddisfazione molto più intima e personale che richiede una cura maniacale e una conoscenza estremamente accurata dei pezzi di ricambio.

Dalla notte delle passioni più o meno costose a quella dura e pericolosa della lotta al crimine, Salvo arriva nella Terra dei Fuochi, l'ampia zona tra Caserta e Napoli martoriata dall'interramento dei rifiuti e dai roghi tossici accesi per smaltirli, che provocano danni spaventosi all'ambiente e alla salute dei cittadini. Il controllo e la prevenzione dell'area sono affidati all'esercito che, insieme a polizia, carabinieri, guardie di finanza e vigili del fuoco, agisce per arginare la criminalità e l'avanzamento dello stato di degrado. Al comando Raggruppamento Campania, Salvo entra nella Sala Operativa, dove viene monitorato e coordinato il complesso lavoro delle pattuglie, prima di prendere parte a un vero a proprio giro di ricognizione a Scampia con il comandante Marco Ciccolini.

Il viaggio continua a Chiasso (TI), dove Salvo scopre la controversa pratica sessuale della "mummificazione" incontrando la mistress Marikah Bentley e la sua "ancella" Lea, in arte Lady Amelia, che gli racconta il piacere che si prova nella perdita del controllo del proprio corpo, se affidato a qualcuno di cui ci si fida: due ruoli opposti, quello del dominato e quello del dominatore, che trovano il loro punto di incontro nel soddisfare i reciproci piaceri sessuali e sensoriali.

La puntata si chiude a Milano, in compagnia della detective Laura Giuliani, Presidente della World Association of Detectives, che racconta a Salvo come il mestiere dell'investigatore privato stia vivendo il suo rilancio grazie allo spionaggio industriale, allontanandosi sempre più dallo stereotipo del detective in perenne conflitto con la legge, cinico e duro, che la cinematografia e la letteratura ci hanno sempre raccontato. Salvo accompagna Laura nel pedinamento di una ragazza – il target della missione - in quello che è un vero e proprio caso di insider traiding.

Prima dell'alba 2019 | Settima Puntata | 6 Maggio 2019

La puntata si apre a Ostia, dove Salvo incontra gli ufologi Fabrizio Molly, fondatore del gruppo Sky Watchers, e Francesca Bittarello, con i quali scruta il cielo romano scoprendo i segreti dell'ufologia e dei cosiddetti "oggetti volanti non identificati".

Dal cielo di Roma, Salvo si sposta sotto quello di Napoli per un viaggio tra stelle e pianeti grazie a uno dei planetari più all'avanguardia del Mediterraneo, quello della Città della Scienza. All'interno del planetario Alessandro Amabile, un giovane astrofisico, illustra a Salvo stelle, comete, pianeti e galassie, mostrando come la Città della Scienza racchiuda cultura, modernità, intelligenza, fascino: un patrimonio quindi che non può essere destinato all'abbandono, ma deve tornare a brillare, come le stelle.

Dal degrado del quartiere Bagnoli di Napoli a quello di Tor Bella Monaca, Salvo torna a trovare Tiziana Ronzio che, assieme alle donne dell'associazione Tor più bella da lei fondata, ha cercato di riqualificare la zona e il condominio attraverso vari lavori di manutenzione, rendendoli più vivibili nonostante la perenne assenza dello Stato.

Dalla superficie dei quartieri di Roma, Salvo scende nei suoi sotterranei, nel Polmone Pulsante, una galleria dove si tengono cene a base di erotismo e arte; qui conosce Senith, una performer che lo guida nella "suburra dell'eros" per un'esperienza sensoriale a tutto tondo. La notte italiana degli eccessi continua a Forlì, al Decadence, un appuntamento con la trasgressione per chiunque voglia uscire dagli schemi senza temere alcun giudizio.

Poco prima dell'alba Salvo arriva a Milano al circolo Canottieri di San Cristoforo dove incontra Simone Lunghi con cui perlustra le acque dei Navigli. Simone e i suoi ragazzi, gli Angeli dei Navigli lottano contro l'inciviltà di chi getta in acqua oggetti di qualsiasi tipo, come le biciclette del bike sharing, e ripuliscono le acque armati di guanti e remi.

Prima dell'alba 2019 | Sesta Puntata | 24 Aprile 2019

La sesta puntata si apre a Milano dove, tra cocktail, musica, belle ragazze e uno chef noleggiato per l'occasione, Salvo Sottile entra nella casa di Mirko Scarcella, il famoso imprenditore del web artefice del successo social di Gianluca Vacchi, che inventa fenomeni e fornisce notorietà a chiunque la ricerchi.

Dal mondo tanto sfavillante quanto evanescente della notorietà alla notte solitaria dell'artista: a Roma Salvo incontra Marta Ugolini, una donna fabbro che, lasciata una carriera già ben avviata nell'ambito degli eventi sportivi e televisivi, ha deciso di cominciare la sua seconda vita facendo della sua passione il suo nuovo lavoro.

La notte è il luogo dove prende vita l'ispirazione di altre due intraprendenti artiste: a Torino Salvo Sottile conosce Hind, stilista marocchina di 24 anni che disegna abiti "islamicamente corretti" ma con gusto italiano; a Roma, invece, incontra Takoua, "tunisina de Roma" di 28 anni, che ha scelto la graphic novel come strumento comunicativo interculturale.

Tornato a Milano, Salvo esplora le nuove tendenze del mestiere più antico del mondo che, con il progresso delle tecnologie, si è spinto verso nuovi traguardi: uno di questi è la nascita di app e siti per recensire le prestazioni sessuali di escort e gigolò come si farebbe con ristoranti, alberghi o prodotti.

La puntata si chiude a Scampia insieme a Davide Cerullo, responsabile di una ludoteca che aiuta i giovani ragazzi del quartiere a crescere in autonomia fornendo loro gli strumenti per combattere la realtà che li circonda.

Prima dell'alba 2019 | Quinta Puntata | 22 Aprile 2019

Speciale "Una notte in carcere".
Una puntata speciale di "Prima dell'alba" dedicata all'universo concentrazionario: Salvo Sottile entra nel carcere di Lecce e trascorre un'intera giornata con i detenuti per scoprire come si vive in un luogo dove è sempre notte, tra solitudine, silenzio e mancanza di libertà. Per la prima volta il viaggio di Sottile inizia all'alba, attraversando l'enorme porta di metallo dell'istituto e passando dal cellario, dove i detenuti vengono privati dei loro beni personali, fino alla sala dove vengono schedati, ripercorrendo un iter di passaggi burocratici che assumono anche un forte significato simbolico, scandendo per i detenuti il distacco dalla libertà e l'ingresso nella lunga "notte" della vita carceraria.

Prima dell'alba 2019 | Quarta Puntata | 8 Aprile 2019

La quarta delle 8 puntate della stagione si apre Bologna in compagnia di Elena e Erika, due guide turistiche che custodiscono le chiavi della città e quotidianamente aprono ai turisti le porte dei luoghi più celebri ma anche di quelli meno conosciuti. A Lecce entra in contatto con il "caro" mondo dei fattucchieri: sono infatti 8 i miliardi di euro che ogni anno vengono spesi dagli italiani in tarocchi e sfere di cristallo. Per scoprire di più su questo giro d'affari Salvo partecipa a una seduta spiritica con la celebre Tavola Ouija.

Tornando a Bologna, è già l'ora perfetta per visitare il "Senza Nome", il primo bar gestito da sordi che nasce per abbattere le barriere che normalmente si interpongono tra udenti e non udenti.

Il racconto prosegue in Calabria per dare voce a coraggiosi imprenditori che si sono ribellati alle mafie. Passando a un altro tipo di libertà, Salvo a Milano scopre il post-porno, l'evoluzione del porno verso un'espressione più libera e inclusiva delle diversità. La cam-girl Regina e il suo compagno Bruno dal 1998, dopo la nascita del loro primo figlio, offrono spettacoli erotici ai loro fan sul web. La notte termina a Bologna, osservando l'alba dalla cupola del santuario della Madonna di San Luca.  

Prima dell'alba 2019 | Terza Puntata | 1 Aprile 2019

La puntata si apre a Venezia in compagnia di Luca e Leonardo, due appassionati di parkour, disciplina di origine francese che trasforma le città in palestre a cielo aperto sfruttando l'architettura cittadina per effettuare salti spettacolari, capriole ed acrobazie: un'attività che i due ragazzi praticano esclusivamente di notte, quando Venezia si svuota dalle folle di turisti.

Dal senso di libertà di chi si arrampica per divertimento, il racconto si sposta nell'universo concentrazionario del carcere di Lecce, dove oltre 1000 persone scontano le colpe delle proprie azioni, senza però rinunciare a sognare, ad esistere e ad avere una voce. Questo è il caso di Luigi che in prigione, grazie al Collettivo La Rosa dei Venti guidato dalla giornalista e scrittrice Luisa Ruggio, ha imparato ad amare la lettura, la scrittura e il teatro. La notte è anche il luogo dove si liberano le fantasie più inconfessabili.

A Napoli, Salvo Sottile incontra Susanna Guerriero, soprannominata Dea, una mistress che si definisce un'addestratrice di schiavi e che quotidianamente soddisfa le perversioni più masochiste di moltissimi uomini.

Il viaggio termina nel cuore della Città Eterna, dove Salvo conosce Gianni Crea, il clavigero dei Musei Vaticani. Gianni porta avanti un ruolo antichissimo e di grande responsabilità: custodisce infatti tutte le 2.797 chiavi di uno dei musei più importanti del mondo e apre a Salvo, senza il disturbo di nessuno degli oltre 3.000 visitatori che quotidianamente affollano le sale, le porte dei corridoi e dei cortili dei Musei Vaticani, tra opere d'arte di inestimabile bellezza e valore storico, fino ad arrivare alla Cappella Sistina. La puntata si chiude sul tetto dei Musei Vaticani con l'alba che avvolge i colli di Roma e sancisce la fine delle fatiche della notte.  

Prima dell'alba 2019 | Seconda Puntata | 25 Marzo 2019

Lunedì 25 marzo in seconda serata su Rai3 va in onda la seconda puntata di "Prima dell'Alba" edizione 2019, il programma on the road con Salvo Sottile alla scoperta dell'Italia notturna di chi comincia a vivere quando gli altri vanno a dormire.

La seconda delle 8 puntate della stagione si apre a Milano, dove notte e giorno decine e decine di persone sfrecciano sulle loro bici per consegnare cibo a domicilio. Sono i cosiddetti riders, che con il loro lavoro, scarsamente pagato e tutelato, usurante, alimentano un business milionario in costante crescita. Salvo Sottile incontra Antonio, quarantenne disoccupato, costretto a pedalare 50 km al giorno e a controllare costantemente il cellulare per non perdere nemmeno una chiamata: perché se negli altri Stati europei la Gig economy è uno strumento che aiuta giovani e studenti a mantenersi, in Italia è spesso la prima fonte di reddito per chi non riesce a trovare un'alternativa.

Il viaggio prosegue a Cherasco (CN) per incontrare Simone Sampò che nella sua azienda totalmente ecosostenibile alleva chiocciole per uso alimentare e per produrre bava di lumaca, dalle molteplici proprietà cosmetiche. Un progetto che richiede una dedizione totale e soprattutto uno studio meticoloso, che avviene per lo più di notte, quando il rumore della masticazione delle chiocciole risuona nella campagna.

Se c'è chi nel buio della notte lavora, altri lottano contro i propri demoni o per proteggere persone a rischio: a Milano Salvo Sottile entra in un centro di recupero per uomini violenti dove psicologi e criminologi offrono gratuitamente il loro supporto nella speranza di limitare il più possibile che avvengano nuovi crimini, mentre a Bologna incontra le attiviste del MIT, associazione che dal 1982 combatte per i diritti delle persone trans fornendo il proprio supporto anche di notte, pattugliando le strade per proteggere le sex worker trans e farle sentire meno sole.

La puntata si chiude a Poggiardo nel leccese, dove alle prime luci dell'alba un'intera famiglia è già al lavoro in un'azienda agricola non convenzionale: è quella di Gianluca Carluccio, giovane imprenditore che coltiva la canapa per uso alimentare e per produrre cannabis light, a basso livello di THC e quindi oggi totalmente legale. A supportare Gianluca, anche Nonna Mimmi che, un tempo contadina nei campi di tabacco, oggi aiuta il nipote nella sua attività: un'impresa del futuro che attinge dal passato.

Prima dell'alba 2019 | Prima Puntata | 18 Marzo 2019

La prima delle 8 puntate della nuova stagione si apre con una finestra sul lavoro notturno, quello degli antichi mestieri artigiani e quello della scienza e della ricerca. A Murano Salvo Sottile incontra alcuni mastri vetrai, per ripercorrere l'evoluzione di un'arte italiana d'eccellenza che oggi rischia di scomparire, profondamente messa alla prova dal lievitare dei costi di produzione e dalla riduzione drastica di alcuni mercati, tra cui quello italiano. Passando all'altro lato dello Stivale, il viaggio prosegue a Lecce, dove oltre 200 ricercatori da ogni parte del mondo provano invece ad inventare il futuro. Salvo Sottile entra nei laboratori della Nanotech, centro d'eccellenza delle nanotecnologie, dove la ricerca non si ferma mai, che si tratti di sperimentare nuovi farmaci intelligenti o di inventare le lampadine del futuro. Dal lavoro al crimine, Salvo Sottile si sposta a Palermo per prendere parte ad un'azione di polizia. Dall'alto di un elicottero del reparto volo, il reparto più femminile d'Italia che controlla la città dall'alto, assiste a una retata dei 'Falchi', i poliziotti motociclisti della Squadra Mobile di Palermo che combattono la cosiddetta criminalità diffusa. Stanotte sono impegnati in un'azione nella piazza di spaccio di Ballarò che si risolve con tre arresti e il recupero di diverse sostanze stupefacenti. La notte è anche il luogo in cui le trasgressioni si liberano. A Milano Salvo Sottile incontra la pornoattrice Sissy Neri che con il compagno e socio Paolo gestisce una "piccola impresa familiare" nel settore degli spettacoli erotici. Laureata in Economia e Commercio, Sissy racconta alle telecamere di "Prima dell'Alba" come abbia deciso a 40 anni di intraprendere questa carriera ma anche di come immagina il suo futuro, diverso e lontano da questa. La puntata si chiude laddove era iniziata, a Murano, dove l'alba sta sorgendo.

Prima dell'alba 2019

"Prima dell'Alba" è un format originale Stand by Me di Simona Ercolani, condotto da Salvo Sottile.  A cura di Claudio Moretti, scritto da Coralla Ciccolini, Luca De Risi e Olivia Bernardini, Maria Elena di Ponzio, Serena Cervoni, Giulia Soi, con la Consulenza di Salvatore Merlo. Regia di Daniele Babbo, Produttore Esecutivo Stand by Me Lara Rongoni, Produttore Esecutivo Rai Laura Fusco.



Apri Box Commenti