Quello che è - Nessuno escluso

Quello che è - Nessuno escluso su LaF nella Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne


Uno speciale TV e un progetto video digitale con l'autrice e illustratrice che esplora le parole dell'inclusione con Djarah Kan, Florenciafacose e Jonathan Bazzi.

di / 25.11.2021
Quello che è - Nessuno escluso

In occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, laF propone in prima tv giovedi 25 novembre alle ore 21.10, e on-demand su Sky, lo speciale "Quello che è - Nessuno escluso". In questo progetto video digitale di laF sviluppato insieme ad ActionAid e Next Studios, la content agency del gruppo Next14, si esplorano le parole dell'inclusione, contro ogni discriminazione e violenza di genere. E dal 26 novembre, clip video di questo speciale saranno distribuite sui canali social e digital di laF, ActionAid, Fumettibrutti e dei suoi ospiti.

Josephine Yole Signorelli, in arte Fumettibrutti, dialoga con Djarah Kan, Florenciafacose e Jonathan Bazzi per ricercare, esplorare e iniziare a costruire un dizionario dell'inclusione, analizzando con i suoi ospiti le prime 3 parole-chiave: cultura, opportunità e gentilezza.

Insieme all'attivista e scrittrice Djarah Kan, Fumettibrutti approfondisce la parola cultura: "Quando si parla di cultura penso a un'istituzione quasi monolitica, come un luogo chiuso; la cultura invece siamo noi, le persone che si spostano, le lingue che cambiano, i luoghi con confini mutevoli". Ricorda che a scuola "si presentava la cultura europea come l'unica possibile, la più alta; e poi c'era il resto, la cultura del terzo mondo"; da qui, secondo Djarah, può nascere il "classismo culturale" e, di conseguenza, il razzismo.

Con Florencia Di Stefano-Abichain, conosciuta come Florenciafacose, scrittrice, attivista e content creator, Fumettibrutti affronta il tema dell'opportunità: "È una bella parola, che prevede l'interazione fra più persone, chi può dare l'opportunità e chi la riceve" ed è strettamente legata al termine inclusione, perché come lei offre le stesse possibilità e gli stessi strumenti a tutti, anche se a volte, a causa del contesto sociale in cui si cresce, soprattutto se si è donne o persone fuori dallo status quo, "siamo noi stessi a precluderci delle chance, l'opportunità da cogliere è anche quella interiore, credere di potersela meritare".

Infine, assieme allo scrittore Jonathan Bazzi si focalizza sulla parola gentilezza, termine che per lui è "la capacità di rispettare lo spazio degli altri, sapersi fermare quando i propri bisogni e impulsi potrebbero sconfinare" ed è quindi necessario sviluppare empatia e capacità di ascolto.

Dopo la prima tv di "Quello che è - Nessuno escluso", la programmazione speciale per la Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne continua alle 21.20 con la pellicola "Libere disobbedienti innamorate" e alle 23.10 con il documentario "Pussy Riot - Una preghiera punk".