Total Recall - Atto di Forza

Total Recall - Atto di Forza: giochi online e nuove immagini




di / 18.09.2012
Total Recall - Atto di Forza

In attesa dell'uscita al cinema, il prossimo 11 ottobre, sono disponibili 3 giochi online ispirati al film Total Recall - Atto di Forza, il thriller d'azione incentrato sui temi della realtà e della memoria con Colin Farrell, Kate Beckinsale, Jessica Biel, Bryan Cranston, John Cho e Bill Nighy.

Il viaggio immaginato di nuovo per il grande schermo di Total Recall inizia nel 2008, quando il produttore Toby Jaffe stava curiosando in una libreria, guardando in particolare tra gli scaffali di fantascienza. "Stavo cercando tra tutti i libri che avevo letto in gioventù, poi ho preso un'antologia di Philip K. Dick ed ho letto il racconto breve 'We Can Remember It for You Wholesale'", ricorda. "Mi sono ricordato che era una sorta di grande fantasia di soddisfacimento dei desideri".

Naturalmente, la storia di Dick era già stata adattata per il grande schermo , nel 1990, con il titolo di Total Recall. Jaffe ha iniziato a pensare che forse era arrivato il momento giusto per una nuova rivisitazione del racconto di Dick per il cinema ed ha sottoposto l'idea a Moritz, il quale ha letto il racconto e rivisto il film del 1990.

"Abbiamo pensato che avremmo potuto fare una nuova versione della storia originale", dice Moritz. "Immaginando un nuovo soggetto, abbiamo pensato che c'era molto dei personaggi e della storia che potevamo ulteriormente raccontare. C'è sembrato qualcosa di nuovo".

Il motivo principale è che la storia di Dick appare all'avanguardia, già come quando venne pubblicata nel 1960. "L'aspetto geniale della storia, è l'idea che si può impiantare un ricordo nella testa di qualcuno e che, una volta sveglio, si sentirà come se avesse vissuto l'esperienza per davvero", dice Jaffe.  La situazione apre ad una miriade di domande: cos'è la memoria?  Come facciamo a sapere quello che è realmente accaduto nel passato? 

"Il concetto di Rekall, così come raccontato da Philip K. Dick, è quello che mi ha spinto ad accettare di dirigere il film", dice Len Wiseman, che è famoso per aver diretto i primi due film della serie di Underworld e Die Hard-Vivere o morire. Wiseman ha anche un passato professionale nell'art department, avendo lavorato in film di fantascienza ad alto budget come Independence Day e Stargate. L'impegno principale di Wiseman nel film, era di approfondire il personaggio principale, creando un ibrido tra un thriller psicologico ed un film di azione che ha luogo in un futuro lontano.

"Siamo stati veramente fortunati che abbia voluto farlo e abbiamo dato inizio alla produzione velocemente", dice Moritz.

Invece di svolgersi su Marte, Wiseman ha mantenuto l'azione, in un futuro lontano, su una terra dominata da uno stato di due nazioni-la Federazione Unita di Britannia e La Colonia. Come nel racconto di Dick, Wiseman dice, "C'è tutto un altro tipo di esperienza sulla Terra, nella quale portare il personaggio".

"Ci siamo ricordati che  Philip K. Dick non aveva ambientato la storia su Marte, il che ci ha aperto ad una vasta gamma di possibilità", dice Jaffe. "Una volta liberi dal fatto di mantenere il personaggio sulla Terra, come ha fatto Dick, non siamo stati legati all'ambientazione, all'epoca o al come e perché tirarlo fuori dal pianeta".

Per interpretare il personaggio principale di Quaid, Wiseman ha scelto Colin Farrell. "Era molto importante che Quaid fosse un tipo normale", dice Jaffe. "Colin ha portato il suo genio di attore sul set. C'è sullo schermo una certa riconoscibilità che fa sì che lui possa sembrare un vero operaio".

"La storia è comune, un uomo che sente di non stare vivendo la vita che vorrebbe-un uomo che sta attraversando un periodo di malcontento", dice Farrell.  "Ma il suo è un brusco risveglio. Quaid non ha idea di chi sia veramente, oltre a un profondo ed emotivo livello cellulare. L'intero film prova a dimostrare chi sia Quaid in realtà".
                                                                   
"Volevo veramente essere più coinvolto dall'esperienza di Quaid", spiega  Wiseman. "Voglio dire, immaginate questo scenario: ti svegli, ti appresti a vivere la tua vita di sempre  e ti senti tutto sommato una brava persona … Ad un tratto, tutti quelli che ti circondano iniziano a dirti che sei una persona cattiva. Voi cosa fareste?"

Con questo pensiero in testa, Farrell si è avvicinato al ruolo come un lotta tra l'emozione e l'intelletto ed ha provato a mantenere l'equilibrio. "Porta a galla problem di identità, ego e superego – è molto divertente guadare questo stagno psicologico", dice.

Nello sviluppare questo personaggio, Farrell ha fatto cose inusuali– come ad esempio passare la notte nell'appartamento di Quaid sul set.  "Volevo solo vedere  come fosse passarci una notte e risvegliarmi lì al mattimo", dice. "In realtà è stato bello".

"Colin si è dedicato a questo personaggio con tutto sé stesso", dice Moritz.  "È presente in quasi tutte le scene del film. Ci sono stati giorni in cui è stato in piedi sotto la pioggia per tutto il giorno e, nonostante tutto, dopo le riprese andava a fare yoga o sollevamento pesi".

I produttori, si sono anche dovuti occupare di trovare le due donne forti per i ruoli di  Lori e Melina.

Per interpretare la moglie di Quaid, Lori, apparentemente innamorata ma che si trasforma in una spietata assassina, la produzione ha scelto Kate Beckinsale, che in realtà è da sette anni la moglie di Wiseman. I due hanno lavorato insieme precedentemente nei film di Underworld.

La Beckinsale dice di essere stata particolarmente attratta da questo progetto, a causa della dualità del ruolo. "Non ho mai interpretato la cattiva ragazza. Sono sempre stata dalla parte della giustizia e della verità". dice. "La cosa buffa è che il mio personaggio, crede di essere dalla parte della giustizia e della verità. Questa è una delle cose belle del film– non sai mai chi è nel giusto. Inoltre, in lei vive anche un sensibile lato maniacale– è abbastanza fuori controllo e questo, per un'attrice, è molto divertente da interpretare".

La sceneggiatura, prevedeva in origine una ragazza bionda, ma Wiseman ha pensato che avesse più senso scegliere qualcuno che somigliasse a Melina, il vero amore di Quaid. "La mia idea era di accoppiarlo ad una falsa moglie che aveese delle similarità con il suo vero amore", spiega. "Nel caso la memoria gli fosse tornata in superficie, avrebbe avuto più senso che lei avesse un vago sentore familiare per lui"

Per il ruolo di Melina, i produttori avevano bisogno di un'attrice che potesse sostenere la difficoltà fisica del ruolo. Melina appare per la prima volta negli incubi di Quaid, poi più tardi, di persona, lo aiuterà a riscoprire la sua vita precedente. "Lei è il suo sistema GPS– gli mostra la strada verso casa", dice Farrell.

Wiseman ha scelto Jessica Biel per il ruolo. La Biel ha accettato la parte per il tema trattato dalla storia. "Abbiamo affrontato alcuni degli elementi raccontati da  Philip K. Dick nella sua storia: problemi di identità e relazioni". Dice la Biel.  "Lui non si ricorda di lei… Non ricorda di quanto si amassero, di quanto fossero passionalmente coinvolti. Questo mi ha interessato molto".

Farrell ricorda le numerose occasioni in cui si discuteva fino a notte fonda, tra lui la Biel e Wiseman. "Ci ponevamo così tante domande sui nostri personaggi", ricorda. "Era bello chiacchierare con Jessica durante le riprese e spesso, lei, Len ed io ci vedevamo dopo il lavoro. Una notte, ci siamo ritrovati nell'hotel di Len, noi tre, seduti a scherzare sulle battute e  sule idee", dice Farrell.

La Biel in particolare ha molto apprezzato l'alchimia con Farrell. "Colin è stato uno dei motivi  per cui questa esperienza è stata così gradevole", dice. "Guardarlo lavorare è di grande ispirazione. Trovo le sue performance assolutamente stratificate, complicate e complesse".

"Il ruolo femminile richiedeva una donna che non fosse solo piacevole ed attrattiva, ma che potesse anche essere fisica", dice Moritz. "E Jessica Biel combatte come un diavolo, mentre Kate Beckinsale probabilmente riuscirebbe a battere anche il diavolo. E così, queste due che si battono durante tutto il film, beh, sono incredibili".

Per interpretare lo spietato Cohaagen, cancelliere della Federazione Unita della Britannia, i produttori hanno scelto Bryan Cranston, che ha vinto tre premi Emmy di fila ed è stato nominato a tre Golden Globes, per la sua recitazione nella serie televisiva "Breaking Bad".

"Bryan possiede intensità ed eloquenza oltre ad una spiccata pesonalità che emerge nel film", dice Jaffe. "Ecco perché è un attore molto richiesto".

Cranston spiega di non aver mai visto il suo personaggio come un cattivo dai baffi a manubrio. "Secondo me, il personaggio di Cohaagen è stato molto interessante da interpretare perché volevo presentare una persona che ha un bisogno irrefrenabile, un desiderio assoluto di controllo", dice. "Allo stesso tempo però, prova affetto per il personaggio interpretato da  Colin Farrell ed io volevo intepretarlo come una sorta di figura paterna, trattarlo come se fosse il teen ager ribelle che ha bisogno di un amore forte".

Il premiato attore Bill Nighy interpreta Matthias, il capo della resistenza UFB. Nighy, che aveva già lavorato con Wiseman nei quattro film della serie Underworld, dice che è stato grazie al regista se ha accettato la parte.

"Mi piace da impazzire", dice Nighy. "Ha sempre realizzato grandi film, ho adorato i film di Die Hard, ad esempio. Poi ho letto la sceneggiatura e l'ho trovata travolgente. Leggo molta fantascienza e mi sono piaciute le idée contenute nel progetto".

In attesa dell'uscita al cinema, ecco i link a 3 giochi online ispirati al film sul sito ufficiale.