An American in Paris - The Musical, la recensione

Diretto e coreografato da Christopher Wheeldon, An American in Paris - The Musical riesce a incantare e a emozionare dall'inizio alla fine, grazie a splendide musiche, un eccellente cast e bellissime coreografie.

Nel secondo dopoguerra, il giovane americano e aspirante pittore, Jerry Mulligan, si ritrova a Parigi. Ammaliato dall'incontro con una giovane e misteriosa ragazza, decide di non fare subito ritorno a casa ma di stabilirsi lì per un pò di tempo. Jerry fa così la conoscenza del pianista Adam, anche lui americano e del suo amico francese Henri, cantante di grande talento desideroso di trovare il successo seppur contro il volere dei genitori. I tre giovani diventeranno in breve tempo grandi amici, senza sapere però di essere innamorati della stessa ragazza, la stessa incontrata da Jerry qualche tempo prima, una graziosa ballerina di nome Lise. 

Foto, immagini, locandine An American in Paris - Il Musical

Guardando An American in Paris, splendido musical di Broadway, diretto e coreografato da Christopher Wheeldon e ispirato all'omonimo film del 1951 di Vincente Minnelli, di certo si può comprendere bene il grande successo ottenuto, tale da diventare il musical più premiato della stagione 2015/16. Dall'inizio alla fine An American in Paris – The Musical riesce a emozionare raccontando una storia delicata e romantica sulle note delle meravigliose musiche di George e Ira Gershwin e sui testi del libro di Craig Lucas. Ciò che colpisce maggiormente in questo musical, oltre alle bellissime coreografie, sono le eccellenti interpretazioni del cast, tra cui spiccano il primo ballerino del New York City Ballet Robert Fairchild, che interpreta Jerry Mulligan, la ballerina del Royal Ballet Leanne Cope come Lise Dassin, Haydn Oakley nei panni Henri Baurel e David Seadon-Young come Adam Hochberg, affiancati da una compagnia di straordinari attori, ballerini e musicisti. Il merito della riuscita dello spettacolo è da attribuire anche all'ottima messa in scena, dove tutto è curato nei minimi dettagli. Dalle luci e dalle scenografie, che rendono il tutto ancora più suggestivo, fino a agli incantevoli costumi. 

Valutazione di Cristina Gervasio: 10 su 10
Apri Box Commenti
Torna su