Recensione Dominion 1x06: Black Eyes Blue



Dopo una pausa riempitiva, 'Dominion' torna all'attacco con un episodio carico di potenzialità per il futuro: tra esorcismi, rivalse e ricatti la vita a Vega si è fatta ancora più movimentata. Il Prescelto è ancora alla ricerca della sua strada, mentre la Principessa Claire potrebbe aver intrapreso un percorso senza ritorno.

di / 30.07.2014
Recensione Dominion 1x06: Black Eyes Blue

Dove eravamo rimasti: Something Borrowed

Nel quinto episodio di Dominion abbiamo assistito a quello che, nell'ambiente, viene chiamato episodio filler. In altre parole avevamo visto la storia incedere con passo lento, quasi annoiato, concentrandoci piuttosto sui vari personaggi e sulle loro varie motivazioni. Alex ha cominciato l'addestramento con Michele: il suo cuore caldo, però, gli impedisce di ragionare lucidamente, di modo che l'angelo ha ben presto la meglio su di lui. Attraverso l'addestramento, però, Alex riesce ad avere una visione in cui Bixbi lo mette in guardia, chiedendogli di non permettere che venisse perpetuato altro male. Non sapendo che dietro l'omicidio della bambina si nascondono i lunghi artigli di David Wheele, Alex interpreta quella visione come un invito a fare fuori quante più palle otto possibili. La sua furia si rivolge contro un angelo che sta seminando il panico a Vega; Alex non può immaginare che colei a cui sta dando la caccia è non solo l'amante di Edward Riesen, scappata dalla sua cattività per cercare di costruirsi un futuro migliore in vista della prossima morte del suo partner. Lei è, soprattutto, la madre di Claire; si tratta quindi di un angelo, di una possessione angelica, che tuttavia tiene insieme anche i ricordi della donna umana a cui appartiene il corpo. Mentre Alex fa queste scoperte, in Something Borrowed, a Vega la città si prepara a festeggiare il fidanzamento ufficiale tra i due pupilli Riesen/Wheele. Claire ne approfitta per scivolare nelle stanze di David e trovare qualcosa che possa aiutarla a mettere l'uomo alle strette, visto che David ha la seria intenzione di rimuovere Edward dal consiglio. Nella sua ricerca Claire si imbatte nei paramenti che William usa durante i suoi contri con i fedeli a Gabriele. La ragazza però non immagina che dietro al tradimento ci sia l'uomo che ha promesso di sposare; per questo si reca da David, consapevole del proprio potere, e gli dice che se proverà solo a mettere i bastoni tra le ruote a suo padre allora tutta Vega saprà che David Wheele è un traditore al soldo di Gabriele. William, in tutto questo, continua la sua lotta all'interno di Vega, cercando di elargire la parola dell'angelo senza tuttavia destare troppi sospetti.

Cosa vedremo: Black Eyes Blue

L'episodio sei di Dominionche porta il titolo di Black Eyes Blue è incentrato quasi interamente su Claire. Sebbene siano presenti storie secondarie, il vero fulcro della narrazione è rappresentato dall'erede di casa Riesen che, in un colpo solo, scopre che suo madre le ha mentito per tutti questi anni e che sua madre è "viva". Alex, infatti, la "ruba" ad un incontro politico con Arika e la porta dove sua madre è tenuta prigioniera. In un primo momento Claire rifiuta la donna, dicendole che è solo un angelo nel corpo di sua madre; ma pian piano l'angelo le dà le prove necessarie per convincere Claire che sua madre non è ancora del tutto perduta. Per questo Alex decide di tentare un esorcismo: essendo il prescelto può riuscire dove nessun altro è mai riuscito prima. Per farlo, però, ha bisogno dell'Apocrifo, un libro che è in possesso di Uriel. Per questo Michele si reca dalla sorella, cercando di barattare il libro con un quadro raro. Uriel, però, sebbene sia interessata, rifiuta lo scambio. Chiede, piuttosto, che le sia concesso di incontrare il Prescelto e vedere i suoi tatuaggi. L'idea è che Alex non sia l'unico ad essere in grado di leggere i segni divini. Memorizzando i tatuaggi Uriel spera di poter trovare un altro modo per decifrare l'ultimo messaggio lasciato da suo padre, Dio. Intanto, mentre Claire assiste impotente all'esorcismo di sua madre per mano di Alex, a Vega David Wheele e quanto meno nei guai. Edward ha scoperto del suo intrigo con Arika; un intrigo che avrebbe danneggiato incredibilmente Vega, visto e considerato che la donna giunta da Helena stava imbrogliando la controparte. Questo ha fatto sì che Edward riscrivesse il contratto. Il nuovo piano prevede che Arika organizzi una sorta di colpo di stato per far fuori la sua compagna Evelyn e salire al potere, congiungendosi così a Vega per il controllo generale. Da tutto questo David Wheele viene escluso. E c'è da dire che l'uomo ha anche da risolvere i problemi legati al figlio: in un primo momento egli pensa che William si stia facendo strada tra i fedeli di Gabriele, gli accoliti neri, ma alla fine dovrà ricredersi. Dopo essere stato il mandante di un rastrellamento, William decide di piegare suo padre e di fargli capire che il povero ragazzino indifeso che David pensava lui fosse non esiste più. Infine anche per Edward le cose si mettono male: Claire, piena di rabbia per quanto accaduto a sua madre, lo obbliga ad abdicare in suo favore, di modo che lei possa diventare la Signora della Città. Se non lo farà tutta Vega saprà che il grandioso generale Riesen ha passato gli ultimi vent'anni della sua vita ad accoppiarsi con una palla otto.

Oh my darling Clementine

Come abbiamo già detto, Black Blue Eyes è un episodio che si concentra soprattutto sul personaggio di Claire. Se dalla scorsa puntata - e in parte anche in questa - avevamo assistito alla lenta ascesa da parte di William, contro tutti coloro che lo avevano sottovalutato, in questo episodio riusciamo a vedere un arco evolutivo del personaggio di Claire che ci appare decisamente interessante. Ma, prima, bisogna fare un leggero passo indietro. All'inizio di Dominion Claire ci era stata presentata come l'eroina romantica per antonomasia, la ragazza ricca che si innamora del povero inferiore destinato, però, a grandi cose. Già nel primo episodio l'avevamo vista proclamare il suo amore per Alex; eppure, proprio da quella stessa prima puntata, avevamo visto che Alex aveva un rivale nel cuore della bella ragazza. Vega. Pian piano, così, abbiamo visto come l'amore per Vega, in Claire, avesse una sorta di priorità rispetto ad Alex che, nel frattempo, doveva affrontare tutti i suoi demoni personali: l'essere il prescelto, la morte di suo padre, la consapevolezza di essere un bersaglio, ecc... Così alla fine Claire arriva ad accettare la richiesta di matrimonio di casa Wheele pur di avere in cambio qualcosa per il bene della sua città. In Black Blue Eyes, infine, Claire sveste le parti della ragazzina sprovveduta ed idealista e finisce con l'assomigliare sempre di più alla sua città: bella fuori, ma piena di buchi neri dentro. Qualcosa lo avevamo già intuito in Something Borrowed, quando Claire era pronta a lanciarsi nella sottile arte dei ricatti pur di avere quello che voleva. Ma è in questo episodio che si ha il passaggio di livello. Il tradimento da parte di suo padre - che le ha taciuto la verità per vent'anni o quasi - la porta a convincersi che sia arrivato ora il momento per un cambio generazionale alla guida di Vega. E di nuovo Claire ricorre al ricatto, come vi abbiamo detto nel paragrafo precedente. Oltre tutto anche il "problema" legato a sua madre Clementine ha delle forti ripercussioni sulla ragazza. Quando Alex riesce ad esorcizzarla, la madre di Claire guarda sua figlia e tra le due c'è un momento molto bello, davanti al quale è difficile non commuoversi. Un attimo dopo però quell'idillio si spezza: la donna comincia ad annaspare nei suoi stessi respiri e, mentre Claire e Alex invocano aiuto, Michele - presente anche lui - risponde di non poter far niente. Già in una scena precedente, quando aveva incontrato Uriel, Michele aveva dato prova di sapere che l'esorcismo avrebbe avuto un esisto negativo sia per l'angelo sia per l'umano che lo ospitava: "Una lezione da imparare" aveva detto Michele, dando per scontato che il dolore fosse una prova che Alex avrebbe dovuto affrontare necessariamente per continuare il suo processo di elevazione a Prescelto. Claire, così, si vede di nuovo portar via sua madre. Rivive il dolore della perdita e la completa ingiustizia della cosa e, subito, aggredisce Alex, ritenendolo responsabile. Il ragazzo non può far altro che dire che gli dispiace, che non doveva andare così ... Intanto i suoi occhi limpidi si dilatano davanti alla consapevolezza che Claire si sta allontanando sempre di più, che forse è persa per sempre. Un sospetto che comincia ad albergare anche nello spettatore quando assiste alla principessa di Vega che, in ginocchio, uccide definitivamente sua madre, ridotta ormai ad uno stato semi-vegetativo. La scena, accompagnata dalla nenia dolce del carillon che Claire canticchia a denti stretti, sembra proprio star lì a simboleggiare l'inizio di una nuova era. Con la morte definitiva di Clementine, Claire può andare avanti: ma l'atto atroce di spegnere per sempre il respiro di sua madre avrà senza dubbio delle ripercussioni in lei. E' indubbio che quanto visto in Black Eyes Blue ha minato, forse per sempre, l'umanità di Claire, trasformandola in una statua di ghiaccio che non vuol altro che vendetta. In questo, forse, è davvero la perfetta sposa per William.

Cosa ci è piaciuto:

• La scena di ricongiungimento tra Claire e sua madre Clementine
• Uriel che spia i tatuaggi di Alex; ammettiamolo, in quanti hanno sospettato che non fossero solo i segni d'inchiostro ad interessare l'angelo?
• La sottomissione di David Wheele

Cosa non ci è piaciuto:

• La mancanza - ancora una volta - di Gabriele.

Valutazione di Erika Pomella: 8 su 10
Apri Box Commenti