La vita straordinaria di David Copperfield di Iannucci rilegge in chiave ironica e con uno stile originale il celebre romanzo di Dickens



Adattamento per il grande schermo del classico di Charles Dickens, 'La vita straordinaria di David Copperfield' è un film che diverte e intrattiene in una rilettura del celebre romanzo fantasiosa ed originale.

di / 18.10.2020
La vita straordinaria di David Copperfield di Iannucci rilegge in chiave ironica e con uno stile originale il celebre romanzo di Dickens

Diretto dal regista candidato all'Oscar Armando Iannucci, La vita straordinaria di David Copperfield, è un film che adatta e rilegge per il grande schermo in chiave ironica e con uno stile piuttosto originale il celebre romanzo di Charles Dickens.

Ad assumere sin dall'inizio il ruolo di principale narratore nel film è il protagonista stesso, David Copperfield (Dev Patel), il quale ci racconta la sua storia in occasione della lettura al pubblico di un libro, da lui scritto, contenente la sua biografia. Attraverso diversi flashback, tornando indietro nel tempo, David ci racconta in prima persona ciò che è accaduto durante la sua vita, a partire dalla sua nascita in una cittadina dell'Inghilterra vittoriana e dalla sua infanzia vissuta in compagnia della madre (Morfydd Clark) e della sua governante Peggotty (Daisy May Cooper), passando poi drasticamente alla  povertà e alla fatica del lavoro in fabbrica, a causa del crudele Edward Murdstone (Darren Boyd), fino ad arrivare alla sua gioventù da studente ed in seguito da avvocato, in un percorso che gli permetterà di trovare riscatto dal suo passato e di raggiungere la serenità, affrontando tuttavia un cammino non sempre facile. Quella di David Copperfield è infatti una vita fatta di numerose avventure e disavventure, di diverso genere, ma soprattutto è una vita fatta d'incontri con svariati e talvolta stravaganti personaggi, come ad esempio la prozia Betsey Tortwood (Tilda Swinton) e il cugino Mr. Dick (Hugh Laurie), Mr. Micawber (Peter Capaldi) e la sua numerosa famiglia, Mr.Wickfield (Benedict Wong) e la figlia Agnes (Rosalind Eleazar), il compagno di classe James Steerforth (Aneurin Barnard), Uriah Heep (Ben Whishaw) ed infine Dora Spenlow (Morfydd Clark), la ragazza di cui si innamorerà. Tutti loro influenzano la sua vita, nel bene e nel male, talvolta sconvolgendola e talvolta migliorandola. David riuscirà comunque ad affrontare ogni situazione e a superare ogni ostacolo uscendone infine vincitore.

 La vita straordinaria di David Copperfield
La vita straordinaria di David Copperfield

È una trasposizione decisamente creativa e innovativa quella che ci viene proposta dal regista scozzese Armando Iannucci, il quale con La vita straordinaria di David Copperfield realizza un film a tratti surreale e fantasioso rimanendo comunque fedele all'opera letteraria originale. Questa nuova versione del classico di Dickens trova sicuramente il suo punto di forza oltre che in alcune scelte registiche particolarmente riuscite, grazie alle quali la narrazione risulta sempre dinamica ed accattivante, anche e soprattutto nella brillante sceneggiatura, scritta dallo stesso regista in collaborazione con Simon Blackwell. Ciò che predomina è ovviamente il tipico stile ironico di Iannucci che viene tuttavia ben dosato all'interno dell'opera, alternando con sapienza momenti divertenti a situazioni dai toni più seri e talvolta anche toccanti, discostandosi in questo caso dal black humor utilizzato nella sua precedente opera, Morto Stalin, se ne fa un altro. Gran parte della riuscita del film è dovuta anche ad un eccezionale cast (e alla bravura nell'affidare ad ogni interprete un ruolo perfettamente calzante), dove spiccano tra i tanti nomi celebri il bravissimo protagonista, il candidato all'Oscar Dev Patel, Tilda Swinton (assolutamente fantastica nel ruolo della prozia Betsey Tortwood), Hugh Laurie, Peter Capaldi, Benedict Wong e Ben Whishaw. Guardando La vita straordinaria di David Copperfield è impossibile non notare inoltre la grande cura e attenzione ai dettagli e all'estetica in particolar modo per quanto riguarda le scenografie e i costumi, ma soprattutto nella scelta delle bellissime location, situate in diversi luoghi dell'Inghilterra, le quali permettono al pubblico di ammirare suggestivi paesaggi e di riuscire ad immergersi totalmente nell'atmosfera del film.

Valutazione di Cristina Gervasio: 8 su 10
Apri Box Commenti