Obbligo o verità, recensione del thriller con Tyler Posey e Lucy Hale

Cosa fareste se un demone volesse giocare con voi e i vostri amici fino a imporvi delle scelte che mai avreste immaginato di dover fare?

Obbligo o verità è un film thriller con sfumature horror prodotto dalla Blumhouse, casa di produzione di Jason Blum, e diretto da Jeff Wadlow (Never Back Down, Kick-Ass 2) in uscita nelle sale cinematografiche il 21 giugno.

La trama del film si incentra su un gruppo di ragazzi che, durante il periodo dello spring break, decide di andare in vacanza in Messico. Lì, incontreranno un altro ragazzo americano che li inviterà in una magione abbandonata per giocare al famoso gioco "Obbligo o Verità". I ragazzi però non sanno che al gioco da loro iniziato partecipa anche un potente demone che li porterà a fare delle scelte che mai si sarebbero immaginati di dover fare. 

Nel cast di Obbligo o verità troviamo dei volti giovani che gli amanti delle serie televisive ricorderanno sicuramente. Si tratta di Tyler Posey (Teen Wolf), Lucy Hale (Pretty Little Liars) e Landon Liboiron (Life Unexpected, Terra Nova), tutti con poca esperienza nel grande schermo ma molto affermati televisivamente. Purtroppo, i ruoli da loro ricoperti nelle serie che li hanno visti come protagonisti oscurano i personaggi che sono chiamati ad interpretare in questo film. Questo cast, come già osservato, per la maggior parte della sua carriera ha interpretato sempre lo stesso ruolo nella stessa serie e questa è una delle caratteristiche che probabilmente, insieme alla debolissima sceneggiatura, ha fatto si che il film non fosse credibile e apprezzabile.

Il soggetto stesso di Obbligo o verità si appoggia troppo su alcuni film di genere che, invece, hanno lasciato il segno negli ultimi anni nell'industria cinematografica. La ricerca incessante verso una soluzione per far fronte alla maledizione che colpisce i ragazzi la ritroviamo in molti altri film, ultimo fra tutti It Follows, e, se in altri film questa "caccia alla cura" viene affrontata in maniera originale e accattivante, in questo caso gli sceneggiatori non sono riusciti ad inserire degli elementi innovativi e convincenti per rendere Obbligo o verità un prodotto interessante. Resta il fatto che di giochi malefici si è raccontato e visto molto, ma "obbligo o verità" sarebbe potuto diventare un prodotto interessante se solamente si fosse scelto di inserire più elementi orrorifici piuttosto che limitarsi a costruire un thriller neanche troppo funzionante. Se siete in cerca di un film dove il protagonista sia un gioco e che non sia troppo scontato a questo punto vi consiglierei di andare a recuperare la commedia Game Night, non un capolavoro ma sicuramente in grado  di strapparvi qualche risata.

Valutazione di Erica Nobis: 4 su 10
Correlati:
Obbligo o Verita'
Apri Box Commenti
Torna su