Pacific Rim

Recensione di Pacific Rim di Guillermo del Toro: il film riprende molto gli stereotipi del genere fantascientifico in un equilibrio tra azione e dramma; ottimo il 3D ben gestito.
Pacific Rim

Pacific Rim è il nuovo film del poliedrico regista Guillermo del Toro, la cui fama lo precede senza dubbio.

In un futuro non troppo lontano la terra e costantemente minacciata dai Kaiju, dei mostri alieni dalle dimensioni immense che non provengono dallo spazio profondo, bensì dal sottosuolo dell'Oceano. Per combattere queste creature tutto il mondo si è unito per mettere su dei Jaeger, dei robot delle stesse dimensioni dei Kaiju controllati da due piloti tramite interconnessioni neurali. Tuttavia non sempre le cose vanno per il meglio e sull'orlo della sconfitta, viene richiamato Raleigh Becket (Charlie Hunnaman, già visto in Hooligans e Sons of Anarchy) ex pilota di Jaeger, al quale viene affiancato una sfrontata scienziata in cerca di vendetta, Mako Mori (Rinko Kikuchi, candidata all'Oscar per Babel). Proprio loro dovranno difendere la terra e distruggere definitivamente questa minaccia aliena.

Guillermo del Toro (regista di Hellboy, Mimic e del capolavoro Il Labirinto del Fauno) ormai è una garanzia, la sua abilità nel gestire i diversi generi rende ogni sua pellicola una novità inaspettata che riesce a far stare incollato allo schermo lo spettatore. Anche questa volta, seppur aiutato dallo sceneggiatore Travis Beacham, riesce a sfornare un kolossal pieno di citazioni, da Godzilla ai famosissimi cartoni animati giapponesi come Mazinger Z e Neon Genesis Evangelion. Del Toro rimane uno dei pochi, se non il solo, tra i registi in grado di saper gestire la sua poetica fantasy in un kolossal, rendendo il tutto piacevole anche ai non amanti del genere proprio perchè Pacific Rim riesce sempre ad oscillare tra la fantascienza e il film d'azione adrenalinico.

Il film riprende molto gli stereotipi del genere fantascientifico, come ad esempio i due scienziati e la trama catastrofica, tuttavia Pacific Rim è un film che riesce ad avere ottimi momenti drammatici senza mai cadere nell'eccesso dell'azione, anche se l'unica pecca sono proprio i combattimenti tra i robot e gli alieni, sempre al buio e sempre sotto una pioggia torrenziale che se da un lato rendono tutto molto realistico dall'altro diventano a tratti confusionari. E' proprio qui entra in campo la mano di Del Toro che riesce ad equilibrare perfettamente l'azione e la parte drammatica, raccontando le storie dei protagonisti, senza tralasciare idee tecnologiche visionarie tipiche della fantascienza.

In Pacific Rim degno di nota è il 3D, senza dubbio tra i migliori mai visti, che riesce ad incrementare il risultato degli effetti speciali già di per se stupefacenti e che riesce perfettamente nell'intento di far entrare lo spettatore dentro il film.

Valutazione di Lorenzo Pietroletti: 7 su 10
Apri Box Commenti