Sei ancora qui, recensione del film con Bella Thorne

Sei ancora qui è un teen movie in chiave thriller distopico con protagonista Bella Thorne, attrice amata da milioni di ragazzi nel mondo. Una pellicola non particolarmente originale ma con una buona atmosfera dark.
Sei ancora qui, recensione del film con Bella Thorne

Sei ancora qui - I Still See You è un film di fantascienza diretto da Scott Speer e interpretato da una delle eroine cinematografiche e televisive di ultima generazione ovvero Bella Thorne, alla sua seconda collaborazione con il regista dopo il recente Il sole a mezzanotte. La pellicola è tratta dal romanzo distopico del 2012 di Daniel Waters, in uscita in Italia in contemporanea con l'uscita del film nelle sale cinematografiche. Il film in Italia è presentato come anteprima speciale di preapertura per la sezione autonoma e parallela della Festa del Cinema di Roma, Alice nella città. 

La storia è ambientata in un contesto distopico, in cui è avvenuta una potente esplosione radioattiva,per un esperimento scientifico finito male negli Stati Uniti,che ha causato la morte di milioni di persone. Una delle conseguenze più importanti di questo evento è stato quello di distruggere la barriera che divide il mondo dall'aldilà da quello dei vivi, così che le anime dei morti siano visibili da tutti. Gli spiriti sono ovunque, abitano in mezzo ai sopravvissuti e vivono nella loro quotidianità in modo pacifico, nonostante siano costretti a rivivere a ripetizione ciò che facevano da vivi e nonostante i vivi non possano superare il lutto subito. In una realtà di questo tipo la pellicola racconta la storia de la sedicenne Veronica Calder (Bella Thorne), la quale si vede recapitare un messaggio di minaccia che la metterà di fronte ad una situazione pericolosa che solo lei potrà fermare.

Sei ancora qui è una pellicola che sfrutta l'attenzione del momento per il genere young adult, che sia fantasy o distopico, che non è mai scemato dai successi di Twilight e Harry Potter in poi, ma che si è solo evoluto, toccando sottogeneri diversi, a seconda della corrente del momento e del pubblico che man mano cambiava. Questa volta ci troviamo di fronte alla variante ghost thriller ma le caratteristiche principali sono le stesse, prima fra tutte la scelta di una protagonista amata molto dai teenagers di oggi, Bella Thorne, che nell'epoca in cui sei qualcuno a seconda dei followers che ti seguono sui social, lei qualcuno lo è eccome visti i suoi diciotto milioni di seguaci da tutto il mondo su Instagram. Ed è normale quindi che la pellicola giri tutta intorno a lei e al suo personaggio. 

La pellicola non spicca ovviamente per originalità o per particolari valori articisti ma è comunque un film scorrevole e gradevole, con momenti di riuscita suspence e un'atmosfera cupa e fredda azzeccata. 

Valutazione di Giorgia Tropiano: 6 su 10
Apri Box Commenti