Shameless 5x12 [Season Finale] - Love Songs (In the key of gallaghers)

Recensione Shameless 5x12 [Season Finale] - Love Songs (In the key of gallaghers)


Alla sua quinta stagione, 'Shameless' affronta un finale di stagione senza troppa convinzione, tratteggiando negativamente tutti i suoi protagonisti, i più dei quali finiscono col farsi odiare.

di / 20.04.2015
Shameless 5x12 [Season Finale] - Love Songs (In the key of gallaghers)

Dove eravamo rimasti: Drugs Actually

Dopo essere stato denunciato dall'infida, orribile e vigliacca sorellastra Sammi, Ian deve rispondere delle sue colpe marziali. La famiglia, accorsa per aiutarlo, cerca di spiegare a chi di dovere la condizione fisica e mentale del ragazzo e la sua diagnosi di bipolarità. Mentre Fiona e Lip cercano di spiegare il tutto, Ian rimane in silenzio, quasi non si riconoscesse nel ritratto che la sua famiglia sta dipingendo: d'altre parte abbiamo visto sin da subito quanto poco incline fosse Ian ad accettare il suo status di malato. Costretto a rimanere in custodia alle forza dell'ordine, Ian riceve la visita della madre, Monica. Quest'ultima, blaterando di come l'amore debba essere a priori, cieco davanti ai difetti e in grado di concedersi senza costrizioni o spiegazioni, finisce col convincere Ian, che si fa dimettere per seguire la madre non si sa bene dove, rinunciando persino a dare spiegazioni a Mickey, che lo chiama di continuo. Nel frattempo Fiona si rende sempre più conto che il matrimonio con Gus sembra non andare per il verso giusto: non solo per quello che ha combinato con quella feccia umana di Jimmy, ma soprattutto perché la ragazza si è resa conto che i suoi sentimenti per Sean sono molto più forti del previsto. Nel frattempo, a casa Gallagher, Debbie è davvero avvelenata nei confronti di Sammi: alla fine, con l'inaspettata complicità di un sempre più dolce Mickey, i due finiscono col drogarla al punto che la donna sembra morta. Per questo Mickey la nasconde dentro al box che Sammi aveva ordinato per potersi trasferire. I due non sanno che Sammi, in realtà, è viva. Frank, infine, continua la sua storia d'amore con Bianca, il medico malato di cancro che vuol vivere la vita al massimo e stare lontana da qualsiasi tipo di accanimento terapeutico. Quando si accorge di provare dei sentimenti per lei, Frank mette in mezzo la famiglia della ragazza per cercare di convincerla a curarsi e avere così più tempo da passare insieme. Bianca però reagisce male e decide di scappare e di lasciare il paese. Frank a quel punto decide di andare con lei.

Cosa vedremo: Love Songs (in the key of Gallagher)

Ci sono sempre più questioni da affrontare per la famiglia Gallagher. Frank deve vedersela con Bianca, che gioca pericolosamente tra la vita e la morte. La ragazza è stanca della sua battaglia e sembra essere arrivata al punto di voler lasciare tutto, anche le ultime forti emozioni. Lip è sempre più preso dalla sua insegnante, tanto che comincia a credere di essere seriamente innamorato. Amanda, nel frattempo, cerca di rientrare nella vita di Lip, che ora invece è sempre più distante. Alla fine, durante una scenata in biblioteca, Amanda confessa di essere innamorata e accusa Lip di essere Lip, di essere così speciale. Sammi, nel frattempo, si è risvegliata dalla sua breve overdose e sembra quanto meno determinata a vendicarsi di Mickey, con tanto di pistola. Fiona deve scendere a patti con l'idea di non essere una bella persona e di dover prendere in mano la sua vita. Il matrimonio con Gus non ha più motivo di esistere, specie perché la ragazza ha finalmente riconosciuto ad alta voce di essere innamorata di Sean. Debbie scopre di essere incinta e non vuol sentire nessun consiglio proveniente dalla sorella maggiore. Non che abbia tutti i torti: sentir Fiona parlare di sentimenti, amore e famiglia sembra alquanto surreale, visti i casini che ha combinato nella sua vita. Allo stesso tempo, però, Debbie, con la sua testarda risoluzione ad avere il figlio di Derek nella speranza che poi lui la sposi e che tutto vada per il verso giusto, risulta con l'essere molto fastidiosa. Ian, nel frattempo, ha avuto l'occasione di vedere dove vive sua madre e dopo aver sentito gli ultimi saggi consigli di Monica – devi essere amato per quello che sei – decide di tornare a casa giusto in tempo per lasciare Mickey.

Quando finisce un amore

Alla fine della scorsa stagione ci eravamo lamentati, con il cuore spezzato, perché Ian e Mickey, dopo aver affrontato numerose prove, non da ultimo l'outing del ragazzo Milkovich, erano ancora lontani anni luce dall'avere l'happy ending a causa della malattia di Ian. Ora, a circa un anno di distanza, pagheremmo oro pur di avere un finale come quello. Come abbiamo detto anche più sopra, Ian ha sempre avuto dei problemi ad accettare la sua malattia. All'inizio di questa stagione lo abbiamo visto non solo rinunciare all'opportunità di vedere un buon medico, ma anche lasciarsi andare alla lussuria con degli sconosciuti, arrivando persino a girare un porno. Ian ha passato la stagione a scappare dall'ombra di se stesso, da quel mostro tentacolare che cercava di inghiottire la sua vita, quale lui la conosceva. E, di fatto, il ragazzo è letteralmente scappato. Ha rapito il figlio di Mickey ed è partito per un viaggio senza meta, senza ragione, senza senno. Un viaggio che aveva il compito di portarlo lontano da se stesso, dagli sguardi preoccupati della sua famiglia e, di fatto, dall'evidenza: Ian è malato. Quando capisce quello che ha fatto accetta di farsi ricoverare, ma, ancora una volta, basta poco e Ian rifiuta di nuovo la sua malattia. Non accetta il litio, non accetta di essere aiutato e compatito, non accetta neanche lontanamente di essere paragonato a sua madre. Non a Monica. E poi cosa fa? Decide di scappare di nuovo, di allontanare la sua famiglia e di seguire proprio i consigli dell'unico essere umano che Ian non sarebbe mai voluto diventare. Questa scelta appare quanto meno incoerente da parte degli sceneggiatori, a meno che non si volesse sottolineare con più forza l'instabilità di Ian. Eppure se c'era una cosa su cui Ian era sempre stato sicuro, sempre: non voler avere niente a che fare con la madre che li ha abbandonati; non diventare mai un peso come lei; una vigliacca come lei, che non prende medicinali e diventa una disgrazia per tutti quelli che ha intorno. Invece Monica arriva, dice qualcosa sul fatto che Ian merita di essere amato per quello che è, senza che altre persone cerchino di cambiarlo, e convince il figlio a seguirla verso una landa non meglio identificata, a conoscere il fidanzato con cui la donna cucina della droga. Alla fine, quando torna a casa, Ian sembra stanco dell'amore di Mickey. Sembra stanco della sua presenza, del suo prendersi cura di lui in maniera tanto precisa. E così, i due, si lasciano. Dire che il nostro cuore si è spezzato sarebbe un eufemismo. Ovviamente gli sceneggiatori si sono trovati davanti ad una scelta quasi obbligata: Noel Fisher, l'attore che interpreta Mickey, pare non abbia ancora firmato il contratto per la prossima stagione e gli autori sono stati costretti a creare uno scenario decisamente aperto, in modo da poter agire in un senso o nell'altro. Questo è giusto e anche ampiamente comprensibile. Ma lo spettatore non si cura di Noel Fisher, si cura piuttosto di Mickey Milkovich, e vederlo piangere mentre capisce che Ian lo sta lasciando, che il suo amore non basta più, è qualcosa di fisicamente doloroso.

Cosa ci è piaciuto:

• Le scene di Frank
• La scena finale tra Lip, Ian e Frank.
• La scena dopo i titoli di coda che vede Ian e Chuck organizzare qualcosa di losco al riformatorio.

Cosa non ci è piaciuto:

• L'incoerenza di Ian.
• La rottura tra Ian e Mickey
• Il ritorno di Sammi.
• Fiona. Il nostro personaggio preferito è andato a finire in una sorta di inferno dal quale sembra incapace di riprendersi.
• Debbie. Infantile. Stupida. Testarda.

Valutazione di Erika Pomella: 6 su 10