Shazam: esperimento riuscito, dove narrazione e comicità convivono

Il regista David F. Sandberg migra dal genere horror al comic-movie trasferendo la sua abilità narrativa orrorifica a una storia fresca e incalzante in cui il protagonista è un supereroe bambino ma, d'altronde, la differenza nel raffigurare un essere sovrannaturale e un supereroe non è poi così ampia.
Shazam: esperimento riuscito, dove narrazione e comicità convivono

Dopo il flop di Justice League e il grande successo di Wonder Woman, la DC Comics torna sul grande schermo con Shazam!, il supereroe-ragazzino che, grazie a dei poteri eccezionali, è in grado di diventare un'uomo/eroe solamente pronunciando il nome del Mago che gli ha passato i suoi poteri. 

Billy Batson è un ragazzino che continua a cambiare casa-famiglia a causa del suo carattere diffidente che lo porta ad avere come unico obiettivo quello di cercare la madre persa quando aveva pochi anni durante una gita al luna park. Tutto comincia a cambiare quando Billy viene affidato a una grande e variegata famiglia dove incontra Freddy, un ragazzino disabile con la passione per i supereroi. È proprio a lui che Billy si rivolge quando uno strano mago decide di passargli tutti i suoi poteri magici conferendogli la missione di proteggere il suo immenso dono e di mantenere la pace sulla Terra. Grazie all'aiuto di Freddy Billy comincerà a prendere coscienza del suo nuovo corpo e diventerà uno degli eroi che Freddy avrebbe tanto voluto incontrare. Il pericolo però si cela dietro ogni angolo e Billy dovrà fare i conti con l'avido Dr. Sivana che vuole distruggerlo per diventare l'uomo più potente del pianeta.

 Shazam
Shazam

Il giovane Billy Batson, interpretato da Asher Angel, è un ragazzo introverso che ha imparato sin da subito a cavarsela da solo e, a causa di questa sua attitudine, sembra a prima vista un ragazzino egoista che non ama aiutare il prossimo nemmeno nei momenti di estrema difficoltà. Per tanti motivi Billy non si sarebbe mai aspettato di essere convocato dal Mago per venire nominato suo successore e, per questo, quando si accorge di avere effettivamente dei poteri sovrannaturali, la prima persona a cui si rivolge è l'amico Freddy. Assieme a lui Billy sperimenterà i suoi nuovi limiti e le sue abilità da supereroe in maniera giocosa e ingenua; Freddy infatti pubblicherà i video delle "prove" sui social network ed è proprio tramite questi che per il Dr. Sivana sarà molto semplice rintracciare i due fratelli adottivi per debellare l'unico ostacolo che lo separa dal potere supremo. 

Shazam! è un esperimento riuscito, dove narrazione e comicità convivono armoniosamente creando un ritmo coinvolgente e interessante. Il regista David F. Sandberg migra dal genere horror (Annabelle: Creation, Lights Out) al comic-movie trasferendo la sua abilità narrativa orrorifica a una storia fresca e incalzante in cui il protagonista è un supereroe bambino ma, d'altronde, la differenza nel raffigurare un essere sovrannaturale e un supereroe non è poi così ampia.

Zachary Levi interpreta la versione "eroica" di Billy e la scelta di casting non poteva essere più azzeccata. La statuaria e matura fisicità di Levi cozza con la sua interpretazione infantile e comica che ricorda fedelmente il ragazzino insicuro portato sullo schermo da Asher Angel ed è proprio questa caratteristica che fa in modo che lo spettatore non possa scindere in alcun modo i due attori, sono entrambi la stessa persona sullo schermo. 

Al cinema dal 3 aprile. 

Valutazione di Erica Nobis: 7 su 10
Apri Box Commenti Movietele Comments