Una famiglia al tappeto

Una famiglia al tappeto, la recensione


Uno sguardo sul mondo del wrestling attraverso la vera storia di una ragazza e della sua famiglia, colorita e sopra le righe, che a questa forma d'intrattenimento hanno dedicato tutta la vita.

di / 29.07.2019
Una famiglia al tappeto

Papà Patrick (Nick Frost), mamma Julia (Lena Headey), il figlio Zak (Jack Lowden) e la figlia Saraya (Florence Pugh): sono loro i componenti di Una famiglia al tappeto, due genitori entrambi lottatori di wrestling che hanno trasmesso la passione, fin dai piccoli, ai figli. La famiglia Bevis abita a Norwich, in Inghilterra, dove allena giovani ragazzi del posto, finché per Saraya e Zak si presenta l'opportunità di entrare nel circuito della World Wrestling Entertainment (WWE), il più importante al mondo. Quando Saraya parte per la Florida, per sottoporsi al duro e intenso programma di allenamento competitivo della federazione, si ritrova a dover mettere in discussione i propri sogni e il rapporto con i familiari.

Il film è scritto e diretto da Stephen Merchant (che interpreta anche il piccolo ruolo di Hugh), popolare attore e comico inglese, ed è ispirato a una vicenda reale, già raccontata da un documentario di Channel 4 nel 2012, che qui viene, naturalmente, parzialmente romanzata.

Quella di Saraya, che col nome d'arte di Paige (una delle sorelle Halliwell della serie tv Streghe) è diventata la più giovane vincitrice del Divas Championship, è la classica storia dell'underdog che cerca la propria occasione sfidando i pronostici: Saraya-Paige viene da un luogo poco glamour dove il wrestling non è lo sport nazionale, e lei stessa, con il suo look gotico, è molto diversa dalle altre partecipanti alla competizione, bionde ex modelle e cheerleader che sembrano avere più chance di andare incontro ai gusti del pubblico.

Il film ritrae con affetto e umorismo questa famiglia allegramente scombinata, ironizzando sul passato decisamente turbolento di Patrick e Julia, e mostrando il percorso dei loro figli, ciascuno in cerca della propria strada e del proprio posto nel mondo.

Al centro della storia troviamo la giovane attrice inglese Florence Pugh, uno dei volti emergenti di Hollywood (attualmente nelle sale anche con l'horror Midsommar-Il villaggio dei dannati) e nel cast, oltre ai nomi già citati, ci sono anche un Vince Vaughn un po' sottotono (interpreta il coach) e Dwayne "The Rock" Johnson, che del film è anche produttore e interpreta anche, in modo autoironico, se stesso.

Una famiglia al tappeto è un film che offre uno sguardo sul mondo del wrestling, e quindi può piacere e divertire gli appassionati, e al tempo stesso introdurre questa forma di intrattenimento ai meno esperti, in una maniera facilmente comprensibile e apprezzabile da ogni tipo di pubblico.

Valutazione di Matilde Capozio: 6 su 10