Ambo (2014)

Ambo

Locandina Ambo
Ambo (Ambo) è un film di genere Commedia di durata circa 86 minuti diretto da Pierluigi Di Lallo con protagonisti Serena Autieri, Adriano Giannini, Maurizio Mattioli, Sara Putignano, Riccardo Graziosi, Marzio Romano Falcione.
Prodotto da Angelika Vision nel 2014 in Italia. esce in Italia Giovedì 4 Dicembre 2014 distribuito da Microcinema. Al Box Office Ambo ha incassato circa 286.576 euro.

TRAMA

In un ridente paesino abruzzese, Giulio, veterinario piacente e confusionario, e Veronica, enologa bella e timida, conducono la loro vita innamoratissimi. Hanno già un figlio, il piccolo Marzio, ma Veronica desidera il secondo, e incita Giulio a rispettare una tabella ferrea per i momenti dell'amore, fatta di orari, giorni precisi e temperature basali. Tanta ossessione e meticolosità inizia a destabilizzare l'umore di Giulio, alle prese anche con la necessità di acquistare una casa più grande senza disporre del capitale necessario. Quando i due si recano dal notaio vengono sorpresi dai suoi consigli e dalla sua disponibilità; l'evento accende ancora più forte la volontà di un secondo figlio in Veronica, nonostante le perplessità della sua confidente, la sorella Lucrezia, attratta al contrario da una vita leggera e spensierata. Veronica e Giulio per arrivare alla seconda maternità le tentano tutte: ascensori di motel, barche in riva al mare, stalle e ripostigli. Qualcosa però sembra non quadrare: Veronica non resta incinta nonostante tutte le fantasie e lʼosservazione maniacale della tabella pro fecondazione. Un banale dolore a un testicolo convince Giulio a fare una visita di controllo e così scopre di essere sterile, con ogni probabilità dalla nascita. Inizia per Giulio, che confida solo a Cesario la notizia, un percorso mentale pieno di dubbi ed esilaranti equivoci, che lo porta a spulciare di nascosto nel passato, negli armadi e nel computer dell'innocente Veronica. L'atteggiamento del marito allarma Veronica, che chiede consiglio a Lucrezia, la quale di contro le propone una strategia più aggressiva di conquista. Lucrezia le consiglia di cambiare look, ma la situazione peggiora, così come aumentano i momenti imbarazzanti e la confusione. Giulio inizia a sospettare di tutti, amici di lungo corso, collaboratori omosessuali, sacerdoti e persino Cesario finisce sotto accusa. Addirittura Giulio, per ottenere informazioni sul passato di Veronica, si è spinto a dire a un presunto amante (ormai sacerdote) che Veronica è morta. Ma, alla fine, di fronte all'amore e alla famiglia, non c'è dubbio che tenga… 

Data di Uscita ITA: Giovedì 4 Dicembre 2014
Genere: Commedia
Nazione: Italia - 2014
Formato: Colore
Durata: 86 minuti
Produzione: Angelika Vision
Distribuzione: Microcinema
Box Office: Italia: 286.576 euro

Cast e personaggi

Regia: Pierluigi Di Lallo
Sceneggiatura: Pierluigi Di Lallo
Scenografia: Giuditta Zizzi
Costumi: Monica Celeste

Cast Artistico e Ruoli:

News e Articoli

AmboAmbo con Adriano Giannini e Serena Autieri da Dicembre al Cinema

Il 4 dicembre, per celebrare le magiche atmosfere natalizie, arriva al cinema Ambo, nuova commedia che farà divertire tutta la famiglia.

Immagini

[Schermo Intero]
Locandina italiana
Foto e Immagini Ambo
Locandina italiana
Locandina italiana - NEW

Il film si inserisce tra le opere prime d'autore dove commedia e paradosso si uniscono per realizzare una storia divertente e al tempo stesso umana. E' un film aggregante e corale, frutto della collaborazione con gli autori Pierluigi Di Lallo, Claudio Pallottini, Andrea Saraceni, Riccardo Graziosi e Francesco Colangelo. Racconta una storia attuale, attraverso la vita e il percorso di un uomo che affronta le difficoltà di un rapporto di coppia davanti al tema della sterilità. Si è scelto di mettere in scena uno stile "riservato", per poter essere più vicini ai protagonisti, utilizzando ambienti interni legati a quelli esterni per ricreare uno stile visivo aderente alla realtà. Gran parte del film è stato girato in Abruzzo, anche con attori locali, utilizzando location non ancora note agli spettatori cinematografici. Tecnicamente il film è stato girato in digitale con una troupe standard, con l'utilizzo di attrezzature e mezzi idonei a ridurre l'impatto ambientale. È un film che affronta temi di spessore e siamo convinti che rivesta un notevole interesse per l'impatto che certamente avrà sul mercato, anche in virtù dell'apporto di un cast artistico perfettamente aderente ai personaggi.

NOTE DI REGIA

Perché andare a vedere questo film? Perché mi interessava far vedere e capire cosa potrebbe fare un uomo, e quali sono i suoi pensieri, i suoi stati d'animo e le sue azioni di fronte alla notizia "Sei sterile e non puoi avere dei figli", quando invece lui un figlio ce l'ha.
Ho trovato interessante raccontare la storia di un uomo che si trova in una situazione del genere, avendo scoperto che il figlio che crede essere suo forse non lo è. Un uomo in balia dei suoi sentimenti, diventati ormai ingestibili.
Il film tenta di far capire l'importanza e la profondità del rapporto tra un padre e un figlio, che deve sempre superare, come avviene in questo caso, qualsiasi ostacolo.
Per raccontare tutto questo, è stata sviluppata una brillante commedia che, attraverso una serie di divertenti equivoci e malintesi, mette in luce il problema della sterilità e le conseguenze che può provocare all'interno di una coppia. - Pierluigi di Lallo

NOTE DELL'ATTRICE PROTAGONISTA

Ho accettato di fare questo film perché solleva tematiche prioritarie del nostro tempo, come il problema della sterilità e, in una dimensione più allargata, quello della genitorialità, ma sempre in chiave ironica e con il sorriso. Tematiche troppo spesso taciute, oggi al centro di un dibattito epocale, che con ogni probabilità sposterà i confini dei concetti di coppia, di figlio, di genitore.
Anche se quello del film è un messaggio leggero in tinte pastello, credo possa avere un valore perché facilmente veicolabile a tutti. La mia storia intende umilmente far sorridere e commuovere, grazie a un film comico e pieno di speranza, ma chi vorrà potrà trovarci elementi per una lettura più profonda e per una riflessione che in altre sedi si profila come urgente e necessaria.
Serena Autieri

NOTE DEGLI ATTORI PROTAGONISTI

Giulio, il personaggio che interpreto nel film Ambo, sostiene il lungo percorso emotivo che ogni uomo dovrebbe affrontare in un rapporto di coppia. Attraverso un registro lieve e spensierato, a tratti comico, ripercorro l'esperienza di un uomo alle prese con l'ossessione del tradimento, scontrandomi con quelle radici culturali che condizionano le relazioni tra i sessi, al punto da mettere in discussione i valori della paternità.
Adriano Giannini

Nel film interpreto Nando, il ruvido ma paziente barbiere del paese. Con allegria e spensierata saggezza, faccio leva sull'idea di famiglia per sottolineare l'importanza di affrontare insieme la vita e le sue impreviste difficoltà.

Maurizio Mattioli

NOTE DEGLI SCENEGGIATORI

Il ruolo dello sceneggiatore è, di solito, quello di scrivere un copione e lasciarlo poi realizzare al regista. Nel caso di Ambo, invece, il film è nato da una collaborazione strettissima, tra regista, sceneggiatori, direttore della fotografia, produzione e attori, che non si è esaurita al primo giorno di girato, ma è continuata per le settimane passate sul set e poi fino alla sala di montaggio.
Una maniera di lavorare artigianale, che pensavamo quasi non esistesse più e che non solo ci ha esaltato, ma ha fatto sì che il risultato finale fosse un punto d'arrivo soddisfacente per tutti, anche per noi sceneggiatori (permalosi e spesso in contrasto con le scelte registiche).
Ambo è un film sentimentale con pennellate di commedia. Un film onesto, simpatico, italiano - non solo per l'ambientazione – ma soprattutto sincero. Un film diverso da quelli usciti nelle sale negli ultimi anni, dove non c'è traccia di alcun cinismo, né derisione di difetti, ma solo tanta simpatia e affetto per i personaggi che abbiamo raccontato e che gli attori hanno saputo rendere in maniera perfetta.

Riccardo Graziosi, Claudio Pallottini e Andrea Saraceni

NOTE DEL DIRETTORE DELLA FOTOGRAFIA

Ambo è una commedia romantica, che ha voluto essere pungente nella parte sentimentale. Gli ambienti  hanno così descritto con consapevolezza gli stati d'animo dei nostri protagonisti. Le meravigliose location abruzzesi mi hanno consentito di mettere a frutto anni di esperienza, senza mai perdere l'elasticità fotografica di un racconto così magico e naturale. Abbiamo realizzato una cinematografia diretta a portare lo spettatore all'interno della storia. Colori caldi, autunnali, la provincia, il mare e i favolosi trabocchi sono stati degli strumenti necessari per portare in immagine una storia d'amore piena di energia e sentimenti.
Claudio Zamarion

NOTE DELLA CANTANTE

Se tu fossi qui parla di un amore importante, di un rapporto vero che subisce una battuta d'arresto. Il testo è bellissimo, pieno di immagini che lo ricollegano ad un certo filone della musica italiana legata in maniera indissolubile alla tradizione cantautorale. La musica che ho prodotto con Steve Brown (Laura Mvula) conferisce a questo brano un tono classico, ma non datato. La commistione di suoni vintage con altri molto moderni permettono a questa canzone di essere attuale, nonostante l'utilizzo dell'orchestra, anche nel 2014. Personalmente sono molto contenta che questa canzone abbia trovato un legame importante con il cinema. L'aderenza del testo e della musica alla storia che viene raccontata nel film mi ha reso ancora più partecipe nel far sì che la canzone fosse ancora più su misura per il progetto a cui si sarebbe dovuta affiancare. Spero che ascoltando Se tu fossi qui durante la visione di Ambo vi sentiate ancora più immersi emotivamente nel racconto, perché è questa la vera funzione delle colonne sonore e solo così potrò dirmi veramente soddisfatta del lavoro che abbiamo svolto.
Noemi

NOTE DEI MUSICISTI

Ambo è una commedia piena di contrasti: si parla di sentimenti, ma ci sono anche momenti di grande comicità. Io e Giacomo siamo al secondo lavoro cinematografico scritto insieme e anche questa volta la nostra linea compositiva è stata mirata ad ampliare e sottolineare quanto le immagini raccontavano. In particolare, il tema principale rappresenta per noi il modo scanzonato, disincantato e leggero con cui un bambino di oggi potrebbe raccontarci la sua famiglia, le sue dinamiche e i momenti che la caratterizzano.     Il linguaggio scelto è volutamente semplice e diretto, con pochi strumenti (pianoforte, piccola orchestra di archi e alcuni strumenti solisti), proprio per rafforzare la sensazione di vivere intimamente quello che ci viene raccontato dai protagonisti, quasi a voler fare parte noi stessi di questa famiglia.

Apri Box Commenti