L'astragale (2015)

Astragal
Locandina L'astragale
L'astragale (Astragal) è un film del 2015 prodotto in Francia, di genere Drammatico, Romantico diretto da Brigitte Sy. Il film dura circa 96 minuti. Il cast include Leïla Bekhti, Reda Kateb, Esther Garrel, Jocelyne Desverchère, India Hair, Jean-Charles Dumay.

TRAMA

Una notte d'aprile del 1957, Albertine, 19 anni, scappa dalla prigione dove sta scontando una condanna per rapina e, scavalcando il muro di cinta, si rompe un osso del piede: l'astragalo. Si trascina fin sulla strada e ferma un'automobile. Viene soccorsa da Julien, un latitante, che la porta a Parigi, a casa di un amico, per nasconderla. Mentre Julien continua la sua vita di piccolo malvivente in provincia, nella capitale francese Albertine ricomincia a camminare. Ma Julien viene arrestato e incarcerato. Sola e ricercata dalla polizia, Albertine si vende per sopravvivere e, nascondiglio dopo nascondiglio, incontro dopo incontro, lotta con tutta se stessa al fine di difendere la sua fragile libertà, ma la sofferenza fisica che deve sopportare è nulla in confronto all'intimo dolore causatole dall'assenza di Julien. 

Info Tecniche e Distribuzione

Prima Uscita: 08/04/2015 (Francia)
Genere: Drammatico, Romantico
Nazione: Francia - 2015
Formato: Colore Bianco e Nero
Durata: 96 minuti
Produzione: Alfama Films

Dichiarazioni della regista

«Ho trascorso un quarto della mia vita in prigione, sono stata nel tribunale per i minorenni, in correzionale, in corte d'assise, ho lottato, ho pianto, ho riso; so anche, nel profondo della mia certezza, che sotto il groviglio di roccia e ferraglie, di notti insonni e di ore grigie, c'è sempre, un giorno, un ritorno... » A.S. "Quando, molto giovane, ho letto 'L'astragalo', devo avere sentito che il mio destino sarebbe stato legato, anche se non esattamente come quello di Albertine Sarrazin, alla prigione. "È possibile che nelle mie notti lontane, io abbia sognato di essere Albertine, molto prima di passare dall'altra parte del muro. O forse ho sognato che questa donna regale e maliziosa, dolce e violenta, ironica, intellettuale, sensuale e tenera, combattiva e determinata, era mia madre. "ASTRAGAL è la storia di una passione amorosa: di una ragazza di vent'anni per un uomo che l'ha raccolta, ferita, ai piedi del muro della prigione dalla quale lei era appena scappata, una notte d'aprile del 1957. La fuga di Albertine si concluderà nel mese di giugno 1958 con il suo arresto a Parigi.

"L'azione del mio film si svolge tra queste due date. "ASTRAGAL è una storia grandiosa, basata sull'incontro miracoloso tra Albertine e Julien, intensificata dagli ostacoli al loro stare insieme. "Grazie a lui, lei torna a camminare. Lei soffre per la sua ferita fisica, ma è soprattutto l'amore che le fa male. "È anche il ritratto di una giovane donna la cui passione per l'estremo, il cui amore per la libertà e la cui giovanile euforia la rendono un'eroina eternamente moderna. Albertine non appartiene a nulla, appartiene a se stessa. Lei è il proprio mondo, la propria terra, il proprio pianeta. Un pianeta in fiamme che esploderà poi in pieno volo. "In fuga, e in guerra contro tutto ciò che la ostacola, al tempo in cui l'Algeria è a ferro e fuoco, quando in Francia si hanno i primi attentati e inizia la caccia al Fronte di Liberazione Nazionale algerino. Albertine, nata in Algeria, abbandonata, e poi adottata da una coppia francese, 'ignora' le sue origini nordafricane. Lei cammina per le strade di Parigi e corre per tutta la Francia. Per lei, ricercata, ogni minuto di libertà potrebbe essere l'ultimo, ogni cipiglio la minaccia di un tradimento. "Se la sua strepitosa capacità di credere nella propria indistruttibilità la protegge dai pericoli che la minacciano, è soprattutto il suo bisogno indomabile di scrivere che la salva. La scrittura è la pelle di Albertine. Per raggiungerla nel corpo e nell'anima, sarebbe stato necessario impedirle di scrivere. "Questa corsa, la prostituzione, la solitudine, l'attesa, i rischi presi, tutto questo è un modo per continuare a vivere, in attesa di trovare Julien. Tutto considerato, il finale del film, al momento della loro radicale separazione, è il vero inizio della loro grande storia d'amore, come ha scritto Albertine, 'senza terra, senza casa'. "Recentemente ascoltavo alla radio un filosofo che ne citava un altro. 'Non c'è una spiegazione all'amore', e questo è ovvio, ma quando ha aggiunto 'Noi non amiamo qualcuno per le sue qualità, ma è perché amiamo questa persona che troviamo in essa delle qualità', allora ha illuminato la mia giornata...".

Giffoni 2015

  • [Sezione] Concorso Ufficiale - Elements +18

HomeVideo (beta)


STREAMING VOD, SVOD E TVOD:
Puoi cercare "L'astragale" nelle principali piattaforme di VOD: [Apri Box]
DVD E BLU-RAY FISICI:
Non abbiamo informazioni specifiche ma puoi aprire i risultati della ricerca di DVD o Blu-Ray per "L'astragale" o correlati su Amazon.it: [APRI RISULTATI]
Apri Box Commenti