Prima di Domani (2017)

Before I Fall


Locandina Prima di Domani
Prima di Domani (Before I Fall) è un film prodotto da Awesomeness Films nel 2017 in USA, di genere Drammatico e Mistero, diretto da Ry Russo-Young. Dura circa 99 minuti. Tratto dal romanzo young adult fantasy della scrittrice prodigio Lauren Oliver. Il cast include Zoey Deutch, Halston Sage, Logan Miller, Kian Lawley, Elena Kampouris, Cynthy Wu. In Italia, esce al cinema il 19 Luglio 2017 distribuito da Eagle Pictures. Disponibile in VoD dal 4 Novembre 2020. Al Box Office italiano ha incassato circa 1.246.327 euro. Negli USA ha incassato circa 11.295.102 dollari.

TRAMA

Cosa succederebbe se oggi fosse l'ultimo giorno per il resto della tua vita? Da questa domanda inizia il viaggio di Samantha Kingston detta Sam. Sam (Zoey Dutch) ha una vita perfetta, un ragazzo stupendo e tre amiche fantastiche. Tutto sembra andare per il verso giusto finché non realizza di rivivere lo stesso giorno più volte senza riuscire ad andare avanti. 

Info Tecniche e Distribuzione

Uscita al Cinema in Italia: Mercoledì 19 Luglio 2017
Uscita in Italia: 19/07/2017
Data di Uscita USA: Venerdì 3 Marzo 2017
Prima Uscita: 03/03/2017 (USA)
Genere: Drammatico, Mistero
Nazione: USA - 2017
Formato: Colore
Durata: 99 minuti
Produzione: Awesomeness Films, Jon Shestack Productions
Distribuzione: Eagle Pictures
Box Office: USA: 11.295.102 dollari | Italia: 1.246.327 euro
Soggetto:
Tratto dal romanzo young adult fantasy della scrittrice prodigio Lauren Oliver.
In HomeVideo: in Digitale da Mercoledì 4 Novembre 2020

Cast e personaggi

Regia: Ry Russo-Young
Sceneggiatura: Maria Maggenti
Musiche: Adam Taylor
Fotografia: Michael Fimognari
Scenografia: Paul Joyal
Montaggio: Joe Landauer
Costumi: Eilidh McAllister

Cast Artistico e Ruoli:
foto Zoey DeutchZoey Deutch
Samantha Kingston
foto Halston SageHalston Sage
Lindsay Edgecomb
foto Logan MillerLogan Miller
Kent McFuller
foto Kian LawleyKian Lawley
Rob Cokran
foto Elena KampourisElena Kampouris
Juliet Sykes
foto Cynthy WuCynthy Wu
Ally Harris
foto Erica TremblayErica Tremblay
Izzy Kingston
foto Liv HewsonLiv Hewson
Anna Cartulo
foto Nicholas LeaNicholas Lea
Dan Kingston

Recensioni redazione

Prima di domaniPrima di domani, la recensione
7/10
Cristina Gervasio
Teen drama dalle atmosfere dark, Prima di domani si rivela un film riuscito e molto interessante, che riesce a trattare tematiche profonde ed attuali facendo riflettere ed emozionare.

Immagini

[Schermo Intero]

LA STORIA

Il film, basato sul famoso romanzo per adolescenti di Lauren Oliver, E finalmente ti dirò addio, ha colpito la regista Ry Russo-Young per il suo senso di autenticità giovanile e l'intrigante struttura circolare. "Quando ho letto il libro, sono rimasta colpita da quanto fosse potente la storia di Sam e dalle interessanti domande che venivano sollevate dal costrutto ripetitivo del giorno", ha detto Russo-Young. L'onestà emotiva del viaggio postumo di Sam ha fatto una grande impressione su di lei. "L'abilità di Lauren Oliver nel bilanciare quell'equilibrio emotivo e filosofico ha risonato in me a livello personale, mi ha ricordato le mie amicizie in quel momento della mia vita, quanto profonde e incomprensibili fossero, e le scelte drammatiche che sentivo di star affrontando a quel tempo", ha dichiarato Russo-Young.
Russo-Young conosceva bene quegli intensi sentimenti che si sperimentano durante gli anni dell'adolescenza. "Penso che sia un momento della vita in cui ci chiediamo chi vogliamo essere, e lo facciamo nel modo più intenso", ha detto. "E credo che alcune domande sia importante portarle con noi anche in tutte le successive fasi della vita".
Benché ci sia romanticismo e umorismo, questo è un racconto che si snoda più in profondità rispetto alla maggior parte dei teen drama. "Una cosa che mi ha emozionato di questo film - che si svolge in questa particolare età - è che è un momento della vita molto intenso e drammatico", ha dichiarato Russo-Young. "È un momento in cui le relazioni con i tuoi coetanei possono sembrare fatali, questioni di vita o di morte. E per questo penso che gli adolescenti siano spesso più connessi alla vita in questa fascia d'età di quanto non lo siano in altre fasi della vita".
I riferimenti emotivi della storia hanno colpito anche i giovani attori. Il primo personaggio narrativo è quello di Samantha "Sam" Kingston, interpretato dalla giovane stella emergente Zoey Deutch. Deutch, figlia dell'attrice Lea Thompson, è stata particolarmente attratta dalla storia. "Prima di domani è profondo, doloroso e bellissimo", ha detto la Deutch. "Ti fa provare una moltitudine di sensazioni. Ci sono anche delle belle idee che ti rimangono impresse per molto tempo".
I suoi colleghi sono d'accordo. "È coinvolgente, drammatico e misterioso", ha detto Kian Lawley, che interpreta l'innamorato di Sam, Rob. Nessuna storia tipica da teenager, quello di Sam è un percorso complicato. "Sam inizia il film come 'una del gruppo', un membro della mandria che si comporta come il suo ambiente sociale richiede: avere tutti gli amici giusti, andare a tutti i party giusti, prendendo di mira tutti i perdenti", ha detto Russo-Young. "Sam è una persona che gioca disastrosamente secondo le regole del suo gruppo, senza alcuna auto-riflessione. Si ha l'idea che la vita le scivolerà addosso, come se non dovesse mai vivere veramente". Ma poco a poco Sam capisce che c'è di più dell'esistenza superficiale che vive. "Nel corso della storia lei si rende conto di chi vuole diventare, e che quello è un processo permanente", dice Russo-Young.

COME VORRESTI ESSERE QUANDO MUORI?

La storia è ambientata il 12 febbraio, che, al liceo che Sam frequenta, è conosciuto come il Cupid Day. Con il suo aspetto e la sua popolarità, Sam non ha mai prestato molte attenzioni agli altri, soprattutto a quelli non benedetti dalla sua stessa fortuna. Ma in una fatidica giornata, la sua ultima giornata, inizia a capire come vanno le cose.
I migliori amici di Sam sono: Lindsay, la capobanda, interpretata da Halston Sage e le fedeli seguaci Ally (Cynthia Wu) e Elody (Medalion Rahimi). Il quartetto delle ragazze rende la vita abbastanza difficile ai compagni di classe secchioni, ai ragazzi emarginati e a chiunque non rientri nel loro gruppo sociale elitario. La loro vita è tutta incentrata sui vestiti, la popolarità, i ragazzi, le feste e il sesso. Sam si sveglia e va a scuola, non facendo neanche più caso ai regali e agli altri segni di ammirazione che le vengono rivolti, insieme alle attenzioni a cui è così abituata. Durante la giornata insorgono dei problemi ma lei li ignora prontamente, fino a tarda notte, quando lascia una festa con il suo trio di amiche.
Una storia raccontata da un unico punto di vista, gran parte di essa postmortem, anche se diversi accadimenti temporali sono intenzionalmente tenuti nascosti. "Durante la preparazione del film ho esplorato l'idea del tempo, quello che ho scoperto è che il tempo è un argomento davvero molto discusso, cosa che ho trovato d'ispirazione", ha detto Russo-Young. "Ci sono due importanti prospettive sul tempo in Prima di Domani - ciclico e lineare – e Sam è intrappolata nel tempo ciclico, con una giornata che ricorre per l'eternità".
Quello che aveva incuriosito Russo-Young del rimanere catturati in un eterno loop temporale era che "Obbliga Sam ad un'auto-riflessione, poiché lei scopre di poter agire come desidera. E ciò è interessante. Chi vuole essere veramente? Penso che questa sia una grande domanda per tutti noi. E sul set ne abbiamo parlato spesso, chiedendoci "Come vorresti essere quando muori?"
Russo-Young e la Deutch, che ha detto di considerare la regista come una 'grande sorella', hanno parlato molto durante il processo di riprese.
"È una persona che ama conoscere più cose possibili, va a fondo alle situazioni", ha detto Russo-Young della Deutch. "Così, spesso, abbiamo conversato su questi temi. E spesso i nostri discorsi non erano legati a una scena specifica, ma erano più sulle idee che stanno dietro al film nella sua totalità. Durante i preparativi", ha detto Russo-Young, "abbiamo sviluppato un codice con una numerazione e denominazione per ogni singolo giorno, in modo da poter accedere allo stato psicologico ed emotivo di Sam con chiarezza e velocità". Ad esempio, il giorno quattro era 'il giorno arrabbiato' e il giorno cinque era 'il giorno perfetto'. Era un modo per cominciare a capire il percorso di Sam ma anche i cambiamenti che attraversa nel film", ha spiegato la regista.

IL MOMENTO DELLE PROVE

"Credo che la maggior parte delle persone senta un senso di disagio riguardo la morte, in maniera più o meno consapevole", ha detto Russo-Young. "Non sappiamo quanto tempo vivremo esattamente e per me personalmente è sempre stata una necessità. Parte del fare un film sta nello sforzo di voler lasciare una traccia visiva e temporale dietro una storia, un evento o un'idea. Fare questo film è stato autoreferenziale; è stato un modo per articolare e condividere l'idea che abbiamo una sola vita e che dobbiamo renderla piena di significato e importante".
In qualche modo il film le ha fornito uno spazio terapeutico per affrontare molte sue paure. "È stato un modo per descrivere un sentimento (e l'ansia) che ho sempre provato, e condividerlo", dice Russo-Young. "La storia lavora su molti livelli, mi ha colpito il fatto che potesse essere divertente e che potesse approfondire anche un lato umano più intimo".
Il cast ha trascorso molto tempo a fare le prove, sembrava che fossero davvero tutti coinvolti. "Penso che sia doveroso in un film come questo trascorrere del tempo per provare e capire le scene come meglio si può", ha detto la Deutch. Aggiunge Halston Sage sul processo di preparazione: "Abbiamo cercato di far percepire il film come un vero e proprio film sul liceo e non la versione filmica del liceo".
Era essenziale che la Deutch e Russo-Young fossero in sintonia con il personaggio di Sam, poiché era il punto di partenza della storia. "Zoey ed io siamo state in comunicazione costante per tutto il processo della pre-produzione", ha dichiarato Russo-Young. "È veramente professionale e saggia per la sua età. Ma è anche divertente". Parte delle prove erano incentrate su esercizi di improvvisazione. "Ci sono voluti diversi metodi di preparazione, certamente abbiamo letto le scene per centrare alcune idee e significati", ha dichiarato Russo-Young. "Ma a volte siamo anche andati a cena insieme. Una volta ho persino mandato le ragazze fuori città senza di me".
Una volta che i ruoli sono stati assegnati, Russo-Young si è incontrata con gli attori per avere delle sessioni singole sui guardaroba, un processo che andava al di là delle semplici scelte legate alla moda. "Nella vita, e ancora di più quando sei adolescente, come ti vesti è un aspetto importante, comunica chi sei", ha detto Russo-Young. "E volevo che ogni attore fosse coinvolto nella costruzione creativa del suo personaggio, quindi abbiamo cercato dei vestiti (alcuni di loro proprietà e altri che ho portato io), ma abbiamo avuto anche delle discussioni più lunghe sui personaggi e su come si sviluppano o sul genere di musica che amano e come vedono il mondo".
Questo è stato uno dei primi step di Russo-Young, in modo da avere la possibilità di poter effettuare dei cambiamenti. "Il personaggio di Rob, per esempio, è stato scritto come uno sportivo, cosa che mi sembrava molto un cliché, quindi ho scritturato Kian Lawley (che non sembra uno sportivo) e poi quando sono andata a casa sua, abbiamo parlato di come immaginavamo il classico ragazzo 'figo' del liceo e lo abbiamo creato insieme".

LE DIFFICOLTÀ DI ADATTARE UN LIBRO MOLTO AMATO

È toccato alla sceneggiatrice Maria Maggenti convertire il libro in una sceneggiatura. "Maria Maggenti ha fatto un lavoro straordinario adattando il libro in termini di struttura e personaggi", ha dichiarato Russo-Young.
Quando è arrivato il momento di consultare altre fonti ispiratrici, Russo-Young si è rivolta al classico Ricomincio da capo. "In termini di pre-produzione, ho attuato un processo abbastanza intenso e guardare altri film è certamente una parte di questo", ha detto Russo-Young. "Ho visto tutti i film con al centro un loop temporale, per conoscere le insidie ​​del genere e esaminare cosa funziona e perché".
L'intento di Russo-Young era quello di esternalizzare il viaggio psicologico di Sam. "Sam rappresenta i nostri occhi nella storia", ha detto Russo-Young. "Far entrare il pubblico nella sua testa era forse il fattore più importante per me nel fare questo film. È qualcosa che un libro può fare in modo efficace, ma una cosa contro cui i film a volte lottano".
L'adattamento di un libro per il cinema può essere un'esperienza impegnativa, in quanto i registi cercano di restare fedeli allo spirito originale dell'opera. "Sapevo che il film doveva catturare quel nucleo emotivo che gli appassionati del libro tanto amavano", ha dichiarato Russo-Young. "La trasformazione di Sam, il suo rapporto con la sorella, il fatto che muore in pace correggendo i suoi errori. Ed è proprio quello che anche io amavo del romanzo, quindi non è stato difficile rimanere fedele a quelle parole".
Tuttavia, sottolinea che il libro e il film sono molto diversi, con alcune differenze sostanziali. "Alla fine della giornata, un libro e un film lavorano in modi diversi proprio in qualità di mezzo di comunicazione", ha detto. "I libri illustrano monologhi interiori, ma i film funzionano con immagini e traducono il mondo interiore dei personaggi in modo diverso. Quindi, nel fare questo film, tutte le scelte (visive e non) sono state fatte per sostenere il viaggio psicologico di Sam. In questa storia c'è un particolare senso di verità, proprio perché l'intero film esiste nella sua mente".

DALLE PAGINE ALLO SCHERMO: LE DIFFERENZE

La prima modifica del libro è stata geografica. "Il libro è ambientato nel Connecticut con un look e un tocco del New England", ha dichiarato Russo-Young. "Io l'ho cambiato con il Nord-Ovest del Pacifico, in particolare con una regione chiamata Cascadia, che comprende il Nord-Ovest del Pacifico fino a una parte del Canada e ha una storia unica. Questa zona mi sembrava adatta perché catturava quell'angoscia stupefacente della storia, con la sua nebbia, la pioggia e le montagne dall'aspetto drammatico". Il lussureggiante Nord-Ovest sembrava in sintonia con i temi e l'atmosfera del racconto. "C'è una bellezza e un senso di pericolo mortale in quella regione, che ha catturato perfettamente la lotta di Sam tra la vita e la morte", ha dichiarato Russo-Young.
La maggior parte del film è stata girata a Vancouver, alcune scene nella regione più rurale dello Squamish. "Lo Squamish aveva degli alberi alti e una foresta cupa e profonda", ha detto Russo-Young. "Questo è uno dei grandi cambiamenti del libro, che era ambientato sulla costa orientale. Ma avevo fatto un giro dentro e nei dintorni di Vancouver e sapevo che sarebbe stata adatta al mio racconto. Ambientare la storia nel Nord-Ovest ha conferito un senso di stupore: le grandi montagne, i grandi alberi e un paesaggio oscuro e pericoloso dove le persone sembrano piccole e impaurite dal paesaggio naturale, e ciò ha rafforzato gli aspetti della storia secondo me".
Per quanto riguarda le somiglianze con il libro, gran parte della narrazione della voce fuori campo è rimasta vicina all'originale. Per esempio 'Forse per te c'è un domani' è una frase del libro", ha detto Russo-Young. "Altre volte il testo è stato modificato. Ma il fatto che così tante frasi siano rimaste uguali nel film, è veramente un omaggio al libro e alla forza della scrittura di Lauren". Infatti, le forme di dialogo sono rimaste intatte. "Ci sono alcune battute dirette del libro che abbiamo messo nel film, e penso che sia divertente vedere pronunciate sullo schermo le stesse frasi del libro", ha detto Sage, che interpreta Lindsay, amica di Sam e capobanda del suo gruppo.
Un altro membro del cast ha divorato il libro non appena ha saputo che aveva ottenuto la parte. "Ne avevo già sentito parlare, ma non l'avevo mai letto", ha detto Elena Kampouris, che interpreta Juliet, una ragazza problematica trattata male da Lindsay e dalle altre compagne di Sam. "Non appena mi hanno dato la notizia, sono corsa in libreria per prendere quel libro e l'ho iniziato a leggere subito". Kampouris ne è diventata immediatamente una fan. "Sono rimasta molto commossa dopo averlo letto", ha detto Kampouris. "Mi sono persino emozionata un po' alla fine, leggendo la parte in cui Sam guarda la sua famiglia per l'ultima volta. Mi sono venute le lacrime agli occhi, un momento davvero molto toccante. Parla di come trattiamo le persone, quando ciò che fai poi ti viene restituito, di quanto è importante il modo in cui ti comporti", aggiunge Kampouris. "Se qualcuno sta soffrendo o se vedi qualcuno che sta isolato, è importante creare una connessione e aiutare gli altri". Il suo collega Logan Miller, che interpreta Kent, è un altro fan del libro: "Lancia un messaggio sui rapporti davvero molto profondo".

LE SFIDE STRUTTURALI DELLA STORIA

Con una struttura filmica alla Ricomincio da capo, Russo-Young ha dovuto assicurarsi che i passaggi ripetitivi del film lo velocizzassero piuttosto che appesantirlo. "Il rischio di rappresentare una storia che si ripete è che si percepisca quella ripetitività e che quindi risulti noioso per il pubblico", ha dichiarato Russo-Young. "Per questo parte della sfida stava nel rappresentare ogni giorno psicologicamente e visivamente distinto dagli altri. La sceneggiatura è stata una guida forte, in quanto Sam si trovava emotivamente in un momento diverso ogni giorno. La parte divertente per me è stata quella di adattare il linguaggio della telecamera giorno per giorno, facendo vedere gli stessi spazi ma dalla sua nuova prospettiva".
Il tono del film è stato un punto chiave. "Uno degli aspetti del film che più ho amato è la sua ironia drammatica", ha detto Russo-Young. "Il pubblico condivide un segreto con Sam fin dall'inizio del film. Sam cambia e si evolve per tutto il film, ma tutti gli altri rimangono gli stessi e reagiscono al suo io in evoluzione, ed è divertente per il pubblico". Quindi dovevano essere apportati alcuni aggiustamenti logistici. "In termini di riprese, ha avuto più senso girare le scene a blocchi per la maggior parte dei film", ha detto Russo-Young. "Così, ad esempio, abbiamo girato tutte le scene della sveglia al mattino nello stesso giorno, e per diversi giorni, a volte anche con set-up ripetuti. È stato abbastanza impegnativo per Zoey come attrice dover passare da uno stato d'animo a un altro in pochissimo tempo tra le riprese".
La Deutch ha sicuramente trovato l'insolita struttura delle riprese molto stimolante. "Il modo in cui stavamo girando era davvero sorprendente", dice. Il confronto era essenziale. "Ha aiutato che Zoey e io trascorressimo molto tempo insieme prima delle riprese, cercando di capire esattamente lo stato d'animo del suo personaggio in ogni scena, così quando è arrivato il momento delle riprese abbiamo potuto girare molto velocemente", ha detto Russo-Young.

UNA STORIA TUTTA AL FEMMINILE

"Penso che sia impressionante il fatto che siano state coinvolte così tante donne", dice la Deutch. "Il libro è stato scritto da una donna, la sceneggiatura è stata scritta da una donna, il film è diretto da una donna e il cast è principalmente femminile. C'è qualcosa di veramente speciale e originale. Sono super orgogliosa di questo".
Per Russo-Young, questa consapevolezza è arrivata più tardi. "In realtà non ci ho pensato finché non abbiamo finito il film", ha detto. "Il nostro produttore, Jon Shestack, me lo ha sottolineato durante la fase di montaggio. Ma, con il senso di poi, tutto ciò ha davvero un significato. È sempre stato tutto molto autentico nel rappresentare le relazioni tra le ragazze e il viaggio di Sam. Non si percepisce mai una prospettiva voyeuristica, cosa che non è sempre scontata nelle storie di ragazze".
Russo-Young ha davvero voluto evitare il più vago sentore di sfruttamento degli adolescenti. "Io non volevo mostrare corpi senza volti, né concentrarmi sulla pelle o parti anatomiche, cosa comune nei film sulle giovani ragazze", ha dichiarato Russo-Young. "Quanti film sul liceo hanno uno slow-motion di una ragazza mezza nuda e bagnata?". Il suo obiettivo era quello di fare del viaggio di Sam quello di un eroe. "La discesa in campo di Sam è come quella di ogni eroe, e credo che tutti dietro le quinte siano stati attratti dall'universalità e dal potere della sua storia", ha dichiarato Russo-Young. "È capitato che ci fossero molte donne dietro questo film, e penso che il risultato sia chiaro".

UN SET FAMILIARE E APERTO A TUTTI

"Ho amato il nostro cast, c'era un senso immediato di calore e comprensione con loro, sia tra di loro che con me, una mancanza di egoismi", ha detto Russo-Young. "La cosa meravigliosa del nostro cast è che erano lì per lavorare duro e per divertirsi, e fare quello che bisognava fare. Nessuna burocrazia, nessuna paura. Mi è piaciuto molto. Il fatto che tutti fossero giovani e disinibiti, è stata veramente una ventata di aria fresca per me come regista". Russo-Young intendeva creare un ambiente in cui gli attori potessero sentirsi al sicuro e liberi di sperimentare ed improvvisare. "I set cinematografici possono essere luoghi molto stressanti e pieni di procedure: luci, nastri, scale, cavi – tutte cose agli antipodi della sperimentazione, dell'intimità e della vulnerabilità", ha dichiarato Russo-Young. "I momenti migliori spesso derivano da un rischio che l'attore prende o da un'azione non pianificata, un momento straordinario di verità. Niente di sicuro o di già provato. Questo è quello che Joe Landauer (il nostro montatore) ha ricercato nella fase di montaggio".
La regista Ry Russo-Young ha trovato il modo di far emergere le performance più autentiche dei giovani attori. "Lavorare con Ry è stato assolutamente meraviglioso", dice Kampouris. "Si avvicina davvero alla storia in modo veramente crudo, autentico e onesto e vuole rendere alla storia quella giustizia che i lettori conoscono bene. Lei vuole davvero ritrarre la scuola in un modo reale. Vuole raccontare le cose come stanno veramente, senza girarci intorno.
Miller ha apprezzato il suo modo di comunicare. "Lei è molto aperta ai suggerimenti, voleva solo fare un buon film, un film molto profondo e ben costruito", ha detto. Aggiunge la Deutch: "Il mio rapporto con Ry è qualcosa che non ho mai avuto prima con un regista. Mi piace il rapporto fraterno che ho con lei. È come la mia grande sorella. Mi fido, e le voglio bene. Le sono davvero affezionata, potrei chiederle tutto".

IL TEMA DELL'IDENTITÀ

La ricerca dell'identità è un elemento fondamentale della storia. "Il film ruota veramente attorno a come vorresti essere prima di morire", dice Russo-Young. "C'è l'idea di autodeterminazione: la lotta di Sam è essenzialmente la lotta umana per diventare ciò che si è. La Deutch ha preso a cuore i temi del film. "Penso che la sua idea ruoti attorno a un bel concetto: quello che fai oggi è importante. È importante oggi e per sempre".
Il suo collega Logan Miller, che interpreta l'amico d'infanzia di Sam, Kent, ha visto il film anche come una ricerca del proprio io. "I temi principali di Prima di Domani hanno a che fare con il sentirsi a proprio agio con se stessi", ha detto Miller. "Bisogna trattare gli altri nel modo in cui vorresti essere trattato e avere la consapevolezza che le nostre idee sono importanti, non come la popolarità o tutte le cose di questo genere. Nella vita si cerca solo di venire accettati. Sono molti i temi che gli adolescenti si trovano ad affrontare giorno per giorno. E non solo gli adolescenti, ma tutti".
Altri membri del cast hanno interpretato la storia come un'allegoria che esorta alla gentilezza e all'educazione. "È un modo per insegnare a tutti una lezione sul karma", ha detto Kampouris. "Trattare bene le persone è importante, e riguarda tutti. È importante trattare le persone con amore e rispetto. Le tue azioni hanno delle ripercussioni. Impariamo questa lezione sul karma attraverso questo purgatorio che Sam deve affrontare, vivendo lo stesso giorno più e più volte".
Alcuni degli attori hanno parlato del suo messaggio anti-bullismo. "Il mio personaggio, Juliet, è fondamentalmente una ragazza molto disturbata perché è stata vittima di bullismo e maltrattata a scuola fino ad arrivare al suicidio", ha detto Kampouris. "È impazzita a causa dei tormenti che si porta dietro da anni di scuola". Miller dice: "A coloro che sono vittime di bullismo, anche se è una situazione difficile, io consiglio di cercare di ignorare quello che queste persone hanno da dire perché di solito, quando qualcuno è un bullo, anche lui sta attraversando qualcosa di difficile. Sei migliore di quella persona, se quella persona sta cercando di farti cadere".
Ma il film è una storia più complessa sull'identità personale, non un tipico racconto di adolescenti brutali e vittime passive. "Dire che il film parla solo di bullismo è riduttivo", ha dichiarato Russo-Young. "Il bullismo è un aspetto della narrazione, ma è solo un piccolo pezzo della storia. Detto questo, mi piace che Prima di Domani possa esistere su più livelli contemporaneamente. Nelle scenografie ci sono molti cerchi, che si riferiscono al tempo che ritorna in cicli infiniti, al fatto che forse tutta l'esistenza è un cerchio. Ci sono anche delle frecce, riferite a quelle persone che non aderiscono a questo pensiero e credono che il tempo abbia una fine".
Il significato dell'ultima scena del film può variare a seconda dello spettatore. "Con il momento finale di Sam, il film diventa una celebrazione della vita, non della morte", ha dichiarato Russo-Young. "Alla fine del film, Sam è il suo autentico e puro io, e ha dovuto lottare molto per arrivarci. Questa lotta e questo processo sono fantastici, sono il cuore del film".
E alla domanda su come avrebbe voluto che gli spettatori si avvicinassero a questa storia insolita, ha risposto: "La mia speranza per il film è che il pubblico senta il desiderio di aggrapparsi alla mano delle persone che ama, e apprezzi la natura effimera di quello che ha", ha dichiarato Russo-Young. "È importante diventare chi si è veramente, imparando ad apprezzare le persone e le cose che si amano".

HomeVideo (beta)


Prima di Domani disponibile in Digitale da Mercoledì 4 Novembre 2020
19/07/2017.

STREAMING VOD E TVOD:
Puoi cercare "Prima di Domani" sui cataloghi delle principali piattaforme di VOD e TVOD: [Apri Box Ricerca]
DVD E BLU-RAY FISICI:
Non abbiamo informazioni specifiche, ma se stai cercando DVD o Blu-Ray di "Prima di Domani" puoi effettuare direttamente una [RICERCA su Amazon.it] del titolo specifico o correlati. Nota: Sarai rimandato su Amazon.it, ricorda di verificare cast e lingua per evitare prodotti con titolo simile.
Apri Box Commenti