L'ora più buia (2017)

Darkest Hour

Locandina L'ora più buiaL'ora più buia (Darkest Hour) è un film di genere Biografia e Drammatico di durata circa 125 minuti diretto da Joe Wright con protagonisti Lily James, Gary Oldman, Ben Mendelsohn, Stephen Dillane, Kristin Scott Thomas, Charley Palmer Rothwell, Ronald Pickup, Nicholas Jones, Brian Pettifer, Jeremy Child.
Prodotto da Working Title Films nel 2017 in USA [Uscita Originale il 22/11/2017 (USA)] esce in Italia Giovedì 18 Gennaio 2018 distribuito da Universal Pictures.

TRAMA E SCHEDA TECNICA

Un emozionante racconto ispirato dalla vera esperienza delle prime settimane di Winston Churchill alla guida del proprio paese agli inizi della Seconda Guerra Mondiale. La sceneggiatura originale, scritta da Anthony McCarten offre uno sguardo rivelatore sull'uomo, al di là dell'icona. Spiritoso e brillante, soprattutto per essere un membro del Parlamento, Churchill è un uomo coraggioso che all'età di 65 anni appare inadatto a ricoprire il ruolo di Primo Ministro, soprattutto in un contesto come quello europeo che è ai limiti della disperazione. Gli Alleati continuano a raccogliere sconfitte contro le truppe Naziste e con l'intero esercito britannico arenato in Francia, Churchill riceve la guida del governo con grande urgenza il 10 maggio 1940. Mentre la minaccia di un'invasione del Regno Unito da parte delle forze di Hitler insorge e 300.000 soldati della Regina sono bloccati a Dunkirk, Churchill si trova a combattere con le trame interne del proprio partito e con Re Giorgio VI (interpretato dal vincitore dell'Emmy Award Ben Mendelsohn) che mostra grande scetticismo sulle abilità da Primo Ministro nel riuscire ad affrontare la sfida. La situazione è drammatica: negoziare una pace con la Germania nazista salvando il popolo britannico a costi indicibili o combattere contro un destino che si mostra avverso. 

Data di Uscita ITA: Giovedì 18 Gennaio 2018
Data di Uscita USA: Mercoledì 22 Novembre 2017
Data di Uscita Originale: 22/11/2017 (USA)
Genere: Biografia, Drammatico, Storico
Nazione: USA - 2017
Formato: Colore
Durata: 125 minuti
Produzione: Working Title Films
Distribuzione: Universal Pictures
Box Office: USA: 53.135.692 dollari | Italia: 3.724.640 euro -> Storico incassi

Cast e personaggi

Regia: Joe Wright
Sceneggiatura: Anthony McCarten
Musiche: Dario Marianelli
Fotografia: Bruno Delbonnel
Scenografia: Sarah Greenwood
Cast e Ruoli:
foto Lily James
Elizabeth Nel
foto Gary Oldman
Winston Churchill
foto Ben Mendelsohn
Re George VI
foto Stephen Dillane
Visconte Halifax
foto Kristin Scott Thomas
Clementine Churchill
foto Ronald Pickup
Neville Chamberlain
foto Nicholas Jones
Sir John Simon
foto Jeremy Child
Lord Stanhope
foto Michael Haydon
London refugee

News e Articoli

Box Office Italia: Made In Italy, L'uomo sul treno e L'ora più buia sul podio

'Made In Italy' il film piu' visto nel weekend dal 26 al 28 gennaio 2018, seguito da 'L'uomo sul treno' e 'L'ora più buia'. Debutta settimo 'Chiamami con il tuo nome'.

Box Office Italia: L'ora più buia e Ella e John debuttano dietro a Benedetta follia

'Benedetta follia' il film piu' visto nel weekend dal 19 al 21 gennaio 2018, seguito da 'Il Vegetale' e 'Ella e John - The Leisure Seeker'. Debutta quarto 'L'ora più buia'.

L'ora più buia, al cinema il film con Gary Oldman nei panni di Winston Churchill

La storia vera iniziata alla vigilia della Seconda Guerra Mondiale che vede Winston Churchill affrontare una sfida: l'armistizio con la Germania nazista oppure resistere per poter combattere per gli ideali, la libertà e l'autonomia di una nazione.

Le vie del cinema 2017: TFF 35, Venezia 74, Locarno 70

A Milano Le vie del cinema porta una selezione dei film presentati al Festival di Cannes 70, Locarno 70, Venezia 74 e Torino 35.

Curiosita'

Parole e Contesto Storico

Nel buio del giorno e della notte, quando la Gran Bretagna si è trovata sola, e molti uomini disperavano sulla salvezza dell'Inghilterra, ha dato la scossa con le sue parole e li ha spinti a combattere. La qualità incandescente delle sue parole illuminò il coraggio dei suoi compatrioti. --  John F. Kennedy, 1963

"Le parole possono, e devono, cambiare il mondo. Esattamente come è successo con Winston Churchill nel 1940," afferma il produttore e sceneggiatore, vincitore del BAFTA, Anthony McCarten. "Sotto un'incredibile pressione politica e personale, ha trovato la forza di raggiungere vette ineguagliabili in così pochi giorni – senza mai fermarsi."

McCarten ha coltivato per lungo tempo un interesse sulla leggendaria vita dello statista inglese, e come molti altri ha trovato ispirazione nei discorsi e nelle abilità oratorie di Churchill. La sua sceneggiatura più recente, nominata per il Premio Oscar per La Teoria del Tutto - The Theory of Everything, ha esplorato la vita di un altro uomo grandioso, Stephen Hawking, capace di cambiare il mondo con le proprie idee anche dopo aver perso il dono della parola. McCarten ha poi sviluppato un grande interesse per l'intenso periodo vissuto "dal 10 maggio al 4 giugno", durante il quale Winston ha trasformato il carbone in diamanti."

I perni della sceneggiatura originale di L'Ora Più Buia - Darkest Hour sono tre discorsi scritti e pronunciati da Churchill esattamente in quel frangente.

È opinione comune che le prime settimane al timone sono le più complicate. Per un uomo di 65 anni, appena nominato Primo Ministro della Gran Bretagna, il 1940 ha rappresentato un ostacolo complesso da affrontare. Le Forze Alleate erano già da tempo coinvolte nel conflitto con  Adolf Hitler, e una democrazia dopo l'altra aveva ceduto il passo alle forze Naziste. La Gran Bretagna si trovava sull'orlo del precipizio. Il dilemma si riassumeva nel bivio fra la volontà di mantenere saldi i nervi e proseguire nel conflitto o piuttosto ritirarsi dalla guerra e soffrire impensabili conseguenze per la sovranità inglese.

McCarten spiega, "L'interrogativo consisteva di fatto nel voler continuare a combattere da soli, probabilmente fino alla distruzione dell'esercito e forse della nazione, o scegliere la via più sicura – come suggerito dal Conte di Halifax e l'uscente Primo Ministro Neville Chamberlain – ed esplorare la possibilità di un trattato con Hitler. Winston si è trovato in grande difficoltà, ma ha combattuto, anche contro il sistema da cui proveniva".

"Questa storia, pur legata al passato, risuona ancora fino ai nostri giorni. Troppo spesso, i nostri 'leader' seguono le scelte altrui. In questo caso, decisioni prese in un mese hanno avuto ripercussioni globali."

In quel momento le vite di oltre 200.000 soldati britannici aspettavano di essere salvate sulle spiagge di Dunkirk, in Francia.

Le ricerche di McCarten hanno permesso di approfondire i passaggi fondamentali degli incontri tenuti durante quei giorni. Queste le sue considerazioni: "È emersa una grande incertezza, probabilmente inattesa considerando la sua autorevolezza. Winston era consapevole di aver fatto scelte sbagliate nel passato, senza dubbio durante la Prima Guerra Mondiale in occasione della Battaglia di Gallipoli.

"I piedistalli sono fatti per le statue, non per le persone, e una lettura di quei minuti rivela l'immagine di un leader in difficoltà, sotto attacco da tutti i fronti e incerto su quale scelta prendere, soprattutto sul pericolo di accettare di sedersi al tavolo con un nemico pronto a rivedere per sempre le sembianze di questo mondo."

Per chiudere McCarten spiega come la sceneggiatura di L'Ora Più Buia - Darkest Hour ha preso forma "esaminando i metodi di lavoro, le qualità politiche e i percorsi mentali. Winston credeva fortemente nel valore delle parole e cominciò a scrivere per aiutare sé stesso e il proprio paese nel momento di maggior pericolo.

"In questo processo è venuta fuori la forza di volontà di un uomo che è diventato un'icona."

Impegnato con un programma di lavoro serrato per ricreare il contesto storico, McCarten ha scritto in otto giorni 16 pagine. E le ha portate a Lisa Bruce, la produttrice nominata al Premio Oscar e vincitrice del Bafta, con cui aveva realizzato La Teoria del Tutto - The Theory of Everything.

Bruce ricorda, "Le ho lette e ho realizzato che Anthony stava costruendo anche in questa occasione un ritratto intimo capace di far emergere l'umanità di un'icona. Conosciamo tutti le vicende della Seconda Guerra Mondiale e forse pensiamo di ricordarle bene, per questo Anthony non ha voluto trascurare gli aspetti di contesto nella sceneggiatura. Anche se non sei pienamente informato, si può seguire quanto succede nel mondo in cui vive Winston.

"Con L'Ora Più Buia - Darkest Hour, senza sminuire la volontà e l'intelligenza per cui era celebre, lo osserviamo da una prospettiva diversa. Anthony si è focalizzato su un momento molto preciso della sua vita, per ritrarre l'impatto della visione di Churchill come leader e la sua abilità nel definire le priorità. Churchill era in grado di zittire una stanza e farsi ascoltare da tutti, compresi i suoi avversari politici, dentro e fuori dal partito. Ha convinto tutti della necessità di tenere duro e combattere Hitler, consapevole della minaccia che avrebbe ricoperto anche in un futuro."

Il suo parere è che, "L'Ora Più Buia - Darkest Hour arriva in un momento in cui è evidente un vuoto di leadership; rimane forte il bisogno di una figura capace di emergere come fece all'epoca Winston. Il titolo arriva da una sua descrizione di quel periodo, riconosciuto come la maggior sfida che avesse mai affrontato. Tutta la sua vita, già impressionante, è stata un viatico per arrivare pronto ad affrontare quei giorni."

Quando McCarten ha iniziato a portare altro materiale, Bruce lo ha presentato ai produttori con cui avevano vissuto l'esperienza di La Teoria Del Tutto - The Theory of Everything, nominati per il Premio Oscar e vincitori del BAFTA, Tim Bevan ed Eric Fellner della Working Title Films.

Fellner ha immediato avuto la sensazione che la storia di "uno statista che trova il proprio stato di grazia durante il momento di maggior pressione" sarebbe stata perfetta per coinvolgere uno dei collaboratori storici della Working Title, il regista vincitore del BAFTA Joe Wright; la società di produzione aveva già riscosso grande successo al fianco del regista, in particolare per il film Espiazione - Atonement, con le sue indimenticabili scene ambientate durante la Seconda Guerra Mondiale.

Wright chiarisce, "Il nostro rapporto è cresciuto e si evoluto. Alla Working Title c'è sempre una meravigliosa attitudine: questa è la sceneggiatura, questo è il regista, questi sono gli attori, facciamo il film! E cosi va!"

Apri Box Commenti