La Scelta di Maria (2021)

La Scelta di Maria

Locandina La Scelta di Maria
La Scelta di Maria (La Scelta di Maria) è un film del 2021 prodotto in Italia, di genere Documentario diretto da Francesco Miccichè. Dura circa 88 minuti. Il cast include Sonia Bergamasco, Cesare Bocci, Alessio Vassallo, Alessia Franchin, Valentina Munafò, Carla Manzon, Marco Maria Casazza, Massimo Sangermano, Federico Pieri. Disponibile in VoD dal 4 Novembre 2021.

Attraverso scene di fiction, repertorio originale, interviste e animazione, La Scelta di Maria racconta la vicenda politica, sociale e soprattutto umana che c'è dietro la nascita del Milite Ignoto. Maria Bergamas, madre di un fante italiano disperso sul fronte della Prima Guerra Mondiale, scelse tra undici bare con le salme di soldati non identificati quella del Milite Ignoto che venne poi tumulato il 4 novembre 1921 all'Altare della Patria dove, ancora oggi, esattamente dopo 100 anni, è vegliato senza sosta dai militari di tutte le armi che, a turno, rendono onore al soldato senza identità, simbolo di unità del paese.

TRAMA

Il racconto del docu-film prende il via nel "biennio rosso" successivo alla Prima Guerra Mondiale, in un'Italia in piena crisi economica, sconvolta da profonde divisioni politiche e sociali. È in questo contesto che il ministro della guerra Luigi Gasparotto istituì due commissioni che lavoravano tra Gorizia e Aquileia: la prima, formata da un medico e sei reduci pluridecorati, tra cui il tenente Augusto Tognasso, aveva il compito di cercare undici salme di soldati non riconoscibili nei luoghi in cui erano avvenute le battaglie più cruente; la seconda doveva scegliere una madre che aveva perso un figlio in guerra. Questa donna avrebbe dovuto indicare una delle undici salme trovate dalla prima commissione per farne un simbolo di tutti i caduti in guerra mai identificati, il Milite Ignoto. 

La narrazione ripercorre il toccante momento in cui Maria Bergamas, una contadina alla quale era rimasta solo una lettera del figlio Antonio, venne scelta come "madre d'Italia" tra la commozione di tutta la commissione, e quello della mattina del 28 ottobre 1921 quando, nella cattedrale di Aquileia, lei si inginocchiò davanti alla decima bara, decretando così il Milite Ignoto, fino allo storico viaggio in treno che trasportò la salma da Aquileia a Roma. Un viaggio di 120 soste durato 4 giorni, a bordo del quale Maria Bergamas e il tenente Tognasso assistettero ad uno spettacolo unico: in tutte le tappe, intere folle di persone si inchinavano, pregavano e salutavano. Il Milite Ignoto divenne il simbolo del dolore di tutti gli italiani; quel viaggio, un momento di elaborazione di un lutto collettivo in cui si ritrovarono vicine le diverse anime del Paese.

Il racconto si chiude a Roma, dove il convoglio venne accolto dal Re "soldato" Vittorio Emanuele III.  Nello stesso istante, nelle città di tutta Italia, ci fu un lungo e silenzioso momento di cordoglio, voluto dal Ministro Gasparotto, scandito solo dai pianti delle madri, dai rintocchi delle campane e da ventun colpi di cannone. Il Milite Ignoto venne tumulato il 4 novembre 1921 all'Altare della Patria dove, ancora oggi, è vegliato senza sosta dai militari di tutte le armi che a turno rendono onore al soldato senza identità, simbolo di un Paese per una volta unito. Quando Maria morì, nel 1953, chiese di essere sepolta dietro la cattedrale di Aquileia, a fianco delle altre dieci salme di soldati ignoti che lei non scelse.

Info Tecniche e Distribuzione

Uscita in Italia: 4 Novembre 2021 su Rai1 e RaiPlay
Genere: Documentario
Nazione: Italia - 2021
Formato: Colore
Durata: 88 minuti
Produzione: Anele, Rai Cinema (in collaborazione con), Istituto Luce-Cinecittà (co-produzione), Tenderstories (co-produzione), Fondazione Aquileia (con il contributo di), Regione Friuli Venezia Giulia (con il contributo di), PromoTurismoFVG (con il contributo di), Intesa San Paolo (con il sostegno di), Comune di Aquileia (con il sostegno di), Struttura di missione per la valorizzazione degli anniversari nazionali e della dimensione partecipativa delle nuove generazioni - Presidenza del Consiglio dei Ministri (in collaborazione con), Ministero della Difesa (con il patrocinio del)
Note:
Da un'idea di Cesare Bocci. Realizzato in occasione del 100esimoAnniversario dalla tumulazione del Milite Ignoto all'Altare della Patria.
In HomeVideo: in Digitale da Giovedì 4 Novembre 2021

Cast e personaggi

Regia: Francesco Miccichè
Sceneggiatura: Francesco Miccichè, Marco Videtta
Musiche: Antonio Fresa, Edizioni Curci
Fotografia: Patrizio Patrizi
Scenografia: Fabio Vitale
Montaggio: Marco Rizzo
Costumi: Magda Accolti Gil

Cast Artistico e Ruoli:
foto Sonia Bergamasco

Sonia Bergamasco

Maria Bergamas
foto Cesare Bocci

Cesare Bocci

Onorevole Luigi Gasparotto
foto Alessio Vassallo

Alessio Vassallo

Tenente Augusto Tognasso
foto Alessia Franchin

Alessia Franchin

Contessa Anna Visentini Feruglio
foto Valentina Munafò

Valentina Munafò

Anna Bergamas
foto Carla Manzon

Carla Manzon

Mercedes Iori
foto Marco Maria Casazza

Marco Maria Casazza

Generale Giuseppe Paolini
foto Massimo Sangermano

Massimo Sangermano

Generale Sanna



Produttori:
Marcello Tarantini (Produttore esecutivo), Tore Sansonetti (Produttore associato), Carlotta Schininà (Produttore associato), Moreno Zani (Produttore associato), Gloria Giorgianni (Produttore)


Soggetto: Cesare Bocci, Francesco Miccichè, Marco Videtta | Consulenza storica: Lorenzo Cadeddu | Suono: Francesco Morosini.

Immagini

[Schermo Intero]

IL PROGETTO

In occasione del Centesimo Anniversario dalla tumulazione all'Altare della Patria a Roma, il docu-film ripercorre la vicenda storica, politica e sociale del Milite Ignoto, attraverso le interpretazioni di Sonia Bergamasco nel ruolo della Madre d'Italia Maria Bergamas, di Cesare Bocci nel ruolo del Ministro della Guerra Luigi Gasparotto e di Alessio Vassallo nei panni del tenente Augusto Tognasso.

Intrecciando la narrazione fiction a preziosi repertori d'epoca, animazioni originali e una serie di "interviste ricostruite" ai protagonisti della storia, interpretati dai rispettivi attori, il docu-film restituisce alle nuove generazioni un ritratto umano e profondo di chi ha vissuto in prima persona una vicenda storica senza precedenti, capace di rappresentare gli stati d'animo e le emozioni di un intero Paese, profondamente scosso dalla distruzione e dallo smarrimento generati dalla Grande Guerra.

NOTE DI REGIA - Francesco Miccichè 

"La scelta di Maria" nasce da un'intuizione di Cesare Bocci ed è stato realizzato grazie alla forza di volontà della produttrice Gloria Giorgianni, che ha creduto da subito nel fatto che questa storia andava raccontata per il suo centenario. Con loro, con lo sceneggiatore Marco Videtta e poi con Sonia Bergamasco e Alessio Vassallo, abbiamo condiviso un percorso prima di conoscenza dei fatti e poi di grande coinvolgimento, perché man mano che andavamo avanti ci siamo resi conto che quella che volevamo raccontare era una storia che ci riguardava da vicino. Per esempio mio nonno paterno, all'epoca giovane siciliano, è andato a combattere a Gorizia ed è rimasto ferito e mutilato, ma a parte i personalismi io credo che se andiamo a scavare nella nostra storia familiare ognuno di noi ha avuto un parente vicino o lontano che ha combattuto in quella terribile guerra.

Nel prendere coscienza della storia ci è sembrato importante curarne i dettagli, per cui la minuziosa ricerca dei costumi, delle acconciature e la fedele ricostruzione storica ci sono sembrati i modi migliori di rendere omaggio a quelle donne e quegli uomini che quella storia l'hanno scritta. Ci siamo basati sulle immagini esistenti e sul racconto postumo dei nostri tre protagonisti, Maria Bergamas, il Tenente Augusto Tognasso e il Ministro Luigi Gasparotto, avendo come fonti i loro diari, le interviste, e i libri scritti durante e dopo l'evento.
Un discorso a parte meritano i luoghi. Abbiamo girato nelle trincee ancora esistenti del Monte San Michele e sul greto del fiume Isonzo, dove si sono combattute alcune delle più sanguinose battaglie della Prima Guerra Mondiale. Abbiamo poi ambientato molte scene nella spettacolare Basilica di Aquileia. Quello è il vero luogo in cui Maria Bergamas scelse la salma del Milite Ignoto che ancora oggi è custodita a Roma. E ricostruire le scene de "La scelta di Maria" nei luoghi dove sono avvenuti i fatti ci ha fatto toccare con mano la forza della storia, tornare indietro nel tempo e rivivere quei momenti, con un rispetto e una commozione che speriamo il nostro film riesca a trasmettere. Tutto questo ha aiutato la troupe e gli attori a "sentire" realmente la storia.

Il linguaggio del docufilm secondo noi era il mezzo ideale per raccontare cosa c'è stato dietro il Milite Ignoto. Abbiamo mischiato ricostruzioni di fiction, testimonianze ricostruite, animazione e immagini di repertorio. In particolare straordinarie sono le immagini del treno che da Aquileia porta la salma a Roma in cui si vedono folle di uomini, donne, bambini e militari che si inginocchiano al passaggio. Noi abbiamo immaginato e messo in scena anche cosa provavano coloro che dentro quel treno accompagnavano il simbolo dei soldati caduti italiani verso la capitale. Un viaggio che di fatto è stata la commossa elaborazione di un lutto di una intera nazione. 

HomeVideo (beta)


La Scelta di Maria disponibile in Digitale da Giovedì 4 Novembre 2021
4 Novembre 2021 su Rai1 e RaiPlay.

STREAMING VOD, SVOD E TVOD:
Puoi vedere La Scelta di Maria su queste piattaforme:
Guarda La Scelta di Maria su Rai Play

Nota: "La Scelta di Maria" potrebbe non essere più disponibile sulle piattaforme indicate.
Puoi cercare "La Scelta di Maria" nelle principali piattaforme di VOD: [Apri Box]
DVD E BLU-RAY FISICI:
Non abbiamo informazioni specifiche ma puoi aprire i risultati della ricerca di DVD o Blu-Ray per "La Scelta di Maria" o correlati su Amazon.it: [APRI RISULTATI]
Apri Box Commenti

Prossime Uscite

La donna per me
Con Chi Viaggi
Nick Cave - This Much I Know to be True
Bob's Burgers - Il Film
Nostalgia
Top Gun: Maverick
Il fronte interno
Quel che conta è il pensiero
Ambulance
Jackass Forever
Lettera a Franco
Luigi Proietti detto Gigi
Morbius
Sundown
Un'ombra sulla verità