Locandina Cattivi vicini 2

Cattivi vicini 2 (2016)

Neighbors 2: Sorority Rising

Locandina Cattivi vicini 2
Cattivi vicini 2 (Neighbors 2: Sorority Rising) è un film di genere Commedia diretto da Nicholas Stoller con protagonisti Chloë Grace Moretz, Zac Efron, Rose Byrne, Selena Gomez, Dave Franco, Ike Barinholtz, Seth Rogen, Lisa Kudrow, Kiersey Clemons, Carla Gallo.
Prodotto da Good Universe nel 2016 in USA [Uscita Originale il 20/05/2016 (USA)] esce in Italia Giovedì 30 Giugno 2016 distribuito da Universal Pictures.

TRAMA E SCHEDA TECNICA

Ora che Mac (Rogen) e Kelly Radner (Byrne) aspettano il loro secondo figlio, sono pronti a fare l'ultimo passo per diventare finalmente adulti: trasferirsi in periferia. Ma dopo aver valutato il vicinato ed essersi decisi a vendere, scoprono che le loro nuove vicine sono un'associazione di studentesse universitarie ancora più fuori di testa di quanto Teddy (Efron) e i suoi "confratelli" siano mai stati. Stanche di un sistema scolastico restrittivo e sessista, le eccentriche ragazze del Kappa Nu hanno deciso di trasferirsi insieme in una casa in cui poter fare tutto ciò che desiderano. Quando Shelby (Moretz) e le sue "sorelle", Beth (Kiersey Clemons) e Nora (Beanie Feldstein), trovano la casa perfetta non troppo distante dal campus, non tengono conto del fatto che si trovi in una strada troppo tranquilla per i party che hanno intenzione di tenere, epici tanto quelli dei ragazzi. Costretti a rivolgersi a un ex vicino per sconfiggere le nuove vicine greche, i Radner, insieme ai loro migliori amici Jimmy (Ike Barinholtz) e Paula (Carla Gallo), sfoderano il carismatico Teddy come arma segreta. Infiltrandosi nella confraternita femminile e seducendone i membri, il trentenne riuscirà a calare il sipario sulla casa delle Kappa. Ma se pensano che il nemico si arrenderà senza lottare, hanno seriamente sottovalutato il potere della follia e dell'ingenuità della gioventù. 


Data di Uscita ITA: Giovedì 30 Giugno 2016
Data di Uscita USA: Venerdì 20 Maggio 2016
Data di Uscita Originale: 20/05/2016 (USA)
In HomeVideo: in DVD da Mercoledì 26 Ottobre 2016 [scopri DVD e Blu-ray]
Genere: Commedia
Nazione: USA - 2016
Formato: Colore
Durata: N.d.
Produzione: Good Universe, Point Grey Pictures
Distribuzione: Universal Pictures
Box Office: USA: 54.517.865 dollari | Italia: 505.457 euro -> Storico incassi
Note:
Le star Seth Rogen, Zac Efron e Rose Byrne tornano sul grande schermo insieme a Chloe Grace Moretz in Cattivi Vicini 2, il seguito della divertente commedia del 2014.

Cast e personaggi

Regia: Nicholas Stoller
Sceneggiatura: Seth Rogen, Nicholas Stoller, Evan Goldberg, Brendan O'Brien, Andrew Jay Cohen
Musiche: Michael Andrews
Fotografia: Brandon Trost
Scenografia: Theresa Guleserian
Cast Artistico e Ruoli:
foto Zac Efron
Teddy Sanders
foto Rose Byrne
Kelly Radner
foto Seth Rogen
Mac Radner
foto Lisa Kudrow
Dean Carol Gladstone
foto Billy Eichner
Oliver Studebaker
foto McKenzie Kruse
Phi Lambda (non accreditato)
foto Ian Gregg (II)
Ragazzo confraternita
foto Billy James (XII)
Francese (non accreditato)
foto Abbi Jacobson
Jessica Baiers
foto Ian Gregg (II)
Ragazzo della Fratellanza

News e Articoli

Infinity, uscite di Novembre 2017

Su Infinity da Novembre 2017: Claws, Girlfriend Experience 2, Wrecked, Great News, hicago PD, Frequency, King Arthur - il potere della spada, Moglie e Marito, Jurassic World, Cattivi Vicini 2.

Cattivi vicini 2 in DVD e Blu-ray dal 26 ottobre

Seth Rogen e Zac Efron che tornano a scontrarsi, ma nel cast arrivano new entry come Selena Gomez.

Box Office Italia: Cattivi vicini 2 debutta quarto, The Conjuring 2 ancora primo

'The Conjuring - Il caso Enfield' vince il weekend italiano del 1-3 luglio 2016, seguito da 'Angry Birds - Il Film' e 'My Bakery in Brooklyn'. Quarto 'Cattivi vicini 2'.

Curiosita'

Ritornano le star SETH ROGEN (The Night Before), ZAC EFRON (Nonno scatenato) e ROSE BYRNE (Spy) e si uniscono a CHLOË GRACE MORETZ (The Equalizer - Il vendicatore) in Cattivi vicini 2, il sequel della più acclamata commedia originale del 2014. NICHOLAS STOLLER (Non mi scaricare) torna a dirigere questa nuova storia che racconta quello che accade quando la volontà genitoriale si scontra con gli ideali di una confraternita femminile.
Adesso che Mac (Rogen) e Kelly Radner (Byrne) sono in attesa di un secondo bambino, sono finalmente pronti ad entrare definitivamente nel mondo degli adulti con la mossa che sancisce indelebilmente questo passo: il trasferimento in periferia. Sono appena riusciti a riportare l'ordine nel quartiere e stanno per vendere la propria casa, quando vengono a sapere che in quella vicina alla loro si è trasferita una confraternita femminile, e che le ragazze che ne fanno parte sono ancora più fuori controllo di quanto non lo fossero Teddy (Efron) e i suoi confratelli.
Stanche del sistema sessista e restrittivo che regola le confraternite femminili della loro università, le ragazze ribelli della Kappa Nu hanno deciso di creare un club dove poter fare quello che diavolo vogliono. Quando Shelby (Moretz) e le sue "consorelle", Beth (KIERSEY CLEMONS della serie Transparent di Amazon) e Nora (BEANIE FELDSTEIN di Fan Girl), trovano la casa ideale in una stradina appena fuori del campus, non accettano che la tranquillità del luogo ipossa rivelarsi un ostacolo per le loro feste epiche.
Costretti a rivolgersi all' ex vicino di casa perché è l'unico in grado di sconfiggere i nuovi vicini rumorosi, i Radners – Insieme ai loro migliori amici Jimmy (IKE BARINHOLTZ che vedremo tra poco in Suicide Squad) e Paula (CARLA GALLO di Suxbad - Tre menti sopra il pelo) – tirano fuori la loro arma segreta, cioè Teddy ( Efron). Il piano è quello di farlo infiltrare nella confraternita femminile e grazie al suo innegabile fascino, farla capitolare. Ma se i Radner si illudono che sarà una guerra facile, vuol dire che hanno profondamente sottovalutato la forza dell'ingenuità e della follia fuori controllo delle loro giovani vicine.
Cattivi Vicini 2 vede il ritorno sul grande schermo di un formidabile cast di supporto a partire da DAVE FRANCO (21 Jump Street), CHRISTOPHER MINTZ-PLASSE (Facciamola finita, The Interview) e JERROD CARMICHAEL (The Carmichael Show) nei panni dei confratelli di Delta Psi, oltre all'acclamatissima LISA KUDROW (Web Therapy) nei panni del rettore Carol Gladstone.
Per la commedia, i realizzatori hanno potuto contare su una straordinaria squadra di tecnici e artisti vecchi e nuovi. Tra loro spiccano il direttore della fotografia BRANDON TROST (Facciamola finita, The Interview), la scenografa TERESA GULESERIAN (Togetherness, Before We Go), il montatore ZENE BAKER (This Is the End, The Interview), la costumista LEESA EVANS (Zoolander 2, Un disastro di ragazza) e il compositore MICHAEL ANDREWS (Le amiche della sposa, Cattivi vicini).
Di ritorno, negli stessi ruoli del primo film, sono anche i produttori della Point Grey Pictures, EVAN GOLDBERG (This Is the End, The Interview), JAMES WEAVER (This Is the End, The Interview) e Rogen.
Basato sui personaggi di Cattivi vicini, creati da ANDREW JAY COHEN & BRENDAN O'BRIEN, Cattivi vicini 2 è stato scritto da Cohen & O'Brien & Stoller & Goldberg & Rogen.
NATHAN KAHANE della Good Universe (Juno) e JOE DRAKE (Di Hunger Games) tornano per questo secondo film della serie in veste di produttori esecutivi insieme a TED GIDLOW (L'A.S.S.O. nella manica), Cohen e O'Brien.

LA PRODUZIONE

Stesso Quartiere, Nu-ove Regole: Il ritorno dei Cattivi Vicini

Uscita nel 2014, la commedia originale Cattivi Vicini ha coinvolto il pubblico con la travolgente storia della guerra senza quartiere tra una giovane coppia e la confraternita che si stabilisce nella casa accanto alla loro. Come era ovvio, gli entusiasmanti incassi e gli ampi consensi di critica ottenuti dal flm ha fatto si che i realizzatori, il regista Nicholas Stoller e i produttori di Seth Rogen, Evan Goldberg e James Weaver, prendessero subito in considerazione la possibilità di un sequel.
Determinato a non cadere negli errori di tanti altri sequel banali del passato – divenuti semplicemente copie dell'originale su scala più ampia - il team ha puntato subito sul concetto che "più grande" non fosse automaticamnete sinonimo di "migliore". Rogen, protagonista e produttore del film, spiega: "Abbiamo discusso non di come ampliarlo, perché è stata proprio quella la rovina di tanti sequel. Ci siamo invece concentrati sul come far evolvere la storia. Non volevamo limitarci ad aggiungere delle situazioni divertenti e ritrovarci con una versione del film solo più ampia della prima; quello che desideravamo era piuttosto esplorare ciò che sarebbe successo in seguito ai nostri personaggi".
Nel tentativo di evitare le insidie ​​e i rischi dei sequel non riusciti, la squadra creativa ha studiato attentamente i film dai temi simili al loro e, curiosamente, si sono lasciati ispirare da un film insospettabile. Spiega Stoller: "Il nostro film è una sorta di versione volgare, spinta e disgustosa di Toy Story ... ma è comunque Toy Story. Racconta di quel che accade quando si cresce, si invecchia, e il divertente e l'amaro della cosa ... oltre ai suoi diversi effetti sui vari personaggi del film".
Pochi anni dopo essere finalmente riusciti a liberarsi della confraternita che si era stabilita nella casa accanto, Mac e Kelly, abbandonate le abitudini festaiole di un tempo, stanno entrando in una nuova fase della vita. Con il secondo figlio in arrivo, la coppia si prepara a trasferirsi dalla città universitaria in cui vive, nell'ultimo bastione della vita da adulti: la periferia.
Ora che Stella (ELISE VARGAS) sta entrando nella fase in cui i bambini scoprono il potere della parola "no!", Mac e Kelly si rendono conto che la loro bellissima figlia un giorno si trasformerà in un adolescente ribelle e li guarderà con lo stesso disprezzo per gli adulti che loro avevano provato un tempo. Riassume Stoller: "Il film si basa sulla paura di tutti i genitori di non essere all'altezza del proprio compito e, per tale motivo, di venire un giorno odiati dai loro figli".
E' stata questa dualità di intenti ad intrigare la squadra. Spiega Rogen: "Il primo film si basava sul desiderio di non diventare adulti e dover rinunciare ad uno stile di vita irresponsabile, festaiolo e immaturo. In questo secondo film i nostri personaggi sono cresciuti, ma non vogliono accettare il fatto che i loro figli cresceranno a loro volta e che potrebbero anche odiarli. Mentre il primo film verteva sul desiderio di Mac e Kelly di restare adolescenti, questo ruota attorno al loro tentativo di controllare la figlia".
Nei confronti dell'ex vicino di casa dei Radners, Teddy Sanders, il tempo è stato abbastanza inclemente. Dopo lo scioglimento della confraternita Delta Psi e la sua espulsione dal college, si ritrova oggi alle prese con un insulso lavoro di vendita al dettaglio, senza alcun obiettivo e senza una direzione.
Con i suoi amici della confraternita ormai adulti affermati, sia professionalmente che personalmente, Teddy si rende conto di essere rimasto al palo. "Teddy è piuttosto fragile", spiega Efron. "Sta entrando in una nuova fase dell'esistenza e sta vivendo la crisi del "quarto-di-vita". Tutti i suoi vecchi confratelli Delta Psi sono maturati e hanno realizzato dei progetti, ma lui è bloccato e non fa passi in avanti".
Mentre Teddy sta lentamente cadendo in depressione e si interroga su come poter mettere a frutto le sue qualità peculiari (e apparentemente inutili), Mac e Kelly si stanno preparando a compiere il loro prossimo grande passo: vendere la propria casa e trasferirsi in periferia. Con un acquirente pronto a firmare e la caparra già versata, la situazione si ribalta completamente quando dei nuovi inquilini si stabiliscono nella vecchia casa della Delta Psi. Spiega Rose Byrne: "Mac e Kelly stanno cercando di fare un ulteriore passo in avanti nella loro vita domestica da adulti, ma ecco che una confraternita femminile prende in affitto la casa accanto alla loro. Si trovano così a dover affrontare la possibilità di perdere sia la casa che stanno vendendo che quella che hanno comprato, quindi per loro la posta in gioco è alta".
La confraternita femminile è una sorta di doccia fredda per Mac e Kelly, perché li mette improvvisamente a confronto con il loro peggiore incubo: l'eventualità che la loro figlia un giorno cresca e li odi. Spiega Rogen: "Abbiamo accettato l'idea di essere diventati adulti, ma non vogliamo accettare l'idea che i nostri ragazzi stanno crescendo a loro volta, che noi cominciamo a non piacergli più e che alla fine si trasformeranno nelle ragazze della porta accanto".
Durante lo sviluppo del progetto, sono venute a galla tutta una serie di idee diverse (la Delta Psi ritorna alcuni anni dopo! C'è un dormitorio mitico per le feste che organizza chiamato Dormopolis!), Il team creativo alla fine ha deciso per la storia di una confraternita femminile ultra festaiola che si trasferisce nella casa vuota accanto a quella di Mac e Kelly. E' stato allora che la squadra ha fatto una scoperta sorprendente. "Una ragazza che lavorava nel nostro ufficio apparteneva ad una confraternita femminile e ci ha sentito parlare dell'idea delle feste sfrenate nella casa accanto a quella di Mac e Kelly", ricorda Rogen. "Ci ha subito spiegato che in realtà le confratermite femminili non hanno il permesso di fare delle feste. Così abbiamo controllato, abbiamo scoperto che era vero e la cosa ci ha fornito l'idea di base per la trama del film".
In realtà, dopo una breve ricerca su Google, abbiamo scoperto che alle confraternite femminili delle università è vietato consumare alcolici nelle residenze. Questa clamorosa disparità tra i sessi, ha fornito ai realizzatori un tema interessante per ampliare l'universo del film. "Quando abbiamo iniziato a studiare come funzionassero le confraternite universitarie femminili, siamo rimasti scioccati da quanto fosse sessista il sistema ", afferma Evan Goldberg. "Io e Seth siamo entrambi canadesi e davamo per scontato che le ragazze delle confraternite avessero gli stessi diritti dei ragazzi di quelle maschili. E ci siamo resi conto che con un sottotesto femminista la trama del film sarebbe stata molto più interessante".
Naturalmente, le ragazze che frequentano il college del film, il Braxton, sono pronte a gustarsi la leggendaria atmosfera festaiola del college lontano dagli occhi dei loro genitori e dalle restrizioni della scuola superiore. Una volta compreso che non potranno godere della stessa libertà concessa ai loro colleghi maschi, trovano una causa per cui combattere. Ogni ragazza che si rispetti deve lottare per il suo diritto a far festa.
Con gli abitanti di una casa che cercano disperatamente di far fronte ai propri impegni e le inquiline della porta accanto coinvolte in una guerra senza confini per abbattere un sistema maschilista, la situazione degenera rapidamente e Teddy si trova bloccato nel mezzo. Mentre le tattiche delle ragazze si fanno sempre più spietata, il nostro eroe si trova a dover scegliere tra la difesa del sistema delle confraternite che un tempo amava così tanto ... e il'altro lato della barricata.
I creatori di personaggi del primo film, Andrew Jay Cohen & Brendan O'Brien, si sono uniti a Rogen, Weaver e Stoller per dar vita alla sceneggiatura del suo sequel. Insieme, hanno immaginato Mac e Kelly costretti a tener testa ad un gruppo di giovani donne il lotta contro un sistema sessista.
A un certo livello, la nobiltà della causa del confraternita femminile consente loro di essere più aggressive, rendendo meno netta la linea tra chi sia o meno nel giusto. "Questa volta le ragazze del Kappa Nu hanno un obiettivo molto più chiaro e più nobile di quello dei ragazzi del primo film", spiega Rogen. "Si dice che i migliori cattivi siano quelli per cui si prova simpatia. Proprio per questo, le ragazze sono in grado di spingersi molto più il là e sono molto più spaventose di quanto non siamo mai stati i ragazzi della Delta Psi".
In tempo di guerra, si sa, l'etica viene messa duramente alla prova quando si tratta di combattere per il progresso e per un mondo più giusto. Afferma Stoller: "Quello che le ragazze si propongono di ottenere è curiosamente qualcosa di giusto e nobile. Quindi, anche se si comportano in maniera spregevole nei confronti di Mac e Kelly, ti ritrovi comunque a fare il tifo per loro perché stanno lottando contro un sistema ingiusto".
Era fondamentale per il team creativo che i personaggi risultassero realistici, e non solo comici. Le ragazze del Kappa Nu combattono per qualcosa in cui credono veramente. Le idee alla base della sceneggiatura inducono anche a riflettere su come le donne sianogeneralmente ritratte in questo tipo di commedia, e il film fa la sua parte per livellare il campo. Nell'universo di Cattivi vicini, le ragazze sono liberate e possono permettersi di divertirsi a proprie spese ... proprio come i ragazzi.
"Una delle cose ironiche del film è che abbiamo un sacco di personaggi relativamente stupidi che discutono di ideali femministi", dice Stoller. "In un certo senso può essere considerato femminista anche il diritto di comportarsi da idiota, il che è anche una sorta di commento sul fatto che in un sacco di commedie alle donne non è concesso di comportarsi da stupide come fanno gli uomini".

Reclute e Disubbidienza: La ricerca degli attori per la Commedia

Se vi capita di passare per un qualsiasi campus universitario americano nella settimana del reclutamento, noterete legioni di matricole attente a valutare tutte le opzioni disponibili. Le aspettative di Shelby, matricola del Braxton, che non sognava altro che entrare a far parte di una confraternita femminile festaiola, crollano miseramente appena visita la Phi Lambda, la confraternita più popolare del campus.
Shelby si accende, senza tanti complimenti, uno spinello nel corso di una delle loro riunioni per il reclutamento e scopre subito la terribile verità: le regole impongono che si possa fare festa solo nelle confraternite maschili. "Shelby è andata al college sperando di potersi finalmente liberare dalle asfissianti regole della scuola superiore e dal controllo dei propri genitori", afferma Rogen, "ma si rende subito conto che anche lì sono in vigore regole ferree e che la tanto agognata libertà è solo un sogno".
La matricola Shelby non si era fatta molti amici al liceo, ma adesso cha ha finalmente trovato due con-sorelle in Beth e Nora, le ragazze decidono di prendere in mano la situazione e avviare un confraternita femminile fuori dal campus. La Kappa Nu è estremamente importante per loro, e sarà una confraternita femminile libera e priva di restrittive regole sessiste; sarà una organizzazione aperta a chiunque desideri aderirvi. Le ragazze possono essere se stesse, scoprire chi siano veramente e partecipare alle loro proprie condizioni – senza necessità di approvazione o di essere ammesse. Per Shelby e le ragazze di Kappa Nu, #potere alle donne inizia adesso.
Con il trio Rogen, Efron e Byrne pronto a rimettersi in gioco, la squadra dei film maker ha iniziato la ricerca dell'attrice cui affidare la parte della coraggiosa, appassionata e spietata leader della confraternita Kappa Nu. Il ruolo è andato a Chloë Grace Moretz che era perfetta per la parte grazie alla sua vasta esperienza nel cinema e alla sua intelligenza brillante. "Chloë ha solo 19 anni, ma è molto più matura della sua età", spiega tessendone le lodi Stoller. "Ha un'energia simile a quella di Zac, risultato della sua vasta esperienza recitativa in film fortemente drammatici e d'azione. Ha trasferito questa sua intensità nel ruolo e, anche se stavamo girando una commedia, era sempre molto presente e profonda ... oltre che assolutamente divertente".
Un atleta eccezionale al liceo, Shelby trasferisce la grande abnegazione richiesta dallo sport nella nuova causa e non ha remore nel fare qualsiasi cosa ritenga necessaria per difendere gli ideali della Kappa Nu. Alla Moretz è piaciuta la forza della protagonista ed è stata felice di poter interpretare un personaggio femminile così forte e determinato. "Shelby sa come ottenere ciò che vuole ed è follemente tenace", afferma l'attrice. "Lei è sicuramente una donna sicura di se, non ha paura di dire di 'No' a nessuno e non si lascia certamente calpestare da maschi o femmine".
Il ruolo ha offerto alla Moretz l'opportunità di misurarsi con l'improvvisazione comica anche un po' volgare. "E' stata per me un'esperienza nuova, perché la maggior parte degli altri film che ho fatto erano drammatici e questo richiedeva un approccio molto diverso", afferma l'attrice. "Su questo set siamo stati incoraggiati ad improvvisare battute e a non seguire la sceneggiatura. Ho potuto recitare totalmente sopra le righe e cavarmela lo stesso ... invece di dover nascondere la mia gigionaggine".
Alle riunioni per il reclutamento della Phi Lambda, Shelby incontra Beth e Nora, che sono altrettanto inorridite dalle dinamiche sessiste che regolano le confraternite femminili e dalle varie tattiche di esclusione, due cose apparentemente stabilite ad uso e consumo delle confraternite maschili. Per Beth, che ha appena concluso una relazione a lungo termine, andare al college significa avere l'opportunità di esplorare la sua sessualità prorompente.
Conosciuta dal grande pubblico grazie al film Dope – Follia e riscatto, l'attrice Kiersey Clemons è rimasta subito colpita dal tema femminista del film. Le piaceva il carattere positivo di Beth e trovava interessante il suo percorso alla scoperta di se. "Beth è una che ama piacere alla gente e che cerca di capire a fondo se stessa", spiega la Clemons. "Sa che già per isitinto cosa sia giusto o sbagliato, ma ha comunque voglia di continuare ad imparare e di fare nuove esperienze".
Anche Nora della Kappa Nu si trova da sola la prima volta, e non ha mai preso droghe o bevuto alcolici prima. L'attrice Beanie Feldstein non ha potuto attingere alla propria esperienza personale per quel che riguardava le molteplici esperienze del suo personaggio in materia di droghe ricreative. "Mi hanno fatto fare delle cose folli in questo film e io non sapevo nulla delle varie droghe, tanto che hanno dovuto insegnarmi persino come usare un accendino", racconta ridendo l'attrice.
Fresca di college lei stessa, la Feldstein ha potuto invece attingere alle sue personali esperienze relative a questo periodo della vita e al legame lì stabilito con le amiche. "Queste ragazze stanno solo cercando di conoscere se stesse e cercano l'appoggio l'una dell'altra", spiega l'attrice. "Shelby e Beth fumano entrambi, il che porta Nora la fare lo stesso. Può essere molto spaventoso ritrovarsi in una nuova scuola in una nuova città dove non si conosce nessuno, così io la capisco – capisco il suo desiderio di farsi un suo gruppetto di amiche esclusivo".
Tra le giovani donne della Kappa Nu si è creato un legame che poi è continuato anche fuori dal set. "E' stato magnifico poter lavorare con un gruppo di ragazze della mia età, tutte di talento e anche piacevoli da frequentare dopo il lavoro", commenta la Clemons. "Dormivamo una a casa dell'altra e chiacchieravamo di ragazzi, dandoci consigli a vicenda e facendo tutte le cose tipiche delle ragazze della nostra età".
Mentre abbiamo incontrato i confratelli della Delta Psi alla fine del corso universitario e prossimi all'ingresso nel mondo degli adulti, le ragazze della Kappa Nu sono invece appena entrate al college e si sentono indomabili nei loro intenti. Spiega Stoller: "Le ragazze hanno 18 anni invece di 22. Così, anche mettendo da parte le questioni sessiste, sono più scatenate perché il momento dello sviluppo sociale e morale è per loro ancora lontano". E il regista aggiunge: "La loro morale e la loro etica interferiscono quindi molto meno con le turpi azioni che compiono nei confronti di Mac e Kelly, il che rende il film una specie di horror, questa volta".
La combinazione della loro giovane età e della natura nobile dei loro obiettivi giustificano la spietatezza del loro approccio e delle tattiche della Kappa Nu. "Le ragazze hanno una visione molto chiara e un obiettivo molto valido verso cui puntare, ed è proprio per questo che si spingono molto più in là e sono più temibili dei loro predecessori maschi", concorda Rogen. "Personalmente, ho avuto molta più paura di Chloë, Kiersey e Beanie di quante ne abbia avuta di Zac, Dave, Jerrod e Chris".
Tornando a vestire i panni dei confratelli di Teddy della Delta Psi, gli attori Dave Franco, Jerrod Carmichael e Christopher Mintz-Plasse portano nuovamente sul grande schermo i personaggi di Pete, Garf e Scoonie. Pur essendo rimasti amici, i vari membri della confraternita hanno tutti cominciato a lasciare un proprio segno nel mondo, fatta eccezione per Teddy. "Si cresce ma non necessariamente ci si allontana dai propri confratelli", spiega Carmichael. "Ci si frequenta ancora e si continua ad andare d'accordo, ma si diventa adulti. Purtroppo, Teddy invece sta ancora cercando di capire cosa deve fare".
Per Franco, che torna a vestire i panni di Pete, il migliore amico di Teddy, lavorare di nuovo con la vecchia squadra è stata un'esperienza magnifica. "Le riprese del primo film sono probabilmente state il momento più divertente che abbia mai vissuto su un set", racconta Franco, "e poter tornare a lavorare con questi ragazzi è stato meraviglioso. Visto che ci conoscevamo già e che andavamo d'accordo, si è subito trabilito tra noi un clima piacevole che ci ha permesso di commettere errori imbarazzanti; ed è proprio da quei momenti che sono nate le situazioni più divertenti".
A loro volta nuovamente insieme nel film sono i migliori amici di Mac e Kelly, Jimmy e Paula, e questa volta sono più coinvolti nel piano di questi per sconfiggere la confraternita. "Jimmy e Paula sono in attesa del loro primo figlio e sono molto tesi, proprio come accadeva a Mac e Kelly nel primo film", spiega Rogen. "Sono sempre gli stessi mostri di prima ... e sono le persone più volgari del mondo".
Il regista Stoller elabora: "Jimmy e Paula sono annoiati, e cercano solo di rivivere i loro giorni di gloria e danno una mano a Mac e Kelly".
La scarsa intelligenza di Jimmy e Paula è compensata dal loro impegno e dalla loro abnegazione. "Io e Carla ci siamo divertiti da pazzi durante la realizzazione del primo film, e in questo secondo film gli scenegiatori sono riusciti a renderci ancora più idioti", osserva Barinholtz. "Mentre la storia alla base del film verte attorno al passaggio ad una successiva fase della vita, cosa che Mac e Kelly stanno facendo, Jimmy e Paula al contrario sembrano quasi regredire. I nostri personaggi sono impermeabili al cambiamento perché sono così stupidi".
La Gallo prova indubbiamente un certo affetto per l'insulsa coppia e, al fianco di Barinholtz, ed è stata felice di tornare a ripeterne i gesti vacui e a masticare gomma. "E' stato incredibilmente divertente", afferma l'attrice. "Metà del tempo l'abbiamo trascorsa solo a tentare di far ridere l'un l'altro. Il mio obiettivo principale con questo film era che fosse così divertente da permetterci di realizzarne altri cinque ".
"Il personaggio di Ike dice le cose più inappropriate, ma lo fa con un certo fascino quando gli è possibile, e Carla è bravissima e spassosa", spiega Byrne, tessendone le lodi. "Trova sempre la prospettiva più insolita per ogni scena ed è stata assolutamente eccezionale".
Considerati dai colleghi come i due sempre in grado di rubare la scena, il duo Barinholtz e Gallo è quello che sul set ha fatto sbellicare tutti di più. "Devi imporgli di rallentare, perché dalle loro bocche escono continuamente battute esilaranti. Sono stato costretto a bloccarli di continuo, più di quanto abbia mai fatto in qualsiasi altro film ", concorda Efron.
In questo nuovo episodio di Cattivi vicini torna anche la scuderia di attori non protagonisti che hanno lasciato un segno indelebile nel paesaggio così ricco del primo film. Tra loro troviamo LISA KUDROW nei panni dell'antipatico rettore Gladstone, il comico HANNIBAL BURESS in quelli di uno dei poliziotti di Ardendale; LIZ CACKOWSKI interpreta invece il personaggio di Wendy, l'agente immobiliare e BRIAN HUSKY è Bill Wazakowski, il capo di Mac e Jimmy.
Per i ruoli di non protagonista e per le piccole apparizioni, i realizzatori hanno voluto alcuni degli attori più divertenti della commedia di oggi. "Una delle cose che abbiamo imparato dal primo film è quanto fosse importante che ogni piccolo ruolo di supporto venisse interpretato dall'attore più divertente che potessimo accaparrarci", spiega Rogen. "La cosa ha funzionato magnificamente, e tutti hanno arricchito il film con situazioni e battute divertentissime". All'attrice e cantante Selena Gomez, nuova al mondo delle commedie spinte, è stato offerto il ruolo del presidente della Phi Lambda, la leziosa confraternita femminile nella quale Chloe, Beth e Nora inizialmente si precipitano appena arrivate al college. "Il presidente della Phi Lambda rappresenta la quintessenza di tutto ciò contro cui le protagoniste di battono", afferma Weaver. "Selena ci ha fatto diverire col suo fascino e con la sua bellezza, interpretando questo ruolo che rappresenta in maniera esagerata lo stereotipo della ragazze delle confraternite femminili".
"Mi era piaciuto tantissimo il primo film quindi accettare la parte non è stata affatto per me una scelta difficile", spiega la Gomez". La commedia ti costringe a fare cose che magari ti mettono un po' a disagio, ma ci si diverte da pazzi. Ti lasciano fare e nessuno ti giudica. Ed ho passato giornate intere ridendo insieme ad alcuni dei comici più incredibili", racconta: "L'indicazione di regia di Nick che preferivo era 'Sorridi ... ma fingi di essere morta dentro dentro'".
"Selena è uno dei miei personaggi di supporto preferiti perché mi ha veramente sorpreso", spiega Goldberg. "E' divertente, ironica ed è un piacere lavorare con lei. E' stata con noi solo per un breve periodo per via dei suoi molteplici impegni e le abbiamo fatto fare un sacco di cose; e lei è stata totalmente gioco ".

Un amore in comune: Improvvisare sul set

Con Stoller, Rogen e la maggior parte del cast di nuovo insieme, l'atmosfera sul set era molto più simile a quella di una riunione di famiglia che non a quella di un momento di lavoro. "Ritrovarsi tutti insieme è stata un'esperienza impagabile", afferma Efron. "E il successo del primo film ci ha reso molto più felici di tornare a lavorare insieme, spronandoci a fare ancora di più. Eravamo tutti estremamente motivati a fare un grande film".
I nuovi personaggi e gli attori che li interpretano hanno aggiunto nuove dinamiche al processo di realizzazione. "C'era tanta nuova energia grazie all'aggiunta delle ragazze; hanno contribuito a renderlo divertente come il primo", aggiunge Rogen.
Anche se ogni film di Nicholas Stoller è sinonimo di tanta improvvisazione sul set, il team creativo ha lavorato diligentemente per realizzare una sceneggiatura solida che servisse da base per lo sviluppo della storia e delle tematiche. Spiega Rogen: "Una sceneggiatura è come la peggiore delle ipotesi, ed abbiamo trascorso tanto tempo per realizzarla. Ma, è impossibile prevedere se tutto funzionerà, e l'improvvisazione consente agli attori di essere coesi e credibili nelle varie situazioni".
Stoller è lieto che tra produttori e attori si sia stabilita una così profonda collaborazione. Spiega: "Continuo a scrivere anche quando sono dietro alla macchina da presa e mi piace anche che si improvvisi e che si provino soluzioni diverse. Per questo film abbiamo potuto contare su gruppo di sceneggiatori veramente straordinario, tutti divertenti e intelligenti, e ciò ci ha permesso di aggiungere scene importanti anche durante le riprese".
Il processo creativo in azione sul set potrebbe essere meglio descritto come un frenetico percorso ad ostacoli non convenzionale durante la realizzazione di una commedia. Tra gli attori, Stoller e il gruppo di sceneggiatori, tutti sparavano battute e inventavano situazioni divertenti. Nel Video Village, armata di una pila di quaderni, la squadra creativa di produttori, sceneggiatori e di attori non protagonisti – quando non impegnati a girare – buttavano giù idee e battute a volontà mentre la scena prendeva forma. Dopo un paio di riprese, la pila di fogli arrivava a Stoller sul set, che li vagliava immediatamente e poi passava le battute e le situazioni comiche agli attori.
Questo processo andava avanti per tutto il giorno; guarda ...inventa ... corri ... ridi ... ricomincia. Aggiunge Weaver: "Era un ambiente molto collaborativo: tutti uniti con Nick come capitano. E lui è la persona più aperta e collaborativa del mondo, pur avendo l'intero film in testa testa per tutto il tempo".
Riflette il maestro dell'improvvisazione Barinholtz: "Nick è super divertente, è un grande scrittore e produce costantemente battute esilaranti. Ed è anche uno che ride un sacco, il che è altrettanto importante. Sia che tu stia recitando uno sketch, UCB oppure in un film come questo, se si ha una buona idea e si è compreso appieno il personaggio è ... è importante avere un regista che si fidi di te e te la lasci provare".
Per le giovani attrici che rappresentano la Kappa Nu, la dinamica affabile che si è stabilita sul set e l'incoraggiamento ad improvvisare ha permesso loro di aggiungersi al coro. Ricorda la Moretz: "Come si può inserire un commento sulla situazione sociale delle donne all'interno di un film scritto e ideato da un gruppo di maschi? E' stato bello che ragazzi abbiano deposto le armi e ci abbiano incoraggiato ad improvvisare battute comiche ... e hanno scritto quello che volevamo scrivessero".
La Moretz è nuova alla commedia d'improvvisazione, e ha trovato molto utile il pieno sostegno dai suoi collaboratori. "L'improvvisazione mette alla prova le tue abilità nella scrittura e nella recitazione", spiega. "E' molto gratificante ed emozionante quando indovini la battuta giusta e vedi che tutti sul set ridono".
Per gli attori, nuovamente insieme sul set, il film è stata l'occasione per accrescere la fiducia e la comunicativa già stabilite durante la lavorazione del primo film. Spiega Byrne: "Ciò che rende questo film ancora più incisivo è che noi tutti conoscevamo i punti di forza e la chimica tra tutti i personaggi, e Nick ha perfezionato tutto ciò che funzionava. Ogni giorno sul set lavoravamo intensamente per ottenere la scena perfetta".
Uno dei punti di forza di Rogen e Byrne consisteva proprio nel loro scambio di battute. "Quando Seth e Rose comunicano con una serie di battute esilaranti, la chimica che si stabilisce tra loro è incredibile", commenta Efron. "Sono la coppia più divertente che mi sia capitato di vedere da molto tempo, e ti fanno venire voglia di fare il genitore. Recitare le scene con loro era così divertente che mi toccava spesso fermarmi perché scoppiavo a ridere".
Byrne è il primo ad ammettere che la nuova commedia è stata per lui una splendida opportunità di tornare a lavorare con Rogen. Racconta: "Seth è un genio della commedia; la comicità è nel suo cervello e nel suo modo di guardare ad ogni situazione. Io seguo le sue istruzioni, ma lui è molto generoso e nelle varie scene non si impone mai. Ha lavorato duramente insieme a tutti noi".
Indipendentemente dal fatto se recitasse o meno, Rogen è stato una presenza costante sul set nel suo ruolo di produttore. "Seth non perdeva mai di vista la palla ed era lì per e con noi ogni giorno", racconta Stoller. Mi piace lavorare con lui e sentire che formiamo una grande squadra creativa insieme a Evan e James. Lo conosco da quando aveva 18 anni, quindi a volte mi dimentico quale genio della commedia sia".
Barinholtz riassume i pensieri del resto del cast: "Seth è sempre cinque passi avanti a tutti." E dopo una pausa continua: "Lavorare con lui è come lavorare con un orsacchiotto ebreo incredibilmente intelligente ... con rivoli di marijuana che gli escono dal corpo ".

Il ritorno al vecchio quartiere: Scenografie, esterni e riprese

Con gran parte delle scene di Cattivi vicini 2 ambientate tra la casa di Mac e Kelly e la casa della confraternita femminile Kappa Nu, il team di produzione si è preparato a tornare sulla scena del crimine ... per così dire. Mentre il primo film è stato girato interamente a Los Angeles, in due case adiacenti, la maggior parte delle riprese del secondo sono avvenute ad Atlanta, in Georgia, sempre in due case adiacenti. "Realizzare un film che è ambientato negli stessi luoghi, senza girare negli stessi posti è stata una sfida interessante", osserva Weaver. "Così abbiamo dovuto cercare di essere creativi nelle nostre scelte".
La produzione ha avuto inizio nel mese di agosto del 2015 e si è protratta per nove settimane, con Atlanta al posto di Los Angeles come luogo in cui si trova il fittizio college di Ardendale. La scenografa Theresa Guleserian e la sua squadra hano dovuto ricreare interamente entrambe le case del film in un teatro di posa. "Gli interni originali non appartenevano a case vicine, quindi la sfida era quella di trovare un modo per combinare insieme interni ed esterni affinché i personaggi potessero interagire. Abbiamo dovuto ridisegnare gli schemi base delle case per far si che gli inquilini si potessero osservare reciprocamente dalle finestre ", spiega la Guleserian.
La realizzazione dei vari set che riproducono gli esterni e gli interni delle varie case ha richiesto svariati mesi di costruzioni in tre diversi teatri di posa. Uno di essi ospitava gli esterni laterali e il vialetto tra le case - e quasi l'intero primo piano della casa di Mac e Kelly. Nel secondo è stato ricostruito l'esterno e il primo piano della casa della Kappa Nu, dove le ragazze tengono le loro epiche feste e i vari incontri della confraternita femminile. Infine, nel terzo teatro di posa sono stati realizzate le stanze al secondo piano di entrambe le case: la camera di Mac e Kelly, la stanza di Stella e la stanza di Shelby alla Kappa Nu.
Per assicurare che non ci fossero discrepanze col primo film, alla squadra artistica è stato richiesto di riprodurre anche i più piccoli dettagli, come i mattoni usurati, la vernice invecchiata e le crepe del vialetto. "Abbiamo girato la maggior parte del film nei teatri di posa, e ciò ha richiesto il massimo livello di impegno per riprodurre fedelmente le case", spiega la scenografa. "Gli alberi sono stati riprodotti nei minimi particolari, a partire dal colore della corteccia, e nella forma, nella struttura, e anche ricchezza del fogliame, visto che una piccola parte del film sarebbe stata girata nei veri esterni".
Verso la fine della produzione, è stato imballato il tutto e la compagnia si è spostata a Los Angeles per tre giorni di riprese nelle case utilizzate nel primo film. Ciò ha consentito al montatore Zene Baker di ottenere poi una perfetta soluzione di continuità sullo schermo.
Entrambe le case hanno attraversato vari "stadi" nel corso delle riprese (casa in vendita / vuota, casa addobbata per le feste, casa sottosopra per le perquisizioni, casa nel periodo del reclutamento dei membri della confraternita), cosa che tenuto il reparto artistico molto occupato per via dei cambi costanti. L'interno della vecchia casa della Delta Psi è stato trasformata in uno spazio più femminile, molto diverso da quello che abbondava di simboli fallici e bong dal primo al secondo piano della confraternita maschile.
"Abbiamo deciso di rendere più femminile la casa ed abbiamo cercato di immaginare come queste giovani donne con risorse limitate avrebbero potuto decorarla con cose per loro interessanti", dice la Guleserian. Il risultato? Meno simboli fallici, più lustrini e mobili d'epoca e un muro con i ritratti di quelle che contano.

E in risposta alla parete da party con i trofei della Delta Psi c'è il santuario di Kappa Nu dedicato alle donne forti e famose come Serena Williams, Ronda Rousey e l'attrice del muto Theda Bara. " L'abbiamo chiamata la parete delle dure", racconta ridendo la Guleserian.
Con Mac e Kelly sull'orlo del tracollo finanziario e le ragazze della Kappa Nu in lotta per l'uguaglianza dei diritti, ciascuna delle due parti era pronta a lottare con ogni mezzo. Il risultato è stato una serie di scene d'azione ancora più scatenate tra le quali salti del barbecue, parabrezza spaccati, membri della confraternita pericolosamente goffi e il ritorno della cara vecchia gag dell'airbag. Spiega Stoller: "E' tutto abbastanza folle; con questo film ci siamo avvicinati al territorio di Buster Keaton e Charlie Chaplin".
La scena più complessa del film è stata quella che riguardava uno degli eventi importanti che si tengono nel Braxton College di Ardendale, la festa per l'inizio del campionato di football universitario. Per trovare i soldi per l'affitto della casa della confraternita femminile, le ragazze del Kappa Nu hanno rastrellano tutta l'erba possibile da tutti i gli spacciatori locali e quindi sono loro che all'evento vendono l'unica roba disponibile in zona, naturalmente a prezzi gonfiati. Mac, Kelly, Teddy, Jimmy e Paula decidono di rubar loro l'erba per evitare che trovino i soldi di cui hanno bisogno, e la conseguenza è un folle inseguimento a piedi tra la folla di universitari festanti e ubriachi.
Auto proclamatisi massimi esperti nell'organizzazione di finte feste, Stoller e il direttore della fotografia Brandon Trost si vantano di aver alzato la posta del film per quel che riguarda i party e le immagini che rappresentano la vita del college contemporanea. "Abbiamo dovuto fare un notevole sforzo perché le feste nel primo film erano già incredibili", osserva Stoller. "La grande festa per l'inizio del campionato di football universitario è stata la nostra prima festa diurna, con un sacco di barbecue dal fumo disorientante e dai colori diversi, molto alla Mad-Max".
Girata in quattro giorni, la sequenza della grande festa ha impegnato diverse centinaia di comparse, una banda musicale completa, effetti speciali e una sequenza di stunt che era molto più Jason Bourne che Mac Radner. "C'è un inseguimento pazzesco coinvolgente un sacco di cose diverse", ricorda Goldberg. "Persone che fanno il salto con l'asta utilizzando le bandiere americane, persone che corrono sui barbecue, che si affrontano tra di loro e rubano varie cose e un inseguimento folle attraverso un fumo densissimo. E' stato molto emozionante".
"A Brandon spetta il compito di riprodurre la familiarità di Cattivi vicini, alla quale il pubblico ha risposto con entusiasmo, oltre che l'energia che si sviluppa nelle varie feste ed effettuare lo stesso tipo di riprese", continua il produttore. "Il suo compito in questo secondo film è stato quello di offrire al pubblico le stesse sensazioni del primo, arricchendolo della prospettiva delle ragazze e di un fine etico più importante".
La Moretz non è estranea al genere d'azione, ed è stata lei la prima a gettarsi nella mischia. "La grande festa del college è stata una gigantesca scena d'azione, ed eravamo tutti lì che combattevamo mentre io controllavo tutti come un difensore", conclude. "Tutte le nostre maggiori risorse e capacità di combattimento sono venute fuori in quel momento, e il risultato è stato piuttosto intenso".

Apri Box Commenti
Torna su