Rocco Chinnici, e' così lieve il tuo bacio sulla fronte (2018)

Rocco Chinnici, e' così lieve il tuo bacio sulla fronte
Locandina Rocco Chinnici, e' così lieve il tuo bacio sulla fronte
Rocco Chinnici, e' così lieve il tuo bacio sulla fronte è un film del 2018 prodotto in Italia, di genere diretto da Michele Soavi. Il cast include Sergio Castellitto, Cristiana Dell'Anna, Manuela Ventura, Virginia La Tella, Luigi Imola, Bernardo Casertano.

TRAMA

Palermo, 29 luglio 1983. Sembra una mattina come tante, calda e piena di luce. Rocco Chinnici saluta la moglie Tina e i figli Giovanni e Elvira prima di andare al lavoro in tribunale. Al portone del palazzo, la sua scorta lo attende. Pochi secondi dopo un boato agghiacciante esplode in strada. Sul selciato i corpi dilaniati di due uomini della scorta, oltre a quello del giudice e del portiere del palazzo. Appresa la morte del padre, Caterina, la figlia più grande, anche lei magistrato, si rifugia a San Ciro, la casa di campagna dei Chinnici: per tutti loro, da sempre, un posto speciale. Ha bisogno di stare da sola per elaborare il lutto e fare chiarezza: deve decidere se accettare la prima indagine di mafia che le è stata assegnata. Mentre si aggira nei luoghi tanto cari al padre, come il roseto a lungo trascurato, Caterina si emoziona. Riaffiorano i ricordi… È il 1972: Caterina frequenta l'ultimo anno di liceo e non è ancora certa della scelta degli studi all'Università. Durante la maturità, una sua cara amica d'infanzia, Angela, muore per overdose. L'evento segna profondamente la vita di Caterina. Da quel momento, il padre prende l'abitudine di andare a parlare nelle scuole per informare e sensibilizzare i ragazzi sui rischi della droga e sui collegamenti tra eroina e mafia. È la prima volta che un giudice esce dal tribunale per andare in mezzo alla gente. È assistendo a questi incontri nelle assemblee studentesche che Caterina decide di seguire le orme paterne e diventare magistrato. Così, pochi anni dopo, si ritrova nel palazzo di Giustizia a completare il suo percorso di formazione come uditrice con Paolo Borsellino, giovane magistrato, già amico e collaboratore di Rocco. Caterina ha così la fortuna e il privilegio di conoscere e apprezzare il suo amato papà in un ambiente diverso da quello familiare. Rocco Chinnici è solito rompere gli schemi e aprire strade nuove. Divenuto Capo dell'Ufficio Istruzione dopo aver perso alcuni dei colleghi e amici più anziani, come Cesare Terranova e Gaetano Costa, caduti per mano mafiosa, intuisce quanto sia necessario, per sconfiggere la mafia, unire gli sforzi di tutti e condividere il più possibile i risultati ottenuti. È così che mette insieme il prototipo di quello che diventerà il famoso "pool antimafia", ingaggiando tra gli altri Falcone per le sue competenze in materia tributaria. Tra la fine degli anni settanta e l'inizio degli anni ottanta, l'ufficio Istruzione di Palermo, guidato da Chinnici, porta avanti con meticolosità e tenacia la ricostruzione dei mille agganci tra mafia e politica, aprendo nuove piste di indagini che coinvolgono colletti bianchi e livelli sociali insospettabili. Caterina nel frattempo, completato l'uditorato, diversamente da quanto auspicato dal padre sceglie di rimanere in Sicilia, precisamente nella Procura di Caltanissetta, quella più vicina a Palermo e la seconda più esposta nella lotta alla mafia. A Caltanissetta, Caterina conosce Manlio, l'uomo della sua vita. Pochi mesi dopo, il ragazzo entra a far parte della famiglia Chinnici, conquistando la stima e l'affetto di Rocco. È proprio durante un momento di riposo a San Ciro, quando la famiglia è tutta riunita, che gli uomini della scorta sorprendono qualcuno appostato nell'ombra. Per la famiglia Chinnici, quel posto non è più sicuro. Rocco, con la morte nel cuore, deve rinunciare per sempre alle sue amate rose. Da quel momento, e in seguito a minacce crescenti, la sua vita viene fortemente limitata, divisa solo tra casa e Palazzo di Giustizia. Le precauzioni vengono estese alla moglie e ai figli. Rocco è ossessionato dall'idea che possa accadere loro qualcosa di brutto. Ma, nonostante Tina gli chieda di lasciare tutto e trasferirsi altrove, Rocco decide di restare. Nel settembre di quell'anno, il Generale Dalla Chiesa, inviato a Palermo per sconfiggere la Mafia, viene assassinato. Rocco vive un momento di profondo sconforto. Capisce che il prossimo a essere ucciso sarà lui ed è consapevole che il tempo a disposizione per completare le indagini che porteranno all'arresto degli esecutori e dei mandanti dei delitti eccellenti come quello di Piersanti Mattarella, di Pio La Torre e del Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, è ormai poco. Solo pochi mesi dopo l'omicidio di Dalla Chiesa, infatti, mentre Chinnici è al matrimonio di Caterina, Antonino Madonia, il killer mafioso, si introduce nel palazzo dove abitano i Chinnici per un sopralluogo. Nel frattempo, anche a Caterina viene assegnata un'indagine di mafia. La ragazza decide di parlarne al padre, senza sapere che sarà l'ultima volta che lo vede. Il colloquio tra loro è affettuoso e intenso. Caterina deve scegliere se seguire le orme paterne, vivendo da quel momento sotto scorta e rinunciando così ad una parte importante della sua libertà personale come a quella del marito e dei figli che potranno arrivare. Il padre le conferma che, nonostante tutto, lui rifarebbe tutto ciò che ha fatto. E mentre la vita del padre, ormai morto, le scorre davanti agli occhi, Caterina sente dentro di sè la chiarezza e la forza per prendere la sua decisione: anche lei è pronta a sfidare la mafia e a portare avanti l'opera del padre.

Info Tecniche e Distribuzione

Uscita in Italia: 23/01/2018 (TV, Rai 1)
Nazione: Italia - 2018
Formato: Colore
Durata: N.d.

NOTE DI REGIA

Rocco Chinnici era un uomo forte, così forte che è stato dilaniato da una bomba messa per mano della mafia in una macchina sotto casa sua. Negli anni '80, a Palermo, la parola "mafia" era una parola che non si poteva pronunciare, perché "la mafia non esiste!", si diceva nel "palazzo dei Veleni". Ho cercato di non raccontare l'ennesimo film sulla mafia dalle tinte forti, ma di concentrarmi sulla storia di una famiglia che si ama. Contraddizioni, piccoli conflitti, ma soprattutto la normalità della famiglia Chinnici, su cui incombe la guerra dichiarata allo Stato dalla criminalità organizzata. 

NOTE DI PRODUZIONE

Ho voluto fortemente questo film, Rocco Chinnici – E' così lieve il tuo bacio sulla fronte, per raccontare come il ruolo di servitore dello stato sia determinante nel meccanismo democratico di un Paese. Rocco Chinnici lavorava in silenzio, senza bisogno di apparire, forte del sogno di un'Italia migliore, di un'Italia trasparente, di un'Italia lontana dalla connessione tra potere politico, potere economico e mafia. Questa è stata la mia scelta editoriale e ne sono orgoglioso. Orgoglioso soprattutto di poter raccontare un'eredità di valori profonda e importante: come un padre ha passato il testimone alla propria figlia dal punto di vista professionale e umano. Ma soprattutto le ha trasmesso un profondo valore etico della giustizia e le ha lasciato un'eredità morale che ha permesso a Caterina di sopportare un dolore terribile, come la perdita di un padre. Questa donna è riuscita a trasformare la sua sofferenza in forza, diventando magistrato come suo padre e arrivando a ricoprire una carica di stato importante – deputato presso il Parlamento europeo e componente della commissione per le Libertà civili, Giustizia e Affari Interni.

HomeVideo (beta)


STREAMING VOD, SVOD E TVOD:
Puoi cercare "Rocco Chinnici, e' così lieve il tuo bacio sulla fronte" nelle principali piattaforme di VOD: [Apri Box]
DVD E BLU-RAY FISICI:
Non abbiamo informazioni specifiche ma puoi aprire i risultati della ricerca di DVD o Blu-Ray per "Rocco Chinnici, e' così lieve il tuo bacio sulla fronte" o correlati su Amazon.it: [APRI RISULTATI]
Apri Box Commenti

Prossime Uscite

Liberaci dal male
Thor: Love and Thunder
Non Sarai Sola
Spencer
Nick Cave - This Much I Know to be True
Il mostro dei mari
Italia 1982 - Una Storia Azzurra
Sotto il sole di Amalfi
The Gray Man
Ada
X - A Sexy Horror Story
The Lost City
Firestarter
Zombies 3
Toilet