Sivas

Sivas (2014)

Sivas

Sivas (Sivas) è un film di genere Drammatico diretto da Kaan Mujdeci.
Prodotto nel 2014 in Turchia

TRAMA

In un villaggio nell'Anatolia, Sivas racconta la storia di un ragazzino di undici anni, Aslan, e di un cane da combattimento acciaccato, Sivas. Tra loro si sviluppa un legame dopo che Aslan trova Sivas abbandonato e ferito in un fosso. Uno spettacolo scolastico di Biancaneve e i sette nani fa da sfondo alla storia: Aslan è molto deluso per aver perso il suo ruolo di principe contro Osman, suo rivale in amore nonché figlio del capo del villaggio. Mentre Osman cerca di conquistare Ayse, la "principessa" del villaggio, Aslan cerca di impressionarla con il suo nuovo amico, Sivas. Il cane nel frattempo ha trovato una casa e inizia a vincere un combattimento dopo l'altro. 

Genere: Drammatico
Nazione: Turchia - 2014
Formato: Colore
Durata: N.d.
Note:
Presentato in Concorso al Festival del Cinema di Venezia.

Cast e personaggi

Regia: Kaan Mujdeci
Montaggio: Yorgos Mavropsaridis

News e Articoli

Venezia 71Venezia 71: tutti i Vincitori e Premi assegnati

Assegnati i Premi di Venezia 71: Leone D'Oro a 'A Pigeon Sat On A Branch Reflecting On Existence' di Roy Andersson. Gran Premio della Giuria a 'The Look Of Silence' di Joshua Oppenheimer.

Venezia 71Venezia 71, le proiezioni di Mercoledì 3 settembre 2014

In concorso a Venezia 71: 'Sivas' di Kaan Mujdeci, 'Le dernier coup de marteau' di Alix Delaporte. Fuori Concorso 'La trattativa' di Sabina Guzzanti.

Immagini

[Schermo Intero]
Foto dal film
Foto e Immagini Sivas
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film

Curiosita'

Commento del regista

Sivas è figlio di se stesso, un film che si genera lentamente, mentre si svolge. Si potrebbe definire un film dotato di una grammatica cinematografica sperimentale. Tuttavia, il mio scopo non è quello di una sperimentazione fine a se stessa, ma di tentare di rispecchiare fedelmente la vivacità della vita nell'Anatolia rurale. Probabilmente, l'immagine stereotipata che si ha della campagna in Turchia, o nel resto nel mondo, è quella di un ambiente statico, che non cambia, diversamente da quanto accade, ad esempio, in città. Le immagini "artificiali" dei film che rappresentano la vita nei villaggi mostrano degli insediamenti presumibilmente "sonnolenti", con un personaggio che non vede l'ora di andarsene. Con Sivas volevo evitare questo cliché. Sivas è un film sul carattere e la vita in continua evoluzione di un ragazzino e di un piccolo villaggio. Ho volutamente tenuto bassa la posta in gioco: non c'è un amore epico o una lotta epica o le solite cose che vediamo nei film che riguardano la vita rurale anatolica. Sivas non cattura, ma lascia volentieri che i suoi personaggi principali, interpretati da attori non professionisti, e la sua ambientazione naturale si sviluppino liberamente, restando allo stesso tempo saldamente ancorato alla sua trama.

Apri Box Commenti