Locandina Storia di Nilde

Storia di Nilde (2019)

Storia di Nilde

Storia di Nilde (Storia di Nilde) è un film di genere Drammatico di durata circa 90 minuti diretto da Emanuele Imbucci con protagonisti Anna Foglietta, Francesco Colella, Linda Caridi, Massimo De Rossi, Astrid Meloni, Elisabetta De Palo, Pietro Ragusa, Giovanni Esposito, Vincenzo Amato.
Prodotto da Anele nel 2019 in Italia

TRAMA

A vent'anni dalla scomparsa di Nilde Iotti (4 dicembre 1999) e a quarant'anni dalla sua nomina a Presidente della Camera dei Deputati, ricostruzioni fiction, materiali di repertorio e testimonianze illustri raccontano la storia umana e politica di Nilde Iotti, una delle ventuno donne che parteciparono all'Assemblea Costituente nel 1946 e la prima ad essere eletta President e della Camera dei Deputati, per restituire alle nuove generazioni, attraverso un linguaggio inedito, emotivo e contemporaneo, non solo la sua figura politico-istituzionale ma anche il suo contributo come donna alle conquiste di civiltà del nostro Paese e al processo di emancipazione femminile.

Regia di Emanuele Imbucci Con Anna Foglietta (Nilde Iotti), Francesco Colella (Palmiro Togliatti), Linda Caridi (Rosanna), Vincenzo Amato (nel ruolo di Enrico Berlinguer) E le testimonianze illustri di Giorgio Napolitano, Marisa Malagoli Togliatti, Giuliano Amato, Emanuele Macaluso, Giorgio Frasca Polara, Livia Turco, Luisa Lama, Filippo Ceccarelli, Beppe Vacca, Marcello Sorgi, Alessio Falconio.

Data di Uscita ITA: 05/12/2019 (TV, Rai 1)
Genere: Drammatico
Nazione: Italia - 2019
Formato: Colore
Durata: 90 minuti
Produzione: Anele, Rai Fiction (in collaborazione con)
Soggetto:
Marco Dell'Omo, Salvatore De Mola, Gloria Giorgianni, Emanuele Imbucci

Cast e personaggi

Regia: Emanuele Imbucci
Sceneggiatura: Salvatore De Mola
Musiche: Aldo De Scalzi, Roberto Giacomo Pischiutta (Pivio)
Fotografia: Federico Annichiarico
Scenografia: Fabio Vitale
Montaggio: Marco Rizzo
Costumi: Magda Accolti Gil

Cast Artistico e Ruoli:
foto Anna FogliettaAnna Foglietta
Nilde Iotti
foto Francesco ColellaFrancesco Colella
Palmiro Togliatti
foto Massimo De RossiMassimo De Rossi
Giulio Andreotti
foto Astrid MeloniAstrid Meloni
Teresa Mattei
foto Elisabetta De PaloElisabetta De Palo
Albertina Vezzani (madre di Nilde Iotti)
foto Pietro RagusaPietro Ragusa
Pietro Secchia
foto Giovanni EspositoGiovanni Esposito
Giovanni Leone
foto Vincenzo AmatoVincenzo Amato
Enrico Berlinguer


Produttori:
Gloria Giorgianni (Produttore), Iolanda Cirillo (Produttore), Emma Di Loreto (Produttore), Tore Sansonetti (Produttore associato), Carlotta Schininà (Produttore associato), Gianluca Casagrande (Produttore RAI), Federica Rossi (Produttore RAI)

News e Articoli

La storia di Nilde Iotti nel film biografico con Anna Foglietta su Rai1 La storia di Nilde Iotti nel film con Anna Foglietta in onda su Rai1

Il racconto della vicenda umana e politica di Nilde Iotti, dalla partecipazione all'Assemblea Costituente del 1946 all'elezione come Presidente della Camera dei Deputati nel 1979, fatto attraverso ricostruzioni filmate, materiali di repertorio e testimonianze illustri. Intervengono, tra gli altri, il Presidente emerito Giorgio Napolitano, Marisa Malagoli Togliatti e l'ex Presidente del Consiglio Giuliano Amato.

Immagini

[Schermo Intero]
Locandina italiana
Foto e Immagini Storia di Nilde
Locandina italiana

Curiosita'

LE TESTIMONIANZE ILLUSTRI
Marisa Malagoli Togliatti: figlia adottiva di Nilde Iotti e Palmiro Togliatti
Giorgio Napolitano: dirigente e parlamentare del PCI dagli anni '50, Presidente emerito della Repubblica
Emanuele Macaluso: parlamentare del PCI dagli anni '50, ex direttore dell'Unità
Giorgio Frasca Polara: portavoce di Nilde Iotti
Marcello Sorgi: giornalista
Alessio Falconio: direttore di Radio Radicale
Filippo Ceccarelli: giornalista
Giuliano Amato: parlamentare del PSI, due volte Presidente del Consiglio
Giorgio Ferrara: regista, amico di famiglia
Livia Turco: presidente della Fondazione Iotti
Luisa Lama: biografa di Nilde Iotti
Giuseppe Vacca: storico, esperto di storia del PCI

NOTE DI REGIA - Emanuele Imbucci

Sono stato chiamato dalla produttrice Gloria Giorgianni, che ha avviato questo progetto in collaborazione con Rai Fiction. La docu-fiction si sviluppa attraverso l'alternanza di tre diverse modalità narrative: la fiction, i repertori d'epoca e le interviste a testimoni e storici. Le scene di fiction ripropongono eventi realmente accaduti nella vita di Nilde Iotti affiancandoli ad alcune situazioni di fantasia, costruite però in modo assolutamente coerente con le vicende e gli incontri della sua storia. La ricerca della verosimiglianza è stato infatti un elemento prioritario per l'impostazione di regia di questo progetto. Dalle interpretazioni degli attori alla messa in scena, dalla creazione di trucco, acconciature e costumi, fino alle scenografie e alla fotografia, l'attenzione al dettaglio è stata la cifra costante sulla quale si sono mossi tutti i reparti di questa docu-fiction, per arrivare a ricreare le giuste atmosfere in cui far muovere i protagonisti. Un approccio di rispetto e attenzione filologica agli eventi storici e ai personaggi realmente esistiti, che ha guidato in primis il lavoro di scrittura, poi quello di scelta del casting di "Storia di Nilde" e via via tutti gli altri. Una modalità di lavoro resa possibile grazie a un attento studio della documentazione di oltre un trentennio di storia del nostro paese e la visione del prezioso repertorio d'epoca insieme all'approfondimento con i testimoni diretti e con il nostro consulente storico avvenuto in tutte le fasi di lavorazione. Un repertorio che è stato inserito non solo come supporto delle interviste fatte a grandi personalità politiche, a storici e giornalisti, ma che è anche diventato vero e proprio elemento di linguaggio e di suggestione di questa docu-fiction, laddove è stato integrato come fattore di continuità in alcune sequenze di ricostruzione storica. Per il piano delle inquadrature di alcune scene di fiction avevo infatti già previsto l'inserimento di specifici passaggi di repertorio e questo mi ha consentito di calibrare a volte gli stessi movimenti della macchina da presa per collegarli al materiale girato decine di anni prima dai cine-operatori della Rai, dell'Istituto Luce, della Aamod ecc. Una sfida che si è unita all'esclusiva opportunità di girare all'interno della Camera dei Deputati e nei corridoi e nelle stanze di Montecitorio, stimolando le soluzioni di regia e l'interpretazione degli attori, tutti ispirati dai luoghi in cui gli avvenimenti messi in scena erano realmente accaduti. Questa continua ricerca di fusione dei diversi livelli di narrazione audio-visiva ha sempre mantenuto però un obiettivo ben preciso: quello di tenere costantemente a fuoco i tratti emotivi dei personaggi e riuscire a renderne sfaccettature e complessità. Un approccio alla storia di un grande personaggio femminile e istituzionale che vuole essere rigoroso ma innovativo, un trattamento a tratti intimista delle sue vicende, che renda la forza dei sentimenti della donna Nilde Iotti. Quei sentimenti come insospettabile forza motrice, che l'hanno guidata nelle sue scelte personali e pubbliche, portandola a sostenere le proprie idee e battaglie politiche, con costante attenzione al diritto di famiglia. Insomma una docu-fiction che racconta non solo l'autorevolezza politica della prima donna Presidente della Camera dei Deputati, ma che traccia anche l'emozionante ritratto di una Nilde profondamente umana, che sentiva su di sé la responsabilità di fare la Storia.

Apri Box Commenti