image The Farewell - Una bugia buona
Locandina The Farewell - Una bugia buona

The Farewell - Una bugia buona (2019)

The Farewell

The Farewell - Una bugia buona (The Farewell) è un film di genere Commedia e Drammatico di durata circa 98 minuti diretto da Lulu Wang con protagonisti Shuzhen Zhao (Zhao Shuzhen), Awkwafina, X Mayo, Lu Hong, Lin Hong, Tzi Ma, Diana Lin, Yang Xuejian, Becca Khahil, Gil Perez.
Prodotto da Big Beach Films nel 2019 in USA e Cina [Uscita Originale il 12/07/2019 (USA)] esce in Italia Martedì 24 Dicembre 2019 distribuito da BIM Distribuzione.

TRAMA

Billi (Awkwafina), nata in Cina e cresciuta negli Stati Uniti, tornata a malincuore a Changchun, scopre che in famiglia tutti sanno che alla sua amata nonna restano solo poche settimane di vita, ma hanno deciso di tenere nascosta la verità alla diretta interessata.

Per proteggere la sua serenità, si riuniscono con il festoso espediente di un matrimonio affrettato. Avventurandosi in un campo minato di aspettative e convenevoli di famiglia, Billi scopre che, in realtà, ci sono molte cose da festeggiare: l'occasione di riscoprire il Paese che ha lasciato da bambina, il meraviglioso spirito di sua nonna e i legami che continuano ad unire anche quando c'è molto di non detto.

Con The Farewell – Una bugia buona la sceneggiatrice/regista Lulu Wang ha creato un'intima celebrazione del ruolo che ognuno di noi ha nella famiglia e, insieme, del modo in cui la viviamo nel profondo, intrecciando con maestria il ritratto garbatamente ironico della bugia in azione e il racconto toccante di ciò che nella famiglia può unirci e renderci più forti, spesso a dispetto di noi stessi.

Data di Uscita ITA: Martedì 24 Dicembre 2019
Data di Uscita USA: Venerdì 12 Luglio 2019
Data di Uscita Originale: 12/07/2019 (USA)
Genere: Commedia, Drammatico
Nazione: USA, Cina - 2019
Formato: Colore
Durata: 98 minuti
Produzione: Big Beach Films, Depth of Field, Kindred Spirit
Distribuzione: BIM Distribuzione
Box Office: USA: 15.720.462 dollari | Italia: 304.888 euro -> Storico incassi
In HomeVideo: in Digitale da Martedì 7 Aprile 2020

Cast e personaggi

Regia: Lulu Wang
Sceneggiatura: Lulu Wang
Musiche: Alex Weston
Fotografia: Anna Franquesa-Solano
Scenografia: Yong Ok Lee
Montaggio: Michael Taylor, Matthew Friedman
Costumi: Athena Wang

Cast Artistico e Ruoli:
foto X MayoX Mayo
Suze
foto Lu HongLu Hong
Sorella di Nai Nai
foto Lin HongLin Hong
Dottor Wu
foto Tzi MaTzi Ma
Haiyan
foto Diana LinDiana Lin
Lu Jian
foto Yang XuejianYang Xuejian
Signor Li
foto Jiang JongboJiang Jongbo
Zio Haibin
foto Chen HanChen Han
Hao Hao


Produttori:
Daniele Melia (Produttore), Marc Turtletaub (Produttore), Peter Saraf (Produttore), Andrew Miano (Produttore), Chris Weitz (Produttore), Jane Zheng (Produttore), Lulu Wang (Produttore), Anita Gou (Produttore), Eddie Rubin (Produttore esecutivo), Josh Cohen (Coproduttore), Dan Balgoyen (Coproduttore)

News e Articoli

Oscar 2020, previsioni sul Miglior FilmOscar 2020, previsioni sul Miglior Film

In attesa delle nomination ufficiali che verranno svelate il prossimo 13 Gennaio cerchiamo di vedere quali sono i film che avranno la possibilità di concorrere per il Miglior Film il 10 Febbraio

Roma 2019Roma 2019, 19 ottobre: Downton Abbey il Film, Pavarotti, The Farewell, Willow

A Bill Murray il Premio alla Carriera consegnato da Wes Anderson e protagonista di un Incontro Ravvicinato con il pubblico; fra gli Incontri Ravvicinati anche quello con Ron Howard e con il cineasta Kore-eda Hirokazu; la serie Downton Abbey diventa un film per il grande schermo: il regista Michael Engler e il cast lo presentano alla Festa.

Immagini

[Schermo Intero]
Locandina internazionale
Foto e Immagini The Farewell - Una bugia buona
Locandina internazionale
Locandina italiana
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film
Foto dal film

Curiosita'

NOTE DI PRODUZIONE

Con The Farewell – Una bugia buona la sceneggiatrice/regista Lulu Wang crea un'esperienza  vitale e dinamica di vita familiare, un ricco universo a cui accediamo attraverso una premessa che, a prima vista, potrebbe sembrare comica. Al centro della storia c'è una domanda solo apparentemente semplice: è giusto nascondere la verità alle persone amate? Nel caso di Bill – interpretata dalla rapper e astro nascente Awkwafina in quello che è, ad oggi, il suo ruolo più serio e complesso – il suo mondo crolla quando le viene chiesto di dire una colossale bugia sulla morte imminente della sua amatissima nonna. Ma è proprio mentendo che scoprirà nuove e misteriose vie in cui le famiglie si raccontano la verità.

Tutto inizia quando Bill, un'aspirante artista di New York che a stento conosce la Cina dove è nata, si unisce al viaggio dei suoi genitori e dei parenti venuti da ogni parte del mondo per rendere l'estremo saluto alla matriarca della famiglia. I dottori li hanno informati che a Nai-Nai (mandarino per nonna) restano solo pochi mesi di vita, la diretta interessata ignora però la sua sorte, e la famiglia si adopera affinché lei ne  resti assolutamente all'oscuro.  Invece di dirle come stanno le cose,  fingono che vada tutto bene, e spiegano a Nai-Nai di essersi riuniti tutti non certo per dirle addio, ma per festeggiare un felice, sebbene alquanto repentino, matrimonio.

Per Bill, imbevuta di cultura e indipendenza americane, il piano contravviene sicuramente ad ogni logica  e  probabilmente  anche  ad  ogni  etica.  Eppure  eccola  lasciare  New  York,  nel  peggiore  dei momenti,  spinta  dal  bisogno  di  vedere  Nai-Nai  un'ultima volta,  ma  impossibilitata a  spiegarle  la ragione della sua visita improvvisa.  I maldestri tentativi di Bill di tener fede alla bugia, mentre naviga in un mare di differenze generazionali e culturali, creano momenti di comicità dal gusto secco e spumeggiante come lo champagne per il brindisi del matrimonio. Ma c'è anche una corrente più profonda che  scorre sotto la superficie: perché l'espediente del viaggio di Bill ritrae ciò che le famiglie tengono celato e ciò che invece rivelano, ciò che la famiglia esige da ognuno, e ciò che ognuno, in cambio, ne riceve.

Wang tratta il tema con un misto di leggerezza e gravità che rispecchia  le emozioni che si provano in certe riunioni familiari a cui non si è sicuri di riuscire a sopravvivere, e che pure restano indimenticabili.

Wang spiega: "Nei film sui segreti o le bugie di famiglia ricorre sempre il tema della grande catarsi che si prova nel momento in cui la verità  è finalmente svelata. Con The Farewell - Una bugia buona volevo dimostrare l'esatto contrario. Il film non giudica nessuno e non giudica la decisione della famiglia di nascondere la verità alla matriarca. Nessuno fa la parte del cattivo in questa famiglia. Per me si tratta di una storia sui "linguaggi dell'amore", sui diversi modi culturali e individuali di esprimere l'amore e le tante incomprensioni  che ne derivano, soprattutto all'interno delle famiglie di oggi che vivono a cavallo tra culture diverse.
Ma le cose che comunichiamo nascono pur sempre dall'amore, e se questo amore non si esprime nel modo in cui vorremmo o ci aspettiamo di sentirlo non vuol dire che gli altri non ci vogliono bene. A volte le cose più importanti in una famiglia sono le cose non dette." (…)

Apri Box Commenti