Il futuro di un altro tempo di Annalee Newitz

Il futuro di un altro tempo, un romanzo meraviglioso e attuale


In libreria grazie a Fanucci c'è 'Il romanzo di un altro tempo', romanzo sui viaggi nel tempo che, mentre viaggia tra le pagine della Storia, ci racconta moltissimo del periodo che stiamo vivendo

di / 11.02.2021
Il futuro di un altro tempo di Annalee Newitz

Ci sono romanzi di cui è difficile scrivere. Non perché non abbiano le qualità per richiamare a sé parole di elogio o perché manchino di elementi da analizzare e consigliare. Sono libri difficili da recensire perché, pur facendo appello a generi che sembrano non avere alcun appiglio con la realtà, rappresentano uno specchio scheggiato della società in cui sono stati scritti. Il futuro di un altro tempo di Annalee Newitz - in libreria grazie a Fanucci - è un romanzo che rientra senza sforzo in questo genere di letture che invece di trasportarti lontano dal mondo e dai problemi della quotidianità, ti ci lancia dentro, ti costringe a vedere - tramite la lente della fantascienza e del distopico - quello che avviene intorno a te, le pieghe (e le piaghe) della società in cui vivi. 

Il romanzo ruota intorno alla scoperta della possibilità di viaggiare nel tempo grazie alla scoperta di alcune rocce che permettono di poter visitare qualsiasi epoca storica, con la premessa di non provare a cambiare il passato, perché è qualcosa considerato illegale. Ma l'uomo è un animale debole, pieno di violenza repressa. Una creatura facile all'ira così come alla corruzione, capace di calpestare qualsiasi tipo di valore pur di seguire la propria ambizione. Un'ambizione che non deve avere necessariamente a che fare con un desiderio di realizzazione, ma che in Il Futuro di un Altro Tempo ha più a che vedere con l'annientamento, la messa a tacere di un'intera categoria umana. Su uno sfondo fatto di rapporti terribilmente abusivi, di concerti punk, droga e omicidi, la nostra protagonista viaggia indietro alla sua adolescenza, rivede le crepe che si sono aperte nella sua anima, le ferite psicologiche e fisiche che si porta impresse nella pelle. E tutto questo per cercare di frenare il piano di un manipolo di omuncoli che vogliono annullare le conquiste ottenute dalle donne, mettere a tacere un genere intero, riportarle allo stato di soprammobile adatto solo alla soddisfazione dei più bassi bisogni. Tra corse su diverse timeline, omicidi dolorori e ricordi ancora più terribili, Annalee Newitz descrive i colori di un romanzo fantascientifico che non potrebbe essere più attuale di così, che riflette tanto sul ruolo della donna quanto sull'indifferenza con cui il male perpetrato a questa fascia demografica viene spesso accolta con indifferenza nel migliore dei casi e con ignobili giustificazioni nel peggiore.

Nonostante questa oscurità che permea le pagine e che le rende così dannatamente attuali, la Newitz non si limita a regalare al suo pubblico un romanzo in cui lei sale in cattedra per dare una voce a tutte quelle donne che sono rimaste senza corde vocali per potersi difendere in quello che è ancora un men's world. Il futuro di un altro tempo è un romanzo attuale, ma che trabocca di azioni, sorprese, dettagli storici che, pur con un universo alternativo, risultano sempre corrette o comunque contestualizzate molto bene. Da questo punto di vista Il futuro di un altro tempo è un libro di intrattenimento davvero riuscito, pieno di cuore e di passione: leggendo le pagine si sente tutta la verve della sua autrice, tutto il suo bisogno di raccontare questa storia con uno stile che non rinuncia mai alla qualità. È uno di quei libri che si possono divorare in una notte, con il batticuore e la curiosità a fare compagnia allo sdegno per una società da diprezzare, da combattere. La storia è disseminata di indizi che i personaggi devono seguire per risolvere il mistero che li sta divorando e, allo stesso modo, il lettore non può frenarsi dal continuare a leggere, da andare avanti, pagina dopo pagina. Anche quando questo significa leggere teorie e monologhi dolorosi, che fanno male proprio per quell'aderenza al reale che spaventa e che rimane a galleggiare nella mente, come un memento di tutto ciò che non funziona, di tutto ciò che ancora bisogna fare per rieducare una cultura ancora troppo arcaica e, soprattutto, maschilista. 

 Il futuro di un altro tempo di Annalee Newitz
Il futuro di un altro tempo di Annalee Newitz
[]