La La Land: 5 cose che (forse) non sapete

Questa sera, su Rai 1, andrà in onda La La Land, il capolavoro di Damian Chazelle presentato come film d'apertura a Venezia nel 2016. Per l'occasione vi raccontiamo 5 trivia che forse non sapete
La La Land: 5 cose che (forse) non sapete

La La Land è un film che probabilmente passerà alla storia per essere stato il protagonista della più grande figuraccia che agli Academy Awards abbiano mai registrato: quella in cui Warren Beatty e Faye Dunaway si sbagliarono nel proclamare il film di Damien Chazelle vincitore del premio Oscar come Miglior Film solo per poi vedersi "rubare" il premio da Moonlight, legittimo vincitore della serata.

Ma in realtà La La Land entrerà nella storia del cinema anche per la qualità con cui è stato realizzato: si tratta di un musical post-moderno che riflette sull'amore e sull'egoismo e che mette al centro della sua narrazione due giovani, Mia (Emma Stone) e Sebastian (Ryan Gosling), che sullo sfondo di una Los Angeles baciata dalle quattro stagioni, cercheranno di realizzare tutti i loro sogni mentre vivono la loro storia d'amore.

In occasione del passaggio di La La Land - film d'apertura alla 73° Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia - su Rai Uno abbiamo deciso di raccontarvi cinque aneddoti sul film che (forse) non conoscevate ancora.

LEZIONI DI PIANO

Il compositore della colonna sonora Justin Hurwitz ha raccontato che tutte le performance al piano presenti nel film erano state realizzate e registrate dal pianista Randy Kerber durante la fase di pre-produzione. In seguito Ryan Gosling passò due ore al giorno, sei giorni su sette, a seguire lezioni di piano e ad imparare la musica a memoria. In questo modo quando Damien Chazelle cominciò le riprese, Ryan Gosling aveva ormai imparato a suonare tutte le sequenze che lo vedevano seduto al piano, senza bisogno di creare un montaggio con le mani di qualcun altro o ricorrere alla CGI.

AVANTI IL PROSSIMO

In La La Land c'è una scena in cui Mia, il personaggio interpretato da Emma Stone, sta facendo un provino. Il suo sogno, infatti, è quello di diventare un'attrice. Nella scena del film la vediamo impegnata in una scena drammatica, sotto la quasi indifferenza dei selezionatori e addetti al casting. Al massimo momento di commozione e di coinvolgimento emotivo, Mia viene interrotta perché una delle addetti ai casting riceve una chiamata. La scena è un rimando a un provino vero affettuato da Ryan Gosling, che si è trovato nella stessa condizione in cui si trova Mia nel film.

LA BELLA E LA BESTIA

All'inizio La La Land avrebbe dovuto essere interpretato da Emma Watson nel ruolo di Mia. Quest'ultima si trovò, alla fine, a doversi tirare indietro dal progetto a causa delle riprese del film a cui stava lavorando in quel periodo: il live action de La Bella e la Bestia. Film da cui a sua volta si era tirato indietro Ryan Gosling (poi sostituito da Dan Stevens di Downton Abbey nei panni della Bestia) per poter prendere parte a La La Land.

IN DIRETTA

Emma Stone ha registrato la lunga e meravigliosa sequenza di Audition live. Sarebbe stata lei stessa a decidere quando passare dal recitato al cantato. Non c'era nessuna traccia pre-registrata su cui lei avrebbe potuto fare semplice lip-sync. Justin Hurwitz - compositore della canzone - era in un'altra stanza a suonare il piano, il cui suono arrivava a Emma Stone tramite auricolare all'orecchio. Chazelle disse che lavorare in questo modo avrebbe concesso ad Emma Stone di avere un maggiore controllo sulla scena.

TROVARE LA PROPRIA MACCHINA

In La La Land, poco prima della scena di A Lovely Night, c'è quella in cui Mia e Sebastian camminano su una delle colline di Los Angeles, dopo la festa a cui si sono rincontrati. Durante la passeggiata Sebastian consiglia a Mia di poggiarsi il telecomando della macchina sotto il mento in modo che la sua testa possa funzionare a mo' di antenna in grado di amplificare il segnale. Mia è pronta a farlo, quando Sebastian le dice che potrebbe causarle un cancro. A quanto sembra il consiglio di Sebastian funziona davvero, ma senza causare cancro. Il segnale che spesso viene emesso dai comandi delle auto hanno la capacità di essere amplificati dall'acqua, di cui il cervello umano è ben fornito.



Apri Box Commenti